Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Prendere ripetizioni fin dalle elementari per acquisire delle basi solide!

Di Igor, pubblicato il 25/10/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > L’Importanza del Sostegno Scolastico alla Scuola Elementare!

Priorità numero uno dei genitori: evitare l’abbandono scolastico …

Lo scolaro può essere sotto pressione per l’attesa di risultati da parte dei genitori o per la condotta dell’insegnante, dei compagni e desiderare abbandonare lo studio.

L’accumulo di discipline, il ritmo scolastico serrato, problemi esterni, sono tutti elementi, poi, che possono spingere un bambino a chiudersi in se stesso e a rifiutare ogni nuova conoscenza.

Vediamo un po’ come le ripetizioni e le lezioni di sostegno possano migliorare la sorte di vari scolari italiani.

Ritorno sul programma ministeriale per la scuola primaria

Se le difficoltà sono tante e grosse, le lezioni del pomeriggio vanno accompagnate da un'attivià più scientifica. Ortofonista, consulente, psicologo, … Qual è la persona più adatta per aiutare tuo figlio?

Unico livello scolastico ancora non intaccato da dannose riforme, accettate ciecamente per quanto incomprensibili, la scuola elementare è fondamentale nella predisposizione di attitudine per lo studio e l’assimilazione di saperi e competenze.

L’obiettivo è quello di fornire un insieme di conoscenze di base comuni, che influirà sulla capacità di acquisire ulteriori abilità fino all’età di sedici anni.

L’obiettivo dichiarato è quello di privilegiare lo sviluppo cognitivo e la strutturazione di base di abilità conoscitive; una infarinatura culturale generale pluridisciplinare è parimenti perseguita. Il sistema di notazione cede il passo a quello di accompagnamento ed orientamento degli scolari. Viene a mancare, pertanto, l’esame finale che separava la scuola elementare dalla scuola media, fungendo da barriera respingente, in caso di manifesta impreparazione.

Per quanto concerne la scuola elementare, gli orari si sono dilatati, negli ultimi decenni. Delle discipline un tempo impensabili sono ormai insegnante, su iniziativa locale, quando non espressamente imposte e finanziate a livello ministeriale. Intervengono, in tal caso, delle direttive di semplice orientazione, che lasciano tuttavia al preside- e molto più spesso ai genitori – l’onere finanziario di far attivare insegnamenti linguistici, laboratori scientifici, matematici, attività sportive.

L’obiettivo della scuola elementare dichiarato è sempre quello del progresso di conoscenze e competenze, che naturalmente non possono che essere rinforzate attraverso un accompagnamento scolastico dedicato, generalmente privato.

Alla scuola media, poi, diviene quasi obbligatorio rivolgersi ad un accompagnamento esterno, dato il complessificarsi dei compiti e l’assenza di tempi e spazi sufficienti ad un accompagnamento personalizzato dei giovani.

Cosa proporre ad uno scolaro che ha difficoltà con la matematica?

Osserva bene le attività extra scolastiche del tuo piccolo o della tua piccola: non dovresti avere difficoltà a capire quello per cui è portato. Come capire se tuo figlio abbia lo spirito scientifico?

Per uno scolaro più avvezzo alle lettere che ai numeri, capita che la lezione di matematica scivoli via troppo in fretta, senza che nulla sia rimasto scalfito….

Pur concentrato, all’ascolto, il bambino può avere difficoltà a connettersi con la necessaria logica scientifica ed iniziare a perdersi in pensieri di vario genere, rigirando la penna fra le mani fino all’atteso suono della campana… “E dove sarebbe il piacere in tutto ciò?”

In particolare, secondo uno studio del 2014; circa il 40 % degli scolari è in difficoltà alla fine delle elementari e dalle medie.

Aggiungiamoci che circa l’80% degli insegnanti delle elementari non ha una laurea in matematica… Capiamo bene che dare lezioni di matematica non si improvvisa, metodo e pedagogia dovrebbero essere specifici ed acquisiti con fermezza.

