Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno scolastico
Condividi

I vantaggi di essere un insegnante privato durante le vacanze

Scritto da Igor, pubblicato il 01/12/2016 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > Perché Dare Lezioni Private in Estate?

È vero che appena arriva l’estate, nella testa di ogni studente c’è solo una cosa: approfittare del caldo, uscire con gli amici e rilassarsi.

Non pensano proprio a farsi aiutare con i compiti, con i programmi di matematica (o con le lezioni private di matematica), di fisica e chimica, delle lingue straniere, di scienze della terra, di biologia …

È finito lo stress, la pressione dei compiti in classe, degli esami, dei test di ingresso all’università e dei voti!

Ma l’estate, per qualcuno, come per te, è sinonimo di più tempo per dare ripetizioni e lezioni private. Perché l’estate rappresenta l’occasione di poter trovare un lavoro stagionale come insegnate privato.

Ecco tanti aspetti che ti faranno cambiare la tua visione dell vacanze estive …

Corinne

I nostri insegnanti sono talmente contenti

”Con Superprof, ho potuto trovare degli allievi seri, motivati e con molta voglia di imparare. Consiglio assolutamente Superprof!”

Come puoi assicurarti un calendario di lezioni private per l’estate?

Organizzati per tempo e distribuisci i tuoi annunci fuori dalle scuole gà dal mese di maggio In quanto professore di lezioni private devi pianificare benissimo i tuoi orari!

Che tu sia uno studente o un professionista, il periodo estivo è spesso sinonimo di tempo libero. Per questo, in quanto insegnate di lezioni private – o di corsi a domicilio – puoi approfittare delle vacanze per assicurarti un gran numero di lezioni.

Ma come fare per avere un calendario intenso e assicurarti un gran numero di lezioni a domicilio?

Innanzitutto, non devi aspettare agosto per pubblicare i tuoi annunci. Un consiglio: preparati un annuncio ben scritto e che si presenti bene e affiggilo fuori da tutte le scuole prima della fine dell’anno scolastico. Fallo durante i mesi di maggio e giugno.

Questo consentirà ai genitori degli studenti e agli studenti stessi, di programmarsi in anticipo e di tenersi libere alcune settimane per le lezioni.

Inoltre, potranno anche incontrarti una o due settimane prima dell’inizio dei corsi a domicilio e stabilire un calendario delle lezioni.

Non dimenticare di parlarne anche tra i tuoi conoscenti. Il passaparola funziona benissimo in questo settore di attività. Se fai una buona impressione tra i genitori di alcuni studenti, forse potresti essere consigliato ad altri conoscenti.

Non dimenticare nemmeno i membri della tua famiglia e i tuoi amici. Chi, infatti, non ha mai avuto bisogno di ripetizioni di matematica? Fai attenzione, ogni giorno.

Anche i social network sono una miniera d’oro dove trovare una clientela regolare. Vi si trovano migliaia di annunci in cui si richiedono lezioni private.

E proprio in questo mucchio di domande d’aiuto potrai trovare la tua felicità. Alcuni gruppi su Facebook recensiscono diversi annunci di ricerca di lezioni private. Anche LinkedIn, una rete dedicata esclusivamente ai professionisti, permette di trovare studenti o anche lavoratori che desiderano lezioni private.

Inevitabilmente, le grandi imprese dei corsi di lezioni a domicilio (come Superprof) potranno offrirti una rubrica piena di indirizzi.

Se seguirai questi consigli, ti troverai in poco tempo con una rubrica di indirizzi grossa come un’enciclopedia. Benissimo!

Ora, non ti resta che trasformarti nella tua segretaria ed organizzare il tuo calendario di lezioni private con metodo.

Devi pensare bene in quali giorni della settimana o del mese ti vorrai consacrare all’insegnamento di recupero, per poter poi chiamare i tuoi studenti.

Puoi accumulare fino a 4 ore al giorno di insegnamento, e già si tratta di un numero ragguardevole. Non dimenticare di rilassarti: sei in vacanza anche tu!

L’estate: il momento migliore per il recupero scolastico

Prima di iniziare la parte pedagogica delle tue lezioni dedica del tempo per capire il livello di preparazione dello studente e i suoi obbiettivi Durante l’estate puoi dare delle lezioni private su misura!

Oramai, l’avrai capito: il periodo estivo è l’ideale per dare delle lezioni private. È il momento migliore per il recupero scolastico. Perché?

Gli studenti, appena concludono un anno scolastico, sentono a volte numerose lacune in alcune materie. Non a caso, secondo cifre fornite dal MIUR, il 42% degli studenti viene promosso con debiti formativi, da recuperare prima della fine di agosto.

A volte, gli studenti non osano fare domande agli insegnanti su nozioni che non abbiano assimilato, e le settimane si succedono, allo stesso modo delle difficoltà… e i ritardi si accumulano …

Quindi, per un insegnante che abbia come cliente uno studente con necessità di seguire delle ripetizioni, è fondamentale identificare con precisione le lacune del ragazzo. Per raggiungere questo obbiettivo potrebbe essere necessario dedicare del tempo a discutere con lo studente. Anzi, avere uno scambio di questo tipo non significa perdere del tempo: al contrario!

Puoi allora porgli delle domande:

Cosa ti interessa a scuola?

Preferisci le materie scientifiche o quelle letterarie?

Hai dei buoni voti in matematica? In italiano?

… Si tratta di altrettante domande che ti daranno preziosi indizi sulle lacune del tuo interlocutore.

E durante l’estate, hai il tempo, puoi cioè dare corsi di recupero su misura. Una vera lezione privata, adattata alle difficoltà incontrate dallo studente.

Puoi dedicare del tempo all’illustrazione dei problemi di matematica, a schematizzare, a spiegare semplificando al massimo. Il tutto sta nell’essere pedagogo e nel non avere fretta.

Se il ragazzo non assimila un concetto il lunedì, potrà forse farcela il martedì, perché spesso in estate i genitori sono propensi a programmare una quantità di lezioni importante.

Ma non dimenticare di rendere ludico l’apprendimento. Perché non mettersi in giardino a studiare? O ancora, al sole, sulla terrazza. D’estate bisogna approfittare del sole, anche se si studia.

Dare lezioni private d’estate per guadagnare dei soldi

Il periodo estivo è anche sinonimo di lavoro stagionale. Durante i mesi estivi le assunzioni salgono anche di 150 mila unità. Può quindi essere interessante per un giovane studente dare delle lezioni private, per pagarsi, perché no, l’anno accademico successivo. Anche chi non lavora più può dare lezioni private per integrare la pensione.

In effetti, diventare professore a domicilio durante i mesi estivi permette di arrotondare le entrate. Se consideriamo nell’insieme tutte le materie di insegnamento e tutti i professori, in media una lezione privata su Superprof costa 22,50 €. Una lezione data durante il periodo estivo può arrivare a costare anche il doppio.

Evidentemente, questa tariffa varia da un insegnante all’altro, in funzione della sua età, della sua esperienza…

Oggi, il mercato delle lezioni private in Italia ammonterebbe a 800 milioni di euro, una cifra particolarmente considerevole e che fa del Belpaese un grosso consumatore di lezioni private a domicilio. Anche tu, quindi, puoi intraprendere la carriera di insegnante privato di ripetizioni a domicilio.

È importante quindi per l’aspirante professore a domicilio avere il maggior numero di studenti durante le settimane del periodo estivo. Sul nostro sito Superprof, il numero di lezioni private disponibili aumenta del 68% tra agosto e settembre.

Hai indovinato: il mese di agosto potrebbe farti guadagnare delle grosse cifre, sempre che tu ti impegni ad applicare i consigli di cui abbiamo appena parlato.

Dare lezioni durante l’estate per approfondire i programmi

Accade non di rado che degli studenti volgliano studiare durante l'estate il programma dell'anno scolastico successivo. Durante l’estate il prof di lezioni private deve dedicare del tempo a parlare con i suoi allievi!

Gli obbiettivi delle lezioni date durante l’estate possono essere molteplici: sostegno scolastico, ripasso completo di una materia, …

Ma anche avanzare con il programma dell’anno scolastico o accademico successivo. Perché infatti, dare lezioni private durante l’estate non significa per forza avere a che fare con degli studenti in difficoltà. Spesso si incontrano anche studenti – soprattutto dopo il diploma di maturità – che desiderano avanzare il più possibile per gestire al meglio il loro tempo libero. Per loro, la riuscita scolastica passa anche attraverso l’avanzamento personale con il programma dell’anno successivo.

Per questo motivo, gli studenti hanno la possibilità di accedere a questo programma grazie agli studenti degli anni successivi. Possono anche venire in possesso degli appunti attraverso gli amici che seguono i corsi più avanzati.

Se sei studente di un particolare ambito (scientifico, letterario o economico), sei in grado di dare lezioni ed insegnare agli studenti delle stesse materie che frequentano gli anni precedenti. Può essere anche un compromesso: scambiare le conoscenze e allo stesso tempo ripassare.

Perché una persona che sappia ben spiegare deve essere allo stesso tempo una persona che abbia assimilato bene quello che le è stato insegnato.

Se sei più grande dei tuoi studenti, saprai anche quali nozioni saranno affrontate a lezione e potrai preparare i tuoi corsi in funzione di questo nuovo programma.

Avrai quindi il tempo di presentare queste nuove nozioni, di porre delle domande per conoscere le lacune ancora esistenti e di partire per una nuova avventura con il tuo allievo. Anticiperai con lui, di volta in volta, gli esercizi per assimilare il nuovo programma.

Lo studente accumulerà quindi un vantaggio e si sentirà fiducioso rispetto all’anno che inizierà a settembre. Ad inizio anno avrà già visto alcuni concetti e ne avrà approfonditi altri. Un buon modo per iniziare il nuovo anno o di preparare un esame grazie a delle lezioni.

Degli studenti meno stressati durante l’estate

Gli studenti dell'estate sentono meno la pressione della scuola e riescono quindi ad essere più ricettivi Durante l’estate i tuoi studenti saranno meno stressati!

Durante l’estate, gli studenti possono finalmente respirare un po’: niente più esami o compiti in classe, niente più voti, nessuna media da rispettare …

Uff, la pressione cala per due mesi. Questa condizione mentale è l’ideale per l’insegnamento privato. Innanzitutto, le lezioni si svolgeranno principalmente a casa. Un luogo che per lo studente ha un significato diverso da quello scolastico e che gli offre un ambiente di lavoro più sereno.

Inoltre, lui sa che tu non sarai là per rimproverarlo, ma per farlo progredire, senza dargli brutti voti. Senza una spada di Damocle sulla testa ad ogni fine settimana, avrà più fiducia in se stesso e sarà più concentrato. Non avrà i suoi compagni a distrarlo in classe. Ci sarai solo tu e lui si concentrerà su quello che gli dici. Un ragazzo meno stressato è un ragazzo attento e molto più curioso. Non avrà né paura, né vergogna a porti domande che gli possano sembrare stupide. E sarà attento alle tue risposte.

Infine, non dimentichiamo che siamo in periodo di vacanze scolastiche; quindi non mettiamo pressione allo studente, non stressiamolo. L’obbiettivo non è di correre, ma di farlo progredire, di approfondire il lavoro e di dargli il tempo di capire le nozioni.

Poi, non c’è niente di meglio che studiare matematica o storia dell’Antico Egitto davanti ad un buon gelato.

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *