Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Superprof la community
1.421.871
di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Superprof la community di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Insegnanti privati: quanto costa un corso di lingua britannica?

Scritto da Igor, pubblicato il 01/02/2017 Blog > Lingue straniere > Inglese > Come Fissare la Tariffa per una Lezione di Inglese?

Il sistema scolastico oggi sicuramente non è perfetto e le sue lacune ricadono sugli studenti e sulla loro preparazione. Se a questo fattore, aggiungi il desiderio o la necessità di incrementare lo stipendio, allora ti puoi spiegare il perché di un mercato così florido, dove l’offerta esistente deve cercare di soddisfare una domanda elevata e in continua crescita.

Se anche tu fai parte di coloro che desiderano mettere a disposizione degli altri le proprie conoscenze linguistiche, ti proponiamo tutte le risposte che ti aiuteranno a fissare il prezzo per ogni singola lezione d’inglese!

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Come fissare la tariffa nella giungla delle lezioni private?

Dal 2003, nelle scuole del primo ciclo di istruzione è previsto l’insegnamento obbligatorio di lingue straniere di Paesi della Unione europea.
Per la scuola primaria (quella che ancora viene chiamata « scuola elementare ») è previsto l’insegnamento obbligatorio dell’inglese in tutte le classi. Per la scuola secondaria di I grado (quella che tutti chiamano ancora « scuola media »), in aggiunta all’insegnamento della lingua inglese, è previsto l’insegnamento obbligatorio di un’altra lingua comunitaria.

Data la centralità della lingua inglese, è probabile che  il posto di questa materia divenga di giorno in giorno più centrale nell’educazione dei giovani!

Cosa comporta questo ai fini delle lezioni private? Tu che desideri insegnare inglese, l’avrai già capito: tutto ciò ti porterà più lavoro e senza dubbio degli alunni in più. La notizia è ottima per coloro che insegnano da molti anni ormai, ma anche per quelli che vorrebbero lanciarsi al più presto nell’insegnamento della lingua di Shakespeare ed Elton John.

Per fare la differenza rispetto agli altri professori privati devi strutturare ottimamente le tue lezioni. Dove ti devi situare nella folla degli insegnanti privati?

Passiamo subito alla questione che più ti sta a cuore: quanto costa un’ora di lezione? Come definire la tariffa nel modo più preciso senza esagerare, né in un senso, né nell’altro?

Se guardiamo ai numeri e alle statistiche sull’insegnamento privato, secondo una recente ricerca richiesta dal Codacons e realizzata da Adoc (Associazione per la difesa e l’orientamento del consumatore), oltre il 45% degli studenti ricorre alle lezioni private, arrivando a spendere mediamente 27 euro per un’ora (nonostante un abbassamento delle tariffe del 3% rispetto al 2013). Secondo stime incrociate di Codacons ed Eures il mercato totale delle lezioni private si aggirerebbe attorno agli 850 milioni di euro (il condizionale è d’obbligo, poiché non è possibile avere cifre precise, a causa dei lavoratori in nero).

Questo a riprova del fatto che il mercato delle lezioni private, e quindi anche delle lezioni di inglese, è florido. Allo stesso tempo, esiste una forte concorrenza che dovrai fronteggiare per emergere e farti notare dai tuoi potenziali studenti – clienti. La soluzione potrebbe essere quella di una buona promozione, che si accompagni ad un corso di inglese ben strutturato!

Formazione in inglese: quanto vale una lezione di lingua?

Ai nostri giorni è sempre più importante padroneggiare un buon inglese. Questo è noto tanto ai ragazzi, quanto ai loro genitori.

Si fa riferimento qui a tutti gli aspetti della lingua. L’espressione orale in primis, anche definita come capacità di comunicare, che è sempre importante perfezionare. La grammatica inglese, allo stesso modo, per riuscire a parlare e scrivere correttamente in un inglese irreprensibile. La capacità di coniugare in tutti i tempi della lingua: present perfect, present simple, past simple, futur e di coniugare i verbi irregolari …

Il Business English, detto anche inglese professionale, è altrettanto necessario per recarsi all’estero (Inghilterra, USA, Canada o altro), in stage, soggiorno linguistico o alla ricerca di lavoro! Infine, il vocabolario: dall’inglese per principianti a quello dei bilingue, deve anch’esso essere appreso con accuratezza!

Parlando un buon inglese, chiunque può andare a New York o a Londra e sentirsi come a casa. Ricevere lezioni di inglese può consentire ad un ragazzo di andare molto lontano!

Il Business English permette di superare esami di ammissione in lingua inglese (come il Toefl) ed anche di accedere a delle formazioni professionali specifiche. Ancora, la conoscenza dell’inglese torna utile ai fini della cosiddetta formazione continua, dell’ingresso in una scuola/università di lingue o per studiare all’estero e dare il meglio di sé durante gli « english courses », oltre che per accedere a degli istituti universitari prestigiosi, …

Insomma, gli obiettivi che un insegnante di inglese dovrà porsi di fronte agli allievi sono molti, diversi e di difficoltà crescente. Le lezioni possono poi svolgersi sotto forma di corsi serali, ma anche di corsi estivi, o di corsi che si svolgano durante il weekend o intensivi, più volte alla settimana. Tutto ciò motiva, in parte, le tariffe a volte elevate degli insegnanti privati di inglese.

