Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi
3
2

Le qualità indispensabili di un buon professore a domicilio

Scritto da Natalia, pubblicato il 05/12/2016 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > Chi è un Insegnante Privato?

Desideri dare lezioni private per avere un po’ di soldi in tasca.

Quindi hai pensato di diventare un insegnante privato.
Qualsiasi sia il livello del tuo allievo (principiante, intermedio o avanzato), che abbia già acquisito le basi oppure no, il tuo ruolo è principalmente quello di guidarlo ed avviarlo a progredire in un determinato settore.

Il tuo studente vuole evitare di avere difficoltà per il diploma? Allora dovrà raddoppiare gli sforzi per il successo!
Avrà forse bisogno di un intenso lavoro o di ripetere addirittura più materie.

Ma infine chi è un insegnante privato?
Alla fine di questo articolo saprai davvero chi è un insegnante privato, quali sono le competenze che ha bisogno di acquisire, le qualifiche che sono necessarie o no…
Quindi, sei pronto a lanciarti nel meraviglioso mondo degli insegnanti privati?

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Un tutor deve saper dare corsi personalizzati ad uno studente

Per insegnare ad un singolo allievo bisogna sapersi adattare a chi si ha di fronte! Occorre un’empatia fuori dal comune!

La qualità di punta di un insegnante privato è la sua capacità di adattarsi!
Un insegnante privato deve sapersi adattare a qualsiasi studente in qualsiasi situazione e deve anche imparare a rimettersi in questione.

Naturalmente, la preparazione dei corsi è essenziale ma questo non significa rimanere bloccati in una metodologia se risulta non appropriata per il tuo allievo.

Devi avere grandi doti di pedagogia: ancora una volta, si tratta di una questione di adattamento. La pedagogia è l’arte della formazione.
Ogni studente sarà diverso da un altro e avrà bisogno di una particolare attenzione e forse anche di un metodo specifico. Sta a te trovare il modo migliore per trasmettere le tue conoscenze e il tuo sapere.

Il tuo studente non comprende un esercizio?

Sta a te spiegarlo in modo diverso, anche riscriverlo se necessario in modo che capisca che cosa ci si aspetta da lui.
Il tuo allievo ha difficoltà ad imparare una lezione in particolare? Cerca di capire cosa lo blocca e proponi un metodo alternativo per imparare meglio (riferimenti cronologici, suggerimenti, mnemonica …).

E’ così che l’insegnante privato troverà degli studenti per le sue lezioni.

L’importanza del concetto di “corso a domicilio”

Ricordati che sei una persona che lavora nell’ambito dei servizi alla persona. Tu impartisci corsi a domicilio e instauri un rapporto speciale faccia a faccia con il tuo studente.

Non basta conoscere la materia d'insegnamento, bisogna saper insegnare! Diventare professore privato significa essere un pedagogo!

Questo rapporto è molto importante, anzi fondamentale!

E’ necessario che lo studente si fidi di te e dovrà anche avere fiducia in se stesso per padroneggiare il percorso di conoscenza.

Per stabilire un rapporto di fiducia, non sei tenuto a  diventare il suo “amicone” ma semplicemente dovrai imparare a conoscerlo per capire perché si trova in difficoltà: domandagli per esempio come è andata la sua giornata, chiedi notizie dei suoi compagni …

Vedrai che un bambino può fornirti un sacco di elementi necessari per aiutarti a farlo progredire senza nemmeno rendersene conto! Inoltre, stabilirai più facilmente una base di fiducia ma aspettati un paio di domande simili anche nei tuoi confronti!

Sappi che l’insegnante privato può anche insegnare corsi via webcam.

Il coaching comportamentale, elemento indispensabile delle lezioni a domicilio

Il coaching comportamentale consiste nell’eliminare alcuni meccanismi sbagliati dell’apprendimento, che un individuo imposta “automaticamente”. Il coaching comportamentale aiuta a sostituire questi comportamenti con nuovi metodi più facili.

Come si traduce tutto ciò nel contesto di un corso privato?

Nel dare lezioni private a domicilio, potrà capitarti di incontrare studenti in gravi difficoltà scolastiche. Questi studenti in genere non hanno fiducia in se stessi e si sentono incapaci di raggiungere qualsiasi cosa.

Il coaching comportamentale può aiutare a demolire questi pensieri negativi. Lo studente pensa: “Sono troppo incapace / stupido per riuscirci” e il suo comportamento non sarà altro che il risultato di questo pensiero!

E di conseguenza svolgerà gli esercizi “automaticamente” guidato da questo pensiero negativo.

Il tuo compito sarà quello di dimostrare che invece è in grado di avere successo e quindi demolire gradualmente il pensiero negativo che lo inibisce.

Perché non includere questa qualità quando scriverai il tuo annuncio per proporti come insegnante privato?

Per fare questo, ecco alcune idee:
1. Non esitare a dare dei consigli all’allievo per riuscire al meglio: ascoltare in classe, fare domande quando non capisce, essere regolare nello studio, curare la presentazione dei corsi e degli esercizi, inquadrare, sottolineare, evidenziare i concetti importanti con il colore etc.
2. Cerca di metterti al posto del tuo studente: perché non riesce a risolvere questo esercizio?
3. Guida il tuo studente senza dargli la risposta: modifica la formulazione del problema, per esempio.
4. Spiega il tuo ragionamento, offri metodi di memorizzazione che potrà mettere in pratica da solo.
5. Incoraggia il tuo studente, lodalo per fargli venir voglia di perseverare e dimostra che è in grado di farlo da solo!

Un professore privato fa parte necessariamente della Pubblica Istruzione?

No, per diventare un tutor non è necessario che tu faccia parte del Ministero della Pubblica Istruzione (Miur).

Puoi essere uno studente, un lavoratore part-time, un imprenditore …

Non è assolutamente necessario essere dipendente del Ministero per insegnare! Per insegnare è necessario essere nella Pubblica Istruzione?

Non è una regola ma diciamo che il minimo indispensabile è che tu abbia un diploma. Uno studente di scuola superiore può quindi dare lezioni private a studenti delle scuole elementari e medie ed essere pagato a prestazioni.

Ma in generale, un insegnante privato possiede un titolo relativo alla materia che vuole insegnare o se non ce l’ha, possiede comunque le competenze e l’esperienza necessarie per insegnare gli argomenti in questione.

La diversità del percorso del docente determina anche la ricchezza dei corsi privati

Anche se il diploma è importante per la tua credibilità (e per il relativo guadagno), fai comunque valere il tuo percorso professionale e non professionale.

Tutto quello che hai fatto o sperimentato potrebbe essere usato per dare lezioni private.

Hai praticato a lungo uno sport di alto livello?
Utilizza le competenze acquisite e cerca di trasmetterle al tuo studente: auto-miglioramento, perseveranza, orgoglio per il successo …

Sei un imprenditore?
Poni l’accento sul rigore e l’indipendenza per raggiungere uno scopo, vincere o raggiungere un traguardo che sia quello di conquistare un cliente oppure ottenere  il massimo dei voti ad un esame.

Quali corsi posso impartire?

I corsi di ripetizioni scolastici sono meno pagati ripsettoa quelli di musica o di lingue! Un corso di chitarra è remunerato meglio di uno scolastico!

Esempi di corsi a domicilio, sia di aggiornamento che di livello avanzato:

Corsi scientifici: matematica, corsi di fisica e chimica, biologia.
Corsi di letteratura: corsi di francese, corsi di filosofia.
Corsi di lingua: corsi di inglese, corsi di spagnolo, lezioni di tedesco, lezioni di italiano, corsi di lingua araba, lezioni di olandese (perché no!).
Corsi di economia, corso di contabilità
Lezioni di storia.
Lezioni di musica: lezioni di pianoforte, lezioni di violino, lezioni di chitarra, lezioni di batteria, lezioni di canto.
Corsi di informatica
Corsi sportivi: coaching sportivo, tennis, lezioni di surf.

Le origini del tutor

Cerchiamo di definire innanzitutto cosa vuol dire essere un insegnante privato.

Il tutor
Per quanto riguarda le origini del tutor, possiamo equipararlo all’immagine di un precettore. Un precettore era responsabile dell’educazione e dell’istruzione di un bambino di una famiglia nobile.

La sua origine è antica perché nella mitologia greca se ne accenna già con Mentore, tutore di Telemaco, figlio di Ulisse.

Ma un precettore è equiparabile oggi ad un professore privato?

Questa definizione potrebbe andare se l’insegnante avesse un solo studente in carico e fosse esperto in tutte le materie. Ma ormai non è questo il caso.

Il docente di ripetizioni

Un altro termine che potrebbe spiegare la funzione del tutor: il docente di ripetizioni.

Come suggerisce il nome, si tratta di una persona che ripete la lezione svolta in classe dal bambino, in modo da fargliela capire ed assimilare.
Questa definizione è un po’ riduttiva e anche se il tutor del corso privato ha questa funzione, il suo ruolo non si ferma lì.

Precettore o docente di ripetizioni ma allora chi è un tutor?
Un insegnante privato è specializzato in una materia (francese, storia e geografia …) o in un campo specifico (scientifico, lingue …).

Può essere uno studente, un esperto della formazione professionale, un esponente del mondo aziendale…

Ognuno può trovare il suo posto!

Al di là della mera ripetizione della lezione per spiegare i concetti rimasti oscuri per lo studente, il tutor in realtà è in grado di approfondire ulteriormente e completare i temi discussi, per renderli più completi.
L’insegnante privato è in grado di offrire diversi tipi di “progresso”, secondo le esigenze del bambino e dei suoi genitori.

Corsi di tutoraggio: l’insegnante privato aiuta il suo allievo in una o più materie e assicura un sostegno scolastico.
Compiti a casa: l’insegnante privato controlla lo studente per fargli svolgere il suo lavoro correttamente.
Lezioni private: l’insegnante privato può dare una spinta all’alunno in una materia (matematica, francese…) o insegnarne una nuova (pianoforte, chitarra, computer, cinese… ).

Quale tariffa fissare per un corso di lezioni private?

Il prezzo del corso privato dipende da diversi fattori:

Il tuo livello. Sei un professionista dell’insegnamento? Uno studente universitario? Vuoi insegnare l’inglese e sei bilingue?
La preparazione dello studente. E’ un alunno della scuola primaria, delle medie o sta preparando l’esame di maturità? Vuole tentare l’accesso ad una facoltà a numero chiuso o iscriversi ad ingegneria? Prepara un concorsi pubblico?
La durata del corso. 30 minuti, 1 ora, 2 ore, un pomeriggio intero?
La tua esperienza. Hai mai insegnato? In caso affermativo, a quale livello? Per quanto tempo? Hai referenze?
La materia. Un corso di matematica sarà generalmente pagato meno di lezioni di chitarra o di un corso di coaching sportivo.
La tua città. A Milano un corso privato è meglio pagato che a Cosenza, per esempio.
Il tipo di contatto. Tramite agenzia, le tariffe sono già impostate mentre tramite annuncio pubblicitario e sito specializzato, è possibile stabilire i prezzi in modo autonomo.

Dai un’occhiata ai vari annunci per allinearti con la concorrenza.
Sentiti libero di discutere il prezzo delle lezioni con chi ti commissiona il lavoro.

Fissare la propria tariffa per un corso privato significa tener conto di diversi fattori! Come fare per conoscere le tariffe dei corsi privati?

La questione della retribuzione è importante e non devi sentirti a disagio, anche se in Italia parlare di soldi in questi casi è ancora tabù.

In sintesi:
Un insegnante privato dovrebbe avere una capacità di adattamento non comune ed essere un buon insegnante in modo da creare un rapporto di fiducia con il suo allievo.

L’insegnante privato non dovrebbe esitare a usare la psicologia e il coaching comportamentale per essere in grado di aiutare gli studenti migliori ad eccellere.

Per quanto riguarda le tariffe dei tuoi corsi, tieni a mente che i costi di una lezione privata variano tra i 15 e i 35 € all’ora a seconda del tuo livello, della preparazione dello studente, della materia o della posizione geografica.

Ora che sai tutto su ciò che è necessario per diventare un buon insegnante privato, devi solo iniziare!

Ma lo sai che un insegnante privato può tenere corsi praticamente ovunque?

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *