La rivista che ama gli insegnanti, gli allievi, le lezioni private e la condivisione delle conoscenze.

Come si diventa insegnanti privati di aritmetica?

Par Francesca le 09/11/2016 Blog > Sostegno scolastico > Matematica > Il Percorso Da Seguire Per Dare Lezioni Di Matematica
Table des matières

Tutti possono dare lezioni di matematica, l’importante è che abbiano compiuto almeno 14 anni.

In generale, però, sono gli studenti specializzati in questa materia o gli insegnanti esperti a offrire questo tipo di servizio.

Impartire lezioni di aritmetica può essere un’esperienza altamente gratificante dal punto di vista lavorativo, dal punto vista dell’approccio all’argomento, ma anche sul piano umano.

Come se non bastasse, gli orari sono flessibili e la retribuzione è decisamente interessante.

Ma quindi…come si fa a dare lezioni private di matematica?

Senza ulteriori indugi, scopri come trasmettere le tue conoscenze con l’insegnamento per tenere corsi privati di matematica e guadagnare in maniera soddisfacente.

Diventare un insegnante privato di matematica

Di solito, quando si insegna questa materia, si pensa subito alla condizione di docente indipendente.

Costui può offrire diversi tipi di corsi, ciascuno con peculiarità diverse.

Le varie tipologie di corsi di matematica

Le 3 grandi opzioni a disposizione degli insegnanti privati sono le seguenti:

  • Il sostegno scolastico: si tratta di un aiuto personalizzato e regolare pensato per gli studenti che incontrano particolari difficoltà nello studio della materia.
  • L’aiuto compiti: in questo caso, bisogna controllare che l’allievo svolga correttamente i compiti a casa e dargli una mano, se necessario.
  • Le lezioni private: questa tipologia di corso prevede un supporto continuo e un controllo regolare dello studente in difficoltà. Le lezioni private sono molto simili al sostegno scolastico, ma si distinguono per il contenuto: forniscono ulteriori conoscenze allo studente che non ha compreso o assimilato appieno un determinato concetto.

Impartire lezioni private può essere un lavoro di breve durata, un lavoro estivo, un lavoretto per studenti o un’attività a tempo pieno.

Prima di impartire lezioni di matematica, devi porti una serie di domande per capire se sei in grado di farlo. Quali sono i passi da seguire per insegnare la matematica?

In qualità di insegnante, devi porti le giuste domande!

Quale status giuridico scegliere per impartire lezioni (voucher INPS, partita IVA)?

Quali sono le tue competenze come insegnante di matematica? Sei in grado di preparare un allievo per un concorso? Potresti insegnare la materia a livello universitario?

Puoi impartire lezioni a domicilio (o a casa dello studente) ogni settimana / mese?

Come pensi di organizzare le tue lezioni per permettere ai tuoi allievi di migliorare?

Le qualità necessarie per dare lezioni di matematica

Anche se, apparentemente, impartire lezioni sembra possibile a qualsiasi studente o insegnante degno di questo nome, alcune qualità possono fare la differenza e distinguere un buon professore da uno che non lo è.

L’ascolto

Per dare lezioni di matematica in maniera efficace e pertinente, bisogna distinguersi dall’apprendimento convenzionale in aula, concentrando quindi l’attenzione su un allievo in particolare.

Se uno studente decide di rivolgersi a un docente, è perché le lezioni in classe non sono sufficienti o perché necessita di una piccola spinta per assimilare tali nozioni.

La prima qualità è quindi l’empatia, la capacità di ascolto: devi immedesimarti nello studente e trovare soluzioni su misura per le sue difficoltà e il suo livello.

La pazienza

Spesso, dovrai spiegare più volte lo stesso concetto o rivedere un esercizio perché l’allievo comprenda.

Sta a te, in qualità di professionista con una certa esperienza, trovare le parole giuste e il metodo più adeguato per scacciare i blocchi dello studente di fronte a un esercizio: bisogna sempre cercare di mettersi nei panni dell’allievo durante le lezioni di matematica e cercare delle soluzioni di apprendimento legate alle sue necessità e al suo livello.

Questo approccio di comprensione e ascolto richiede molta pazienza.