Ecco perché, a parte aiutare da soli il proprio bambino o iscriverlo ad una scuola specializzata in matematica – fra l’altro assente in Italia – non rimane spesso che rivolgersi ad un insegnante laureato in matematica (oppure affidarsi alle ripetizioni online). Egli dovrà, nel contempo, anche essere un esperto nell’accompagnamento scolastico di bambini delle elementari. Solo così la sua presenza potrà avere un senso e la vita del piccolo sarà risollevata da preoccupazioni inutili!

Il ruolo di questo tipo di insegnante sarà quello di identificare i problemi di apprendimento in matematica dello scolaro.

L’alunno in questione:

  • Capisce i concetti ma non riesce a svolgere gli esercizi?
  • Riesce ad afferrare una lezione complessa solo attraverso esercizi?

Valutati questi due aspetti probabili, saranno diagnosticati i problemi riscontrati saranno prese in conto le valutazioni ricevute a scuola, si effettuerà poi una ulteriore valutazione per mettere in evidenza gli aspetti che risultino problematici per il piccolo.

In generale, alle elementari, sia la moltiplicazione e la divisione, sia le difficoltà nei decimali sono elementi che possono porre problemi …

Ricorda: prima ti hanno insegnato a contare con le dita: 1, 2, 3….per dirti in seguito che esistono anche 1,1 e 2,1. Senza parlare poi del fatto sorprendente per cui: 2,999 sarebbe più piccolo di 5,6!

Per rimettere lo studente sul cammino della riuscita, non esiste una soluzione perfetta. Ma esistono molte buone opzioni interessanti.

Innanzitutto, bisognerà allontanare dall’alunno l’abitudine a imparare a memoria senza capire. Per fare ciò converrà che si presenti al piccolo un materiale concreto da manipolare, per afferrare dei relativi concetti matematici.

In seguito, più spesso possibile, cerca di lasciare che il bambino arrivi da solo a percorrere il giusto ragionamento. Egli dovrà essere in grado di capire da solo come arrivare al risultato. Così solamente egli tratterrà a mente la nozione opportuna.

Insomma, cerca di essere il più pedagogico possibile!

Durante ogni tua lezione a domicilio, tieni a mente quali sono i 5 sensi… Le difficoltà in matematica derivano spesso dal fatto che il bambino non capisce ciò che gli viene chiesto. Solo una volta capito davvero l’enunciato egli potrà davvero eseguire e fare progressi.

Una materia come la matematica mantiene tutta la sua importanza per l’intera durata della scolarità. D’altra parte, per procedere su una via scientifica, all’avvicinarsi dell’esame di maturità, perché non servirsi proprio dei corsi di accompagnamento scolastico per liceali?

Cosa proporre ad uno studente che ha problemi nel leggere?

L'accompagnamento extra scolastico ha anche la funzione di insegnare un metodo di studio. Cosa dire allo studente che non capisca l’enunciato del problema?

Da grandi non ce ne ricordiamo più, ma la lettura costituisce una tappa molto impegnativa e laboriosa nella vita di un bambino.

Tale attività sollecita più di una capacità: attenzione, memoria, conoscenza delle lettere, decifrazione dei segni e del senso di una parola a partire da un contesto….

Queste tecniche di apprendimento sono spesso complicate da infondere in una classe di diversi scolari gestita da un insegnante di scuola. Lo scolaro necessiterebbe proprio di una attenzione particolarissima e dedicata, per poter far fronte a tutti gli aspetti complessi citati sopra e riuscire finalmente a leggere correttamente.

Se il corpo insegnante può sostenere in parte lo scolaro, è spesso l’inquadramento da parte di un insegnante privato, che veda il bambino con regolarità e frequenza, che funzionerà più di ogni altra cosa in vista di un esame.

Il suo ruolo di ‘’traduttore delle lettere’’ in un mare magnum di vocali e consonanti da padroneggiare può portare frutti con gran rapidità.

Lo scolaro potrà proseguire ad una velocità più adatta e raggiungere quella dei compagni di classe, ma accompagnato da questo amico speciale che è l’insegnante del dopo-scuola.

Quest’ultimo svolgerà proprio del training scolastico, insomma!

Per apportare il suo aiuto scolastico in Italiano ad uno studente che non sa leggere, l’insegnante privato ‘’diagnosticherà’’ cosa non vada, cosa debba essere riaggiustato.

Con l’aiuto di un test di lettura personalizzato, l’insegnante potrà osservare la tecnica messa in atto dallo scolaro. In tal modo egli individuerà gli errori di procedimento commessi dal piccolo.

Lo scolaro capisce la storia che legge?

Memorizza le parole-chiave?

Reperisce e distingue le lettere che si somigliano?

Una serie di esercizi saranno messi in opera per far progredire il bambino ed accompagnarlo nel suo perfezionamento della lettura. Durante le ripetizioni (cerco ripetizioni roma) lo scolaro si dedicherà a scorgere le parole e selezionare le lettere identiche.

Cosa proporre ad uno studente che ha problemi nello scrivere?

Anche se in rete trovi molto materiale, non dimenticare l'importanza della carta stampata nello studio e nella preparazione in generale. Devi scegliere bene i tuoi libri per accompagnare le tue lezioni!

Da Carlo Magno a Jules Ferry, passando per Daniel Pennac ed Einstein, la scuola ha sempre conosciuto degli studenti in difficoltà al momento di scrivere.

Dalla prima elementare in poi le tappe da superare sono davvero tante, e i casi di problematiche legate al leggere e allo scrivere ancor più!

Ma cosa proporre ad uno studente in difficoltà nella scrittura per prepararlo ad un esame?

Naturalmente, tra tutti i professionisti in grado di aiutare uno scolaro, si potrebbe ricorrere a:

Di fronte ad una necessità costante di scrivere, l’alunno in difficoltà può a volte penare, essere lento e prendere male i compiti scritti.

Oltre ai professionisti citati sopra, l’insegnante privato potrà aiutarlo a migliorare nella scrittura durante l’ora di accompagnamento scolastico.

A casa propria, senza stress, l’insegnante privato potrà fare come un fratello maggiore – o una baby sitter – e sostenere in tutto lo scolaro che ancora non sa scrivere bene.

Privilegiando ludicamente il disegno – al quale il piccolo dovrebbe già essere abituato dall’epoca della scuola materna – l’insegnante privato cercherà di far migliorare la motricità fine dello scolaro, il suo modo di impugnare la matita, perché questi ritrovi fiducia nella propria scrittura.

  1. B.: l’uso di quaderni appropriati alle varie fasi dell’apprendimento della scrittura facilita la riuscita calligrafica.

Un insegnante del dopo-scuola per non trovarsi in ritardo alla scuola media

Prima di pensare di prendere lezioni di dopo-scuola alle medie, occorre finire la scuola elementare!

La lettura fine a se stessa non porta da nessuna parte. L'importante è comprendere quello che c'è scritto. Insegna al tuo studente a leggere tra le righe di quello che sta studiando!

I compiti a casa si accumulano, il programma segue il suo corso e lo scolaro si perde spesso tra i capitoli dei libri scolastici che pesano dentro al suo zaino.

Malgrado la gran motivazione, l’abnegazione del corpo insegnante e l’aiuto dei famigliari, il piccolo vede a volte che le medie si avvicinano a passi da gigante senza sentirsi ancora sicuro delle nozioni di base.

Nelle vacanze scolastiche, il mercoledì e nei fine-settimana i genitori di ogni bambino in difficoltà si pongono molte domande circa le difficoltà scolastiche.

Un insegnante privato potrebbe dare qualcosa di più a nostro figlio, rispetto a quello che apportiamo noi genitori e gli insegnanti di scuola?

Il settore dell’accompagnamento scolastico, in netta crescita dal 2015, è ormai risaputamente utile.

La missione svolta a profitto degli scolari, prima che vadano alle medie è multipla:

  • Colmare le lacune prima che queste si cristallizzino sulle spalle dello scolaro,
  • Rinforzare le conoscenze inerenti ai numeri e alle lettere,
  • Influenzare e preparare mentalmente lo scolaro all’innalzamento del livello di difficoltà che egli vivrà gradualmente cambiando di classe e poi di scuola.

L’accompagnamento scolastico a domicilio consente a molti scolari di tornare a sorridere.

Se l’argomento dell’accompagnamento scolastico a domicilio ti interessa, ti consigliamo di andare sul sito di Superprof! Aspettandoti sulla nostra piattaforma, ti auguriamo una splendida riuscita (come studente, come insegnante, come genitore)!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar