La rivista che ama gli insegnanti, gli allievi, le lezioni private e la condivisione delle conoscenze.

Parlare correntemente la lingua di Shakespeare richiede tempo e lavoro

Par Catia le 17/02/2017 Blog > Lingua > Inglese > Ci Vuole Molto per Diventare Bilingue in Inglese?
Table des matières

Diventare bilingui è il sogno della maggior parte delle persone che usano l’inglese per motivi professionali o semplicemente per un arricchimento personale.

Il fatto è che, come sappiamo bene, Roma non è stata costruita in un solo giorno…L’apprendimento di una lingua straniera, in questo caso la lingua di Shakespeare, richiede tempo, pazienza e soprattutto determinazione.

Non basta pagarsi un corso che garantisce il bilinguismo alla fine del programma se l’apprendista non è animato da un’irrefrenabile voglia di parlare inglese come Valentina Cervi ( l’attrice italiana che interpreta Salomé nella serie americana True Blood).

Ma concretamente, quanto tempo serve per parlare inglese fluentemente? Quando imparare l’inglese?

E poi, ci vuole molto per imparare l’inglese?

Ma cosa vuol dire diventare bilingue?

La nozione di bilinguismo è spesso usata male. Non basta saper chiedere il prezzo di un prodotto a un mercatino di natale a Londra e conoscere a memoria tutti i testi delle canzoni dei Pink Floyd per dichiararsi bilingui.

Qualche frase per cavarsela al mercato non è sufficiente per potersi considerare bilingui in inglese. Sei davvero bilingue italiano-inglese?

Per capirci, essere bilingui in inglese significa che:

  • Sei in grado di capire il tuo interlocutore anglofono (anche se mastica le parole) dal vivo, al telefono e per Skype senza difficoltà.
  • Sei capace di seguire una conversazione e partecipare attivamente senza cercare le parole giuste per 3 ore (ed è un bene se hai i tempi stretti!)
  • Hai un buon vocabolario (eh sì, per parlare una lingua bisogna conoscere le parole, così come servono gli ingredienti per fare una ricetta).
  • Puoi leggere e capire delle email e rispondere in corretto inglese includendo delle espressioni idiomatiche.
  • Sei capace di assimilare facilmente qualunque documentazione in inglese (dalle raccomandazioni strategiche a un retro planning per la distribuzione di un paniere di legumi – perché no?).
  • Non ti lasci ingannare dai falsi amici! Dai ti faccio un esempio: finally non significa finalmente nel senso di era ora, ma alla fine!

Se sei bilingue potrai fare domanda a molti posti di lavoro stagionali e di lunga durata (un contratto a tempo determinato o persino indeterminato!)

Il bilinguismo offre molti vantaggi, soprattutto se la seconda lingua è l'inglese! Sei bilingue in inglese?

Non ci sono dubbi, i candidati che parlano inglese valgono più degli altri sul mercato del lavoro, non lo dimenticare! Contratti come assistente commerciale, traduttore junior o responsabile di progetti saranno alla tua portata.

Diventare bilingue in inglese in 2 mesi: un’utopia

Fermati subito. Non si diventa bilingui andando per 2 mesi in Australia a fare l’agricoltore o il raccoglitore di frutta (Fruit Picking) con un Working Holiday Visa.

Anche se tu cercassi dei coinquilini per stare in contatto con la lingua inglese dalla mattina alla sera, passeresti più tempo con un cesto in mano che con qualcuno con cui esercitarti.

Non è mai troppo tardi per rimparare l’inglese! Ma non ti metterai a sognare in inglese fin dai primi mesi di studio.

Forse potrai fare sfoggio del tuo inglese in qualche uscita con gli amici…ma i benefici sul lungo termine saranno molto scarsi.

Non ti bastano 2 mesi di studio per esibire un ottimo inglese, ma con molta pratica e corsi mirati d'inglese potrai parlare quasi come un madrelingua. E’ facile fare il bilingue sulla pista da ballo!

Dimentica anche i soggiorni linguistici lampo stile « 2 weeks to speak English, » è solo marketing. Nell’ipotesi migliore ti sarai fatto degli amici, nell’ipotesi peggiore avrai ripreso la grammatica delle medie in un’aula che sa di muffa. Imparare l’inglese all’estero richiede tempo…

Invece, è chiaro che l’immersione totale è un modo eccellente per lanciarsi, farsi l’orecchio e familiarizzare con l’accento inglese mettendolo in pratica. Per imparare a parlare inglese e, ancor di più, diventare bilingue, servono mesi o anni. Non ti voglio scoraggiare ma solo metterti di fronte alla realtà: imparare l’inglese implica studiare e soprattutto fare pratica, insomma, è un « training ».

L’estate è il momento migliore per imparare l’inglese.

I corsi in stile Wall Street Institute: una chimera o realtà?

« La strada del successo comincia qui…Raggiungi fin da subito i tuoi obiettivi. » Una catch phrase che fa sognare, ma cosa significa nei fatti?

La promessa di ottenere tutto e subito nell'apprendimento delle inglese è comune a molte scuole di lingua, non farti ingannare! Ci sono metodi che non sempre vanno bene…

Molte testimonianze in rete tendono a provare che le promesse di istituti come questo non sempre sono mantenute. Perché gli studenti hanno tante difficoltà? Perché l’apprendimento dell’inglese attraverso i corsi non viene associato al piacere!

Per informazione: gli insegnanti che offrono corsi d’inglese non sempre hanno delle certificazioni per l’insegnamento (o quasi mai) e i preventivi sono piuttosto salati. Calcola che un corso individuale di 40 ore si aggira intorno ai 1500 euro.

Ora, è evidente che non possiamo giudicare l’insegnamento di una lingua in base al costo e ancor meno in base alla durata di un corso, ma bisogna tenere a mente che l’apprendimento deve continuare anche dopo, insomma bisogna viverla quella lingua.

Quindi, è inutile dire che si diventa bilingui dopo qualche lezione d’inglese a settimana per 16 settimane. E poi, se il metodo si fonda sulla continua ripetizione di frasi tipo, detto tra noi, è un po’ meccanico.

Invece, la nota positiva è che ci sono le classi social che permettono di confrontarsi con altri studenti e quindi praticare. Finalmente! Se hai un portafoglio mezzo vuoto, opta per un altro metodo come Gymglish o Babel.

Qualche dritta per diventare bilingue in poco tempo (un anno più o meno)

Per prima cosa, questa sezione non contiene nessuno scoop o metodo miracoloso per ridurre i tempi che ti porteranno verso il bilinguismo. Tuttavia, ci troverai dei consigli preziosi da applicare quotidianamente.

Se ti impegni (per 5 giorni su 7 può andare bene) ti promettiamo che presto sarai in grado di farti due chiacchiere fuori con gli amici, in viaggio e soprattutto osare parlare inglese al lavoro (e vai col Business English)!

Segui il nostro consiglio, inserisci l'inglese nelle tue azioni quotidiane e vedrai che diventerai bilingue. E’ arrivato il momento di parlare inglese al lavoro!

Innanzitutto, assicurati di essere veramente motivato a diventare bilingue. Se nell’arco di 2 settimane ne hai già piene le tasche puoi star sicuro che non raggiungerai i tuoi obiettivi durante le lezioni d’inglese.

Scegli delle attività che ti divertono per non vedere l’apprendimento solo come una fatica (che tu sia alle medie, al liceo, all’università o già in attività).

Ecco un riassunto delle buone pratiche per diventare bilingue rapidamente:

  • Basta con i film doppiati, armati di coraggio e guardati i migliori film in versione originale e con i sottotitoli in inglese. E’ un ottimo modo per associare la parola che hai ascoltato alla sua ortografia. In questo modo eserciterai la memoria uditiva e la memoria ortografica allo stesso tempo.
  • Osa leggere con regolarità i siti d’attualità in inglese. Se l’economica o la politica non ti entusiasmano, niente t’impedisce di leggere blog anglofoni sul cinema, la moda, la protezione degli animali o la cucina! Se ti scegli una nicchia, tieni a mente che non necessariamente questo ti aiuterà a sviluppare un ampio vocabolario legato alla vita di tutti i giorni. Tuttavia, rimane un ottimo punto di partenza. Non esitare a consultare la nostra sezione dei migliori siti per imparare l’inglese.
  • Vai alla ricerca di pub inglesi quando c’è una partita di calcio o rugby per incontrare degli anglofoni. Andarci un po’ in anticipo può aiutare, perché dopo la partita e qualche pinta non è detto che i tuoi interlocutori siano nelle condizioni di parlare con una grammatica irreprensibile.

E' facile, per imparare l'inglese devi parlare inglese possibilmente stando a contatto con degli anglofoni il più a lungo possibile. Speak English!

  • Se ne hai la possibilità vai all’estero per 6 mesi o meglio 1 anno, ti farà un gran bene. E’ un’occasione formidabile per sentir parlare inglese, captare le espressioni in voga, familiarizzare con la costruzione sintattica delle frasi, ecc.
  • Se ti prendi una cotta per un ragazzo o una ragazza che parla inglese, puoi considerarti molto fortunato/a. Ad oggi ancora non si è scoperto un modo migliore per imparare l’inglese se non con l’amore. Fa che duri almeno qualche mese, va da se’…
  • Accetta il fatto che l’inglese si costruisce in un altro modo rispetto all’italiano. E’ inutile quindi voler trasporre le frasi, devi imparare a pensare in inglese quando vuoi esprimerti in questa lingua.
  • Parla in inglese, canta in inglese, scrivi in inglese, respira in inglese (così potrai persino passare il TOEIC).

L’avrai capito, la durata dell’apprendimento dell’inglese e il tempo che serve per diventare bilingue varia da persona a persona.

Non si può rispondere veramente alla domanda: quanto tempo ci vuole per imparare l’inglese?

Se fai lo sforzo di rendere l’inglese uno degli ingredienti della tua giornata, puoi stare sicuro che in 12-18 mesi diventerai bilingue, o quasi e allora potrai aggiungere sul tuo CV una riga che vale oro!

Se vuoi dare uno slancio alla tua carriera, fai dell'inglese il tuo pane quotidiano. Diventa bilingue come me!

E soprattutto, non dimenticare di essere sempre onesto per evitare le crisi di panico se sei invitato a fare un colloquio in inglese e hai scritto sul tuo curriculum di averne un’ottima conoscenza scritta e orale.

Diventare bilingue significa anche lavorare sulla fonetica e l’inglese professionale!

Parlare inglese correntemente è già qualcosa.

Ma per mirare al bilinguismo completo pensiamo che due aspetti della lingua di Shakespeare debbano essere letti, vissuti e conosciuti: la fonetica e l’inglese degli affari!

Senza di loro, la missione è incompleta. E allora, tirati su le maniche e percorri gli ultimi metri che ti separano dall’obiettivo finale.

Come imparare l’inglese?  Secondo alcuni studenti che si considerano fluenti basta are qualche lezione di conversazione e rispolverare la grammatica.

Non è proprio così. Imparare una lingua straniera con l’ambizione di assimilarla totalmente significa perdersi nei dettagli!

Per cogliere tutte le sfumature dell'inglese e non deludere sua maestà fai attenzione alla pronuncia! She is watching you …very carefully!

E quando si tratta delle lingue il dettaglio è la fonetica! Il tuo livello d’inglese dipende da questo!

La pronuncia inglese non è affatto scontata per un Italiano. Ad esempio:

  • le vocali brevi (bed) e le vocali lunghe (beach)
  • i dittonghi (ovvero la pronuncia in inglese di due vocali in una sillaba): yeah, bike, plate…
  • la pronuncia di th, che si fa mettendo la lingua tra i denti per avere un suono secco (the), o più lungo e acuto (thanks)
  • la differenza nella pronuncia di alcuni suffissi come sion in television e tion in emotion
  • la r, che nell’inglese britannico non è pronunciata se è preceduta da una vocale

E ci sono molti altri dettagli su cui esercitarsi con un professore o un dispositivo per registrarsi, fino a quando il suono non sarà perfetto e che si pensi che l’inglese sia la tua lingua madre.

Infine, l’inglese del mondo degli affari non è un affare da poco… da questo dipende il tuo status di « fluente ».

Se la nozione di Business English spazia dall’ambito economico all’ambito giuridico, l’obiettivo è uno solo: sapersi esprimere in un linguaggio ricco e adatto al mondo del lavoro.

Questo include l’uso di espressioni e frasi in inglese che non necessariamente fanno parte del linguaggio di tutti i giorni, modi di dire che si usano per iscritto tra colleghi, con i clienti o i fornitori oppure di fronte a un superiore. Qualche esempio:

  • « I am looking forward to hearing from you soon: « Rimango in attesa di un riscontro… »
  • « Best regards« : « Cordiali saluti »
  • L’uso di congiunzioni che sono molto rare nell’espressione orale, ma fondamentali nello scritto: « besides, furthermore, moreover » (inoltre), « in order to » (al fine di), « although, despite » (nonostante), otherwise (altrimenti)…

Espressioni inglesi che, bisogna ammetterlo, si possono imparare con uno stage all’estero, un lavoro internazionale o un soggiorno linguistico, insomma stando il più vicino possibile a popolazioni anglofone.

Nos précédents lecteurs ont apprécié cet article

Cet article vous a-t-il apporté les informations que vous cherchiez ?

Aucune information ? Sérieusement ?Ok, nous tacherons de faire mieux pour le prochainLa moyenne, ouf ! Pas mieux ?Merci. Posez vos questions dans les commentaires.Un plaisir de vous aider ! :) (moyenne de 5,00 sur 5 pour 1 votes)
Loading...
Catia
Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue

Commentez cet article

avatar
wpDiscuz