La competenza

Ciascun insegnante di matematica deve essere esperto nel proprio campo: può sembrare un’ovvietà, ma è una condizione indispensabile.

Infatti, dare lezioni di matematica a un allievo significa essere in grado di rispondere a tutte le sue domande, fargli capire le lezioni e guidarlo attraverso diversi esercizi.

Per diventare un buon insegnante, bisogna valutare attentamente l'allievo e le sue difficoltà. Il metodo di insegnamento e le competenze necessari per dare lezioni di matematica!

Allo stesso modo, è preferibile che l’insegnante abbia seguito lo stesso percorso scolastico dell’allievo, almeno a grandi linee. Tutto ciò ha davvero importanza per chi desidera seguire corsi di matematica post diploma in preparazione dell’università.

Il metodo di insegnamento

Naturalmente, impartire lezioni di aritmetica richiede un grande senso della pedagogia.

Un buon professore deve saper inquadrare, comprendere, orientare l’allievo in un solo e unico obiettivo: farlo migliorare in matematica.

È dai progressi dell’alunno che si misura la qualità di un docente.

Il metodo di insegnamento si apprende anche con l’esperienza, avendo a che fare con tipologie diverse di studenti, ma si basa su un concetto primordiale: l’adattamento.

Devi quindi imparare ad adattare la tua lezione e il tuo metodo a ciascun profilo. Dovresti essere in grado di insegnare la matematica a domicilio agli studenti in difficoltà.

Devi adattare il tuo corso ai tuo allievi, capendo di volta in volta chi hai di fronte. Esempio: il tuo corso deve adattarsi ai più piccoli!

Infine dovrai essere in grado di riassumere e semplificare le tue spiegazioni creando dei diagrammi esplicativi o prendendo esempi concreti dalla vita quotidiana.

Il rispetto

Dare lezioni di matematica significa rispettare te stesso e il tuo allievo.

Cerca di essere sempre puntuale e avverti in tempo in caso di imprevisti. Tutti questi piccoli accorgimenti ti permetteranno di stabilire un rapporto di fiducia con lo studente e la sua famiglia.

Devi inoltre garantire una certa regolarità nelle lezioni: che siano settimanali o due volte al mese, è importante monitorare lo studente per misurare i suoi progressi e la comprensione dei concetti esaminati insieme.

Per esigenze di breve o medio termine, mettiti d’accordo con lo studente e la famiglia per valutare il numero di lezioni necessarie.

I passaggi per impartire lezioni di matematica

Un investimento personale

Non ci si improvvisa professori di algebra.

Servono rigore e disciplina.

Ogni lezione deve essere preparata in anticipo, quindi non esitare a rileggere, a comprendere il tema o le nozioni che l’allievo deve conoscere, a preparargli schede esplicative, rifacendo alcuni esercizi insieme.

Non bisogna preparare la lezione il giorno stesso, occorre evitare l’improvvisazione.

Al termine di ciascuna lezione di matematica, domandagli se ha capito e se desidera rivedere alcuni punti.

Se il tuo allievo deve prepararsi per un esame, fagli fare degli esercizi tratti dai manuali appositi e fai in modo che arrivi nelle migliori condizioni possibili durate il giorno X.

Ricordati di metterti nei panni dello studente per capire i concetti che ha assimilato e determinare le sue esigenze e le sue aspettative.

Inoltre, non esitare a fargli una piccola valutazione per identificare i suoi punti di forza e le sue debolezze, le sue lacune e i suoi bisogni, tracciando anche un bilancio per identificare i suoi progressi.

Un insegnante privato di matematica è una sorta di mentore: devi essere pienamente coinvolto in ciò che fai per permettere al tuo studente di apprendere al meglio, quindi non avere paura di sostenerlo e incoraggiarlo.

Non rimproverarlo per i suoi insuccessi, è controproducente e non spetta a te farlo.

Mostrati positivo e incoraggialo a fare meglio la prossima volta.

Trovare degli allievi

Per dare lezioni di matematica, occorre avere davanti a sé degli alunni.

Esistono diversi modi per trovare degli allievi ai quali proporre le tue lezioni private. Come trovare allievi per le tue lezioni di matematica?