A tal proposito, e per agevolarti se devi fissare delle tariffe da insegnante di lingua inglese, sappi che su Superprof una lezione in lingua straniera costa mediamente 21 € l’ora. In effetti le lingue appartengono alla « categoria » di lezioni private meno onerosa sul sito per studenti. Questa categoria molto particolare include dei corsi per apprendere l’inglese (inglese intensivo, inglese on line e a distanza, inglese per bambini e inglese per adulti); ma la lingua inglese non è la sola ad avere rilevanza nelle relazioni con l’estero: sul portale di Superprof puoi trovare lezioni per imparare il francese (denominati « français langue étrangère / FLE »), ed anche lo spagnolo e il tedesco…

Poiché il costo di un’ora di inglese non è poi tanto elevato (soprattutto rispetto ad altre materie, come possono essere la matematica o la fisica), potrà essere facile per te, come insegnante, trovare numerosi studenti!

Come stimare il costo di una lezione di inglese?

Studenti e genitori possono formulare tre tipi di richiesta da rivolgere agli insegnanti di inglese:

  • Un recupero per gli studenti delle medie, del liceo o dell’università in corso d’anno;
  • Una preparazione agli esami;
  • Un perfezionamento scritto e/o orale finalizzato alla comunicazione in inglese.

Ecco quello che generalmente ci si aspetterà da te che insegni inglese.

Che remunerazione potrai domandare a questi studenti?

Superprof, ancora una volta, è in grado di formulare un tasso orario medio, a partire dalla valutazione dell’insieme delle richieste dei professionisti presenti sul suo sito per insegnare inglese! Ad esempio, nel corso dell’ultimo anno, un’ora di inglese costava in media 20,80 €.

Sta a te, adesso, regolare o meno le tue tariffe in funzione di questo riferimento numerico. Secondo te, insegnare inglese privatamente vale più o meno di questa cifra?

Insegnante di inglese a domicilio: criteri da considerare per fissare una tariffa

Eccoti dunque tre primi elementi da poter considerare per fissare il prezzo delle tue future lezioni d’inglese. Accanto a queste cifre interessanti, altri fattori andranno soppesati con cura.

Si tratta di criteri piuttosto personali, che dipendono dal tuo profilo e potrebbero far salire o meno i tuoi introiti mensili. Si tratta del tuo percorso e dei tuoi titoli di studio, per esempio. Ma anche della tua esperienza di insegnante e della tua nazionalità …

Non esitare a presentare il tuo percorso di studi, soprattutto se fatto all'estero, per chiedere una tariffa più alta. Normale che tanti anni di studio diano diritto ad una remunerazione più elevata, no?

Qual è il tuo profilo? A quali criteri rispondi, che possano far « gonfiare il conto »?

Titoli e diplomi

Cominciamo quindi dal tuo percorso di studi!

Come si è svolto? Quale formazione generale hai seguito? Dove e con chi hai studiato inglese?

Non ti stupirai di certo se ti diciamo che un insegnante (autodidatta o certificato) che vanti referenze (relative all’inglese o al mestiere di insegnante) universitarie o di altro tipo (come esperienze di studio o di lavoro all’estero) potrà pretendere compensi più elevati rispetto a chi non ha mai lavorato come insegnante e magari ha imparato inglese solo sui libri scolastici e tra le mura del liceo!

Non dimenticare di citare le esperienze all’estero. E questo vale sia che si tratti di uno o più semestri ERASMUS, sia di un soggiorno prolungato in un Paese anglofono.

È evidente che studenti e genitori spesso non avranno problemi a pagare un po’ di più per assicurarsi un insegnante con esperienza e che vanta un corso di studi esemplare.

Ciò fa parte delle cose da sapere prima di diventare insegnante di inglese.

L’esperienza

Per imparare rapidamente l’inglese certi studenti sono disposti a lasciar stare a volte i metodi più economici: « inglese per telefono », « lezioni gratuite », « inglese on line »,  « inglese rapido », etc.

Preferiranno una formazione linguistica di prima scelta!

E questo ci porta dritto verso un insegnante d’inglese che abbia già esperienza nelle lezioni private a domicilio!

Quindi, se hai già una certa esperienza nell’insegnare inglese privatamente, questo ti consentirà di far salire il tuo cachet.

Sai di certo che insegnare inglese ad un gruppo numeroso è tutt’altra esperienza rispetto ad un insegnamento a domicilio, face to face. Un insegnante privato deve sapersi concentrare interamente su un solo studente, gestendo i suoi picchi ed i suoi cali di motivazione e di stanchezza e soprattutto deve saper trovare degli escamotage psicologici per farlo progredire!

Nativo anglofono?

Eh già, i sudditi di Sua Maestà sono pagati meglio di professori madre lingua italiani: ovvio! La bella e sempre elegante Regina Elisabetta II!

Se leggi quest’articolo per elaborare il buon prezzo da chiedere ai tuoi studenti, sappi che un nativo può pretendere a volte cifre di gran lunga più elevate degli altri. Come mai?

Semplicemente perché genitori e ragazzi hanno spesso più fiducia in un anglofono nativo che in un italiano portato per le lingue (pensa anche solo alla questione della pronuncia).

Ovviamente, per coloro che sono madre lingua inglesi o bilingue italiani  sarà ancora meglio. Ricevere lezioni di inglese da un insegnante bilingue da sempre una marcia in più.

Un semplice « studente universitario di lingue »?

Una piccola pecca, infine, per i semplici studenti universitari interessati a finanziare i propri studi dando lezioni private:  sappi che, in generale, la tariffa oraria sarà più bassa per questo genere di profilo, ma puoi comunque lanciarti in quest’avventura.

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar
wpDiscuz