La rivista che ama gli insegnanti, gli allievi, le lezioni private e la condivisione delle conoscenze.

Utilizzare i Lego per facilitare l’apprendimento della matematica

Par Natalia le 17/10/2016 Blog > Sostegno scolastico > Matematica > Come Imparare la Matematica con i Lego
Table des matières

A partire dall’iniziativa lanciata da Alycia Zimmerman, i LEGO sono sempre più utilizzati per imparare la matematica.

Come imparare la matematica con i LEGO?

Il valore pedagogico dei LEGO è da tempo riconosciuto. Ma come utilizzare effettivamente i LEGO per apprendere questa disciplina?

Ti lasciamo scoprirlo nelle immagini.

Breve storia dei LEGO

Tutti conoscono probabilmente i LEGO, i famosi mattoncini ad incastro, in grado di costruire e ricostruire quasi tutto e di qualsiasi genere (per non parlare dei personaggi, naturalmente). Chi non ha mai giocato ai LEGO? Tra l’altro, da quando esistono i LEGO?

Ecco come sono nati i Lego e come utilizzarli per imparare la matematica Scopri il mondo matematico attraverso l’uso dei Lego!

I LEGO sono stati creati dai danesi nei primi anni 1930, in piena crisi finanziaria. Nello specifico si trattava di un falegname danese, che ne è l’ideatore. Il suo nome: Ole Kirk Kristiansen.

Lo sapevi? Inizialmente i LEGO erano di legno ma per vari motivi Khristiansen ha poi optato per la plastica. Soprattutto per questo motivo pratico: la plastica, a differenza del legno, brucia meno facilmente.

Anche se Khristiansen era stato sfortunato a vedere la sua fabbrica bruciata, alla fine del 1930. La scelta di questo materiale quindi non era scontata.

Non è stato facile, in un primo momento, perché la plastica s’incastra più difficilmente del legno. Ma tutto finì per funzionare, attraverso l’uso di una particolarmente speciale.

Un’altra cosa che forse non conosci: inizialmente, i LEGO erano solo mattoncini. Bisognerà attendere la fine del 1970 per vedere la prima apparizione di personaggi.

La società LEGO ha registrato un periodo di crisi nel 2000, soprattutto a causa della troppa diversificazione dei prodotti. Dopo essersi messa in discussione e aver effettuato varie prove,  la società LEGO è riuscita a recuperare. E non poco.

Dal 2014, la società danese è leader del mercato mondiale del giocattolo. E non è una cosa da niente. La LEGO nel 2015 ha sfiorato quasi un miliardo di euro di profitti e  quasi 4 miliardi di fatturato. Numeri da far girare la testa.

In qualità di gioco di costruzioni, LEGO ha virtù pedagogiche riconosciute da tempo.

I LEGO, più che un gioco per  bambini

Un gioco di costruzione come LEGO fa appello alla creatività dei bambini (o adulti …) che giocano secondo il loro senso logico. La costruzione è sottoposta a regole di montaggio ma anche a regole di simmetria, architettura, logica…

I LEGO contribuiscono a sviluppare la fantasia dei bambini e dei meno giovani e la loro intelligenza spaziale. Questo non è un gioco che inebetisce come molti altri.

Senza giochi di parole, i LEGO aiutano a “costruire” l’intelligenza dei bambini. I LEGO hanno valore educativo innegabile. In una parola LEGO è molto più di un gioco e sono anche utilizzati da alcuni insegnanti in classe.

Perfino alcuni libri di matematica consigliano questo metodo alternativo!

Sembra anche che i LEGO siano talvolta utilizzati dai recruiters per testare i candidati o dai docenti in formazione professionale, per identificare i punti di forza e di debolezza dei partecipanti. La banca JP Morgan ha anche avuto l’idea originale di spiegare la crisi globale dell’euro nel 2011 partendo dai LEGO. Cose serie, senza dubbio!

Beh, immagina che si possono anche utilizzare i LEGO per imparare la matematica. Questa è la sfida che è stata lanciata da Alycia Zimmerman, professoressa americana. E i risultati sono chiari ed evidenti, come vedremo.

E, se solo il genio di Einstein avesse avuto nella sua infanzia i LEGO …

Il segreto della pedagogia: coniugare divertimento e apprendimento

Prima di vedere effettivamente come questa professoressa americana abbia iniziato ad insegnare la matematica ai suoi studenti, utilizzando dei LEGO, possiamo fare un’ulteriore considerazione di ordine più generale. Su Superprof, siamo molto interessati a rendere l’apprendimento più efficace per i bambini.

Un bambino, è ben noto, pensa soprattutto a giocare. Allo stesso tempo, è molto curioso, è vero. Ma è molto difficile insegnare qualcosa ad un bambino adottando un metodo molto professionale. Questo lo annoierà rapidamente  e si rivelerà del tutto controproducente alla fine.

Anche l’istruzione scolastica, se proposta in modo troppo serio e  accademico, spesso risulta  inefficace.

La nostra esperienza ci ha permesso di prendere coscienza della verità e dell’acutezza di questa frase: l’insegnamento, quando è indirizzato a un bambino, deve essere giocoso. Mescolare il divertimento e l’apprendimento è il modo migliore per ottenere buoni risultati nei più piccoli. Il piacere suscita interesse e pertanto l’attenzione e la concentrazione.

Quando insegniamo a un bambino, il segreto è quello di adottare una pedagogia ludica.

Gli insegnanti che osservano i migliori risultati con i piccoli allievi, sono quelli in grado di offrire un insegnamento basato sul gioco, divertente e piacevole . Questa verità è perfettamente evidenziata dal successo dell’esperienza di Alycia Zimmerman, un’ insegnante di scuola primaria, che ha deciso di insegnare la matematica ai suoi studenti utilizzando i LEGO.

L'utilizzo dei Lego in classe per insegnare la matematica si sta diffondendo, soprattutto per i bambini. Un professore Lego insegna la matematica ai suoi alunni

Beh … ammettiamolo però, per imparare la matematica finanziaria ..i LEGO in realtà non aiutano!

Imparare la matematica con i LEGO: l’esperienza di una professoressa americana

I bambini e la matematica, non vanno a braccetto. E accade spesso. Imparare la matematica è spesso una tortura per i bambini. Hanno paura della matematica.

Tutti gli insegnanti si trovano ad affrontare la questione: come insegnare la matematica agli studenti in modo efficace? Quale metodo di apprendimento adottare? Si tratta di una sfida quotidiana per i docenti che insegnano ai bambini. Ognuno ha il suo metodo per imparare la matematica.

 

Una professoressa di New York ha messo a punto un modo sorprendente per rendere la matematica più concreta. Alycia Zimmerman ha deciso di utilizzare i famosi mattoncini LEGO per insegnare matematica ai suoi studenti. Riuscì a spiegare frazioni, numeri al quadrato, medie aritmetiche, divisioni e altri concetti matematici, attraverso i mitici mattoncini LEGO.

Questa professoressa insegna matematica in una classe di seconda elementare (equivalente americano). « In classe –dice- questi piccoli mattoncini sono diventati i miei migliori amici di manipolazione educativa ».

Il vero valore aggiunto dei LEGO, in questo metodo d’apprendimento, è che i mattoncini permettono di rendere concreta e visiva una materia che per definizione è astratta. Particolarmente rilevante nel momento in cui la disciplina matematica include anche la comprensione spaziale, più di qualsiasi altra disciplina. E non solo la geometria.

Ciò vale ovviamente anche per l’aritmetica. D’altra parte è per l’aritmetica più che per la  geometria che Alycia utilizza i LEGO.

Le immagini a volte valgono più delle parole, ecco qui alcuni esempi concreti per capire come i LEGO possono essere utilizzati per imparare la matematica.

Si può imparare tutta la matematica di base utilizzando i Lego Come comprendere le frazioni usando i mattoncini Lego!

Con le diverse forme e dimensioni che possono assumere i mattoncini LEGO, è possibile far comprendere facilmente ai bambini ciò che è  una frazione. Una frazione è un termine che risulta astratto per molti (compresi gli adulti). Vediamo nell’esempio qui di seguito come capire in modo intuitivo e quasi istantaneo, la logica di una frazione.

Frazionare significa dividere il tutto in parti. Si possono anche utilizzare diversi colori di mattoni per rendere le cose ancora più chiare ed evidenti. La ricchezza di forme e colori dei LEGO permette praticamente di fare quello che vuoi. Se sei un insegnante di matematica, probabilmente hai già delle idee che si stanno sviluppando nel tuo cervello.

Un modo alternativo ed intuitivo per spiegare le frazioni ai bambini Fare le addizioni di frazioni utilizzando i Lego: semplice!

I LEGO non servono solo per comprendere il funzionamento di frazioni, ma aiutano anche a capire le addizioni delle frazioni, come realizzerai dalla seconda immagine.

Inoltre, permettono agli studenti di imparare la matematica da soli, senza corsi di matematica!

Ancora una volta, vediamo che giocare con i colori aiuta a rendere le cose più concrete. Ma grazie ai LEGO, si possono fare cose ancora più sorprendenti: far capire ai bambini il funzionamento dei numeri al quadrato.

Anche i numeri al quadrato si possono spiegare facilmente con i Lego Individuare le radici al quadrato grazie ai Lego!

La terza immagine parla da sé. Non vale  la pena dettagliarla per quanto è evidente. Come abbiamo detto in precedenza, i LEGO permettono anche la comprensione della moltiplicazione e della divisione. In breve, tutta l’aritmetica di livello elementare può essere spiegata grazie ai mattoncini LEGO.

Se sei un insegnante di scuola, una maestra d’asilo o un tutor di matematica, ti consigliamo di usare i LEGO per insegnare la matematica ai più piccoli.

Secondo la testimonianza della professoressa americana all’origine del metodo, l’apprendimento con i LEGO per i bambini, è una tecnica molto efficace. Ciò permette di suscitare l’interesse del bambino, facendogli allo stesso tempo assimilare dei concetti matematici spesso complessi per lui.

L’apprendimento della matematica con i LEGO è un modo per imparare questa materia giocando. Ce ne sono altri. Ad esempio l’uso di applicazioni iPad oppure il Sudoku, o ancora andare su siti dedicati all’insegnamento della matematica ai bambini. Tuttavia, questo metodo di apprendimento della matematica con i LEGO è abbastanza innovativo. Strano a dirsi vista l’età di questi giochi ma è recente, perché legato alla sperimentazione di questa professoressa di New York, iniziata solo pochi anni fa.

Ma in ogni caso, c’è da scommetterci, che questo metodo a base di mattoncini LEGO riscuoterà molto successo nei prossimi anni.

Nos précédents lecteurs ont apprécié cet article

Cet article vous a-t-il apporté les informations que vous cherchiez ?

Aucune information ? Sérieusement ?Ok, nous tacherons de faire mieux pour le prochainLa moyenne, ouf ! Pas mieux ?Merci. Posez vos questions dans les commentaires.Un plaisir de vous aider ! :) (moyenne de 5,00 sur 5 pour 1 votes)
Loading...
Natalia
Amo da sempre la formazione, con una grande convinzione: ognuno ha un talento, l’importante è scoprirlo, svilupparlo e condividerlo con gli altri!

Commentez cet article

avatar
wpDiscuz