Esistono diversi modi per trovare allievi e fornire il tuo servizio di insegnante privato.

  • I siti di annunci: una soluzione facile ed economica ma che non è sempre così conveniente data l’abbondante offerta.
  • Il passaparola: non lo si ripete abbastanza, ma a volte la soluzione è proprio accanto a te. Parla con chi ti sta attorno, con i tuoi amici, i tuoi colleghi, i loro figli, e informali sul fatto che stai cercando nuovi studenti. Se fai un buon lavoro con un allievo, puoi essere certo che ti consiglierà ad altri amici e famiglie.
  • Gli organismi di sostegno scolastico: raggruppati sotto forma di piattaforme scolastiche o agenzie, questi organismi stessi ti propongono studenti alla ricerca di un tutor. Il vantaggio è che non devi nemmeno metterti a cercare allievi. Si tratta di una soluzione molto semplice, ma in questo modo non sarai un insegnante privato dal momento che sarai pagato dall’ente e non dalla famiglia. Dovrai quindi rendere conto all’agenzia (valutazione degli studenti, monitoraggio dei progressi, bilancio del corso). Lo studente, a sua volta, potrà valutarti.
  • I corsi online: con o senza video, le lezioni presentano un concetto alla volta. Con il video, quindi, non esitare ad abbandonare il contesto puramente matematico per fare comprendere una nozione. Il vantaggio consiste nella possibilità di lavorare a distanza, con un video postato su un sito specializzato o direttamente con un software come Skype.

La questione della remunerazione delle lezioni di matematica

Per quanto riguarda il compenso percepito dai docenti, bisogna essere consapevoli del fatto che il costo di un particolare corso di algebra varia in relazione a diversi criteri: il tuo livello di studi, quello del tuo allievo, la materia insegnata, la città di residenza, le eventuali spese di viaggio, ecc.

Se passi attraverso un’agenzia privata, la tariffa oraria è generalmente prestabilita dall’organismo in questione.

Il vantaggio di affidarsi a un ente privato o a un organismo di sostegno scolastico è che si tratta di una soluzione eccellente per il versamento dei contributi previdenziali, dal momento che non devi occupartene direttamente tu. Infatti, questi sono compresi nella tariffa stabilita dall’ente, quindi non devi affrontare alcuna pratica amministrativa ma beneficerai comunque di una copertura previdenziale.

Ecco perché le tariffe delle agenzie sono spesso più care.

Se una lezione privata di matematica costa tra i 10 e i 20 Euro all’ora, in un organismo privato può oscillare tra i 30 e i 35 Euro anche se tu non percepirai mai più di 10-15 Euro orari.

Si tratta di una soluzione vantaggiosa per entrambe la parti: per te che, in qualità di professionista, sei coperto e puoi beneficiare dell’esperienza di professionisti che dispongono di una rete di studenti e genitori esenti dalle formalità di assunzione.

In alcuni casi, la famiglia può godere di una riduzione fiscale del 50%.

Per quanto riguarda i voucher, invece, i benefici sono molti:

  • la certezza di disporre di un contributo previdenziale
  • poter godere di una copertura assicurativa
  • la sicurezza di lavorare nel pieno rispetto delle norme.

Infine, bisogna essere consapevoli del fatto che gli organismi privati monitorano attentamente le iscrizioni degli insegnanti: alcuni siti reclutano attraverso test e colloqui per valutare la motivazione del docente.

Ma qual è il costo di una lezione di matematica?

Il prezzo di una lezione dipende da una serie di parametri: agenzia, intermediario o contatto diretto con il docente.

Nos précédents lecteurs ont apprécié cet article

Cet article vous a-t-il apporté les informations que vous cherchiez ?

Aucune information ? Sérieusement ?Ok, nous tacherons de faire mieux pour le prochainLa moyenne, ouf ! Pas mieux ?Merci. Posez vos questions dans les commentaires.Un plaisir de vous aider ! :) (moyenne de 5,00 sur 5 pour 1 votes)
Loading...
Francesca
Appassionata di musica, curiosa e sempre alla ricerca di novità: Aquario in tutto e per tutto.

Commentez cet article

avatar
wpDiscuz