La rivista che ama gli insegnanti, gli allievi, le lezioni private e la condivisione delle conoscenze.

Maturità scientifica: materie, revisioni e sbocchi professionali

Par Natalia le 24/11/2016 Blog > Sostegno scolastico > Matematica > Tutto Ciò che Devi Sapere sugli Studi Matematici
Table des matières

Il diploma di maturità scientifica comprende un insieme di test di varia difficoltà, sia in forma scritta che orale, previsti all’ultimo anno del liceo: chimica, fisica, biologia, matematica, nozioni ingegneristiche, ecologia, agronomia oltre al nucleo di materie legate alla maturità in generale (letteratura, storia, geografia, lingue moderne cioè inglese, tedesco, italiano o spagnolo, educazione fisica, filosofia).

Studi che, in ultima analisi, possono portare lontano dopo i risultati dell’esame di maturità: uno sbocco post-diploma nel campo dell’istruzione superiore, della medicina, in una facoltà di ingegneria, in un corso di perfezionamento, in un’ammissione ad una scuola di business oppure in una carriera nell’industria, nelle scienze politiche …

Ma prima di pensare a tutto questo, sarà ovviamente necessario preparare i tuoi studi scientifici come si deve, per evitare di dover recuperare alcune materie.
A cominciare dalla revisione dei manuali degli anni precedenti, per preparare alla perfezione un orale o una tesina di diploma.

Come? Innanzitutto, esercitandoti con quiz di cultura generale. Ripetere in vista del diploma di maturità significa anche organizzarsi con schede di revisioni!
Insomma, il compito che ti aspetta è immenso e richiede grande serietà! Ecco come fare e soprattutto cosa fare dopo il tuo esame di maturità scientifica.

La matematica alle medie e alle scuole superiori

Per imparare la matematica è importante avere delle buone basi fin da subito! Studi matematici alle medie e al liceo!

Immergiamoci ora nel programma scolastico di matematica e nei diversi obiettivi che l’accompagnano dalle medie fino all’ultimo anno di liceo. In questo lasso di tempo, la matematica risulta fondamentale per tutti gli studenti. L’obiettivo è quello di arrivare ovviamente ad un diploma di maturità scientifica che includa chimica, fisica, matematica, biologia e nozioni ingegneristiche.

Durante gli anni di scuola media, l’obiettivo degli insegnanti di matematica è quello di sviluppare il ragionamento dei loro studenti, la loro immaginazione e le loro capacità di analisi.

A partire dal primo anno per esempio, il programma prevede la revisione dei decimali ma anche le proporzioni, il riconoscimento delle figure geometriche, i concetti di simmetria così come  gli angoli e le unità di misura.

In seguito, il programma ministeriale previsto affronterà argomenti come: numeri relativi, calcolo integrale, percentuali, volumi, individuazione di una linea su un piano, delle figure su un piano e concetto di simmetria. Nel terzo anno, si passerà allo studio di funzione, statistiche, probabilità, numeri interi, numeri decimali, numeri relativi, proporzionalità e calcolo letterale.

Al liceo seguiranno anni di studio durante i quali il programma di matematica sarà sempre più difficile per i futuri diplomandi: algoritmo, funzione, curva, algebra, funzioni lineari e affini, geometria, coordinate, ascisse, derivate, ordinate, vettori…

Come ottenere il tuo diploma in matematica?

Primo grande esame imposto agli studenti: le prove di terza media.

Un traguardo che non ha importanza al giorno d’oggi per il mondo del lavoro ma che è propedeutico al raggiungimento di altri obiettivi e simboleggia comunque due cose:

La fine della scuola media. Un buon punteggio a questa prova è un’ottima conclusione di questi tre anni di studio.

La prima traccia da seguire per scegliere gli studi dell’anno successivo…

Condividi la tua passione per la matematica attraverso l'insegnamento! E dopo la terza media?

Soprattutto, ad esempio, se sei orientato verso gli studi matematici previsti dal liceo scientifico o quelli ad indirizzo economico e sociale; ad ogni modo è fondamentale per te avere successo nelle prove di matematica all’esame di terza media. Come fare?

Conoscendo bene il tuo programma di matematica! Le regole di proporzionalità, la geometria, l’applicazione del teorema di Pitagora e il teorema di Talete … Insomma, le regole di base!

Ma per rivederlo, dovrai trovare la perfetta organizzazione. Che potrebbe essere questa, ad esempio:

Trovare un posto tranquillo e favorevole alla produttività. Che sia a casa o in biblioteca: un luogo dove il « bazar » non regna, è essenziale!

Assimilare le lezioni. Si sa: hai fatto decine (centinaia?) di esercizi durante l’anno, prendendo chilometri di note e di altre definizioni… Dovrai farne un’accurata selezione per mantenerne solo il nucleo essenziale!

Sintetizzare e tenere solo le parti principali, da imparare a memoria.

Migliorare le tue conoscenze, esercitando regolarmente la memoria.

Per fare buone revisioni, ci sono diversi supporti in grado di aiutarti ad essere efficiente. A partire dalle sacrosante schede, ovviamente. Non essere svogliato e realizza almeno una scheda ricapitolativa per ogni argomento.

Perché no? Questo ti permetterà di strutturare il tutto e ti aiuterà a capire meglio.

Ricordati inoltre di immergerti a capofitto nei manuali studiati nel corso degli anni precedenti. Niente di meglio che dare un’occhiata alle prove del passato (più recenti e più vecchie) per preparare quelle di quest’anno. Non di certo per fissarti su alcuni argomenti trattati di recente ovviamente ma per meglio integrare la metodologia necessaria.

Infine, i quiz online e i tutor a domicilio per le ripetizioni private saranno sempre il piccolo extra in grado di farti aumentare il punteggio e raggiungere magari il 100, quasi impossibile senza questi aiuti!

Trucchi e consigli per superare l’esame di maturità scientifica

Ecco che dopo aver superato le prove di terza media e aver scelto il liceo scientifico per continuare gli studi, cominci a pensare a quale potrà essere il tuo futuro in matematica: Politecnico, facoltà di ingegneria, scuola di business o di perfezionamento per una maggiore garanzia di impiego?

Superare l'esame di maturità, non è un'impresa impossibile: servono impegno e volontà! Segui i giusti consigli per fare ripetizioni in vista della maturità!

Ma prima di arrivare a queste considerazioni post-diploma, noi di Superprof ti offriamo alcuni consigli e trucchi per ottenere il tuo diploma scientifico con successo!

Si parte dal fatto di lavorare sui tuoi punti deboli, ovviamente! Annota gli argomenti che ti hanno creato maggiori difficoltà durante l’ultimo anno di liceo scientifico e metti in ordine tutti gli esercizi svolti: quelli corretti degli anni precedenti, gli argomenti dell’esame di maturità, la prova orale, le tesine.

E poi non esitare a ripetere il tutto in gruppo. Le revisioni in compagnia permettono sempre di creare una sana competizione tra ognuno. Tutti i membri « si sfidano » e danno suggerimenti per l’esame finale o per le prove propedeutiche: quiz di cultura generale, storia, geografia, educazione civica, comprensione orale, lingue moderne, cultura scientifica, schede di revisione, politica, educazione sportiva…

Rivedere le prove passate non è una cattiva idea. Ribadiamolo ancora una volta: preparare delle schede è assolutamente necessario per fare ripetizioni in vista della maturità scientifica! E ancora, un ulteriore consiglio è quello di prendere lezioni a domicilio di matematica, con un insegnante privato.

Quali studi dopo un esame di maturità scientifica?

Ottenuto il tuo diploma scientifico (con un’ottima votazione, speriamo!) è arrivato il momento di pensare agli studi post-diploma. Cosa fare con tutte queste conoscenze in matematica, fisica, chimica, biologia e tecnologia? Licenza professionale, bioingegneria, scienze umane o studente universitario di chimica, geologia, ingegneria civile, medicina.

Quali studi seguire dopo un diploma scientifico, insomma? Se sei a corto di idee, potresti sottoporti anche a un test rivolgendoti a servizi di orientamento professionale.

Tutte le strade o quasi, in ogni caso, ti aspettano a braccia aperte. Perché non unirti agli altri studenti che frequentano l’Università, per esempio? Il 50% dei diplomati si iscrive ad una facoltà universitaria e prosegue gli studi fino alla laurea, al master e al dottorato, dopo il diploma di maturità. Giurisprudenza, Lettere e Filosofia, Economia e Management, Scienza e Tecnologia per l’Ingegneria, Medicina, Facoltà di Ingegneria, Scuola di business…

Dopo i risultati della maturità, uno studente del liceo scientifico può quindi iscriversi o cercare di ottenere l’ammissione ad uno di questi corsi.

Il 15% di loro si dirige verso un corso di perfezionamento, due anni di studio molto impegnativi. Alcuni infine si orientano verso altri sbocchi formativi, come quello del settore paramedico e dell’architettura.

Quali sbocchi professionali dopo gli studi scientifici?

E sì, scegliere di studiare la scienza dei numeri e il suo mondo affascinante fa bene!

Ma lavorare dopo aver concluso gli studi matematici, è ancora meglio. Inoltre è possibile anche scegliere un percorso di carriera originale, dopo aver studiato la matematica.

Facciamo il punto sui possibili sbocchi professionali.

Nel considerare le diverse attività che possono essere esercitate dopo una formazione in matematica, è importante notare che i profili con doppie competenze (matematica e marketing, matematica e informatica, matematica e sviluppo) sono estremamente ricercati.

Come diventare un matematico?

Gli studi matematici offrono numerosi sbocchi professionali in vari campi! Ricercatore matematico: uno degli sbocchi possibili!

Come diventare un matematico dopo la maturità scientifica?

Per questo, sarà necessario almeno laurearsi: in seguito potrai proseguire con un master o un dottorato di ricerca. Questo percorso ad ostacoli permette, alla fine, agli studenti di orientarsi in direzione di diverse professioni:

1. ricercatore matematico
2. insegnante di matematica
3. matematico in azienda

Ma dopo il diploma scientifico, cosa scegliere? Una facoltà universitaria di matematica o una di ingegneria?
Entrambe le opzioni offrono valide possibilità di ingresso nel mondo del lavoro, una volta terminato il corso di studi post-diploma, soprattutto se in modo brillante e nei tempi stabiliti.

Tutto quello che c’è da sapere per passare il GMAT

Il GMAT è un esame che serve a misurare la capacità di studio del management da parte dei candidati.

Il test GMAT è di origine americana, la cui sigla sta per Graduate Management Admission Test.
Ha una durata di tre ore e trenta in totale e si suddivide in tre sessioni: una di 37 domande quantitative, 41 di vocabolario e 2 saggi analitici (matematica applicata al management).

Il GMAT è spesso l’obiettivo di molti studenti, che per superarlo devono ottenere un risultato compreso tra 200 e 800.

Per prepararsi a dovere, sarà bene mettere in pratica questi quattro consigli:

1. Ripetere tutti i giorni per 3 o 4 mesi
2. Fare pratica con gli strumenti giusti
3. Farsi aiutare da un coach, tutor o insegnante privato di matematica
4. Sviluppare una strategia

Nos précédents lecteurs ont apprécié cet article

Cet article vous a-t-il apporté les informations que vous cherchiez ?

Aucune information ? Sérieusement ?Ok, nous tacherons de faire mieux pour le prochainLa moyenne, ouf ! Pas mieux ?Merci. Posez vos questions dans les commentaires.Un plaisir de vous aider ! :) (moyenne de 5,00 sur 5 pour 1 votes)
Loading...
Natalia
Amo da sempre la formazione, con una grande convinzione: ognuno ha un talento, l’importante è scoprirlo, svilupparlo e condividerlo con gli altri!