Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Superprof la community
1.421.871
di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Superprof la community di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Riconvertirsi quando si è docenti alla scuola pubblica

Scritto da Igor, pubblicato il 30/05/2017 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > Come un Insegnante Può Riconvertirsi Professionalmente?

Il mestiere di insegnante per lunghe epoche fu considerato il miglior mestiere del mondo.

Trasmettere conoscenze, aiutare i piccoli a progredire con pedagogia, permettere loro di acquisire nuove competenze. Insegnare: un nobile compito, appassionante, che per molto tempo fece sognare.

Ancora oggi molti giovani desiderano divenire insegnanti.

I dati sui partecipanti ai concorsi per entrare nel mondo dell’insegnamento parlano chiaro.

Tuttavia, la realtà del mestiere intacca poi spesso questa vocazione. E spinge a volersi riconvertire dall’insegnamento…

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Riconvertirsi restando nell’impiego pubblico?

In qualità di insegnante e dipendente pubblico potete:

  1. Provare dei concorsi per evolvere in altre funzioni pubbliche
  2. Chiedere di essere spostati in un settore differente che vi impieghi in modo diverso
  3. Chiedere un’aspettativa per svolgere un’altra attività per un periodo limitato di tempo
  4. Presentare le dimissioni rispetto al posto nel settore pubblico
  5. Richiedere la possibilità di accorpare all’insegnamento scolastico un’altra attività dichiarata

Ragioni per riconvertirsi

Classi tropo numerose, insegnanti assenti mai rimpiazzati, insegnanti aggrediti in territori difficili, sono alcune motivazione per cui un insegnante possa voler convertirsi in qualcos’altro.

Il mestiere di insegnante può diventare usurante.

È forse quello che vi sta accadendo.

Le aspirazioni deluse, la mancanza di potere decisionale, l'atteggiamento di studenti e genitori ... altrettanti motivi per voler cambiare. Il lavoro di insegnante a volte può mettere a dura prova!

Siete insegnante di scuola, laureato e abilitato e volete diventare qualcos’altro.

Forse sentite la necessità di riprogrammarvi e cambiare strada. La vostra vita da insegnante non vi va più a genio e le vostre aspirazioni professionali sono mutate dal primo giorno in cui avevate varcato le soglie della scuola.

Guadagnerò ancora uno stipendio? I miei colleghi cosa potrebbero pensarne? Sono sicuro di me? Sono pronto a lanciarmi in un nuovo impiego?

State sereni: tutti questi interrogativi sono legittimi.

Chi lo dice che al di là del mestiere di insegnante non debba esistere un’altra vita?

Per aiutarvi a fare il punto della situazione, Superprof vi propone una guida per la riconversione professionale dedicata agli insegnanti che desiderano un cambiamento.

Tentare concorsi nell’istruzione

Anche un insegnante può voler progredire senza tuttavia abbandonare il sistema dell’istruzione pubblica.

Siete sufficientemente motivati per reimmergervi nei libri e tentare di avanzare?

Con degli studenti scelti e più volenterosi, arriveranno abbondanti le soddisfazioni. Vedere i propri studenti progredire e e perfezionarsi per i prof privati è gratificante.

In tal caso date un’occhiata agli innumerevoli concorsi, sfruttando la Gazzetta Ufficiale.

  • Concorsi a Preside
  • Incarichi a livello regionale, sempre nell’ambito dell’istruzione
  • Concorsi per posti in biblioteca, a vari livelli
  • Bandi per tutoraggio
  • Vacanze di posti per tecnici ed altri ausiliari dell’educazione.

Potreste anche modificare il vostro livello, insomma, pur restando nello stesso segmento del settore istruzione. I concorsi interni servono a questo.

Fra le altre possibilità ricordiamo quella di cambiare città, scuola e addirittura materia d’insegnamento (passando da matematica a fisica, ad esempio!). Tutto dipende dalla motivazione e dalle reali competenze professionali.

Rimanere nel campo dell’insegnamento pur dimettendosi dall’istruzione pubblica

Sono le condizioni difficili di lavoro che spingono spesso gli insegnanti ad essere scontenti.

Insegnare all’estero

Se le classi sovrappopolate di giovani a tratti apatici inducono, a fronte del magro salario, a disamorarsi rispetto al ruolo, ecco far capolino la possibilità dell’estero.

Gli insegnanti in Italia non godono di buona considerazione e il loro stipendio è basso. Perché non lavorare come insegnante, ma al di là dell’Oceano?

Salari annui indicativi alla scuola primaria nel resto d’Europa al 15° anno di carriera:

  1. Lussemburgo 93,000$,
  2. Germania: 58,000$,
  3. Irlanda: 54,000$,
  4. Paesi Bassi: 52,000$,
  5. Danimarca: 50,000$,
  6. Scozia: 47,000$
  7. Belgio: 45,000$,
  8. Inghilterra: 44,000$.

L’Italia non occupa un posto di rilievo in questa classifica!

L’ideale è ottenere un certificato di frequenza e profitto relativo ad un corso di italiano come lingua straniera presso una facoltà di lingue e letterature straniere.

Sarà allora possibile dare lezioni di italiano all’estero. In Canada questo genere di insegnamento viene pagato da subito oltre 50.000 dollari.

Insegnante privato

2,5 miliardi all’anno! Tanto fruttano le lezioni private.

I genitori insoddisfatti nutrono il mercato. Complici delle classi troppo numerose, in cui i giovani “si perdono”.

L’insegnamento a domicilio diviene fonte primaria di reddito, non salario complementare!

Con Superprof gli insegnanti che fanno sostegno scolastico guadagnano molto più che nel sistema dell’istruzione pubblica:

  • Lezioni di matematica: 21,26€
  • Lezioni di chimica-fisica: 21,21€
  • Lezioni di italiano: 20,89€
  • Lezioni di inglese: 20,82€
  • Lezioni di spagnolo: 19,50€
  • Lezioni di biologia:19,26€
  • Lezioni di filosofia: 22,07€
  • Lezioni di italiano lingua straniera: 21,96€
  • Lezioni di storia-geografia: 20,64€
  • Lezioni di tecnica 21,99€
  • Lezioni di disegno ed arti plastiche: 21,95€
  • Lezioni di economia: 21,26€
  • Lezioni di latino: 23,40€
  • Lezioni di greco: 24,87€

Sono delle medie, certo, ma si può guadagnare fino a 50€/h in base alla disciplina.

Per lavorare in piena legalità converrà aprire una partita iva in quanto lavoratore autonomo.

Le discipline che è possibile insegnare privatamente  sono più di quelle scolastiche. Dall’informatica alle simulazioni d’esame per concorsi.

Potrete insegnare quello che preferite! 

Dimettersi da insegnante e poi?

Se ci si scopre una nuova vocazione si può decidere di dimettersi dal sistema dell’istruzione pubblica.

Ma la decisione è irrevocabile, va ponderata al pari della nuova orientazione professionale desiderata.

Riprendere gli studi e diversificarsi

Partendo dal vostro titolo di studio potrete, validando alcune discipline, aggiungere altre specializzazioni, altri master ed altri diplomi di laurea.

In due anni, al massimo, dovreste riuscire a riorientarvi verso un’altra disciplina che non sia del tutto dissimile dalla vostra base di partenza, ma vi consenta maggior respiro professionale!

Insegnante di italiano in riconversione

I laureati in italiano potranno specializzarsi in settori di ricerca specifici della letteratura ed accedere a percorsi altri dall’insegnamento.

Altri mestieri per letterati:

  • Editore,
  • Libraio,
  • Lettore,
  • Giornalista,
  • Inviato stampa,
  • Documentarista,
  • Conservatore beni in biblioteche e musei,
  • Archivista,
  • Addetto eventi culturali.

L’imbarazzo della scelta, per ex insegnanti di italiano.

Insegnante di lingue straniere

Bilinguismo ed apertura di spirito sono le credenziali migliori al giorno d’oggi, a prescindere dalla lingua specifica.

Infatti un titolo di studio in lingue vive consente di aspirare alle funzioni seguenti:

  • Giornalista,
  • Corrispondente estero,
  • Traduttore,
  • Interprete,
  • Addetto alla comunicazione,
  • Editore,
  • Mestieri del turismo,
  • Affari culturali,
  • Bibliotecario, etc.

Stabilendo i giusti contatti durante il periodo di formazione, la specializzazione in una lingua viva consente di aspirare ad un posto, ad una carriera all’estero.

Da insegnante di matematica a…

Matematica…

I risultati mediocri raggiunti a fatica dagli studenti sconfortano gli insegnanti!

Dove possono riorientarsi i laureati in matematica:

  • Posti di quadro nella modellizzazione matematica,
  • Statistici,
  • R&D,
  • Responsabili equipe di ricerca di grossi gruppi,
  • Responsabili marketing,
  • Responsabili sicurezza informatica,
  • Bancari,
  • Assicuratori,
  • Crittografi,
  • Contabili etc.

I servizi digitali si democratizzano oggi, ecco dove possono trovare riparo i matematici. Siti internet e pagamenti on line necessitano di personale via via più numeroso.

Insegnante di storia e poi..

Posti di spicco nella diplomazia richiedono studi dettagliati di storia e geografia.

Chi è esperto in queste materie non deve rimanere per forza  insegnante di scuola. Altri mestieri collegati a storia-geografia:

  • Documentarista,
  • Esperto di comunicazione,
  • Coordinatore di progetti culturali,
  • Alta politica,
  • Consulente in politica
  • Archivista,
  • Gestione aree urbane,
  • Giornalista politico,
  • Specialista in civilizzazioni straniere,
  • Bibliotecario,
  • Patrimonio culturale,
  • Addetto stampa.

La riconversione per un insegnante di biologia

Specializzandosi in domini come ricerca e sviluppo, agroalimentare, biotecnologia, i laureati in biologia possono realizzarsi in settori che sono in piena espansione.

Mestieri appetibili per biologi che non vogliano più insegnare:

  • Redattore medico,
  • Preparatore,
  • Quadro tecnico commerciale,
  • Data manager,
  • Bio-informatico,
  • Responsabile di progetto in laboratori di ricerca,
  • Assistente,
  • Responsabile test tecnici,
  • Tecnico biologo etc.

In Asia specialmente nascono ogni giorno nuove aziende dedite alla ricerca: con un livello buono di inglese l’ex insegnante di scuola pubblica  potrà integrare dei gruppi internazionali e costruirsi una bella prospettiva di avvenire.

Chimica-fisica, da insegnante a …

Nuovo imbarazzo della scelta!

Gli ospedali, ormai, offrono posti proprio per questi laureati. L’insegnante di fisica-chimica può cambiare mestiere grazie alla diffusione di nuovi insiemi di professioni.

Altre possibilità per laureati in fisica-chimica:

  • Ricercatore in immagine medica,
  • Fisico in medicina,
  • Redattore tecnico,
  • Manipolatore in elettro-radiologia,
  • Dosimetrista,
  • Optronico,
  • Ingegnere in fisica e chimica,
  • Audioprotesista,
  • Editore di libri scientifici,
  • Climatologo,
  • Consigliere in energia,
  • Perito elettronico, etc.

    La vostra esperienza e i vostri titoli di studio vi saranno utilissimi per trovare un lavoro diverso. Perché non diventare tecnico di laboratorio per avvicinare i giovani alla fisica e alla chimica?

Domini eterocliti, l’insegnante di chimica-fisica può lavorare nei trasporti, ambiente, musei.

Altro che classi di studenti!

Cumulo di attività: attenzione

Un dipendente pubblico non esercita generalmente una seconda attività. Tuttavia, nel quadro di una compatibilità accertata rispetto al mestiere di insegnante, è consentito esercitare un secondo lavoro per arrotondare i propri introiti.

Certe professioni, come ad esempio la gestione di patrimonio familiare, il volontariato presso associazioni, l’attività di scrittore non devono essere formalmente autorizzate.

E se deste delle lezioni private per arrivare più sereni a fine mese?

Potete infatti volgervi verso il sostegno scolastico per completare i vostri introiti, dando lezioni private.

Aiutare uno studente in difficoltà a trovare la propria strada grazie alle lezioni private può essere molto gratificante.

Se desiderate lanciarvi nella creazione d’impresa (lezioni private o altro…) contemporaneamente al vostro mestiere di insegnante dovrete richiedere un’autorizzazione, così come per:

  • Lavorare come esperto per un organismo privato
  • Esercitare un’attività agricola
  • Divenire coadiuvante familiare (artigiano, libero professionista, commerciante)
  • Svolgere attività di aiuto domiciliare
  • Lavorare nel settore sportivo come assistente o quadro
  • Dare lezioni private.

Se volete riconvertirvi professionalmente o desiderate solo cambiare aria per un po’, eccovi innumerevoli soluzioni. Dovrete prepararvi con attenta riflessione, tuttavia.

In bocca al lupo, non dimenticate cosa disse un giorno Churchill: « Non v’è nulla di male nel cambiamento, se lo si compie verso una buona direzione! ».

Scoprite finalmente come avviene una riconversione nel privato…

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar
wpDiscuz