La rivista che ama gli insegnanti, gli allievi, le lezioni private e la condivisione delle conoscenze.

Impara a decifrare i diagrammi e lavora sulla posizione della tua mano sul manico

Par Alessandro le 25/11/2016 Blog > Musica > Chitarra > Come Leggere e Suonare gli Accordi per Chitarra?
Table des matières

Essere chitarristi significa certamente saper suonare i propri pezzi, ma anche riprodurre quelli dei propri artisti preferiti.

Che la tua passione sia il rock, il funk, il blues, l’hard-rock, la classica o il flamenco, ci saranno dei brani che ti piacerebbe interpretare a modo tuo, no?

Per farlo, non è che esistano tante vie: devi per forza utilizzare gli accordi che formano la parte fondamentale del pezzo.

Ma come leggere un accordo? E soprattutto, come suonarlo? Esistono dei trucchi e dei tutorial di chitarra per esercitarsi? Bisogna per forza conoscere il solfeggio per fare progressi?

Il diagramma degli accordi

I diagrammi servono a descrivere correttamente un accordo. Sono una rappresentazione schematizzata che si basa su una visione verticale del manico della chitarra.

Grazie al diagramma, rappresentare la disposizione di un accordo diventa molto semplice.

Come si interpreta un diagramma di accordi per chitarra? Ecco una rappresentazione schematizzata di un accordo.

Infatti, tutti gli accordi possibili possono essere rappresentati su un diagramma.

Se dovessimo dare una definizione facendo un parallelismo, diremmo che la le tab per chitarra propongono una rappresentazione semplificata delle note e i diagrammi offrono la stessa identica semplificazione per quanto riguarda gli accordi.

Come si realizza un diagramma di accordi?

Per leggere e suonare gli accordi alla chitarra, devi prima capire come si articola un diagramma di accordi. Dopo potrai esercitarti per migliorare la tua tecnica.

Un diagramma ti fornisce tre informazioni principali, ovvero: le corde, le dita e i tasti. La combinazione di questi elementi permette di rappresentare accordi di qualsiasi tipo.

Sarai quindi in grado di sapere esattamente quale dito devi posizionare su una determinata corda e su quale tasto.

Scomponiamo un diagramma di accordi: le corde della tua chitarra sono rappresentate da linee verticali, mentre i fret e i tasti sono rappresentati da linee orizzontali.

La doppia linea orizzontale che puoi osservare (a volte rimpiazzata da una linea spessa nera) rappresenta il capotasto sul manico della chitarra.

Un diagramma di accordi contiene anche dei numeri: infatti, ogni dito della tua mano sinistra è associato a un numero da 1 a 4.

Il pollice è spesso rappresentato da una « P » o una « T » (dall’inglese Thumb).

Le differenze tra un diagramma di accordi e una tab per chitarra

La tablatura (o tab) è un linguaggio che serve a descrivere la musica, pensato principalmente per chitarra. È una rappresentazione visiva delle corde dello strumento che ti aiuta a posizionare correttamente le tue dita sul manico.

Su un diagramma di accordi, bisogna considerare 3 fattori fondamentali:

  • le dita
  • i tasti
  • le corde

L’unione di queste informazioni serve a rappresentare qualsiasi accordo. Un diagramma è quindi una visualizzazione più complessa di una tab.

Per fare un esempio, alcuni diagrammi mostrano i primi hammer-on e pull-off  rispettivamente co un' »h » e con una « p ». Le corde sono rappresentate con delle barre oblique davanti e dietro la lettera. Una barra obliqua indica di scivolare verso l’alto, mentre la barra obliqua inversa significa l’opposto.

Leggere un diagramma di accordi

Su un diagramma di accordi, può succedere di leggere dei simboli « strani » su un accordo in particolare.

Ad esempio, se vedi una « X », significa che la corda non deve essere toccata nell’eseguire l’accordo.

Se vedi una « O », vuol dire che la corda deve suonare a vuoto, senza pression su alcun tasto.

Come abbiamo detto, i numeri 1, 2, 3, e 4 corrispondono alle dita della tua mano sinistra (per gli ambidestri) che servono a formare gli accordi.

I numeri indicano le seguenti dita:

  • l’1 corrisponde all’indice
  • il 2 corrisponde al medio
  • il 3 corrisponde all’anulare
  • il 4 corrisponde al mignolo

Per quanto riguarda i numeri latini come I, II, III, IV e seguenti, questi indicano il primo tasto dell’accordo sul manico della chitarra.

Ad esempio, se leggi III sul tuo diagramma, capisci che il tuo accordo inizia sul terzo fret del manico.

Attenzione, quando non appare alcuna cifra romana, ma solo la linea orizzontale, significa semplicemente che devi effettuare l’accordo all’inizio del manico. La maggior parte degli accordi di base della chitarra (sia maggiori che minori) si eseguono proprio lì.

Seguendo i diagrammi di accordi puoi riprodurre fedelmente una canzone alla chitarra! Sorprendi i tuoi amici interpretando al meglio i tuoi brani preferiti!

Nota che per diventare bravi a suonare la chitarra, imparare la lettura degli accordi per poi poterli suonare come si vuole è una tipo di formazione molto ricco: infatti, puoi suonare uno stesso accordo in tante posizioni diverse.

Infine, chi ama i termini tecnici deve tenere a mente un’altra nozione: la nota più grave di un accordo si chiama la « fondamentale« .

Di solito, è a partire da questa nota che iniziamo a suonare un accordo o a scomporlo sotto forma di arpeggio.

Inoltre, la nota fondamentale è anche quella che dà il nome all’accordo che stiamo suonando.

Gli accordi indispensabili da sapere

Se ti piacerebbe poter suonare da subito degli accordi alla chitarra e interpretare dei brani abbastanza facili, esiste una griglia di accordi che devi individuare, elaborare e imparare a memoria.

Questi accordi indispensabili sono in particolare il La minore, il Mi minore, il Do maggiore, il Re maggiori e infine il Sol maggiore.

A partire da questi 5 accordi, potrai già suonare tantissime canzoni, specialmente quelle di musica pop e rock.

Scomponi un accordo per capire da quali note è composto! Hai già imparato a suonare tutti gli accordi maggiori e minori?

Intendiamoci, questa lista di 5 accordi non è affatto definitiva e nulla ti obbliga a limitarti a questi. Però rappresentano tutti la peculiarità di appartenere alla stessa tonalità, quella del Sol maggiore.

Un esercizio per migliorare l’esecuzione degli accordi

Questo esercizio non è tanto per i principianti, piuttosto per tutti coloro che hanno una certa dimestichezza con la chitarra o che comunque si sentono a proprio agio con lo strumento.

  • Posiziona correttamente la tua mano sul manico della chitarra.
  • Formula un accordo con le tue dita come faresti normalmente, ma senza toccare il manico. Resta a pochi centimetri dalle corde, sopra i tasti.
  • Quando le dita sono davanti ai tasti, premile tutte allo stesso tempo e poi non muoverti.
  • Ripeti il procedimento.
  • Se l’accordo ti riesce, puoi rifare questo esercizio con altri accordi maggiori e minori per mettere alla prova la tua abilità nel posizionamento. Se invece non ti riesce, non provare a correggerlo una volta premute le corde, ma ricomincia da capo.

Fai attenzione alla posizione della tua mano sul manico della chitarra! Esercitati in modo regolare sui tuoi accordi!

Questo esercizio è un ottimo metodo per renderti conto che in una situazione normale, quando suoni un brano alla chitarra, non puoi permetterti di sbagliare. Ogni dito deve essere posizionato alla perfezione per ogni accordo, altrimenti rischi di andare fuori tempo e di perdere il ritmo.

Uno degli obiettivi di questo esercizio è proprio di aiutarti a guadagnare velocità nell’eseguire i tuoi accordi: infatti, muovere tutte le dita allo stesso tempo ti permette di assicurare un posizionamento rapido, specialmente se sei alle prime armi con l’arpeggio, e in più di ottenere un sound fluido.

I consigli per eseguire bene gli accordi alla chitarra

Per garantirti un’efficacia totale nella lettura degli accordi e la loro applicazione concreta alla chitarra, ecco qualche trucco e alcuni consigli che ogni chitarrista, principiante o veterano, dovrebbe sforzarsi di applicare.

  • Impara a collocare correttamente le tue dita sul manico: all’inizio, concentrati solo sulle dita della mano sinistra, verifica che ogni dito tocchi una sola corda alla volta. A partire dal momento in cui ti senti a tuo agio nell’eseguire un accordo sul manico della chitarra, rifai il movimento facendo suonare le corde con la mano destra.
  • Quando una delle tue dita è posizionata male, toglila da quella posizione e ricollocala appropriatamente. Non cercare di manipolare la posizione delle dita allo scopo di metterle bene a tutti i costi: rischi solo di prendere una cattiva abitudine e di rendere scomoda la posizione, ma soprattutto di non riuscire mai a eseguire l’accordo come dovrebbe. Il soluzione è solo una: ricomincia da capo finché non ci riesci.
  • Dimostrati un osservatore o un’osservatrice e rifletti su come si articola un accordo. Perché incontri problemi? Forse perché le tue dita tendono a toccare altre corde? Non premi abbastanza forte sulle corde? Oppure perché le blocchi accidentalmente col palmo della mano destra?
  • Suona bene tutte le corde per riprodurre fedelmente un accordo e poi suonale una per una mantenendo le dita in posizione: ogni nota deve suonare in modo chiaro, senza attutirsi o bloccarsi.
  • Se le corde si bloccano o producono un suono attutito, significa che le dita non sono posizionate bene. O le dita toccano per sbaglio altre corde, o non le premi abbastanza sul tasto, oppure il palmo della tua mano le tocca. Allenati a premere le corde con la punta delle dita.
  • Esercitati su ogni posizione fino a riuscire a suonare ogni corda e ogni nota senza intoppi. Il suono deve uscire fluido e naturale.
  • Allenati regolarmente, tutti i giorni o a giorni alterni per almeno 10 minuti. Questo ti aiuterà da una parte a sviluppare dei calli sulla punta delle tue dita, dall’altra a guadagnare in velocità di esecuzione, perché avrai acquisito una memoria gestuale.

Devi esercitarti per ottenere buoni risultati coi tuoi accordi alla chitarra! Bisogna « farci il callo », ma poi i benefici arrivano!

  • Una volta che hai imparato a gestire perfettamente certi accordi, divertiti a collegarli in un ordine e poi in un altro: riprendi l’esercizio di muovere le dita a poca distanza dalle corde e poi posiziona le tue dita sulla chitarra. A poco a poco, se vuoi davvero fare progressi con la chitarra, acquisirai precisione, potenza sonora e agilità.

Leggere e suonare accordi di chitarra sono azioni alla portata di tutti i chitarristi. La differenza sarà nella tua precisione nel rendere il suono più chiaro possibile.

Per questo il consiglio è di esercitarsi per gradi. Prima abituati a scomporre l’accordo suonando ogni nota, poi concentrati sul mantenimento del ritmo eseguendo diversi accordi.

Qualsiasi cosa accada, non dimenticare mai di imparare gli accordi a memoria per identificarli subito e per suonarli al meglio nei tuoi brani preferiti.

Nos précédents lecteurs ont apprécié cet article

Cet article vous a-t-il apporté les informations que vous cherchiez ?

Aucune information ? Sérieusement ?Ok, nous tacherons de faire mieux pour le prochainLa moyenne, ouf ! Pas mieux ?Merci. Posez vos questions dans les commentaires.Un plaisir de vous aider ! :) (moyenne de 5,00 sur 5 pour 1 votes)
Loading...
Alessandro
Appassionato di storytelling, mi piace raccontare scrivendo, disegnando e traducendo.

Commentez cet article

avatar
wpDiscuz