Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Tutto quello che devi sapere prima di acquistare la tua prima chitarra e di cominciare a suonarla

Scritto da Francesca, pubblicato il 02/12/2016 Blog > Musica > Chitarra > Lezioni Chitarra: l’Acquisto dello Strumento e dei Suoi Accessori

Una cosa è voler imparare a suonare questo strumento, l’altra è conoscerne le basi: accordare le corde, scegliere la chitarra, gli accessori indispensabili, ecc.

Non ci si può improvvisare e noi desideriamo pertanto dirti tutto ciò che c’è da sapere per iniziare a suonare nel migliore dei modi.

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Acquistare la tua prima chitarra

L’acquisto della prima chitarra, la scelta dello strumento a 6 corde più adatto non sono affatto cose facili, infatti capita spesso di doverlo cambiare subito dopo. Non si può negare, tuttavia, che la prima chitarra abbia un forte valore sentimentale.

Ecco i diversi tipi di chitarra: qual è il più adatto per te? Ecco i diversi tipi di chitarra!

Stili di chitarra

Prima di sceglierla, devi capire qual è lo stile musicale che intendi suonare: rock, flamenco, pop, blues, reggae, ecc.

A seconda dello stile prescelto, ti orienterai verso un tipo specifico di chitarra.

Esistono tre tipi principali di chitarra, senza contare i modelli più specifici come, ad esempio, la Dobro:

  • la chitarra folk (o acustica). Non è nient’altro che una chitarra acustica con corde in metallo. Permette di suonare diversi stili musicali (rock, pop, jazz, country, ad eccezione della classica e del metal). Questo strumento è l’ideale per i principianti perché molto versatile e con un manico più sottile.
  • La chitarra classica, una chitarra acustica con le corde in nylon, molto utilizzata nella musica classica e nel flamenco. Facile da trasportare, può essere suonata ovunque, senza amplificatore. La chitarra classica è la più scelta dai principianti o dai genitori, è perfetta per la bossa nova, i classici o il flamenco, ma non è l’ideale per iniziare.
  • La chitarra elettrica che, non essendo una chitarra acustica, deve essere collegata a un amplificatore per fare in modo che esca fuori il suono. È dotata di corde in metallo ed è pertanto perfetta per gli stili puramente elettrici come il rock, il metal o l’heavy metal. Più costosa e ingombrante delle altre, è meno adatta ai principianti, se non vuoi solo suonare un po’ di rock.

Tariffe

In ogni caso, non scordarti del fattore finanziario. Su internet si possono trovare ottime offerte, ma non è possibile provare il prodotto come invece avviene nei negozi specializzati.

Per una chitarra folk o acustica, dovrai spendere almeno 150 Euro, mentre per una elettrica non meno di 250.

Lezioni chitarra: scegliere il primo strumento

Tra i tanti elementi da prendere in considerazione prima dell’acquisto della tua prima chitarra, ecco a cosa devi fare attenzione.

Un manico troppo largo o troppo lungo, una cassa troppo imponente o una dimensione inadeguata dello strumento possono rivelarsi decisamente problematici per i bambini e gli adulti. Attento anche alle offerte per principianti e ai primi prezzi. Questi ultimi sono spesso poco vantaggiosi. Quando inizi, non devi per forza accontentarti di una scarsa qualità. I venditori specializzati sono in grado di consigliarti quando devi acquistare la tua prima chitarra (qualità del manico, suono, ecc).

Un ultimo consiglio: anche se pensi di acquistare lo strumento su internet, dovresti comunque recarti prima in un negozio specializzato per provarlo, chiedendo consigli al venditore, documentarti leggendo articoli e schede tecniche, online o sulle riviste di settore.

Leggendo questo articolo, potrai orientarti tra tutti i modelli di chitarra disponibili sul mercato. Fai la scelta giusta!

La chitarra è il tuo strumento! La utilizzerai sicuramente per qualche anno!

Ecco perché è importante scegliere bene la prima chitarra.

Chitarra 1/4 – 110 cm | 5-6 anni

Le chitarre 1/4 sono una via di mezzo tra un gioco e un vero e proprio strumento musicale. Di piccola taglia, sono particolarmente adatte ai bambini più piccoli.

Chitarra 1/2 – 125 cm | 6-8 anni

Le chitarre 1/2 sono pensate per i bambini. Il suono è più simile a quello di una chitarra tradizionale rispetto a quello della chitarra 1/4.

Chitarra 3/4 – 140 cm | 8-10 anni

Le chitarre 3/4 sono considerate le chitarre per principianti per eccellenza. Sono molto utilizzate per le lezioni con i bambini dagli 8 ai 10 anni.

Chitarra 4/4 – 150 cm | dai 10 anni in su

La 4/4 è la chitarra utilizzata da adolescenti e adulti. Il suo suono è più potente e caldo rispetto a quello delle chitarre di dimensioni minori. Queste informazioni sono molto utili per le chitarre acustiche (classica o folk).

Tuttavia, ti consiglio di acquistare una chitarra elettrica dal momento che tuo figlio non ha l’età adatta per suonare con una di formato standard.

Lezioni chitarra: scegliere le corde giuste

Sapere come scegliere le corde della propria chitarra non é sempre facile, soprattutto quando si é agli inizi.

Tutte le corde di chitarra sono dotate delle seguenti componenti: l’anima, il filo e la guaina.

L’anima

L’anima, come il nome stesso suggerisce, rappresenta il cuore della corda. Consiste, in poche parole, nel suo filo principale. Può essere a geometria esagonale o circolare. Può essere composta da diversi materiali come l’acciaio, il nylon o il nickel.

Il filo

Con questo termine si indica il filo secondario che viene avvolto attorno all’anima della corda. Ne esistono molti tipi diversi come, ad esempio, quello tondo o quello piatto.

La guaina

Le corde delle chitarre sono in genere rivestite. Il produttore vi applica un sottile strato di materiali sintetici, sia sulla corda che sul filo, per proteggerla e migliorarne la durata. Rimane un elemento da prendere in considerazione in termini di maneggevolezza. Questo è il tirante che permette di facilitare la suonata.

Sapere come orientarsi nella scelta delle corde per il proprio strumento non è sempre facile, soprattutto quando si inizia a suonare la chitarra. Le possibilità sono numerose ed è facile perdersi.

Scegliere le corde non è così semplice come si pensa, bisogna ragionarci bene. La difficile scelta delle corde della chitarra!

Ecco due consigli per non sbagliare:

  • Sai già a quali tiranti (diametro) corrispondono le tue corde, quindi non ti resterà che acquistare le stesse.
  • Non sai qual è il tirante: in questo caso, dovresti recarti in un negozio di musica e rivolgerti direttamente a un venditore, che saprà indicarti la o le corde da sostituire.

Attenzione: non si scelgono le stesse corde per una chitarra classica, elettrica, folk o elettroacustica.

Esistono corde in acciaio inox, in nichel, in nylon, con il fosforo, con il rame (per i bassi) o delle corde rivestite.

Lezioni chitarra: i prezzi delle corde

Dopo aver consacrato un budget all’acquisto della prima chitarra e averla quindi ben utilizzata, arriverà poi il momento di comprare le nuove corde della chitarra:

  • Prendi in considerazione il tuo modello di chitarra : classica, acustica, elettro-acustica, elettrica
  • Acquista delle corde in funzione del tuo livello e dello stile che desideri suonare
  • Conta tra 5 e 30 euro per il prezzo delle corde di chitarra, indifferentemente dal modello o dallo stile
  • Ultimo consiglio: evita le corde di qualità troppo bassa (meno di 5 euro) che rischiano di scordarsi rapidamente

La cassetta degli attrezzi del perfetto chitarrista

Un chitarrista non è soltanto una persona con una chitarra in mano e un paio di spartiti.

È un musicista esperto che deve fare i conti con tutte le contingenze: riparare le corde, accordare la chitarra o semplicemente suonare il proprio strumento preferito.

Con i giusti attrezzi, puoi diventare anche tu un buon chitarrista! Gli attrezzi giusti rendono un chitarrista un buon musicista!

Ecco l’ABC di ogni chitarrista (gli accessori per suonare la chitarra), lo stretto necessario da avere sempre a portata di mano in ogni momento.

  • Un capotasto: un accessorio che si attacca al manico e permette di cambiare facilmente tonalità. Può essere di grande aiuto e semplificare molto la vita ai chitarristi. I « capo », come in genere vengono chiamati, sono per lo più in metallo con una striscia di plastica o di gomma. Consentono di premere le corde della chitarra sul manico come farebbe l’indice con il barrè, ma agiscono anche da morsetto come farebbe il pollice sul retro del manico.
  • Un accordatore (nella maggior parte dei casi, elettrico o elettronico): permette di accordare la chitarra in qualsiasi momento (è possibile utilizzare anche un diapason o un’applicazione per smartphone).
  • Un leggio: potrebbe sembrare scontato, ma non tutti i chitarristi ne possiedono uno per leggere gli spartiti. Utilizzarlo permette certamente di eliminare qualche mal di schiena.
  • Una serie di plettri. All’ingresso della maggior parte dei negozi, sono disponibili distributori self service da cui attingere liberamente. Il prezzo deve essere scelto in base al tuo stile musicale (alcuni si attaccano direttamente alla sbarra del microfono se canti, altrimenti puoi conservarlo nella custodia della chitarra o in tasca).
  • Un set di corde: bisogna avere sempre a disposizione almeno un set completo di tutte le tue corde (in particolare per quelle acute).
  • Un poggiapiedi: molto utile soprattutto per la chitarra classica e folk, permette di rialzare lo strumento.
  • Una tracolla: per evitare che ti venga il mal di schiena (specialmente se si utilizza una chitarra elettrica o elettroacustica).
  • Un cavo jack: questo cavo consente di collegare la chitarra a qualsiasi amplificatore, scheda audio o mixer.

Per alcuni generi musicali, per ottenere sonorità specifiche, non dovresti mai muoverti senza il bottleneck. Si tratta di un tubicino che può essere in vetro, in ceramica, in acciaio o in rame. Grazie al bottleneck, puoi sperimentare la tecnica slide sulla tua chitarra, come i più grandi musicisti. Posizionato, in genere, sull’anulare, può essere utilizzato anche con il dito mignolo. L’indice e il medio completano il movimento, attenuando i suoni irregolari del bottleneck, ma anche completando gli accordi.

Se vuoi davvero imparare a suonare, però, all’inizio dovresti evitare di utilizzare questo oggetto: è consigliabile solo ai più esperti, a chi sa già suonare con una certa facilità. Suonare con la tecnica slide, attraverso il bottleneck, è decisamente una cosa diversa rispetto alla tecnica classica (dita o plettro). Non esitare quindi a chiedere aiuto al tuo insegnante di chitarra durante le lezioni private. Oltre a insegnarti l’abc dello strumento a 6 corde, ti aiuterà a familiarizzare con questo oggetto.

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *