Per quanto magnifica possa essere la vita, essa è difficile.

La vita, ha scritto uno dei miei amici, è come suonare violino in pubblico, allo stesso tempo in cui si impara a suonarlo

Edward Morgan Forster (1879-1970)

Imparare a suonare gli strumenti ad archi del quartetto – violoncello, viola, e violino – richiede un corso di musica completo: corso di solfeggio, ritmo e lettura delle note dello spartito, tecnica e posizionamento delle dita, vibrato, pizzicato, …), ecc.

Se anche tu vuoi imparare a suonare il violino, il nostro consiglio è quello di cercare un professore di musica con esperienza.

Che si tratti di avvicinamento alla musica, di corsi di iniziazione musicale o di perfezionamento per ragazzi e adulti, ecco come scegliere un professore di violino in base alla sua esperienza.

Annalisa
Annalisa
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (24) 20€/h
Prima lezione offerta!
Marta
Marta
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (11) 30€/h
Prima lezione offerta!
Giada
Giada
Insegnante di Violino
4.83 4.83 (6) 20€/h
Prima lezione offerta!
Alessandra
Alessandra
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (4) 15€/h
Prima lezione offerta!
Cristiano
Cristiano
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (1) 25€/h
Prima lezione offerta!
Claudio
Claudio
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (4) 20€/h
Prima lezione offerta!
Sandra
Sandra
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (2) 25€/h
Prima lezione offerta!
Elisa maria
Elisa maria
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (7) 25€/h
Prima lezione offerta!

Quali domande porre al tuo nuovo professore di violino?

Quando si voglia insegnare la pratica del violino, essere melomani non è sufficiente, ovvio!

La tradizione musicale è tramandata oralmente da una generazione all’altra, senza bisogno di partiture e di solfeggi.
Gli zigani non studiano violino al conservatorio, ma la loro abilità con lo strumento è innegabile!

Non vogliamo dire che ogni studente debba per forza di cose trovare come professore un virtuoso del violino, certo, ma allo stesso tempo il tuo futuro insegnante dovrà dimostrare di avere pratica, esperienza, conoscenza e approccio pedagogico, se vorrà trasmetterti quello che conosce e fare in modo che tu possa suonare il violino, in uno o più di tanti stili di musica possibili: classica, jazz, manouche, folk, jazz rock, klezmer.

La prima cosa da verificare è il percorso di formazione dell’aspirante insegnante di violino

Ha ottenuto un diploma al conservatorio? Se sì, in quale conservatorio? Uno rinomato o uno secondario?

Da quanti anni esercita come suonatore di violino? Da quanto tempo insegna agli altri la pratica dello strumento?

Insomma, devi comportarti come se ti trovassi ad un colloquio di lavoro, dove, questa volta, sei tu dalla parte del futuro datore di lavoro, mentre il potenziale insegnante è la persona da assumere; devi cercare di sapere se sarà in grado di svolgere il lavoro che gli affiderai: insegnare a te (o a tuo figlio) a suonare il violino!

Seguire lezioni di musica a domicilio, per iniziare a suonare il violino, per il piacere di suonare qualche brano (Vivaldi, Monteverdi, Lully, Paganini, Menuhin o Grappelli) o per progredire nella pratica dello strumento e arrivare, un giorno, chissà, a suonare in qualche orchestra filarmonica rinomata, … tutto questo richiederà un tipo di insegnante o un altro.

  • Imparare a leggere le note: poca esperienza, anche uno studente di pianoforte potrebbe andare bene;
  • Insegnare musica a bambini e ragazzini: servirà un minimo di cultura musicale e di esperienza nell’insegnamento ai bambini;
  • Seguire dei corsi online, al fine di entrare in un gruppo musicale: avrai bisogno di un insegnante di livello intermedio;
  • Accedere ad un Conservatorio o ad una scuola di musica rinomata o, ancora, in un’orchestra sinfonica: il tuo professore dovrà avere una grande esperienza.

Nota che la maggior parte degli strumentisti hanno loro stessi imparato a suonare e basta: insomma, essere virtuosi del violino, essere primi violini in un’orchestra da oltre 100 strumenti non significa necessariamente saper insegnare, avere la pedagogia corretta e adatta!

Tuttavia, la maggior parte dei musicisti professionisti deveno anche insegnare, se vogliono riuscire a vivere della loro passione, dato che i compensi della sola orchestra rischiano proprio di non essere sufficienti!

Secondo noi, un professore di violino deve avere delle doti, delle capacità e delle conoscenze in psicologia, in scienze dell’educazione, in storia della musica e in letteratura della musica.

Quale formazione musicale e quali diplomi devi pretendere dal tuo insegnante di violino?

Sulla piattaforma di Superprof, si constata, tra i profili dei nostri professori, una forte correlazione tra il montante della tariffa oraria e il livello di esperienza e la polivalenza dell’insegnante. Più il prof di musica ha esperienza nell’insegnamento del violino, più alta sarà la cifra che potrà richiedere allo studente. Al contrario, più il professore (o la professoressa) è giovane, più il potenziale insegnante è ancora studente di musica, e meno costoso sarà prendere lezioni da lui!

Per riuscire a riprodurre correttamente le note dello spartito, avrai bisogno di esercitarti a lungo e di studiare a fondo.
Suonare il violino non è proprio un gioco da ragazzi!

Devi scegliere un insegnante che sia violinista concertista di professione?

Secondo noi, seguire lezioni impartite da un violinista professionista ha senso solo se l’obiettivo è quello di un perfezionamento di alto, altissimo livello.

Imparare a suonare il violino comporta sacrifici e gli insegnanti sono molto esigenti: questo strumento richiede molto rigore, soprattutto nel caso in cui si voglia proseguire la carriera con l’improvvisazione e la composizione.

Sono numerosi i musicisti professionisti che insegnano solo privatamente, semplicemente per il fatto che la loro carriera non gli consente di dedicare tempo ad un impiego a tempo pieno presso un conservatorio o una scuola di musica. Per arrotondare lo stipendio o per dare sfogo alla passione dell’insegnamento, costoro decidono di mettersi sul mercato della formazione privata, a domicilio o online.

Questa formula di apprendimento del solfeggio e del violino diventa, dunque, flessibile: essa può adattarsi a tutti gli impegni della giornata, sia dell’insegnante, sia dello studente.

Tuttavia, fare musica è un po’ come giocare a scacchi: più ti trovi di fronte a giocatori con esperienza, abilità e concentrazione, maggiori saranno le tue chance di progredire e di progredire più rapidamente.

Se la tua ambizione è quella di entrare a far parte di un’orchestra filarmonica, di un’orchestra da camera o di entrare direttamente in una scuola di musica di alto livello, sarà meglio che tu scelga sin da subito un violinista di alto livello.

Attenzione, però: come già abbiamo visto, maggiore è l’esperienza dell’insegnante e più elavato sarà il costo orario di una singola lezione.

Con molto impegno e grazie all’aiuto di un professionista, anche tu potrai suonare il violino.
Saprai trovare il tuo posto in seno ad un’orchestra?

Se un suonatore di violino ancora agli inizi spera, un giorno, di poter suonare come un violinista professionista, con il posto fisso in un’orchestra di una grande città, allora il passaggio attraverso uno o più corsi con un professore diplomato presso il conservatorio sarà praticamente obbligatorio.

Meglio assumere un violinista con meno esperienza?

Se desideri imparare il violino, per il semplice piacere di imparare a suonare da solista o in un piccolo gruppo, per andare ad esibirti nei piccoli locali della tua città o nei festival estivi, contattare un concertista di professione e prendere lezioni da lui, rischia di essere eccessivo: dato il costo elevato di questi professori, il gioco rischia proprio di non valere la candela!

Anche contattando semplicemente uno studente di conservatorio (purché, ben inteso, abbia qualche anno di esperienza in più rispetto a te e abbia qualcosa da insegnarti), puoi incontrare il buon professore di violino per te: molti degli studenti di conservatorio, infatti, hanno alle spalle alcuni concerti e sanno suonare da quando erano piccoli.

Cosa ancora più importante, il beneficio per te sarà almeno doppio: progredirai regolarmente nello studio e nella pratica del violino e pagherai una tariffa inferiore anche della metà.

Non è fondamentale, insomma, scegliere un professore diplomato al Conservatorio, perché succede spesso che un musicista che non abbia alcun diploma, sia tuttavia più che competente – a patto che sia dotato di capacità di insegnamento – per trasmettere agli altri quello che lui già sa!

Assumere un professore che abbia solo qualche anno di esperienza musicale presenta, tuttavia, un rischio maggiore, rispetto a quello che si correrebbe con un professore diplomato e con anni di insegnamento alle spalle: difficilmente, conoscerà altri strumenti al di fuori di quello che sta per insegnarti.

Il fatto di conoscere, oltre al violino, anche il violoncello e la viola, ad esempio, e di sapere suonare anche strumenti a corde o il pianoforte, non fa che ampliare la sua cultura personale e musicale e gli offre una visione d’insieme sulla musica, che facilmente avrà il suo positivo ritorno in sede di lezione di violino.

È impossibile quantificare il numero di lezioni e di corsi necessari per saper suonare un brano con il violino, perché tutto dipende dalla frequenza della pratica e della motivazione di ogni studente.

Tuttavia, è possibile scegliere una melodia relativamente abbordabile per allenarsi. Uno studente, soprattutto se agli inizi, non deve mai esitare nel sottoporre al professore privato i propri brani preferiti, sui quali desidererebbe lavorare.

Uno strumento così delicato come il violino, se dovutamente suonato e accompagnato, può scaldare la scena di una sala concerti.
Violino, pianoforte e batteria: la serata sarà calda!

Si considera, spesso, che un minino di tre anni di pratica musicale è necessario, prima che uno strumentista qualsiasi possa efficacemente dare lezioni a dei principianti.

Per ricapitolare, scegliere un professore con poca esperienza può essere interessante per tutti coloro che abbiano un budget limitato, ma il rischio che si corre è che il livello di studio del violino sia altrettanto poco elevato.

Al contrario, per tentare di suonare il violino come uno strumentista virtuoso, le lezioni private saranno piuttosto costose, ma i corsi di formazione saranno i migliori possibile!

Bisogno di un insegnante di Violino?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 2 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura