Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

La lingua di Shakespeare è la più studiata di tutte

Scritto da Igor, pubblicato il 21/06/2017 Blog > Lingue straniere > Inglese > L’Inglese è la Lingua Più Parlata al Mondo!

Se per un terzo degli italiani imparare l’inglese non servirebbe a nulla, non abbiamo nessun dubbio che voi, che state leggendo questo articolo, facciate parte degli altri due terzi!

La lingua inglese è ovunque, che sia al lavoro per scambiare con le succursali o i clienti e i fornitori all’estero, negli hobby (serie tv, film, web), in viaggio, …

Con questo articolo, noi speriamo di convincervi, se fosse ancora necessario, che l’inglese ha veramente un posto importante nella vostra vita e che è nel vostro interesse a migliorare ulteriormente il vostro livello di conoscenza.

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Per iniziare: alcuni punti chiave e alcune cifre sull’inglese

Per capire meglio perché l’inglese sia la lingua più parlata nel mondo, vi sveliamo alcune cifre che vi faranno venire freddo.

Dopo che conoscerete questi numeri, il vostro sguardo nei confronti dei corsi di inglese non sarà più lo stesso.

  • Oltre 450 milioni di persone parlano inglese come prima lingua
  • Oltre 750 milioni parlano inglese come lingua straniera
  • L’inglese è la terza lingua al mondo più parlata dopo il cinese mandarino e lo spagnolo
  • Oltre l’80 delle pagine internet sono in inglese (e sfortunatamente l’app “tradurre questa pagina” non è molto efficace)

Ma è anche la seconda lingua più diffusa , nonché la più utilizzata anche nell'Unione Europea. La prima lingua più parlata al mondo? L’inglese!

  • 15 milioni di persone che vivono in Australia, Nuova Zelanda, Africa del Sud parlano inglese come lingua materna
  • L’inglese è la lingua ufficiale di diversi paesi: Regno Unito, Canada, Australia, Irlanda, Nuova Zelanda
  • La lingua inglese è la lingua che comporta il maggior numero di accenti diversi
  • L’inglese è la lingua più utilizzata nell’Unione Europea (al secondo posto, il francese con il 26%)
  • L’inglese è la lingua più utilizzata nel mondo degli affari
  • L’inglese è la lingua straniera più richiesta nel quadro della formazione professionale e dei corsi di lingua
  • Il 40% degli internauti comunica in inglese sul proprio computer (o tablet e simili)
  • Le citazioni in lingua inglese sono le più riprese su Twitter

L’inglese: la lingua più imparata nel mondo

Lo sapevate?

La lingua di Shakespeare è la prima lingua insegnata al mondo. Inoltre, in inglese si conta fino a 200 mila parole. Chi aveva detto che in inglese non ci sono sfumature?

Volete “apparire”? Parlate inglese!

Come abbiamo detto già in un altro articolo, parlare inglese permette di parlare a tutti, in tutto il mondo, consente di vedere film in versione originale, senza sentirsi stupidi, consente di capire le parole delle canzoni che amiamo.

Lingua della politica, delle canzoni e di tanto altro. Parlando inglese chiunque vi capirà!

Anche in ufficio, per non sembrare qualcuno fuori dal tempo, utilizziamo sempre più spesso vari termini inglesi, perché gli altri li utilizzano (soprattutto nel settore della comunicazione e del marketing): reporting, upload, download, business plan, influencer, … e tanti, tantissimi altri.

Allora, dobbiamo resistere all’inglese? O alla fine dobbiamo rassegnarci e migliorare la nostra conoscenza di questa lingua così diffusa?

Gli artisti del mondo della musica hanno anche loro capito che per raggiungere un pubblico più ampio, alle volte sarebbe necessario sacrificare la lingua di Dante a vantaggio di quella di Shakespeare.

La sola cosa, forse non la sola comunque, cui non dobbiamo però piegarci è la gastronomia inglese!

Un passo indietro per capire il perché della diffusione della lingua inglese

Anche se questa epoca comincia ad essere datata, l’impero britannico ha portato la sua lingua in numerosi paesi attraverso tutto il pianeta (senza andare agli Stati Uniti, basti pensare all’India, o anche alla Nigeria, dove l’inglese è la prima lingua).

Per questo motivo, ritroviamo l’inglese in tutto il mondo che è chiamato e conosciuto come anglo sassone: gli Stati Uniti, il Canada, l’Australia, e la Nuova Zelanda; si tratta di ex colonie della Corona inglese che ripopolava i territori appena scoperti, per far fronte alla sovrappopolazione del Vecchi Continente e per sfruttarne tutto lo sfruttabile: popolazione, risorse economiche, risorse minerarie, prodotti agricoli, fauna e flora. Molte volte con conseguenze disastrose per le economie locali.

Dopo la Seconda Guerra mondiale, lo sviluppo del commercio internazionale in parallelo con quello degli Stati Uniti d’America ha condotto all’ufficializzazione dell’utilizzo dell’inglese negli affari.

E poi è stata la volta della “cultura” in senso lato di seguire questa tendenza: dalla Coca Cola ai Rolling Stones.

La diffusione dell'inglese come lingua più parlata nel mondo si accompagna anche ad una diffusione di una cultura inglese in senso lato. La Coca Cola, uno dei simboli dell’imperialismo linguistico dell’inglese!

L’inglese è anche la lingua più utilizzata per la diffusione delle informazioni nel dominio dell’informatica e delle telecomunicazioni (scoprite la nostra selezione dei migliori siti per imparare l’inglese).

Per esempio, in Svizzera l’inglese è nel modo più assoluto la lingua utilizzata per dispensare alcuni corsi tecnici e scientifici. E per lavorare in alcuni organismi di taratura internazionale (dalle ONG per arrivare fino all’Organizzazione per le Nazioni Unite, ONU).

Alcuni pensatori tentano di allertare l’opinione pubblica, ma anche i decisori politici, sui pericoli dovuti a quello che loro considerano un imperialismo linguistico. Questo avrebbe come conseguenza probabile la scomparsa delle altre lingue (anche se non di tutte, ovviamente) a vantaggio dell’inglese; gli stessi sono preoccupati anche delle conseguenze che potrebbe avere il fatto di dover padroneggiare l’inglese per entrare nell’élite sociale.

In maniera molto insidiosa, la potenza economica e sociale degli Stati Uniti si radica nella nostra cultura attraverso l’intrattenimento (cinema e televisione) e, ovviamente, attraverso il web.

Che i debuttanti si rassicurino: grazie al Globish (Global English), avete più possibilità di un anglofono e più probabilità di farvi ben capire nelle vostre relazioni professionali internazionali.

Morale: siate buoni, sì, ma non troppo!

L’inglese nel mondo del lavoro (o perché si DEVE parlare inglese in ambito professionale)

Nel 2010, uno studio ha rivelato che saper parlare inglese per un indiano gli offre la possibilità di guadagnare uno stipendio di un terzo più elevato rispetto ad un concittadino che non lo parli.

Questa realtà può essere trasposta senza troppi problemi al nostro mercato del lavoro.

Un dipendente o un collaboratore che parla correntemente inglese potrà comunicare senza difficoltà con le equipe all’estero e far guadagnare del tempo (e quindi dei soldi) all’azienda in qualsiasi processo. Potrà anche informarsi e reperire fonti in qualsiasi sito in lingua inglese per risolvere dei problemi che emergano al quotidiano.

Giusto per informazione, seguire dei corsi di inglese professionale è spesso richiesto durante o alla fine dei master. Quindi, per non farsi sottrarre da sotto il naso un’opportunità di stage all’ultimo anno, è meglio praticare almeno in minima parte la lingua inglese. Questo vale sia per chi aspiri a carriere nel ramo della comunicazione, sia per un ingegnere informatico.

Prima di tutto mettetevi bene in testa che l’inglese è la lingua con il più alto tasso di profitto. Eh già, in termine di rapporto investimento benefici, la lingua del principe Georges è quella che rende di più.

Fate quindi il test: aggiungete “bilingue” sul vostro CV.

Scommettiamo che il vostro telefono non smetterà di suonare?!

Per persuadervene, potete dare un’occhiata al testo di François Grin, English as economic value: facts and fallacies.

Quando riflettiamo al fatto che l’ansia di un quadro italiano su due è quella di parlare inglese, capiamo in fretta che abbiamo interesse a posizionarci dal buon lato della barriera (senza però la barriera linguistica!).

Il business è sicuramente trainato più dalla lingua inglese che da qualsiasi altro idioma. La lingua inglese è la più parlata nel mondo degli affari!

Oltre il 60% dei quadri intervistati dallo studio svolto dalla società 1to1 English nel 2013 ha ammesso di aver svolto un colloquio di lavoro in inglese; il 73% sfortunatamente non era abbastanza ben preparato!

Insomma, hanno fatto una pessima figura, un po’ come se avessero balbettato anziché parlare, se non avessero avuto il vocabolario tecnico adatto al posto e come se non avessero avuto argomenti per sostenere la validità della loro candidatura!

Alcune frasi celebri in inglese

  • Citazioni dal teatro: “To be, or not to be?” (essere o non essere?), dall’Amleto di Sir William Shakespeare. Questa citazione fa parte integrante della storia della lingua inglese.
  • Slogan pubblicitari: “Think different” (Apple); “Just do it” (Nike); Nespresso, What else?” (Nespresso)
  • Repliche cult dal cinema: “You talkin’ to me?” (Rober De Niro in Taxi Driver, di Martin Scorsese)

Nota bene: quella di non includere “F*** off!” è una scelta deliberata, per non offendere l’eventuale sensibilità di chi legge questo articolo. Ma in realtà, il motivo è anche un altro: il numero di film che utilizza questa espressione è altissimo.

  • Proverbio tratto da una replica di cinema: “Life is like a box of chocolate, you never know what you’re gonna get! (La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quale ti capiterà!), da Forrest Gump, del regista Robert Zemeckis.
  • Citazioni dalle star: “Women who seek to be equal with men lack ambition” (Le donne che cercano di essere uguali agli uomini mancano di ambizione), di Marilyn Monroe.
  • Citazioni inglesi di uomini politici: “The farther back you can look, the farther forward you are likely to see” (Più guarderete indietro nel passato, più avrete possibilità di vedere lontano nel futuro), di Winston Churchill.

Le frasi dell'ex primo ministro inglese hanno fatto il giro del mondo. Winston Churchill, un inglese molto noto!

Se l’inglese è la lingua più parlata al mondo, possiamo pensare che, di conseguenza, se voi non capite molto o non capite nemmeno una parola in inglese, passerete accanto a molte opportunità senza poterle cogliere. Se andate in Tailandia senza parlare inglese, vi farete derubare o prendere in giro, a meno di restare in hotel tutto il tempo (ed è così che il tramonto con i delfini vi passerà sotto il naso).

Se volete rispondere ad un’offerta di lavoro che richiede un buon livello di inglese, ma non avete nemmeno il livello richiesto per la terza media, potete dire addio ad ogni vostro progetto lavorativo o altro.

Se cercate delle informazioni su medicine naturali, dovrete fare a meno di molti consigli di professionisti stranieri.

Addomesticare l’inglese, in realtà, significa addomesticare il mondo!

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *