Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

La guida per insegnare la lingua di Joyce

Scritto da Catia, pubblicato il 30/06/2017 Blog > Lingue straniere > Inglese > Come si Diventa Insegnanti d’Inglese?

L’insegnamento non è un semplice mestiere. E’ una vera vocazione!

Ti starai facendo delle domande sul tuo futuro…e stai pensando seriamente di diventare un insegnante.

La materia che vuoi insegnare è quella per cui sei più portato… le lingue e in particolare, l’inglese!

Se è così, allora vediamo più da vicino quali sono le motivazioni che muovono gli aspiranti insegnanti, come si diventa insegnanti e tutta la ricchezza che porta questo mestiere fuori dal comune.

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Perché diventare insegnante d’inglese?

Ci sono molti buoni motivi che spingono giovani e meno giovani a insegnare la lingua di Shakespeare.

Innanzitutto, c’è il desiderio di condividere le proprie conoscenze.

Tradidi quod accepi o trasmettere quello che si è ricevuto potrebbe essere il motto di tutti i genitori, ma lo è ancor di più per gli insegnanti.

Insegnare inglese a scuola è n grande contributo alla costruzione di un futuro migliore per i bambini. L’istruzione è l’arma più potente al mondo!

L’intero sistema della pubblica istruzione si regge su questa forma d’altruismo. In effetti, senza l’impegno di chi consacra la propria vita ad insegnare ai professionisti di domani, il mondo brancolerebbe nell’ignoranza pura…

Un insegnante, nel suo piccolo, è la maglia di una catena estremamente lunga che attraversa i secoli e che da a tutti i bambini le conoscenze indispensabili per diventare adulti, esprimersi liberamente e sviluppare uno spirito critico.

Prima di poter insegnare è ovvio che bisogna imparare. Non si può inventare l’inglese, ci deve essere una conoscenza impeccabile della lingua.

Quello che si può fare è trovare dei supporti per le proprie lezioni d’inglese usando le più moderne metodologie ludiche o accademiche, se si preferisce, a seconda del contesto.

Un altro motivo per imparare l’inglese è la grande richiesta per questa lingua internazionale.

E’ ormai impensabile non conoscere l’inglese. Sempre più datori di lavoro richiedono delle certificazioni per la conoscenza della lingua inglese come il TOEIC.

Molti altri, usano i fondi dedicati alla formazione nelle imprese per aggiornare le competenze linguistiche dei propri impiegati.

Ogni anno vengono formati diversi insegnanti d’inglese da essere impiegati nella scuola pubblica.

Si può coniugare il proprio amore per l’inglese con il desiderio di condividere le proprie conoscenze con la certezza di un lavoro e dei vantaggi della funzione pubblica.

Un posto stabile, un’entrata fissa, una pensione garantita per il futuro.

Ma se il percorso nel pubblico è troppo accidentato, c’è sempre un mondo privato che chiede a gran voce degli ottimi insegnanti d’inglese.

Quanti ragazzi usciti da scuola vanno nelle scuole di lingua per approfondire la conoscenza dell’inglese, prepararsi a superare un esame di lingua, colmare le lacune in letteratura e passare l’anno scolastico?

Gli studenti non sono solo ragazzi ma anche bambini, anche in fasce, anziani che imparano per piacere, professionisti che vogliono un avanzamento di carriera.

La figura dell’insegnante d’inglese è sempre più richiesta e per fare questo mestiere al meglio bisogna essere preparati.

Quale formazione per diventare insegnanti d’inglese?

Il requisito principale per insegnare la lingua di Shakespeare è ovvio, ma tanto vale ribadirlo: bisogna conoscere la lingua inglese!

Un altro prerequisito fondamentale è la passione per l’insegnamento!

Detto questo, le strade sono diverse a seconda che si decida di insegnare per le scuole dell’obbligo (pubbliche o private), per centri di formazione privati o in maniera autonoma.

Requisiti per insegnare nella scuola pubblica

Per insegnare inglese nella scuola primaria bisogna essere laureati in Scienze dell’educazione oppure avere un diploma in materie psico-pedagogiche ottenuto prima del 2002.

Il percorso per diventare insegnante d'inglese a scuola è molto lungo. Preparati a molti test prima di insegnare inglese nella scuola pubblica!

In linea teorica il maestro della scuola primaria deve:

  • aver dato un esame di lingua all’università
  • avere un attestato di conoscenza della lingua pari ad almeno un B2
  • in alternativa deve dimostrarsi pronto a seguire corsi di aggiornamento per acquisire le competenze linguistiche mancanti.

Alle medie e al liceo i requisiti per gli insegnanti d’inglese cambiano:

In questo ciclo di studi ci possono togliere maggiori soddisfazioni sul programma scolastico d’inglese che include anche la letteratura anglosassone.

Per superare il concorso, che partirà dal 2018 con le nuove regole, bisogna essere molto preparati perché le competenze linguistiche e pedagogiche verranno testate con due prove scritte e una orale.

Requisiti per insegnare inglese all’università

I docenti universitari seguono un percorso ancora più lungo fatto di studi e ricerche.

Per diventare docente universitario, infatti, servono:

  • Laurea magistrale
  • Dottorato di ricerca
  • Pubblicazione di studi in materia di inglese

Punteggi aggiuntivi vengono dalla partecipazione a convegni e progetti finanziati da bandi pubblici.

I madrelingua (per vissuto o studi) possono diventare Collaboratori Esperto Linguistico. I requisiti sono specificati dai bandi ma in genere includono:

  • Laurea magistrale
  • Esperienza nell’insegnamento

Requisiti per insegnare inglese nelle scuole di lingua

Se miri alle scuole di lingua private, l’elemento più richiesto non è tanto la laurea quanto una certificazione internazionale per insegnare l’inglese come lingua straniera.

I certificati più richiesti in Italia sono:

  • CELTA, della Cambridge University
  • Cert-TESOL del Trinity College

Di solito si tratta di almeno 100 ore di corso, con 20 ore di lezione pratica, dove si approfondiscono le metodologie per l’insegnamento di una lingua straniera.

Dato che questi corsi hanno un costo (circa 2000€), devi essere assolutamente convinto di voler fare questo investimento.

Le scuole di lingua poi, offrono poche garanzie sulla stabilità del lavoro, da una parte, e dall’altra ti lasciano poca libertà sulla scelta del materiale.

Requisiti per insegnare inglese a domicilio

Se ami la libertà preferirai lavorare come insegnante autonomo e dare lezioni private.

In questo caso nessuno ti richiede una laurea, o un concorso, o un certificato ad hoc.

Puoi anche essere un autodidatta, una persona che ha vissuto all’estero per molti anni e avere una conoscenza tale dell’inglese che puoi davvero fare la differenza con i tuoi studenti.

Puoi dare lezioni private per avere un guadagno extra, senza lasciare la tua occupazione principale o i tuoi studi universitari.

Come si acquisisce la lingua inglese nel sistema pubblico italiano?

L’insegnamento dell’inglese nella scuola pubblica

Che l’inglese sia una delle conoscenze fondamentali sembra un dato acquisito anche nella scuola pubblica italiana.

Servono insegnanti d'inglese che sappiano coinvolgere i bambini delle elementari. L’inglese si insegna fin dalla scuola primaria!

Il problema è che l’Italia è sempre agli ultimi posti in Europa per la conoscenza delle lingue, nonostante gli sforzi di dare più spazio all’inglese.

L’insegnamento dell’inglese nella scuola primaria

Dal 1990 è obbligatorio per gli scolari italiani imparare inglese dalle elementari. Si comincia con 1 ora a settimana in prima, per finire con 3 ore a settimana in quinta elementare.

Anche nelle prove INVALSI, che hanno sostituito i vecchi esami di quinta, è obbligatoria la prova d’inglese.

Nel corso degli anni però la qualità dell’insegnamento alle elementari non è aumentata, anzi, si teme l’opposto.

Se prima l’insegnante d’inglese era un docente specializzato, dopo la riforma della scuola del 2008 è il maestro unico a dover insegnare l’inglese, facendo dei corsi di formazione ad hoc.

L’insegnamento dell’inglese nella scuola secondaria

Le scuole medie, invece, sembrano il paradiso del plurilinguismo perché oltre all’inglese viene insegnata anche un’altra lingua a scelta tra spagnolo, francese e tedesco.

Nonostante le buone intenzioni, ci sono sempre dubbi sulla qualità dell’insegnamento, e sull’opportunità di insegnare una seconda lingua straniera, che poi si perde al liceo.

Nelle scuole superiori di II grado, infatti, torna l’inglese come unica lingua straniera, ma dato il numero di studenti che chiede lezioni private (almeno un terzo degli scolari), sembra che neanche in questo stadio sia sufficiente.

Il Content and Language Integrated Learning (CLIL)

Una boccata di internazionalità arriva con il metodo CLIL, ovvero l’insegnamento di una materia scolastica fatto direttamente in inglese.

L’idea è ottima, parlare in inglese di geografia o matematica dovrebbe formare dei ragazzi sempre più preparati ad approfondire lo studio di alcune materie anche all’estero.

Il punto è che per poter applicare il CLIL l’insegnante deve avere una conoscenza avanzata della lingua inglese e superare un percorso di formazione specifico (dopo la laurea magistrale).

Il livello C1 può essere certificato con il Cambridge Advanced English (CAE), un esame molto tecnico e difficile anche per i madrelingua inglese.

Prospettive di lavoro con l’inglese

L’inglese è quindi sempre più centrale nell’insegnamento. Purtroppo la scuola di fatto non riesce a dare le competenze linguistiche che vengono richieste dal mondo del lavoro.

Per avere maggiori possibilità di lavoro è necessario conoscere l'inglese. L’inglese è un investimento, non un costo per la collettività!

Questo, per un insegnante d’inglese, significa che ci sono molte possibilità di lavoro non solo nel pubblico, ma anche nel privato.

Insegnare all’estero

Se vuoi approfondire le tue conoscenze puoi fare un’esperienza di insegnamento all’estero. Magari potresti insegnare l’italiano come lingua straniera in un paese anglofono.

Per te quest’esperienza avrebbe due grandi vantaggi:

  • apprendere le metodologie per l’insegnamento
  • approfondire la conoscenza dell’inglese

Dare lezioni private

S poi vuoi usare tutto quello che hai appreso per dare delle lezioni private, non farai fatica a trovare degli studenti.

Su Superprof la tariffa media di un’ora id inglese è di 17€. Considera però, che sei tu a decidere in libertà quanto vale il tuo lavoro.

Più titoli hai, più esperienza hai accumulato e più innovativo è il tuo approccio più ti farai apprezzare dagli studenti e più cresceranno le tue entrate.

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *