Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come sostenere mio figlio con le lezioni private?

Di Francesca, pubblicato il 11/10/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > L’Importanza del Sostegno Scolastico per l’Accompagnamento degli Studenti

Di fronte alle difficoltà scolastiche di tuo figlio, hai deciso di rimboccarti le maniche e di prendere il toro per le corna.

In che modo? Accompagnandolo verso il successo scolastico attraverso le ripetizioni.

Sicuramente avrai dovuto scegliere tra diverse formule: tutoring online, supporto scolastico a domicilio, corsi intensivi, lezioni private a domicilio o sostegno scolastico gratuito, vero?

Le ripetizioni possono rivelarsi essere un’opzione perfetta per far tornare nel bambino il piacere di imparare o semplicemente per offrirgli un po’ di aiuto per farlo rimontare nei voti.

Attenzione, però: se non vengono soddisfatte certe condizioni, tuo figlio non farà alcun miglioramento.

Dal momento che hai sempre seguito il suo percorso scolastico, perché fermarti proprio ora con le ripetizioni?

Anche tu hai la possibilità di aiutare tuo figlio accompagnandolo in questo percorso.

Sarai in grado di comprendere meglio i suoi cambiamenti, di determinare le sue necessità, le aspettative, incoraggiarlo a organizzare il lavoro per operare meglio con il tutor, aiutarlo a essere autonomo, valorizzando i suoi sforzi.

Tutto questo è a portata di mano, è il tuo ruolo di genitore che si esprime: allora, sei pronto ad accompagnare tuo figlio verso i risultati sperati?

Riconoscere le esigenze del bambino

Per aiutare tuo figlio nel migliore dei modi, devi conoscere le sue esigenze.

Ha difficoltà in matematica? In italiano? In storia o geografia?

Desidera soltanto approfondire le sue conoscenze? Necessità di una preparazione specifica per un esame? Ha debiti da recuperare?

Infine, bisognerà porsi altre questioni pedagogiche del tipo: è sufficientemente autonomo? Bisogna insegnargli un metodo di ripasso?

La sua memoria è più visiva o uditiva?

Conoscere tutto ciò ti permetterà di valutare la qualità delle lezioni private e i loro risultati.

Cerca di individuare il profilo scolastico di tuo figlio! Determina il profilo scolastico di tuo figlio!

Tutte queste domande non sono banali perché consentiranno di seguire e rilevare se e in che misura il bambino necessita di ripetizioni su un determinato argomento.

Ha forse bisogno di essere aiutato con i compiti a casa o di acquisire un metodo per rispondere esattamente a ciò che gli viene chiesto? I corsi online o le lezioni a domicilio possono rivelarsi un supporto molto efficace.

Non dimenticare di prendere in considerazione un altro fattore molto importante: la timidezza. In questo caso, le lezioni di gruppo non sono molto consigliate, pertanto è meglio rivolgersi a un insegnante a domicilio che potrà dedicarsi esclusivamente a lui.

Comprendere i cambiamenti di tuo figlio

Ritmi di vita

Naturalmente, con il passare degli anni, i ritmi scolastici si intensificano.

L’infanzia ha lasciato il posto allo studente: le giornate diventano sempre più lunghe, la scuola è spesso più lontana e le tempistiche degli spostamenti richiedono spesso un risveglio più mattiniero del solito.

In qualità di genitore, prendi in considerazione i suoi ritmi scolastici: dopo aver esaminato il modo in cui impiega il tempo, cercate insieme un momento opportuno da dedicare alle ripetizioni a casa.

Tuo figlio si dimostrerà più disponibile a lavorare e a fare del suo meglio.

Organizzazione

Dal momento che ogni scuola è diversa, il docente dovrà adattare il suo metodo di lavoro.

Con il tuo aiuto e quello del consulente pedagogico incaricato di dargli lezioni, imparerà a lavorare in modo diverso, a organizzarsi in modo che vengano svolti i compiti e lo studio.

Per aiutare il docente, è indispensabile spiegargli come lavora tuo figlio, almeno per incoraggiarlo a parlare di se stesso.

Per poter dare lezioni specifiche, l’insegnante dovrà cercare di comprendere meglio la capacità lavorativa di tuo figlio. Sarà in grado di personalizzare e adattare le proprie lezioni e il proprio programma in base alle sue disponibilità, alla sua capacità di concentrazione e alla sua attenzione.

Nuovo carico di lavoro

Con il medesimo spirito, il volume dei compiti a casa si intensifica e deve essere gestito in modo diverso rispetto agli altri anni.

L'organizzazione del suo carico di lavoro è fondamentale! Cerca di organizzare bene il suo carico di lavoro!

Questi sono tutti parametri da considerare con l’insegnante a domicilio in modo che sappia come organizzarsi e valutare la sua capacità di lavorare in aggiunta al suo carico scolastico tradizionale.

Supervisione dei genitori

Le condizioni per la buona riuscita delle ripetizioni sono le stesse delle classiche lezioni scolastiche.

Fa parte del tuo ruolo di genitore vedere come lavora, come si organizza.

L’insegnante a domicilio opera congiuntamente con tuo figlio, ma anche collaborando con te. Che l’insegnamento sia tecnico o remoto, bisogna implementare tutte le risorse didattiche necessarie per favorire il successo scolastico di tuo figlio.

Cerca di monitorare quello che sta studiando tuo figlio a scuola! Controlla i compiti di tuo figlio!

È una sorta di trio che deve evolversi in contemporanea, che deve comunicare il più possibile.

Mentre il docente si occupa di insegnare una materia, il genitore deve adottare un atteggiamento più misurato e calmo: non drammatizzare i possibili fallimenti, non mettere una pressione eccessiva sul bambino, non umiliarlo perché non farà che bloccarlo.

Le ripetizioni non serviranno allora a nulla.

Rispettare il ritmo dei compiti con il tutor

Con tuo figlio e il tutor, dovrai stabilire quanto tempo dedicare ai compiti a casa e quanto alle lezioni.

Anche se le attività extra-scolastiche spesso prendono il sopravvento a rischio che il bambino ne venga sopraffatto, è cruciale, come genitore, porre dei limiti e definire delle fasce orarie durante le quali tuo figlio si dedicherà al lavoro scolastico e ai compiti, se necessario.

Una volta impostato il programma – che le lezioni siano settimanali, bisettimanali o mensili – il ruolo di genitore è quello di agire da coordinatore, per garantire che il carico di lavoro con il tutor venga rispettato e utilizzato in maniera efficace.

Avere dei buoni riflessi

Il tutor aiuterà tuo figlio a trovare il proprio metodo di lavoro, ma anche ad avere dei buoni riflessi e a creare forti basi per il futuro.

Dal canto tuo, in qualità di genitore, dovrai verificare se abbia capito e assimilato ciò che gli è stato richiesto.

Con il tutor potrai aiutare tuo figlio a:

  • Adottare un metodo di lavoro per migliorare il supporto educativo del suo progetto
  • Potenziare il ripasso concentrandosi su un punto in particolare
  • Mettere in pratica i suggerimenti e i trucchi proposti dal tutor
  • Riformulare delle istruzioni, aiutarlo a trovare la strada verso la soluzione
  • Rileggere e ripetere la lezione imparata con l’insegnante privato per verificare se è stata correttamente assimilata.
  • Creare un legame tra lui, il tutor, te stesso e perché no, anche gli insegnanti a scuola.

Guidarlo verso la piena autonomia

Attraverso le lezioni private gratuite, tuo figlio guadagnerà fiducia in se stesso, scoprirà di potercela fare da solo, di avere tutte le capacità necessarie per raggiungere i suoi obiettivi.

È l’occasione per accompagnarlo verso la piena autonomia.

Con il supporto del tutor, aiuta tuo figlio a:

  • Costruire il proprio piano di lavoro e di ripasso
  • lavorare da solo nella sua stanza controllando se i compiti sono stati svolti bene e poi faglieli ricontrollare in modo che si renda conto dei suoi progressi.
  • discutere e comunicare il più possibile con il suo insegnante in modo che possa disporre di tutte le informazioni necessarie sulle carenze scolastiche di tuo figlio.

Incoraggiarlo, valorizzando i suoi sforzi

Tuo figlio seguirà delle ripetizioni, una situazione alla quale non è evidentemente abituato, perché significa che ha delle lacune in certe materie, che non è in grado di padroneggiare tutto ciò che impara a scuola.

Il tuo ruolo di genitore è di valorizzare i suoi sforzi, di incoraggiarlo, di mostrargli che a volte è importante consolidare le basi per formarsi, ripartire con il piede giusto e raggiungere i propri obiettivi.

Stagli vicino per sostenerlo e rispondere alle sue domande quanto più possibile, discutendo anche con il tutor.

Preparare un ambiente di lavoro adeguato

Come genitore, potrai aiutare tuo figlio anche sul piano materiale.

Indipendentemente dal tipo di scuola frequentata, offrirgli uno spazio interamente dedicato allo studio è necessario per permettergli di ottenere buoni risultati.

L'ambiente di lavoro è un aspetto molto importante per lo studio! Anche l’ambiente di lavoro è importante!

Tutti gli studenti amano disporre di un proprio spazio per lavorare con i quaderni personalizzati, l’agenda, un dizionario, ecc.

Ascolta le sue esigenze per fare in modo che possa lavorare nel modo più efficiente possibile e assicuragli uno spazio lontano di rumori, luminoso, ben organizzato.

Sarà più facile per lui lavorare con l’insegnante che gli hai messo a disposizione se il suo ambiente materiale sarà chiaramente definito.

Come si può vedere chiaramente, la buona riuscita delle lezioni private o delle ripetizioni non dipende esclusivamente dall’insegnante, ma anche dal rapporto con lo studente, dal lavoro di quest’ultimo, dal suo impegno e dal coinvolgimento dei genitori nel sostegno scolastico.

La forza di questa associazione sarà in grado di rendere le ripetizioni un successo scolastico o meno.

Sei pronto ad accompagnare tuo figlio in questa fase? I suoi risultati scolastici saranno anche i tuoi e non potrai che esserne orgoglioso!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar