Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Come mettere in evidenza la padronanza della lingua di Molière per trovare lavoro?

Scritto da Francesca, pubblicato il 17/07/2017 Blog > Uncategorized > Francese > Servirsi del Francese per Trovare un Impiego!

Padroneggiare perfettamente il francese, anche se non è la nostra prima lingua, non è per tutti…

Il francese è una materia studiata in moltissimi istituti superiori in Italia, non soltanto nei licei linguistici. Questa lingua fa parte anche del programma di numerose scuole elementari e medie. Nella regione a statuto speciale della Val D’Aosta, il francese è la seconda lingua ufficiale ed è quindi parlata e studiata da tutti gli abitanti.

Secondo l’Organizzazione internazionale della Francofonia, la lingua di Molière è parlata da quasi 275 milioni di francofoni nel mondo.

Dalla Francia al Quebec, passando per l’Algeria e il Madagascar, il francese è la quinta lingua più parlata al mondo, con ben 29 paesi francofoni.

Sebbene l’inglese sia la lingua più utilizzata a livello commerciale e lavorativo nel mondo, la conoscenza del francese può darti sicuramente un vantaggio in più. In questo articolo, affronteremo quindi la questione: La padronanza del francese può aiutarmi a trovare un lavoro?

Come posso mettere in evidenza le mie competenze in francese per distinguermi dagli altri candidati? Una buona padronanza della lingua di Molière può essermi utile per trovare un nuovo lavoro?

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Le probabilità di un candidato di ottenere un lavoro con un livello basso di francese

Tra le 6.000 lingue parlate in tutto il mondo, il francese è una delle 10 più difficili da padroneggiare, sia oralmente sia dal punto di vista scritto. Molte difficoltà ortografiche e grammaticali sono riscontrate anche da molti madrelingua.

Imparare il francese è complicato e la riforma ortografica del 2016 non ha cambiato nulla.

Lingua romanza derivante dal latino, il francese che conosciamo oggi si è formato nel corso dei secoli con passaggi per il francese antico e poi con il francese medio.

Le tue competenze in francese saranno valutate dai reclutatori! Grammatica, sintassi, coniugazioni…I reclutatori valuteranno anche le tue competenze in francese!

Dal 1635, è la celebre Accademia di Francia, fondata dal Cardinal Richelieu, che stabilisce e impone (oggi) gli standard del vocabolario e della grammatica francese.

Il suo obiettivo: promuovere la diversità culturale della lingua francese.

Attributi, avverbi, verbi riflessivi, più che perfetto, futuro, participio passato, pronomi relativi, ausiliare essere o avere, verbi transitivi, complemento oggetto, preposizioni, figure stilistiche…

Tantissimi concetti grammaticali e lessicali complessi da imparare e da utilizzare anche da parte dei francesi stessi!

Questa complessità rende il francese una lingua difficile da conoscere alla perfezione.

Errori di ortografia, mancanza di vocaboli, pessima coniugazione, abuso del linguaggio da SMS, ecc. Tanti piccoli difetti che devono essere corretti, se sei alla ricerca di un lavoro in un’azienda francofona!

In effetti, il minimo errore ortografico presente su un curriculum o una lettera di presentazione può indurre un’azienda a scartare subito un candidato, anche se possiede le competenze giuste per svolgere la mansione richiesta.

Come dipendente, tu sei la prima vetrina dell’azienda.

Se i messaggi di posta elettronica e la tua corrispondenza sono pieni di errori, l’immagine dell’azienda potrebbe risentirne…

Avere una scarsa conoscenza del francese potrebbe chiuderti alcune porte dal punto di vista professionale. 

Se credi di non disporre di sufficienti competenze in francese, perché non ti rivolgi direttamente a un insegnante privato?

La lingua francese per mettere in risalto il proprio CV

In che modo possedere competenze nella lingua di Victor Hugo può far risaltare il mio CV rispetto a quello di altri candidati?

Sappiamo tutti che, quando si cerca un lavoro, è importante lavorare sul proprio curriculum, tanto nella forma quanto nel contenuto.

Per distinguerti dagli altri candidati, devi puntare sull’originalità. Il tuo curriculum dovrebbe risaltare, ma attenzione a non esagerare.

Evita gli errori stilistici (tipi diversi di carattere, troppo colore, abuso del grassetto e corsivo, ecc).

Più che la forma, sarà il contenuto del tuo curriculum ad aprirti le porte del tanto atteso colloquio.

È in questo momento che la tua perfetta padronanza della lingua francese potrà fare la differenza!

Attenzione agli errori di ortografia, sintassi, punteggiatura e, ovviamente, anche alle cancellature!

Dal tuo cv si possono capire tante cose, anche la tua professionalità! Un curriculum ben presentato è indice di professionalità e disciplina!

Per rendere più interessante il tuo cv, segui questi 9 consigli.

Vediamo come mettere in evidenza le tue abilità attraverso la padronanza della lingua francese:

  1. All’inizio del documento, cerca di presentarti al meglio, con un vocabolario ricco, una sintassi impeccabile e nessun errore di ortografia.
  2. La grammatica e le coniugazioni francesi non hanno alcun segreto per te: dimostralo!
  3. Hai conseguito il Certificat Voltaire (l’unico titolo che può attestare il livello di ortografia francese di una persona), ottenendo un ottimo punteggio? Non dimenticare di scriverlo! Il risultato di questo certificato è una garanzia di competenza nell’uso del francese a livello professionale e letterario.
  4. Il francese non è la tua lingua principale, ma hai seguito dei corsi certificati all’Alliance Française, hai ottenuto il DALF o il DELF? Non esitare a inserire queste informazioni nel tuo cv!

Saper convincere con alcune frasi ben costruite nella lettera motivazionale

Diamo spazio alla tanto temuta ma indispensabile lettera motivazionale!

È proprio in questo esercizio di stile che dovrai mostrare il tuo talento. Nel giro di poche frasi, dovrai convincere il responsabile delle risorse umane a vederti per un colloquio.

Dimentica le “lettere standard”, che in genere non suscitano alcun interesse nei selezionatori.

In qualità di esperto della lingua francese, sarai in grado di destreggiarti tra le parole e le costruzioni sintattiche per rendere ancora più interessante la tua lettera.

La lettera di presentazione può arricchire il tuo cv e aiutarti a distinguerti.

Come un poeta, uno scrittore o un romanziere, devi arricchire le tue frasi e, naturalmente, evitare le ripetizioni e i giri di parole troppo pesanti.

Per scrivere un'ottima lettera motivazionale, serviti anche del dizionario dei sinonimi e dei contrari! Non esitare a servirti di un dizionario dei sinonimi e dei contrari e del controllo ortografico per scrivere un’impeccabile lettera motivazionale!

Per fare questo:

  • Varia i pronomi: la lingua francese è molto ricca a questo livello con i pronomi personali (a, y, en), relativi e dimostrativi (celle-ci, ceux-là).
  • Modifica la costruzione delle frasi.
  • Utilizza i sinonimi giusti per rendere più sopportabili le tue frasi (quand-lorsque, accord-entente, ecc).
  • Evita le ripetizioni degli avverbi che contribuiscono ad appesantire lo stile delle frasi.

L’obiettivo è quello di trovare la parola giusta, il termine esatto con un vocabolario più ampio.

Seguire diligentemente le lezioni di francese ti permetterà di trovare più facilmente un posto di lavoro in futuro!

Sfruttare la lingua francese in occasione di un colloquio!

Il tuo curriculum e la tua lettera motivazionale hanno fatto colpo. Sei stato contattato per un colloquio di lavoro!

Per completare questo passaggio finale prima di ottenere il posto, è necessaria un po’ di preparazione.

Naturalmente, devi raccogliere tutte le informazioni utili sull’azienda in questione per mostrare il tuo interesse.

Inoltre, preparati a rispondere ad alcune possibili domande, per evitare di rimanere senza parole in sede di colloquio (e veder sfumare le tue possibilità di assunzione).

È qui che le tue conoscenze linguistiche faranno la differenza!

A differenza del momento in cui hai preparato la tua lettera di presentazione, durante il colloquio non avrai nessuno strumento a tua disposizione (thesaurus, controllo ortografico, ecc).

Il colloquio orale è stressante per molte persone, quindi è possibile che tu, senza rendertene conto, incorra in ripetizioni o in altri “errori”.

Non tutti siamo uguali quando dobbiamo comunicare oralmente durante un colloquio o una presentazione.

Eppure il francese è un vero e proprio strumento di marketing!

Per avere tutte le probabilità dalla tua parte, ecco un elenco delle frasi che dovresti assolutamente evitare in sede di colloquio. Tra pleonasmi, falsi amici dell’italiano e neologismi, la lista è lunga:

  • Au jour d’aujourd’hui: sì, è un’espressione (troppo) pesante.
  • Un forum de discussion: un forum è per definizione un luogo di discussione.
  • Une heure de temps: un’ora di che cosa? Sale? Sabbia?
  • Rentrer à l’intérieur: sarebbe complicato farlo all’esterno, no?
  • Une opportunité à saisir: per definizione, un’opportunità è già qualcosa da cogliere.
  • Le but recherché: se sei ancora alla ricerca di un obiettivo, non sei vicino al raggiungimento.
  • S’avérer vrai: s’averer significa mostrarsi per quello che si è.
  • Malgré que: pesante e ingombrante.
  • De façon à ce que: sentito e risentito mille volte.
  • Par contre: questa espressione non è del tutto falsa, ma viene spesso utilizzata in maniera errata. I puristi del francese preferiscono in genere “en revanche“.
  • ça fait: attenzione, potresti fare un sacco di danni agli accademici francesi…

Queste espressioni che sentiamo ogni giorno attraverso i discorsi, alla radio e in televisione, possono sembrare banali e corrette, ma non sono consigliabili per esprimersi chiaramente.

Anche saper parlare è una dote importantissima per chi cerca lavoro! Bisogna cercare di essere convincenti, sia nello scritto che nell’orale, per avere più possibilità di trovare un lavoro!

Parlare francese va bene, ma esprimersi correttamente è ancora meglio!

Tutte queste espressioni sarebbero da evitare, per non far rabbrividire i tuoi interlocutori. Ricordati che la tua lettera motivazionale e il tuo CV dovranno mostrare la tua padronanza della lingua francese!

In un’epoca in cui i selezionatori favoriscono la padronanza di diverse lingue da parte dei candidati, saper parlare bene il francese può aiutarti a ottenere un buon successo dal punto di vista professionale. 

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *