Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Superprof la community
1.421.871
di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Francese
Disegno
Italiano Lingua Straniera
Inglese
Italiano Lingua Straniera
Flauto
Italiano Lingua Straniera
Matematica
Storia dell'arte
Inglese
Matematica
Italiano scolastico
Matematica
Matematica
Superprof la community di prof e insegnanti privati
TOP 10 insegnanti
Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

Qual è il ruolo più importante di Game of Thrones?

Scritto da Francesca, pubblicato il 12/05/2017 Blog > Sostegno scolastico > Matematica > Servirsi Della Matematica Per scoprire Qual È Il Personaggio Più Importante Di GOT!

Sento spesso dire: « La matematica fa schifo, non mi servirà mai a nulla … ». La geometria, il calcolo mentale, il calcolo letterale, le tabelline, tutto ciò…

Ti sbagli di grosso, purtroppo!

A meno che non tu viva in una grotta da 5 anni, non ti sarai perso il grande successo della saga di Game of Thrones, o « GOT » in breve.

Adattamento televisivo dei romanzi di George R. R Martin, la serie televisiva sta attualmente riscuotendo un successo mondiale, con un pubblico di circa 8 milioni di spettatori ogni settimana negli Stati Uniti su HBO.

Esaltato per il suo realismo e i suoi intrighi, fortemente criticato per le sue scene di violenza e sesso, il Trono di Spade ha fatto versare una grande quantità di inchiostro e sangue…

Nel giro di pochi anni, GOT ha acquisito una base di fan in tutto il mondo, a volte con dibattiti virulenti. Uno dei più accesi: qual è il personaggio principale della serie?

È vero che la saga ha un sacco di personaggi e che, in ogni stagione, non si sa mai veramente chi sia il vero eroe! I realizzatori provano anche un certo piacere nel farvi idolatrare alcuni personaggi, prima di farli morire violentemente alcuni episodi dopo…

È in questo momento che interviene la matematica. Sì, avete letto bene, la matematica!

In questo articolo non parleremo di formule ed enigmi matematici. Non ci saranno:

  • Teoremi (teorema di Pitagora, teorema di Talete)
  • Trigonometria
  • Aritmetica,
  • Nemmeno chimica e fisica!

Tratteremo insieme una nuova scienza basata sulla formula matematica dei grafici…I professori aggregati A. Beveridge e J. Shan si sono quindi domandati come sia stato possibile conoscere il personaggio principale di GOT utilizzando una formula matematica.

Hanno finalmente risolto il problema con una conclusione che potrebbe sorprendere, perché, come si sa, la guerra per il Trono di Spade infuria nella saga e la risposta a questo problema matematico potrebbe rivelare molto sul resto della serie…

TEASER: trovi la risposta un po’ più in basso…

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Il fenomeno Game of Thrones

Qual è il personaggio più importante della serie? Trovalo in questa foto! Piccolo indizio: il personaggio più importante di GOT si trova in questa foto!

Prima di entrare nel vivo del soggetto, potrebbe essere interessante fare il punto della situazione sulla serie.

Game of Thrones è una serie tv drammatica ambientata in un mondo fantasy-medievale, andato in onda per la prima volta negli Stati Uniti nel 2011.

Per capire il motivo per cui i matematici stanno affrontando il problema, dobbiamo guardare alla storia stessa.

La serie si svolge nel continente immaginario di Westeros, controllato dal Regno dei Sette Regni e sotto il governo del re Robert Baratheon.

La trama, nel corso degli episodi, presenta le varie « casate » protagoniste della serie.

Nonostante i patti e le alleanze tra le diverse casate, le famiglie hanno un solo obiettivo: prendere il posto del re e governare il regno al posto della famiglia reale.

Mentre tutte queste persone cercano di conquistare il trono, il regno deve anche difendersi da una minaccia proveniente dal nord, « al di là del muro di ghiaccio »: i Camminatori Bianchi, fatti di ghiaccio e con poteri magici devastanti.

Sì, in GOT ci sono anche la magia e i draghi!

Stai ancora seguendo?

Per capire il ragionamento matematico che sarà spiegato subito dopo, e non perdersi in tutte le informazioni, ecco una breve lista dei personaggi principali di GOT, classificati in base alla loro casata:

  • Casa Lannister: con Cersei, Jaime, Tyrion, Joffrey Lannister.
  • Casa Stark: gli Stark sono i primi personaggi che incontriamo nella serie con Ned Stark, Robb Stark, Sansa Stark, Arya Stark, Bran Stark e, naturalmente, il famoso Jon Snow.
  • Casa Bolton: con Roose Bolton e Ramsey.
  • Casa Greyjoy: con Theon Greyjoy.
  • Casa Targarye:  con Daenerys Targaryen, « la madre dei draghi ».

Numerosi altri personaggi appaiono in tutti gli episodi e anche loro hanno una certa importanza, ma quelli sopra elencati sono i più ricorrenti nelle 6 stagioni in onda finora.

Per la cronaca, se guardiamo alle statistiche, i personaggi principali della serie hanno il 28% di probabilità di morire nel corso di una stagione.

Per rendersi conto del successo della serie, GOT è anche:

  • diffuso in 173 paesi diversi, ma anche la serie più pirata della storia.
  • Centinaia di premi vinti.
  • Un budget di 100 milioni per girare i 10 episodi della stagione 6.
  • 30 set in tutto il mondo.
  • 3000 costumi diversi.
  • Una lingua inventata: il dothraki.

Un universo creato da zero da George R.R. Martin, quindi, e più complesso. Almeno quanto l’apprendimento della matematica applicata in una scuola specializzata.

Pensi che i due scienziati abbiano utilizzato l’affascinante Pi greco nella loro formula?

Usare « la scienza del network » per scoprire il personaggio principale di GOT

Ora che abbiamo capito il contesto, ritorniamo alla matematica e al seguente problema: come individuare il personaggio principale di GOT con la matematica?

Questa è la domanda che si sono posti gli insegnanti di matematica Beveridge e Shan del Macalaster College.

Studio matematico sui rapporti tra i personaggi

Per le loro ricerche, non hanno utilizzato la geometria o l’algebra, né stravaganti equazioni matematiche o esponenziali.

Si sono serviti di un campo di ricerca in rapida crescita: la scienza delle reti!

Professore, di cosa si tratta?

La « Network Science » è una disciplina scientifica generalmente legata alla matematica, il cui studio si concentra sulle relazioni, sui legami e sulle interconnessioni tra le cose.

Fondata nel 2007 negli Stati Uniti, la scienza della rete è un nuovo campo di ricerca che può essere applicato anche in:

  • Fisica
  • Biologia
  • Scienze dell’informazione e cognitive
  • Reti sociali.

Sulla base dei romanzi di George R. R Martin e di due lezioni di matematica, i due matematici hanno trasformato l’universo di GOT in una rete gigantesca prendendo come esempio la teoria dei grafici.

Non i grafici che conosci, con ascisse, ordinate, curve, funzioni… No, hanno studiato il modo in cui l’informazione circola da un personaggio all’altro, all’interno di una rete complessa!

Il procedimento utilizzato da entrambi gli insegnanti

Per celebrare il risultato (che tutti ci aspettiamo!), i matematici hanno cominciato elencando tutte le interazioni tra i personaggi nel terzo romanzo della saga e contando il numero di volte in cui sono apparsi i nomi dei personaggi.

Hanno quindi utilizzato un algoritmo per dividere i risultati in sette diverse comunità, assegnando loro un colore diverso: ecco il risultato.

In questo complesso grafico, puoi vederei risultati dello studio condotto dai due ricercatori! Ecco il risultato dello studio condotto dai due ricercatori!

Attraverso questo grafico modellato, i ricercatori hanno identificato 107 personaggi diversi (chiamati « vertici »), collegati attraverso 353 connessioni (i « bordi »).

La ricerca non si è fermata lì: i ricercatori hanno poi dovuto utilizzare diverse scale di misura…

Tra queste, i 6 gradi di centralità e l’algoritmo PageRank di Google.

L’obiettivo? Classificare i personaggi in base alle loro interazioni con i personaggi più importanti.

