Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Superprof la community
1.421.871
di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Superprof la community di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Il numero di ore di insegnamento per parlare la lingua di Oscar Wilde?

Scritto da Igor, pubblicato il 28/02/2017 Blog > Lingue straniere > Inglese > È Lungo Imparare l’Inglese Con un Insegnante Privato?

Le lezioni private a domicilio rappresentano una delle soluzioni più efficaci per imparare l’inglese.

Ma, in effetti, quante ore di lezione occorrono per riuscire a parlare bene l’inglese?

Ecco alcuni elementi di risposta.

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Lezioni private di lingua inglese: i vantaggi

Vi sono diversi metodi che puoi seguire per imparare la lingua inglese. Fra questi, sicuramente andare a lezioni private d’inglese è il più “proficuo”. A condizione che tu scelga un insegnante di qualità (vedi più sotto), puoi imparare davvero velocemente con le lezioni private.

Ecco i vantaggi principali delle lezioni private per imparare l’inglese:

  • Lavori faccia a faccia con un insegnante che si occupa solo di un allievo. È la garanzia di un insegnamento individualizzato adattato al livello dello studente, alla sua maniera di apprendere, etc. L’insegnante si adegua al ritmo di avanzamento dello studente (tu stesso) e può rispondere a tutte le tue domande. Non sarai mai sopraffatto dallo sforzo, visto che il lavoro è pensato su misura per te. Questo aspetto della “commisurazione” è ideale per chi desidera prendere lezioni private d’inglese in vista di un traguardo ben preciso. I costi di un corso privato della lingua di Shakespeare variano in funzione dell’esperienza dell’insegnante.
  • Si può lavorare sui punti deboli e le lacune. Individuare le debolezze e sviscerarle è il miglior modo per progredire. Purtroppo, non è sempre possibile quando si opta per delle lezioni di gruppo, dove si sommano diversi livelli di conoscenza della lingua straniera e altrettanto diversi tipi di dubbi.
  • L’insegnante può adattare l’insegnamento in funzione dei tuoi gusti, delle tue passioni. Per esempio, se sei un fan sfegatato di musica anglofona, potrai ricorrere all’ascolto delle canzoni con particolare attenzione ai testi, per farti lavorare in inglese. Se ci si impegna su cose che piacciono si è maggiormente motivati e si apprende velocemente.
  • L’insegnante c’è anche per correggere gli esercizi (quelli che ti darà lui stesso, ma anche quelli che devi fare per la scuola o il liceo) e soprattutto illustrare le correzioni. Le spiegazioni ed i commenti sulla correzione, in effetti, contano molto spesso più della correzione stessa.
  • Un insegnante privato dev’essere capace di motivare gli allievi, tirando su il loro morale, quando occorre. Concretamente, tenderai a lavorare molto più volentieri quando percepirai la presenza di un insegnante attento a controllare tutto il lavoro sottostante.

Con le lezioni private puoi avere un programma personalizzato, lavorare specificamente sulla pronuncia e migliorare i tuoi difetti. Solo vantaggi a seguire delle lezioni private di inglese!

  • Avere un insegnante privato d’inglese permette di preparare bene l’orale lavorando sulla pronuncia. Quando si apprende da autodidatti, questo aspetto è spesso trascurato. Al punto che può succedere di essere “molto bravi” allo scritto, ma incapaci di parlare inglese nella “vita reale”. La pratica dell’inglese all’orale è il fattore più importante nella riuscita dell’apprendimento dell’inglese e per l’affinamento del proprio business english.

Ma la qualità delle lezioni d’inglese dipende anche dalla scelta dell’insegnante d’inglese.

Scegliere un buon insegnante privato di lingua inglese

Perché i corsi d’inglese siano efficaci e per poter ridurre quindi il numero delle ore di lezione necessarie, devi scegliere un “buon” insegnante d’inglese. Per quanto, poi, il termine “buono” non sia proprio il più adatto. La qualità di un insegnante dipende molto da criteri estremamente soggettivi, che riguardano prevalentemente o esclusivamente lo studente. L’importante è trovare un insegnante in sintonia con l’allievo, che sappia adattarsi agli obiettivi di questi ed al suo modo di apprendere.

Per trovare l’insegnante d’inglese adatto all’allievo, ecco qualche consiglio:

  • Scegli un insegnante capace di adattarsi ai tuoi bisogni. Se vuoi apprendere il business english, ad esempio, scegli un insegnante che conosca un po’ i temi del business, della finanza e del mondo dell’impresa.
  • Scegli un insegnante capace di adattarsi alla maniera di apprendere dell’allievo. Gli insegnanti d’inglese non hanno tutti lo stesso modo di lavorare, non usano tutti gli stessi metodi. Conviene quindi che tu chieda, prima della lezione iniziale, delucidazioni su come il tuo professore intenda procedere. Se poi desideri che i tuoi bambini imparino l’inglese, meglio scegliere un insegnante abituato ad interagire con bimbi piccoli.
  • Opta per un insegnante che parli inglese durante le lezioni. È il miglior modo di progredire, per quanto possa apparire difficile, all’inizio.
  • Scegli un insegnante che sia all’ascolto, sappia cogliere dubbi e domande da parte dello studente, insomma capace di riadattare continuamente la propria lezione.

L'insegnante privato deve sapersi adattare alle tue esigenze, parlare sempre e solo inglese e darti compiti per casa! Mi raccomando: scegli bene il tuo prof privato di inglese!

  • Scegli un insegnante che non trascuri alcun aspetto dell’inglese, ossia che faccia esercitare al contempo l’orale, lo iscritto, la grammatica, il vocabolario, la coniugazione, etc. A questo punto, tutto dipende dagli obiettivi: se prendi lezioni d’inglese per approfondire la grammatica, non criticherai l’insegnante per il fatto di non insistere sul vocabolario. Quest’ultimo potrebbe, in tal caso, non essere necessario.
  • Scegli un insegnante privato che assegni esercizi da svolgere tra una lezione e l’altra d’inglese. Come vedremo, le lezioni d’inglese, per essere efficaci, devono essere accompagnate da un lavoro metodico a casa.
  • Scegli un insegnante dal buon accento inglese. Ossia, un accento certamente non troppo all’italiana, ma al contempo comprensibile (specialmente se il livello base dello studente non è elevato).

Per trovare l’insegnante d’inglese che fa al caso tuo, puoi utilizzare piattaforme online che mettono in relazione, come fa SuperProf. La larga scelta di insegnanti iscritti alla piattaforma permette di trovare la perla rara.

Studiare a casa è indispensabile

Anche con un ottimo insegnante, non si può progredire in fretta se non si corredano le lezioni private d’inglese con il lavoro personale a casa. Tra una lezione e l’altra dovrai:

  • Ripassare quanto appreso con le lezioni private e, più ampiamente, ripetere tutto quanto sia stato detto durante gli incontri. Da cui l’importanza del prendere appunti durante ogni lezione.
  • Svolgere gli esercizi che l’insegnante ti avrà assegnato.
  • Praticare l’inglese anche al di fuori del tempo delle lezioni (vedi sotto).
  • Dedicarti all’inglese per minimo 20 minuti al giorno (e non è la fine del mondo, è possibile).

Per rendere l’impegno personale il più efficace possibile, l’insegnante ti darà consigli preziosi su 1/ Cosa esercitare a casa 2/ Come studiare. Ti diamo un consiglio: rifuggi gli insegnanti che non assegnano compiti a casa.

Consigli per far fruttare al meglio le lezioni prese

Migliore sarà la qualità delle lezioni prese, minore sarà il numero di ore necessarie per imparare l’inglese. Alla domanda su quante ore siano necessarie per poter parlare bene l’inglese si risponde dunque: tutto dipende dallo svolgimento del processo di apprendimento individuale e dalla qualità delle lezioni prese. Un “più” in termini di qualità comporta un “meno” in termini di quantità.

Per non perdere tempo e denaro nelle lezioni private d’inglese, ecco dei consigli pratici:

  • I primi due consigli sono già stati dati: trova un insegnante che possa entrare in sintonia con te e lavora molto anche a casa.
  • Impegnati sull’orale al di fuori del quadro delle lezioni, chiacchierando con amici o parenti o per la strada.

Una volta costruite le basi grammaticali e sintattiche, testa le tue conoscenze con un viaggio all'estero. Un viaggio in Gran Bretagna per mettere a frutto quello che hai imparato!

 

  • Effettua un soggiorno linguistico in un paese anglofono: nulla è più efficace ed affascinante per imparare l’inglese, e in particolare imparare a prendere la parola nella lingua di Shakespeare.
  • Prendi appunti durante le lezioni, per non rischiare di dimenticare punti nodali o consigli importanti elargiti dall’insegnante.
  • Non esitare mai a porre domande all’insegnante durante la lezione (o al di fuori, per esempio via mail). È lì per questo.
  • Guarda delle serie o dei film in versione originale. Ti diamo un altro consiglio: comincia sempre da versioni originali, ma sottotitolate in italiano, poi passa alle versioni originali, ma sottotitolate questa volta … in inglese.
  • Ascolta musica in inglese, e stampa eventualmente le parole per tenerle sotto agli occhi e capire bene tutto.
  • Leggi libri in inglese. Comincia eventualmente da libri destinati ad un pubblico giovane, che non contengano termini o giri di parole troppo complicati  (Harry Potter, ad esempio).

Per rinfrescare il tuo inglese, è consigliabile leggere libri, quotidiani e riviste in lingua originale. Leggi libri e riviste in inglese!

  • Leggi giornali o riviste (sul web o cartacei) in inglese con regolarità.

Quante lezioni private per parlare bene l’inglese ?

Alla fine, quante lezioni dovrai prevedere per riuscire a parlare bene inglese? Purtroppo, non vi sono risposte pronte, perché occorre tenere presenti vari criteri, in particolare:

  • Il livello di partenza: per chi non ha mai studiato inglese e parte da zero ci vorranno più ore di quante ne servano se le basi sono già buone. È logico. Tutto dipende dal livello di partenza.
  • Obiettivo: se si vuol divenire bilingue, partendo da un livello d’inglese da principiante, occorreranno più ore di quante ne servano se si sa già parlare inglese e si prendono lezioni di approfondimento o d’inglese degli affari. Ed anche questo è altrettanto logico.

Non si potrà quindi dire in partenza il numero medio di ore che serviranno per un apprendimento della lingua inglese tramite lezioni private. Non avrebbe senso. La cosa sicura che vogliamo ribadire in questo articolo è che: meglio lavorerai, e più efficacemente lavorerai, minore sarà il numero di ore di lezione necessarie. Se non lavori al di fuori delle lezioni private, se non investi del tempo personale, rischi di prendere lezioni private per dieci anni senza ottenere risultati. Non stiamo esagerando. Non è tanto la questione del “quanto” che conta, ma quella del “come” e, in modo incidentale, anche quella del “perché” (i tuoi obiettivi).

 

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar
wpDiscuz