La rivista che ama gli insegnanti, gli allievi, le lezioni private e la condivisione delle conoscenze.

Il metodo per capire quante energie dedicare all’apprendimento della  scienza dei numeri

Par Alessandro le 21/10/2016 Blog > Sostegno scolastico > Matematica > Quanto Tempo ci Vuole per Diventare Bravi in Matematica?
Table des matières

Diventare bravi in matematica è il sogno e l’obiettivo di molti allievi, sia di quelli che scelgono percorsi educativi scientifici che di quelli che desiderano semplicemente capire la materia.

Tuttavia, dobbiamo essere d’accordo su un punto: non percepiamo tutti lo stesso livello di difficoltà nel fare matematica.

Alcuni di noi sono più a loro agio con l’algebra, altri con la geometria, altri ancora con le probabilità. E ci sono anche quelli che non riescono a mettere in fila due numeri con un senso logico.

Non si può negare che ognuno dispone di attitudini differenti di fronte alla scienza dei numeri, ma queste non sono tutto. Avere un metodo fa la vera differenza.

Quanto tempo ci vuole, dunque, per migliorare in matematica?

Una questione di tempo soggettiva

Valutare il numero di lezioni di matematica necessarie per capire la materia è una questione soggettiva: alcuni avranno bisogno solo di alcune sessioni, per rinforzare le loro conoscenze o per colmare delle lacune precise, mentre altri avranno sicuramente bisogno di essere seguiti durante tutto l’anno scolastico per rimanere al passo.

Quanti corsi di matematica bisogna fare per diventare bravi? Il tempo da dedicare alla matematica è una questione soggettiva.

Se ti trovi all’interno di un percorso accademico (le elementari, le medie, il liceo, l’università, ecc.), il numero di lezioni di matematica è già fissato dal programma che seguirai.

Se vuoi seguire dei corsi privati in matematica, tutto dipenderà dal tuo livello e dalle tue esigenze: l’insegnante indipendente viene a casa tua e, nel primo incontro, valuta le tue lacune, le tue necessità, le tue aspettative: devi preparare un esame? Approfondire un capitolo prima di un’interrogazione? Ci sono nozioni che dovresti rivedere completamente?.

Accordandosi coi genitori, se l’allievo è minorenne, o direttamente con questo, l’insegnante proporrà il numero ideale di lezioni da seguire in un determinato periodo.

Una cosa è certa: la regolarità è molto importante. Per imparare bene e assimilare i vari concetti di matematica, il tuo cervello deve allenarsi ogni giorno, e devi rileggere, decifrare, memorizzare ogni due giorni.

Impara soprattutto un buon metodo

Come accennato, diventare bravi in matematica non è per forza una questione di capacità, ma dipende anche da un buon metodo di studio.

Come valorizzare il tempo passato a studiare la matematica? Il metodo: un elemento fondamentale per il successo!

Se sei un tipo disorganizzato, anche il tuo modo di ragionare lo sarà e non riuscirai a fare granché con le formule che hai davanti.

Ecco alcuni trucchi e consigli per diventare un bravo allievo in matematica.

Non imparare tutto, ma capisci tutto

Può sembrare paradossale, ma in matematica è inutile imparare tutto a memoria se non sai né come, né perché stai facendo qualcosa.

Siccome imparerai decine di formule, non ti serviranno a niente se non saprai come applicarle.

Avere successo in matematica significa prima di tutto essere in grado di spiegare i propri ragionamenti.

Prova a capire da cosa nasce un certo processo matematico, a cosa serve e come funziona.

Solo allora scoprirai che è 10 volte più facile capire il meccanismo così, che semplicemente imparandolo a memoria.

Imparare e capire la matematica significa appropriarsi della materia.

Per questo, quando fai gli esercizi, non proseguire finché non hai capito bene quello che stai facendo e non hai assimilato bene le nozioni.

Se fai degli errori, ripassa la teoria, cerca di capirla a fondo e fai altri esercizi.

Non guardare la soluzione

Sicuramente sarai tentato, ma è fondamentale non guardare mai la soluzione degli esercizi.

Resisti alla tentazione di vedere la soluzione dell'esercizio! A volte faremmo di tutto per sapere la soluzione di un esercizio!

Affrontare il problema usando la propria testa resta il modo migliore per ricordare e capire.

Resisti alla tentazione di cercare la soluzione finché non hai raggiunto questo obiettivo, quella piccola scintilla che ti permettere di risolvere qualsiasi esercizio di matematica.

Acquisisci nuove abitudini

Impara a non distrarti e focalizzati sempre su ciò che devi fare.

Il tuo cervello deve arrivare a pensare solo « matematica« .

Elimina ogni fonte di distrazione, come lo smartphone.

Poi, prendi l’abitudine di seguire la lezione con attenzione dall’inizio alla fine e avrai fatto già più della metà del percorso.

Come essere più concentrati quando si fa matematica? Datti delle regole nello studio della matematica!

Tieni sempre a portata di mano tutto il materiale necessario: libri, quaderni, righelli, matite, calcolatrici.

È una di quelle regole semplici da seguire, ma tassative per riuscire a fare bene la matematica.

Esercitati sempre

Come già detto, devi studiare assiduamente fino ad assimilare tutto il corso.

La presenza in classe non basta quando si è studenti e, che tu vada a scuola o segua dei corsi serali o per adulti, è indispensabile continuare lo studio a casa.

Non esiste nulla di meglio della pratica, è l’unico modo per arrivare a ottenere una perfetta confidenza con la disciplina.

Quando sei in classe o col tuo insegnante privato, fai attenzione alle correzioni e non esitare a chiedere spiegazioni aggiuntive.

Poni sempre domande

Forse più che in qualsiasi altra materia, in matematica dimostrati curioso.

Non appena hai un dubbio, lascia spazio alla mente e poni domande.

Magari la spiegazione che ti fornisce una persona è più chiara di quella di un’altra, o di un libro.

Se sei in grado di identificare le tue lacune, sarà più facile risolverle e progredire.

Impara a leggere gli enunciati

Spesso, gli enunciati contengono già elementi della risposta, o almeno degli indizi che ti aiuteranno ad articolare il ragionamento in modo logico e costruttivo.

Non saltare la lettura dell’enunciato: fai una lettura generale di ciò che ti si chiede, scopri il numero di esercizi che il problema prevede, il tempo da passare su ognuno di questi e segnati quelli con cui ti senti più a tuo agio.

Fai attenzione a ogni parola dell'enunciato. Capire correttamente l’enunciato è una premessa indispensabile per arrivare alla soluzione!

Alcuni preferiranno gli esercizi più semplici per iniziare, mentre altri preferiranno quelli più complessi. Sta a te decidere la tua strategia secondo il tuo livello di gestione dello stress.

Poi, fai una lettura dettagliata e leggi attentamente ogni parola dell’enunciato.

Questo ti permetterà di capire l’argomento, di imprimere nella mente il problema ed evitare errori di comprensione, oltre che di ricordare ogni parte dell’esercizio.

Saper leggere un enunciato non è come leggere un libro: sii metodico nella lettura e farai la differenza rispetto agli altri allievi.

Si parla di lettura attiva dell’enunciato quando insieme alla lettura si fa il punto sulle conoscenze e sulle formule ad esso legate.

Impara a usare dei buoni strumenti col tuo insegnante di matematica

Il tuo insegnante è lì per guidarti nel percorso. Oltre a fornirti un vero programma pedagogico, ti dà alcuni strumenti per risolvere al meglio i tuoi esercizi.

Fatti aiutare da un insegnante privato in matematica. Fai tesoro di quanto ti dice l’insegnante di matematica!

Oggi, esiste una vasta gamma di strumenti tra supporti fisici e online che possono aiutarti in matematica. Non esitare a utilizzarli:

  • I video concepiti dagli insegnanti desiderosi di trasmettere la loro passione
  • Gli esercizi di matematica online, i quiz, i questionari
  • Gli esercizi di matematica corretti: per perfezionare le tue conoscenze
  • La tecnica delle schede: impossibile diventare bravi se non si conoscono tutte le nozioni spiegate durante il corso. Crea un sistema di schede che riassumono ogni concetto, ogni capitolo a grandi linee, ogni formula e teorema e qualche esempio. Questi ripassi ti aiuteranno a ricordare più rapidamente e in modo permanente ciò che hai imparato

Impara a evitare gli errori ricorrenti in matematica

Non sempre basta seguire corsi per migliorare in matematica, bisogna anche stare attenti a non fare troppi errori, tanto nel metodo che nell’approccio da adottare davanti a un problema.

  • Credere che l’intelligenza basti: da una parte è una presunzione, dall’altra il tuo cervello ha bisogno di varie conoscenze. Hai bisogno di acquisire i metodi per avere tutti gli strumenti necessari a ragionare efficacemente
  • Seguire male il corso: la matematica richiede un’ottima conoscenza dei concetti detti a lezione, ma anche la loro piena comprensione. Non saltare le lezioni, è molto importante per la tua formazione. Utilizzale sempre come un supporto, una scatola degli attrezzi per quando usi i vari teoremi
  • Lavora su degli esercizi non ancora corretti. Utilizza invece quelli corretti per seguire i tuoi progressi, per verificare i tuoi errori e comprenderli, e per scoprire quale metodo è stato utilizzato per risolvere l’esercizio specifico
  • Aspettare che l’insegnante stabilisca una verifica per metterti a studiare: il tuo cervello non avrà mai il tempo di digerire tutte le informazioni in un colpo solo. Studia con regolarità e inizia con l’acquisire gli automatismi necessari a progredire velocemente
  • Contare unicamente sulla calcolatrice per fare gli esercizi al proprio posto: la calcolatrice non è che uno strumento, un supporto alle tue conoscenze. I risultati che ti darà dipendono dal modo in cui svolgi il compito. Quindi, è preferibile conoscere bene le regole basilari del calcolo a mente. E certamente, saper calcolare con velocità!

Un numero di corsi di matematica da adattare a seconda di ogni studente

Non tutti gli allievi hanno il genio di Albert Einstein, ognuno ha le proprie caratteristiche.

A partire da tutti gli esempi detti, si capisce facilmente che non esiste un numero preciso di corsi di matematica da seguire, dipende tutto dall’allievo, dal suo livello e dalle sue lacune, ma soprattutto dalla sua motivazione e ambizione.

L’importante è la regolarità, la costanza nello studio. Solo così diventerai bravo in matematica.

Nos précédents lecteurs ont apprécié cet article

Cet article vous a-t-il apporté les informations que vous cherchiez ?

Aucune information ? Sérieusement ?Ok, nous tacherons de faire mieux pour le prochainLa moyenne, ouf ! Pas mieux ?Merci. Posez vos questions dans les commentaires.Un plaisir de vous aider ! :) (moyenne de 5,00 sur 5 pour 1 votes)
Loading...
Alessandro
Appassionato di storytelling, mi piace raccontare scrivendo, disegnando e traducendo.

Commentez cet article

avatar
wpDiscuz