I professori associati di matematica si sono serviti della centralità per comprendere l’importanza dei personaggi. Secondo Beveridge:

« Un personaggio può recitare un ruolo principale in tanti modi diversi. »

Bisognava quindi, per modellare il grafico, studiare diverse misure di centralità:

  • Il numero di collegamenti del personaggio con gli altri protagonisti,
  • Il numero di interazioni,
  • Le connessioni del personaggio con i personaggi più importanti (l’algoritmo PageRank di Google è stato utilizzato per determinare i personaggi più importanti della serie)
  • I valori di distanza media tra i personaggi,
  • La frequenza di presenza di un personaggio.

AND THE WINNER IS…

Matematicamente parlando, Tyrion Lannister sarebbe il personaggio principale di Game of Thrones!

Sebbene l’esperienza matematica abbia tirato fuori anche i nomi di Jon Snow e Sansa Stark, molto presenti nella serie… Il personaggio di Tyrion è il quindi primo risultato tra i 4 personaggi principali, spodestato soltanto da Jon Snow nell’ultima.

Tyrion, Jon, Sansa? Chi uscirà vittorioso da questa guerra e si impossesserà del Trono di Spade?

Un esercizio matematico che dimostra ancora una volta la potenza di questa disciplina e propone un nuovo ambito di ricerca nascente, la scienza delle reti.

Secondo i calcoli matematici, il personaggio più importante della serie dovrebbe essere Tyrion Lannister. Tyrion Lannister è matematicamente il personaggio principale di GOT!

Scopri anche i paradossi matematici

La scienza delle reti al centro del mondo?

Istituita da una decina di anni, la scienza delle reti è emersa con l’avvento dei sistemi informatici in tutto il mondo.

Guardandolo più da vicino, il concetto di rete è ovunque sul nostro pianeta:

  • Reti di trasporto (stradale, aereo, ferroviario…)
  • Reti naturali (idrauliche, biologiche…)
  • Reti di infrastrutture (sistemi idraulici, di gas, di energia elettrica…)
  • Social Network
  • Eccetera

Lo studio di queste reti è un tema chiave in diversi settori: marketing, sicurezza, commercio, politica, ecc.

Una nuova scienza modellata come i classici grafici matematici, con i vertici e gli spigoli che risalgono allo studio di Eulero, celebre matematico del XVIII secolo.

E se lo studio delle reti potesse riconciliare le scienze?

Questo è ciò che vogliono dimostrare lo storico M. Gribaudi e il fisico J. P Nadal. Desiderano invitare i ricercatori provenienti da ogni settore: matematici, fisici, storici, linguisti, sociologi, ecc…per collaborare insieme e dialogare per far progredire le ricerche.

Sulla base dell’osservazione nella quale ogni ricercatore si inserisce nella propria area di competenza, lo studio della scienza delle reti potrebbe, dicono, permettere grandi scoperte.

Con questo metodo, il processo di ricerca potrebbe essere molto più efficace. Prendendo come esempio matematici e sociologi.

Da parte loro, gli esperti in scienze sociali forniscono dati qualitativi che, in seguito, saranno messi a disposizione dei matematici per sviluppare modelli specifici.

La matematica è ancora una disciplina piena di risorse e di ricchezze.

« La matematica non è meno vasta del mare, » Victor Hugo 

Nel frattempo, sai come impressionare amici e colleghi dicendo loro come, attraverso la matematica, hai scoperto chi è il personaggio principale di GOT e, forse, il futuro governatore di Westeros!

Probabilmente, se il programma ministeriale proponesse di studiare la materia, affrontando temi più divertenti come questo, gli studenti dalle elementari alla fine potrebbero più facilmente:

  • imparare la matematica con le lezioni,
  • fare gli esercizi di calcolo mentale (addizione, sottrazione, divisione, moltiplicazione),
  • imparare le figure geometriche (quadrato, triangolo, triangolo isoscele, ipotenusa…),
  • risolvere le frazioni
  • calcolare le probabilità
  • risolvere le equazioni di secondo grado…

Non pensi che la matematica possa essere emozionante? Soprattutto se decidi di dedicarti ai più grandi misteri matematici!

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar
wpDiscuz