"Ciò che mi spaventa non è la violenza dei cattivi; è l'indifferenza dei buoni" - Martin Luther King

Quasi un ragazzo su due è vittima di bullismo a scuola. Se il Miur, Ministero per l'istruzione, ha inserito la prevenzione e la lotta al bullismo tra i propri obiettivi, come previsto dalla legge 107 del 2015 e dalla legge 71 del 2017, è anche vero che a scuola e sui social continuano atti di bullismo e cyberbullismo contro gli studenti.

Le linee guida per la prevenzione e il contrasto del bullismo e cyberbullismo del 2021 aiutano gli insegnanti a capire, ridurre e contrastare questi fenomeni.

Per mettere fine al bullismo a scuola sono necessarie tre fasi:

  1. Prevenire il bullismo
  2. Parlare del bullismo e dare agli studenti la chiave per comprenderlo che ne siano vittime, autori e testimoni
  3. Accompagnare gli studenti vittima di bullismo nel recupero del benessere psico-fisico

Sei stato vittima di bullismo in classe o a scuola? Pensi che tuo figlio subisca atti di bullismo? Ecco alcune indicazioni per iniziare a recuperare e guarire dopo questo episodio drammatico.

I/Le migliori insegnanti di Ripetizioni disponibili
Riccardo
5
5 (32 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
12€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
35€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Soraya
5
5 (23 Commenti)
Soraya
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (31 Commenti)
Deborah
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (11 Commenti)
Marianna
19€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (32 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
12€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
35€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Soraya
5
5 (23 Commenti)
Soraya
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (31 Commenti)
Deborah
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (11 Commenti)
Marianna
19€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Consigli se tuo figlio è stato vittima di bullismo: come guarire

Il punto di partenza per la guarigione dal bullismo e far cessare le violenze.
Far cessare gli atti di bullismo deve essere la priorità.

Il bullismo a scuola non è un fenomeno da prendere alla leggera. Non è sufficiente che cessino gli atti di bullismo o che i bulli siano sanzionati e che la vittima di bullismo possa rientrare in sicurezza a scuola. Tutto questo non basta per cancellare il dolore interno che si prova e riprendere la vita come se niente fosse.

A volte le conseguenze del bullismo dal punto di vista psicologico riaffiorano anni dopo gli eventi, soprattutto se non vengono affrontati. Gli effetti del bullismo possono essere devastanti sulla fiducia in se stessi, sulla creazione di relazioni sociali e, in generale, sul benessere della vittima.

Aiuta tuo figlio a riprendersi il prima possibile, imparando a riconoscere i segnali del bullismo per superarli.

Restituisci a tuo figlio la fiducia in se stesso

E' fondamentale mostrare ai tuoi figli che non hanno niente a che vedere con l'immagine che i bulli hanno creato di loro, qualunque sia il motivo per cui sono stati presi di mira.

Lo scopo è quello di mostrare a tuo figlio quanto vale e non solo agli occhi della propria famiglia.

Tuo figlio non è uno sfigato; sa fare molte cose, e alcune gli riescono meglio di altre. Ricordaglielo.

Poco per volta, la tua vicinanza lo aiuterà a riacquisire la fiducia nelle proprie capacità e gli darà la chiave per reagire in caso si ripetessero gli insulti e le prevaricazioni. La ripetizione delle aggressioni, delle minacce e delle violenze fisiche o verbali subite, potrebbe far pensare alla vittima del bullismo che sia lui o lei il responsabile dell'aggressione e che qualunque cosa faccia, sarà comunque il bersaglio dei bulli.

Proponi a tuo figlio di creare un elenco delle dieci cose che sa di saper fare bene o meglio degli altri. Potrebbe essere uno sport, una passione, un divertimento, una competenza o anche una semplice azione della vita quotidiana.

Se ha difficoltà a trovare le sue eccellenze, puoi sempre dargli una mano ricordandogli le sue qualità.

Potresti invitarlo a tenere un diario della gratitudine o delle cose realizzate nel corso della giornata. Ogni giorno, chiedigli di scrivere tre piccoli successi come: "Oggi ho preso un bel voto all'interrogazione di matematica" oppure "Sono andato a comprare la merenda da solo".

Con gratitudine intendiamo per esempio: "Oggi mi sento grato perché finalmente è uscito il sole; papà è venuto a prendermi a scuola; ho visto il mio film preferito".

Mostragli che ogni giorno impara delle cose nuove e sviluppa delle competenze: coniugare i verbi, imparare le tabelline, cucinare la pasta, fare un modellino e così via.

Progressivamente, tuo figlio inizierà a sentirsi meglio e riacquisire a poco a poco la fiducia in se stesso.

Spiega a tuo figlio che il bullismo nasce dall'insicurezza del bullo

Nella maggior parte dei casi di bullismo, l'aggressore se la prende con gli altri perché non ha fiducia in se stesso. L'obiettivo non è dire a tuo figlio di diventare lui stesso un bullo o di essere violento. Al contrario, il messaggio è che i compagni che usano la violenza hanno problemi di autostima. Hanno bisogno di schiacciare gli altri per sentirsi più forti.

Non importa il motivo per cui vengono presi di mira dai bulli: la corporatura, gli occhiali, il colore della pelle, l'acne, qualunque differenza è un pretesto per l'aggressore.

Tenere un diario dove esprimere la gratitudine dei piccoli gesti può aiutare le vittime di bullismo.
Tornare ad apprezzare le piccole cose è un punto di partenza per guarire dal bullismo.

Lavora sulla ripresa di tuo figlio e aiutalo a reagire al bullismo con calma e fermezza, facendo una simulazione in cui tu puoi fare la parte del bullo. Ecco alcune idee di risposte che tuo figlio può usare:

  • "Ma la tua vita è davvero così poco interessante che hai bisogno di prendertela con me?"
  • "Aggredire sempre gli altri ti aiuta a sentirti meno inutile?"
  • "Hai ragione sono grasso/magro/ho i brufoli/assomiglio a una scimmia... e allora?"

Se tuo figlio impara a reagire con calma, ciò destabilizzerà i bulli che in alcuni casi smettono con gli attacchi verbali.

Insegna a tuo figlio a tenersi lontano dai bulli

Spesso gli episodi di bullismo si verificano all'interno del gruppo di "amici" dei ragazzi.

Mostra a tuo figlio che non ha senso rimanere con delle persone che lo attaccano. A volte è necessario tagliare i ponti con alcune persone, soprattutto se sono malintenzionate.

Chiedi a tuo figlio di immaginare come si sentirebbe se smettesse di frequentare delle compagnie nefaste.

  • Come passerebbe la giornata?
  • Con chi potrebbe uscire?
  • Vicino a chi si siederebbe a mensa?

Ci sono sicuramente altri compagni che tuo figlio apprezza ma con cui non ha mai passato molto tempo. Lo scopo è che tuo figlio riesca a immaginarsi e organizzarsi con altri amici e vedere che è possibile trovare persone con i suoi stessi interessi.

Dai un'occhiata alla nostra offerta di ripetizioni scolastiche in tutta Italia!

Come riprendersi dopo essere stati vittima di bullismo

Ci sono diversi modi di riprendersi dalle conseguenze del bullismo. Oltre a un lavoro con un terapeuta, si possono fare piccoli passi anche a casa.

Non rinvangare il passato

Spesso, chi è stato vittima di atti di bullismo psicologico o fisico e cyberbullismo, tende a ripensare ai momenti di aggressione quando si ripresenta una situazione di bullismo.

A volte è sufficiente un commento piccato, per far riaffiorare vecchi ricordi. Il problema è che con questi ricordi ritorna la sensazione di non valere niente, di meritarsi il cattivo trattamento, perché magari uno ce l'ha scritto in faccia che non è in grado di reagire, che quello che è successo alla scuola primaria, alle medie o alle superiori continuerà a ripetersi per tutta la vita.

In questo circolo vizioso, si rischia di perdere la fiducia in se stessi e non si riesce a uscirne serenamente. Le conseguenze del bullismo possono essere episodi di depressione leggera o grave.

"Accetta il fatto che il passato è passato e il fatto che tu sia stato vittima di bullismo a scuola non significa che continuerai a esserlo per tutta la vita."

Dal bullismo non si esce da soli perché il ricordo delle sensazioni riaffiora negli anni.
Supportare le persone che sono vittime di bullismo a scuola è fondamentale!

 Fai un elenco delle cicatrici invisibili

Anche se il bullismo non lascia delle tracce fisiche che durano nel tempo, rimangono sempre delle ferite interne dal punto di vista psicologico.

Mancanza di fiducia in se stessi, tendenza all'autolesionismo, ansia, depressione, incapacità di pensare di poter essere felici, amati ecc.

Potresti are un elenco delle cose che pensi che non siano funzionali alla tua situazione e che vorresti migliorare, per poter vivere la tua vita liberamente, come desideri tu.

Leggi, guarda e ascolta la testimonianze di ex vittime di bullismo

Non sei il solo ad aver subito le aggressioni dei bulli. Non esitare a leggere, ascoltare, guardare le testimonianze positive di altre persone che, come te, si sono trovate in questa situazione. Potresti trovare una vera fonte di ispirazione e motivazione.

Ti consigliamo questi due libri sul bullismo:

  • Obbligo o verità di Annika Thor
  • Il Signore delle mosche di William Golding

Online troverai anche le testimonianze di alcune celebrità che sono state ridicolizzate dai bulli a causa del proprio aspetto fisico o aggredite fisicamente. L'elenco è lungo:

Blake Lively, Selena Gomez, Justin Timberlake, Mila Kunis, Madonna, Kate Winslet, Robert Pattinson, Victoria Beckham, Rihanna, Tom Cruise, Jessica Alba, Sandra Bullock, Eva Mendes, Christian Bale, Barack Obama, Mika, Bilal Hassani, Elisa, Elodie, Chris Marques, Céline Dion...

Questo solo per farti capire che non sei solo.

Segui una terapia adatta

Non devi rimanere da solo d fronte al bullo, anche se appartiene alla tua cerchia di amici-
Un professionista della salute mentale ti aiuta a curare le diverse forme di bullismo.

Non esitare a farti seguire da uno psicologo, uno psicoterapeuta o uno psichiatra.

Puoi seguire una terapia cognitivo-comportamentale che aiuta a sostituire i pensieri negativi e i comportamenti non adatti con il pensiero positivo e una reazione appropriata. Gli analisti lavorano sulla percezione del sé, sulla risoluzione dei conflitti e sulle proprie emozioni.

Gli istituti scolastici e i centri di salute possono metterti in contatto con la figura giusta.

Non sei solo di fronte al bullismo. Puoi chiedere aiuto ai tuoi genitori, agli insegnanti, alle persone che sono vicine a te e chiamare il 114, numero per l'emergenza infanzia.

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (2 voto(i))
Loading...

Catia

Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue