Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Superprof la community
1.421.871
di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Superprof la community di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Tutto sulle tariffe dei corsi a domicilio, parte seconda

Scritto da Catia, pubblicato il 31/05/2017 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > Altri Fattori che Influenzano i Prezzi delle Lezioni Private!

I prezzi dei nostri corsi a domicilio cambiano in funzione dell’insegnante (la sua preparazione, l’esperienza, le competenze specifiche), degli allievi (il livello scolastico) e la materia (un corso di matematica per l’università è pagato di più).

Oltre a questi elementi basilari, bisogna considerare anche altri aspetti come la geografia e il costo della vita.

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

I prezzi di un corso personalizzato cambiano a seconda della città

Perché le tariffe delle lezioni cambiano in funzione delle città?

Un corso privato è più caro a Milano rispetto alle altre grandi città italiane per un motivo molto semplice: il costo della vita è più alto.

Un altro fattore, i trasporti. Spostarsi a Milano con i mezzi pubblici o in macchina (per entrare al centro si paga!) è relativamente più costoso.

Più alto è il costo dei trasporti, maggiore sarà la tariffa richiesta dall'insegnante privato. I trasporti a Milano influiscono sul prezzo delle lezioni a domicilio!

Quando un insegnante richiede una tariffa a uno studente o alla sua famiglia deve fare in modo di includere il costo dei trasporti.

In generale, il costo delle lezioni private è più alto nei capoluoghi di provincia rispetto alle città minori. Prendiamo per esempio il costo dell’aiuto compiti. Si va da 15€ l’ora di capoluoghi come Milano, Roma e Palermo a 14€ l’ora di Brescia e 12€ l’ora di Latina e Trapani.

Se prendiamo un’altra materia molto richiesta, la matematica. abbiamo delle tariffe orarie di 15€ l’ora a Bologna e Torino e 14€ l’ora a Novara e Reggio Emilia.

In altre discipline ci sono delle differenze ancora più marcate tra grandi e piccole città. Per esempio un’ora di fitness a Milano, Roma e Torino è sui 25€. Nei centri più piccoli non supera i 15€ l’ora, contro una media nazionale di 21€ su Superprof.

Qual è il prezzo dell’intermediazione

Ci sono agenzie di intermediazione che richiedono fino a tra volte il prezzo applicato da Superprof!

Che cos’è l’intermediazione?

Si tratta semplicemente dell’incontro tra domanda e offerta che viene mediata da una terza parte.

Per quanto riguarda le lezioni private, l’intermediazione avviene tra gli insegnanti (la domanda di lavoro) e gli allievi (l’offerta di lavoro).

Quindi, si mettono gli alunni in contatto con i loro potenziali insegnanti privati. In ogni caso, che sia fatto online o fisicamente, attraverso un’agenzia, l’intermediazione tra insegnanti e studenti viene sempre pagata.

Superprof mette in relazione domanda e offerta di corsi, con un piccolo costo d'intermediazione. Vuoi un aiuto per trovare studenti?

Tuttavia, le realtà 2.0 come Superprof spesso offrono gratuitamente la prima ora di lezione.

Fare una lezione di prova gratuita è molto importante per l’insegnante e lo studente. In questo modo l’allievo e il suo tutor si possono conoscere e adattarsi l’uno all’altro.

Da un lato, gli insegnanti fissano gli obiettivi – e individuano le lacune – mettendo su un programma proprio in base alla prima lezione.

L’allievo, da parte sua, vede se si trova bene con l’insegnante.

Nelle lezioni private è fondamentale il rapporto umano tra insegnante e allievo. 

Pronto Ripetizioni, Skuola.net e Superprof sono alcuni degli intermediari.

Ne abbiamo trovati altri online, anche se non sono specializzati nella formazione.

  • ProntoPro per esempio, mette in relazione tutti i professionisti, tra cui anche gli insegnanti, con le richieste dei potenziali clienti.
  • Professionisti dell Scuola, invece, come molte agenzie « in carne e ossa », è specializzato nell’incontro tra insegnanti e scuole/istituti che cercano docenti.

Il servizio d’intermediazione, in un modo o in un altro, si paga sempre, ma si traduce anche in un risparmio di tempo per chi offre e chiede un servizio di lezioni a domicilio.

Come fissano il prezzo gli insegnanti?

L’insegnante privato che ha trovato degli studenti grazie a degli annunci o su internet è libero di fissare la tariffa del suo corso privato.

Tuttavia, a costo di essere ripetitivi, non bisogna dimenticare il fatto che la tariffa cambia a seconda della disciplina insegnata.

Cosa tenere a mente quando fissi il prezzo delle tue lezioni private. Come definiscono la loro tariffa oraria gli insegnanti?

Se l’insegnante lavora per un ente di formazione teoricamente può richiedere la tariffa che vuole. In realtà i prezzi orari sono piuttosto standardizzati (difficilmente superano 10€ netti l’ora).

Dare delle lezioni private per un’agenzia, invece, significa non avere alcuna possibilità di trattare il prezzo. L’agenzia ha una tariffa oraria che fa pagare allo studente. Ne trattiene fino al 50%, il restante è quello che spetta all’insegnante.

Sulle piattaforme d’intermediazione, come Superprof, l’insegnante è libero di scegliere.

Ci sono molti parametri da tenere a mente per fissare il pezzo di una lezione privata:

  • Il livello d’insegnamento: un corso di livello elementare è meno caro rispetto a un corso più avanzato;
  • La situazione geografica dell’insegnante (e le sue eventuali spese di trasporto);
  • Il profilo dell’insegnante (e la sua esperienza): un insegnante della scuola pubblica viene pagato di più rispetto a uno studente che da ripetizioni;
  • Il livello dell’allievo;
  • La durata di un corso privato: è sempre bene dare corsi privati con un tariffe decrescenti se il corso dura diversi mesi. Le lezioni private di ungo periodo sono più interessanti.

Per molti genitori, le lezioni a domicilio rimangono ancorate a un obiettivo: recuperare le materie scolastiche.

Quali sono le agevolazioni fiscali per chi da lezioni private?

Dare lezioni private è un ‘attività economica.

Per questo deve essere dichiarata al fisco. Ma con le tasse in Italia che superano il 60% delle entrate, molti si sentono scoraggiati a mettere in regola la loro attività.

Con il regime tariffario la tua partita IVA costa meno. Ci sono dei vantaggi fiscali per gli insegnanti?

Gli insegnanti privati, indipendentemente dal fatto di svolgere questa attività come secondo lavoro, hanno due possibilità:

  • lavorare come autonomi, emettendo una ricevuta
  • lavorare come liberi professionisti con partita IVA ed emettere fattura

Con la crisi del lavoro che attualmente attraversa l’Italia, gli ultimi governi hanno cercato di dare delle agevolazioni ai lavoratori autonomi e  precari.

Oggi, un lavoratore autonomo che svolge delle attività a carattere occasionale può emettere semplice ricevuta con una ritenuta d’acconto del 20%, se le ricevute vanno alle imprese. Nel caso di uno studente la ritenuta d’acconto non va applicata perché non è un sostituto d’imposta.

Se non supera i 5000€ lordi annui, il lavoratore autonomo non deve neanche aprirsi una posizione all’INPS.

Chi lavora in modo continuativo, professionale si deve aprire la partita IVA e iscriversi alla gestione separata dell’INPS (versando il 27.72% dei propri guadagni). Scegliendo il regime forfettario, le tasse da pagare sono solo il 5% dell’imponibile, per i primi 5 anni. Basta non superare un reddito di 30.000€ lordi l’anno.

A queste condizioni è più fattibile mettersi in regola come insegnanti privati e tenere conto di contributi e tasse quando si calcola la tariffa oraria.

Le lezioni private, un mercato in espansione

In Italia il sistema delle ripetizioni vale ogni anno circa 1 miliardo di euro. Anche negli altri paesi europei è un continua crescita, basti pensare che in Francia raggiunge i 2 miliardi di euro.

Quelli che vanno davvero pazzi per i corsi personalizzati sono gli asiatici.

In Corea del Sud i bambini frequentano gli Hagwons, degli istituti che danno lezioni private fino a tarda sera.

In un paese dove i ritmi sono sfrenati e la concorrenza molto alta fin dalla tenera età, i genitori spendono una buona parte del loro salario in corsi extra-scolastici.

A Hong-King gli insegnanti privati possono persino diventare milionari!

In un sistema scolastico che non lascia spazio all’errore, i genitori hanno un solo obiettivo per i loro figli: che siano i migliori. Non si tratta solo di passare l’anno scolastico e ottenere il diploma. Bisogna essere i primi. Per via di questa concorrenza spietata i corsi privati hanno uno sviluppo esponenziale.

Gli insegnanti migliori sono delle vere e proprie star. I genitori sono pronti a pagare delle fortune per iscrivere i figli ai loro corsi.

Potremmo anche parlare della Cina e del Giappone, altri esempi di paesi dove il successo scolastico dei bambini ha la priorità.

Con gli insegnanti privati è più facile seguire il programma scolastico. Non è sempre facile seguire le lezioni, per fortuna ci sono i Superprof!

Il sistema scolastico italiano ha senz’altro delle lacune. Anche se non è stressante come quello della Corea del Sud o del Giappone, alcuni studenti hanno delle difficoltà a rimanere al passo con il programma.

La precarietà dei docenti, poi, comincia a preoccupare i genitori che vedono nella mancanza di continuità didattica il problema numero uno. Molti si lamentano per la qualità dell’insegnamento non tanto per via della mancanza di competenze da parte degli insegnanti, quanto per il cambiamento continuo dei docenti. Si semina, ma non si raccolgono i frutti del proprio lavoro l’anno successivo, perché cambia l’insegnante!

Per questo i numeri del mercato delle ripetizioni in Italia sono molto alti. In base allo studio della Fondazione Einaudi:

  • 500 mila studenti prendono lezioni private ogni anno
  • ogni studente riceve almeno 75 ore di ripetizioni
  • la spesa per ogni famiglia è di oltre 600€ l’anno.

Un’ora di lezione, secondo le famiglie intervistate, vale intorno ai 27€.

Su Superprof il prezzo medio delle lezioni è di quasi 17€, ma è una media che include le offerte da parte di insegnanti alle prime armi, soprattutto studenti universitari, e docenti abilitati che danno lezioni private come secondo lavoro.

Se per le famiglie l’investimento nelle lezioni private è troppo alto, ci sono delle strategie da adottare per abbassare i prezzi e mantenere, allo stesso tempo, la tariffa oraria che hai scelto.

Scopri come fare con Superprof!

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar
wpDiscuz