Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Superprof la community
1.421.871
di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Superprof la community di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Matematica: un apprendimento essenziale fin dall’asilo

Scritto da Igor, pubblicato il 12/04/2017 Blog > Sostegno scolastico > Matematica > L’Importanza della Scoperta dei Numeri e del Calcolo nei Bambini

La matematica appartiene agli insegnamenti fondamentali dispensati dalla scuola. Già dalla scuola materna i piccoli scoprono i numeri e la numerazione e familiarizzano con la geometria.

A partire dai primi concetti approcciati al tempo della scuola primaria, le nozioni sono approfondite strada facendo, anno dopo anno. Gli alunni imparano a scomporre i numeri, a svolgere le prime operazioni, a conoscere le tabelline e a tracciare le prime figure geometriche.

Alcuni anni dopo, alle scuole medie e alle scuole superiori, studieranno l’aritmetica, le funzioni, la trigonometria, etc.

Questi insegnamenti fondamentali devono essere ben gestiti per ottimizzare les chances di riuscita scolastica dei bambini. Se è vero che alcuni ragazzi o bambini provano delle difficoltà in matematica, è altrettanto vero che esistono molti mezzi per poterli aiutare a superare i loro blocchi nei confronti di algebra e geometria, a capire e ad acquisire le nozioni fondamentali della disciplina.

Facciamo il punto sull’insegnamento della matematica alla scuola materna, e poi alla primaria, con particolare attenzione alla primina e alla prima elementare …

È importante, perché  la matematica ci segue per tutta la vita! Non ci abbandonerà, né noi l’abbandoneremo, una volta finita la scuola ed entrati nel mondo del lavoro. Anzi è proprio a partire dalla vita da giovani o da adulti che la matematica acquisirà tutto il suo valore e si mostrerà a noi in tutte le sue applicazioni quotidiane, da quelle più scontate a quelle apparentemente più remote.

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Obiettivi dell’apprendimento della matematica alla scuola materna

La scuola  dell’infanzia appartiene al ciclo primario dell’istruzione.

La matematica, in particolare, ha come obiettivo quello di costruire i primi strumenti per strutturare il pensiero.

Prima di andare a scuola, tutti i bambini posseggono già  la capacità di distinguere gli ordini di grandezza, anche se non li numerano sin da subito, in modo intuitivo. Alcuni sanno già enumerare le serie di numeri. Il lavoro della scuola materna serve a preparare i piccoli ad entrare alle elementari.

Nei primi anni di vita questo lavoro è già in atto. La fase della stimolazione ha insegnato ai più piccoli i numeri e le forme geometriche.

Le nozioni matematiche scoperte dai giovani allievi alla scuola materna si collegano a due gruppi:

  • La scoperta dei numeri e il loro utilizzo
  • L’esplorazione delle forme, delle grandezze, delle serie organizzate.

Non c'è bisogno di aspettare le scuole elementari per insegnare a contare ai bambini. All’asilo, i bambini scoprono le cifre, le forme e le grandezze!

Mentre  un tempo gli insegnanti erano liberi di scegliere le modalità di insegnamento,  la pedagogia attuale, che nel frattempo è progredita, è specificata. Dev’essere adatta all’età, ai bisogni dei piccoli inferiori ai 6 anni, i quali devono:

  • Imparare giocando,
  • Imparare riflettendo e risolvendo dei problemi,
  • Imparare esercitandosi,
  • Imparare memorizzando e ricordando.

Al termine della scuola materna l’alunno deve avere sviluppato più capacità:

  1. Usare i numeri: valutare e comparare raccolte di oggetti, usare i numeri per indicare la posizione di una persona rispetto alle altre (I, II, …), saper comunicare verbalmente o per iscritto circa la nozione di quantità,
  2. Studiare i numeri: sapere che si ottiene il numero seguente aggiungendo 1 al numero precedente, quantificare gruppi di oggetti almeno fino a 10, e conoscere una serie numerica fino a 30, leggere cifre scritte a numero almeno fino a 10,
  3. Esplorare forme, grandezze e serie organizzate: un primo approccio alla geometria e alla misura, tramite la manipolazione, la descrizione, la comparazione.

Tutte nozioni di base che consentiranno più tardi, ad ognuno,  di gestire i propri soldi con la matematica.

L’insegnamento della matematica e gli obiettivi della scuola primaria

3 alunni su 10 entrano alle medie con gravi lacune in matematica …!

L’assimilazione e l’apprendimento in matematica andrebbero invece curati nel dettaglio, al fine di ottenere una base comune di conoscenze simili tra i coetanei, competenze e cultura da apprendere tra la prima elementare e la terza media.

Numeri e calcoli, grandezze e misure, spazio e geometria: sono i tre gruppi principali di argomenti delle elementari. La prima elementare corrisponde all’apprendimento di importanti nozioni matematiche!

Nel programma di matematica della scuola elementare si trovano:

  • Numeri e calcoli.
  • Grandezze e misure.
  • Spazio e geometria.

L’apprendimento dev’essere progressivo, approfondendo via via quanto introdotto in precedenza. Le lezioni di matematica alle elementari trattano diversi argomenti:

  • Numerazione: i bambini manipolano i numeri, scompongono in unità di numerazione (unità, decine, centinaia …), in funzione di proprietà (doppio, metà), le comparano…
  • Misura: scoperta delle unità di misura, conversioni, misura della durata.
  • Il calcolo: addizione, sottrazione, moltiplicazione, divisione in numeri decimali a due cifre e calcolo a mente.
  • Geometria: proprietà dei poligoni et dei solidi, calcolo di un’area, di un perimetro e di un volume.

Insegnamento e pedagogia adoperata devono chiamare in causa le competenze degli alunni: cercare, rappresentare con modelli, ragionare, calcolare, comunicare.

Per raffrontare all’istante le difficoltà incontrate dai bambini all’inizio dell’anno si effettua un’analisi diagnostica. Gli insegnanti devono proporre un aiuto personalizzato agli alunni in difficoltà, al di fuori delle lezioni scolastiche.

Questo modo di procedere consente l’acquisizione delle fondamenta. Fondamenta che, un giorno, permetteranno di gestire le proprie finanze grazie alla matematica.

I primi conti del bambino: una base per il resto della vita

La matematica è ovunque. In quanto adulti, la nostra relazione con la matematica non terminerà con l’ultimo diploma che prenderemo (che si tratti di scuola superiore o di università). Saremo portati a compiere ragionamenti matematici durante tutta la nostra esistenza.

E’ importante che un bambino assimili le grandi nozioni che costituiranno delle solide basi per il suo percorso a venire.

I primi calcoli realizzati dal bambino costituiscono una tappa – chiave nell’apprendimento della matematica. Al di là della memorizzazione delle tabelline, essi segnalano che il piccolo sa emettere risposte, in numeri, a dati problemi.

Sono i primi calcoli fatti dai bambini che impostano le loro basi più o meno solide per il futuro. Addizione, sottrazione, moltiplicazione: non è sempre semplice fare delle operazioni!

Sapere ciò che viene aggiunto e ciò che viene sottratto, compiere un’addizione o una sottrazione? Un percorso del pensiero che può sembrare facile, ma che invece costituisce un vero avanzamento per i piccoli alunni!

Strutturando una operazione per effettuare un calcolo, il bambino familiarizza con la manipolazione dei numeri. Acquisendo agio e pratica, potrà svolgere dei calcoli in riga semplici. Insomma, applicherà tecniche e svilupperà automatismi per ottenere risultati grazie ad un semplice calcolo mentale o per definire un ordine di grandezza rapidamente.

Per aiutarlo a progredire, occorre che la matematica sia assimilata ad azioni concrete. Il bambino sarà più implicato perché non si tratterà solo di numeri. Egli percepirà un fine nella matematica. Calcolare di per sé non è il fine. È lo strumento per rispondere ad una domanda.

Nulla meglio della pratica, allora!

Scoprite i legami che uniscono sport e matematica!

Strumenti utili per rinforzare le basi nei bambini

Vostro figlio trova qualche difficoltà in matematica? Non lasciate cristallizzare le sue lacune.

Prima di ricorrere ad un insegnante privato,  proponetegli supporti alternativi che gli consentano di percepire la matematica sotto un’altra angolazione.

Col supporto ludico potrà allenarsi giocando!

Libri estivi

I quaderni riempiti di esercizi da svolgere durante i mesi estivi delle vacanze esistono da decenni.

Un bambino motivato e di buona volontà si divertirà a svolgere esercizi per progredire meglio e più velocemente in matematica.

Però, se il bambino prende la cosa come un obbligo, non lavorerà bene e i benefici saranno limitati. È importante allora che il genitore accompagni e partecipi all’apprendimento.

App da scaricare

I bambini le adorano perché molte di queste applicazioni sono concepite come dei giochi!

Se ne trovano molte che risultano create appositamente per consentire al bambino di imparare le tabelline giocando. Il bambino potrà valutare i propri progressi, cosa che lo motiverà. Soprattutto, la cosa non parrà una punizione.  Si tratta di veri e propri giochi con sfide da cogliere, livelli da passare, storie ed universi fantastici…

I bambini di oggi hanno numerosissime possibilità di fare matematica giocando anche in maniera complessa. App, giochi, video… soluzioni per ripassare le lezioni di matematica, divertendosi!

Cartoni animati

Su internet si trovano vari cartoni animati educativi che trattano tutte le nozioni matematiche.

Proporre al bambino tali supporti può permettergli di affrontare la matematica in un modo diverso.

Scoprire un aspetto della matematica che non si capiva, spiegato diversamente e messo in immagini, può far scaturire un avanzamento ed il superamento di una difficoltà.

Giochi di società

Vi piace giocare in famiglia?

Se il vostro piccolino fa fatica ad affrontare la matematica, proponetegli dei giochi da tavola. Ne esistono molti, adattati secondo le età.

Sviluppare la logica, apprendere il calcolo, accrescere le proprie capacità di ragionamento… Con i giochi in famiglia, il bambino non si sente isolato, ma sostenuto. Si diverte insieme ai famigliari e, senza nemmeno rendersene conto, progredisce in maniera efficace.

Oltre a questi suggerimenti per accompagnare vostro figlio nell’apprendimento della matematica, è ovvio che potrete anche tentare di fare entrare la matematica nella nella sua e nella vostra vita di tutti i giorni. Naturalmente, senza pressione, mostrategli che nella vita corrente la matematica serve.

Ad esempio, siete in cucina con vostro figlio e state preparando un dolce? Quale migliore occasione per praticare la matematica e dare un senso per vostro figlio a tutta la teoria euclidea che ha sentito fino a quel momento? State bene attenti:

  • Un bicchiere contiene 100 g di farina, ma a me ne servono 250 g per la mia ricetta. Quanti bicchieri di farina dovremo mettere nel nostro impasto?
  • Metto la torta in forno a 150 gradi per une durata di 25 minuti. A che ora sarà pronta?

Se ci si pensa bene, ci sono numerosi trucchi per riconciliare un bambino con la disciplina di Euclide. E ne vale la pena. Possedere le conoscenze di base alla scuola primaria faciliterà il successo scolastico sul lungo periodo.

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (Vota per primo)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar
wpDiscuz