Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi
10
1

Guida pronta all’uso per chi vuole diventare insegnante a domicilio

Scritto da Natalia, pubblicato il 29/12/2016 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > Chi Può Dare Lezioni Private?

Il mercato delle lezioni private a domicilio è in costante crescita.

Questo può essere spiegato, in particolare, dalle sempre più importanti lacune presenti a livello didattico nel sistema scolastico. Rivolgersi quindi ad un tutor, per garantire il successo scolastico dei propri figli e aiutarli a progredire, è davvero rientrato ormai nei costumi del nostro Paese.

Anche gli adulti ricorrono a corsi di questo genere per migliorare la loro carriera, attraverso l’apprendimento di una lingua straniera, per esempio.

Puoi dare lezioni a domicilio anche da autodidatta! Hai intenzione di diventare insegnante privato? Scopri i requisiti

Nel frattempo, coloro che vogliono diventare insegnanti a domicilio sono numerosi.
Arrotondare la fine del mese o farne un lavoro a tempo pieno: le lezioni private allettano per diversi motivi!

1. Una remunerazione interessante

2. La libertà di scegliere i tuoi allievi e gli orari

3. La gratificazione di vedere il tuo allievo evolversi attraverso il suo percorso di apprendimento

Sei appassionato di una materia in particolare, specializzato in un ambito professionale, ami la pedagogia ma non sai se sei tagliato per l’insegnamento?

Come fare a sapere se sei in grado di dare lezioni private?

Dopo aver letto questo articolo, saprai tutto ciò che è necessario riguardo al profilo ideale da avere, per insegnare la tua materia ai tuoi futuri studenti!

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Da autodidatta, ho il diritto di dare lezioni?

Con il diffondersi di gruppi di scambio di conoscenze (come le conferenze TED o MOOC), i social network di apprendimento o ancora i video di divulgazione su Youtube, sono in molti coloro che decidono di imparare da soli!

Potrebbe venire spontaneo pensare che un autodidatta non abbia alcuna legittimità a dispensare lezioni private ad uno studente.
In realtà, l’autodidatta ha un insaziabile desiderio di imparare e può donare al suo allievo un apprendimento non convenzionale e al di fuori dei sentieri battuti.
La sua metodologia sarà probabilmente meno accademica di un professore della Pubblica Istruzione ma la sua pedagogia può rivelarsi emozionante, divertente e molto costruttiva.

Studiare da autodidatta ti permette di crearti una professione interessante nell'insegnamento a domicilio! Formarsi da soli non vuol dire non essere bravi insegnanti!

Certo il minimo indispensabile per poter insegnare a domicilio è essere maggiorenne e aver conseguito almeno il diploma di maturità, dimostrando una comprovata esperienza nella materia che si desidera insegnare in qualità di tutor privato.

Quindi sì, un autodidatta può diventare tutor a domicilio!

Hai imparato tutto da solo e non hai una laurea ma senti il desiderio genuino di trasmettere la tua conoscenza?

Puoi prendere in considerazione l’idea di condividere la tua formazione con studenti desiderosi di beneficiare di un miglioramento nella tua disciplina.

Basta prendere l’esempio degli insegnanti di madrelingua straniera che però vivono in Italia: parlano benissimo l’italiano ma questa non è la loro prima lingua, sono nati all’estero e sono perfettamente bilingue.

Pensi che non siano qualificati per insegnare la propria lingua? Al contrario!

Per progredire nella conversazione orale, che cosa c’è di meglio che parlare con un vero madrelingua?

E questo esempio può adattarsi a molte altre materie.

Colui che ha imparato a suonare la chitarra da solo e che si esercita da anni gestendola alla perfezione, sarà in grado di dare ottime lezioni di chitarra.

L’unico requisito è quello di essere veramente appassionato, perché la passione può diventare il miglior vantaggio dal punto di vista educativo.

Quando si è sicuri della propria scelta, è sufficiente seguire la procedura step by step per diventare un insegnante privato:

1. scrivere un annuncio e impostare la tua tariffa
2. rispondere rapidamente agli studenti
3. raggiungere la casa del tuo allievo
4. proporre un test di valutazione durante la prima lezione
5. fissare con lui gli obiettivi da raggiungere

Insegnante a domicilio: i trucchi da auto-imprenditore

Cosa significa essere auto-imprenditore o imprenditore di se stesso? Stai valutando seriamente l’idea di metterti in proprio e lavorare in totale autonomia professionale e fiscale, nel settore dell’insegnamento e in particolare per ciò che riguarda le lezioni a domicilio?

Sappi che è del tutto possibile!

Considerata una libera professione, dal punto di vista fiscale se decidi di aprire una Partita Iva in regime dei minimi come insegnante privato, sappi che il tuo fatturato è limitato a 3o mila € annui.

La strada per chi vuole diventare imprenditore di se stesso è ardua ma non impossibile da percorrere! Che ne dici di diventare indipendente?

L’auto-imprenditore non è un lavoratore stipendiato, quindi viene considerato “indipendente”.

In alternativa puoi partire cominciando ad operare in ritenuta d’acconto (al di sotto dei 5 mila euro annui). In questo caso però l’attività deve risultare saltuaria e non continuativa e soprattutto non rivolgersi in modo esclusivo ad un unico studente.

Per impartire lezioni in maniera indipendente, i passaggi sono semplici: ti consigliamo però di affidarti ad un bravo commercialista. Un professionista del settore, oltre a tenere la corretta contabilità della tua azienda, potrà indirizzarti verso bandi e finanziamenti, suggerirti i giusti passi da compiere in materia fiscale, non farti commettere errori nella fatturazione né dimenticare scadenze e adempimenti imposti dalla legge.

Attenzione anche a monitorare costantemente la tua posizione Inail e Inps: in Italia il sistema burocratico è molto complesso e decidere di fare tutto da solo, con un improvvisato fai-da-te, potrebbe costarti caro in termini economici!

Istruzioni e consigli per studenti: dare lezioni private

Quando si tratta di studiare all’Università e magari di doversi pagare l’affitto, le tasse scolastiche e le varie spese, trovare un lavoro temporaneo è praticamente un obbligo!

Dove cercare questo primo lavoro, di solito a tempo parziale? Buone possibilità si ottengono nel campo della vendita, della ristorazione e nelle consegne a domicilio.

Ma hai mai pensato anche a quegli studenti che danno lezioni private per integrare il loro reddito?

Lavorare con i bambini è anche una delle attività più popolari tra gli studenti lavoratori!

Quasi un quarto di loro infatti, stando alle statistiche, sceglie di lavorare come baby sitter o di dare ripetizioni per i compiti a casa, quando è studente!

Un buon modo per guadagnare qualcosa quando si sta ancora studiando è quello di insegnare a domicilio! Gli studenti scelgono di arrotondare la fine del mese con le lezioni private!

Condizioni di lavoro ideali, orari flessibili e il fatto di poter anche ripetere le proprie conoscenze dando lezioni fanno parte dei numerosi vantaggi addotti dai giovani che si garantiscono un’entrata mensile in qualità di professori privati.

Lo stipendio è anche un elemento importante.

Mentre la maggior parte delle imprese che assumono giovani paga un salario minimo orario, con un’ora di lezioni private puoi arrivare anche a  € 22,5 euro in media all’ora, come per esempio sulla piattaforma di Superprof!

Ma ovviamente devi essere in regola con il fisco, perché non dichiarare le lezioni lavorando in nero, rappresenta un reato punibile dalla legge!

E’ meglio pertanto pensare per tempo al proprio inquadramento fiscale e a mettersi in regola nei confronti della burocrazia e delle pratiche da espletare nei confronti dello Stato e dell’Agenzia delle Entrate.

I profili degli insegnanti privati

Vedere un alunno progredire grazie al proprio insegnamento e migliorare la formazione e la preparazione in una materia, che sia in biologia, nello studio del violino o della lingua tedesca, è estremamente gratificante per il singolo insegnante.

Un rapporto di fiducia si stabilisce tra lo studente e l’insegnante, che può anche diventare un consulente “pedagogico” in grado di orientare nelle scelte scolastiche l’allievo che fa fatica a trovare una sua direzione.

Ma chi può diventare insegnante privato? E’ un’attività alla portata di tutti?

I profili degli insegnanti a domicilio variano molto anche in base alle materie d’insegnamento.

Per quei docenti che andranno ad insegnare materie scolastiche, a partire dalla scuola primaria fino all’esame di maturità (come le lingue straniere, la filosofia o la biologia), di solito è possibile trovare sia insegnanti certificati che docenti universitari e ricercatori.

Gli studenti di scuola superiore spesso insegnano agli alunni delle scuole medie o ai liceali.

E i nativi di altri Paesi dimostrano di essere eccellenti insegnanti privati di lingue!

Per quanto riguarda le lezioni di musica, i corsi d’arte o i corsi di informatica, ci sono anche molti autodidatti come professionisti esperti.

Alcuni addirittura possono vantare diplomi e certificazioni, come quelli che fanno del coaching sportivo per esempio.

Qualsiasi sia il tuo corso, le tue qualifiche e la tua formazione, se sei davvero un appassionato della materia, sarai in grado di offrire lezioni individuali di qualità ad uno studente.

La tua prossima missione, ora che sai tutto sull’insegnamento? Trovare studenti … e tenerteli!

E sentiti libero di registrarti gratuitamente su Superprof per avere ancora più visibilità.

Essere appassionato: è questo un motivo sufficiente per dare lezioni private?

Come vedi dare lezioni private può risultare molto interessante, soprattutto per la diversità dei contesti in cui è possibile operare e per l’enorme potenziale di condivisione delle conoscenze che è in grado di sviluppare.

Il processo di scambio tra alunno e professore risulta fondamentale.
E’ incredibilmente noioso imparare da qualcuno che non sembra nemmeno preoccuparsi di quello che dice.

Al contrario, è incredibilmente stimolante uno scambio con un insegnante appassionato.
Se ti piace qualcosa, mostralo. E ‘contagioso! … ..

Mostra regolarmente la tua passione e trasmettila ai tuoi studenti.

Devi diventare un esempio da seguire e una fonte d’ispirazione.

Se pensi a qualcosa, lavorando su un progetto, o semplicemente camminando trovi qualcosa di interessante che può riguardare la classe, dillo agli studenti.

Ciò di cui tu e i tuoi studenti parlate non dovrebbe rimanere confinato in classe.

Fai vedere come quello che stai insegnando è possibile applicarlo al mondo, al di là dei confini dell’aula.

La passione è quindi il motivo centrale che deve spingerti verso l’insegnamento!

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *