Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Iniziare dal zero con la lingua d’Oltremanica: guida per principianti

Scritto da Igor, pubblicato il 11/07/2017 Blog > Lingue straniere > Inglese > Come Cominciare con l’Inglese?

Ne hai abbastanza di vederti passar sotto al naso alcune opportunità professionali, per via del fatto che non parli inglese?

Hai voglia d’imparare l’inglese e di poter leggere qualsiasi articolo sul web che sia relativo al tuo dominio d’interesse (dagli UFO al massaggio norvegese)? Nutri il sogno segreto di parlare con chiunque sul pianeta, e magari facendo sfoggio di una pronuncia da sogno?

Guarda che è possibile. Si può partire da zero ed arrivare ovunque, in inglese!

Come imparare l’inglese?

Ecco come si può procedere per riuscire a dominare la lingua più parlata al mondo, a condizione, soltanto, di volerlo.

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Allenerai ogni giorno il tuo orecchio (o come mettere a frutto i propri tempi di percorrenza)

Che tu abbia studiato il tedesco a scuola, che tu abbia superato i sessant’anni di età o che tu sia stato in passato avvezzo a saltare le lezioni d’inglese, sappi che è ormai imperativo che cominci con l’educare il tuo orecchio all’inglese.

Ed infatti, per riuscire a parlare la lingua originale di Harry Potter, occorre abituarsi a certe sonorità, all’accento, così come anche al ritmo di ogni frase. Ecco una precisazione, per cominciare: la lingua inglese non ha nulla a che vedere con l’italiano, puoi quindi dimenticare in tronco l’idea di pensare in italiano al fine, poi, di tradurre.

Ascolta i tuoi brani preferiti di autori inglesi o americani, cerca i testi e traducili. Infine, prova a cantare tu stesso! Dimentica le radio italiane: d’ora in poi ascolta solo brani inglesi!

E quindi, nulla potrà funzionare meglio del cantare e dell’ascoltare in inglese per impregnarsi il più rapidamente possibile della bella musicalità della lingua di Shakespeare. Per la musica, naturalmente, sarà meglio trovare qualcosa di gradevole per le proprie orecchie, ciò al fine di evitare di suscitare un riflesso controproducente, al momento di sentire poi la lingua inglese.

Come imparare a parlare inglese?

Per il resto basterà poi guardare dei canali tv in inglese (o dei canali americani, se sogni di trovare un job negli USA) o, ancora, di ascoltarli in sottofondo. Sarai sorpreso nel vedere che pochi giorni bastano per abituarsi a pronunce nuove e a decifrare più facilmente le news insieme alle lezioni d’inglese!

Se preferisci poi guardare la messa in onda di Ramsay’s Kitchen Nightmares in versione originale; anche questo andrà bene, ma attenzione a non lasciarti contagiare dalla collera del capo cuoco Gordon Ramsay!

In inglese ti divertirai (e dal mattino alla sera)

Partire da un livello pari a 0 in inglese significa che per ora tu non capisci (ancora) le parole delle tue canzoni anglofone preferite.

Per apprendere l’inglese da solo veramente (e non solo sui libri o a lezione d’inglese, basterà che tu riesca ad elaborare un piccolo programma alla salsa Roastbeef:

  • Guarda TUTTE le tue serie in inglese: noi ti raccomandiamo di mettere i sottotitoli in italiano, tanto per iniziare. E visto che sei proprio un fan di GOT (Game of Thrones), potrai in seguito rivederne tutti gli episodi in inglese sottotitolati.

Scarica le puntate già viste, guarda quelle nuove con i sottotitoli in italiano prima, in inglese poi. Vedrai che padroneggerai in fretta la lingua inglese. Segui le tue serie tv preferite in inglese!

  • Guarda anche TUTTI i tuoi film in inglese. E vedrai, allora, che la voce di Ben Affleck in Ciò che cercano gli uomini è molto meno insostenibile che nel doppiaggio, stessa cosa per quella di Claire Danes (Homeland) che ha una voce molto meno ovattata rispetto a quella del doppiaggio italiano. Si tratta dell’originale del resto, no?
  • Scova dei blog in inglese relativi a quelle che sono le tue tematiche del cuore. E fai lo stesso anche per quanto riguarda Youtube. Che si tratti di consigli per conquistare le donne, di consigli di bellezza o di video pratici, vi è proprio, solamente, l’imbarazzo della scelta. Ma come fare per reperirli, starai per chiedere? Ebbene, basta digitare le tue parole chiave su Google aggiungendo “in inglese” e il gioco è fatto. Un avvertimento per tutti gli eventuali furbastri: per i vostri esercizi di grammatica, evitate di cercare di reperire la traduzione di frasi intere, poiché vi sono spesso degli errori.
  • Comprati infine un bel giornaletto in inglese, dei quotidiani, al fine di poterti allenare e fare degli esercizi di traduzione.

Si tratta di grandi risorse per imparare l’inglese!

Lavorerai sulla tua fluidità all’orale (chiuso in bagno o immerso nel mare, a seconda)

Chi di voi, cari lettori, non ha mai temuto di dover parlare inglese in pubblico? Che si tratti di lezioni d’inglese per rispondere ad una domanda durante una presentazione professionale o di intervenire ad una riunione, non esiste un segreto per smettere di aver paura, bisogna semplicemente praticare la lingua inglese. Anche sotto la doccia!

Inizia col cantare ad alta voce (anche se sei stonato) le tue canzoni preferite imitando l’accento, a costo di esagerare  in una stanza in cui nessuno possa sentirti.

Dopo di che, divertiti a leggere a voce alta i sotto-titoli delle tue serie preferite, delle trasmissioni e dei film contemporaneamente all’attore che parla, con l’obiettivo di coprire la sua voce all’unisono. Il formato 26’ dovrebbe andar bene per iniziare ad esercitarti, nel caso ti serva mettere su pause ad ogni scena.

Infine, parla in inglese! Sembra un consiglio banale, ma di solito è qui che casca l’asino. Più parlerete, più sarete a vostro agio, dato che le parole verranno più facilmente nella vostra bocca. Idealmente, chiacchierare con un inglese è la miglior soluzione, ma non tutti hanno un British sotto mano per esercitarsi.

Canta i tuoi brani preferiti in inglese. In questo modo eserciterai la tua pronuncia e la migliorerai senza fatica. Sei stonato? Niente di meglio che cantare sotto la doccia: in inglese, naturalmente!

Potrai anche decidere di parlare inglese con degli stranieri ad un cocktail (per migliorare l’accento inglese), e se la corrente passa bene fra voi, aggiungerli su Skype per mantenere il contatto.

Invece, se pensi che parlare inglese con un altro italiano che abbia un livello medio d’inglese sia meglio, ti sbagli.

Parlando con un anglofono di qualità, acquisirai i suoi tic linguistici, capterai delle espressioni idiomatiche, e acquisirai rapidità nello scambio. Un gioco di ping pong verbale se vogliamo. In altri termini imparerai l’inglese, quello vero!

Farai le pulci alla grammatica (seriamente)

Coloro che credono che studiare la grammatica sia inutile per parlare inglese si auto-eleggono ad asini. Perché parlare una lingua senza grammatica, (cioè senza comprenderne la struttura quando una struttura esiste), è privo di senso.

Per sperare di parlare un inglese corretto, dovrete ad esempio integrare il fatto che una preposizione è seguita da un verbo nella forma–ING, e che certi avverbi richiedono il modo indicativo o congiuntivo a seconda del senso. Devi anche conoscere l’ordine delle parole per sperare di farti capire dagli interlocutori, oltre a dominare i verbi irregolari e l’uso del past simple o del present perfect (per citare solo un tempo).

Inoltre, conoscere le regole di grammatica inglese (o di coniugazione) appare indispensabile per validare il tuo livello in inglese (superando il test del TOEIC ad esempio). Per cominciare, ecco una scheda di 50 verbi irregolari da incasellare nel cervello, tanto vale dedicarcisi fin d’ora, piuttosto che faticare ad ogni lezione d’inglese.

Registrersi su una rubrica

Welcome back in seconda elementare! Per parlare l’inglese, partendo dal nulla, bisogna ovviamente passare dalla casella vocabolario.

Eh già, come fare una ricetta senza ingredienti? Comprati una rubrica e appuntavi termini ed e espressioni che desideri imparare e trattenere. Inutile dire che la traduzione è raccomandata, e se inoltre padroneggi il linguaggio fonetico, non ometterai di trascriverne la pronuncia, a fini di memorizzare bene e definitivamente la vera pronuncia dei singoli termini che andrai scrivendo nel tuo “vocabolario personale”.

Ogni volta che leggerai qualcosa, prendi il tempo di annotare i termini che non capisci e di cercarli. A tal fine, appuntamento con un dizionario on line tipo WordReference.com o Lexilogos.com.

Per quanto sia di moda il tutto digitale, potrai acquistare a pochi soldi un bel grande dizionario (del tipo Harp’s) per evitare di stare tutto il tempo al computer o al telefono in permanenza. Anche perché… sappiamo che tra la pagina del dizionario e quella di Facebook v’è solo una schermata …

Se vuoi davvero imparare l’inglese, prenditi dai 5 ai 10 minuti al giorno per ripassare le parole del tuo repertorio (pagina per pagina) scrivendole e recitandole ad alta voce. Un consiglio amichevole: ricordati sempre di ascoltare la pronuncia corretta quando hai un dubbio, e ciò per evitare di dover arrossire come un gambero, semmai ti capiterà di dover dire although.

Per finire, poi, aggiungi un sito di lingue ai preferiti del tuo browser di Internet: scoprirai così tutte le espressioni inglesi utilizzabili per tradurre una espressione inglese relativa ad un dato contesto, ossia all’interno di una frase costruita a regola d’arte.

La cosa si rivela piuttosto pratica per fare poi la scelta e selezionare l’espressione che meglio si adatta ad un determinato contesto.

Iniziare da 0 in inglese non è per forza un handicap

Siatene certi, cominciare da 0 in Inglese non è un handicap per imparare a parlare davvero questa lingua.

Così come è vero che recuperare le proprie basi dai tempi delle scuole medie può essere d’aiuto, sappi che queste stesse basi sono eventualmente di accesso molto facile, oltre ad essere ben spiegate, anche su Internet.

Imparare l'inglese da zero può sembrare una faticaccia. Ma se ti aiuti con una scala, anche le vette più alte diventano raggiungibili. Sei abbastanza motivato per salire al top dell’inglese?

Ti senti motivato, adesso?

Imparare l’inglese con solo 20 minuti al giorno di impegno, è veramente possibile?

Noi diciamo di sì. Ora tocca a te, dimostrare che non ci sbagliamo e che anche tu potrai in breve tempo arrivare a livelli di conoscenza linguistica che fino a qualche settimana prima non immaginavi nemmeno.

Buono studio e soprattutto buon divertimento!

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *