« Che cos’è un’opera originale ? Un plagio non ancora scoperto» William Inge

Il plagio è una vera piaga, nell’ambito scolastico, come in quello artistico e intellettuale in maniera generale. Ma non è sempre facile saper come citare un autore per non essere accusato di plagio. Secondo uno studio del 2008 portato avanti dall’IAE di Nantes, 50% dei professori consideravano che le citazioni erano mal identificate nei lavori degli studenti del tempo. Allora come rilevare una reale motivazione di plagio, o una semplice leggerezza da parte dell’allievo ?

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Come verificare se una copia manoscritta è copiata ?

Il plagio non è mai stato così frequente come con l’arrivo di Internet. Come resistere alla tentazione del copia-incolla ? Gli allievi imparano molto presto ad utilizzare un computer, ma le basi della ricerca documentarie non sono sempre ben padroneggiate.

Per quanto riguarda i compiti scritti a mano, non è detto che gli allievi non abbiano copiato il contenuto

In questo modo, molti allievi utilizzano il web per partire alla ricerca di informazioni ed utilizzano a volte frasi intere di testi e siti pubblicati online senza realmente rendersi conto del contenuto illegale di questa azione. E come biasimarli, quando molti di questi siti di Internet hanno ricorso spesso loro stessi al plagio ?

Il plagio tuttavia è difficile da rilevare, soprattutto quando gli allievi rendono delle copie manoscritte. I professori possono allora utilizare degli strumenti e dei software per verificare il plagio.

Tuttavia, è assolutamente possibile utilizzare qualche piccolo trucco per rilevare un plagio in una copia.

Tutto quindi inizia grazie all’intuito dei professori. I professori, soprattutto alle elementari, alle medie e alle superiori, conoscono bene i loro allievi e sanno come questi ultimi si esprimono. Copiando una parte di testo, gli allievi utilizzano a volte delle costruzioni di frasi, o di espressioni che normalmente non hanno l’abitudine di utilizzare. Succede anche che questi allievi scrivano delle parole di cui non sanno neanche il significato. Gli insegnanti quindi capiscono rapidamente che non si tratta di una frase elaborata dall’allievo.

Bisogna servirsi di questi piccoli indizi per farsi mettere la pulce all’orecchio...

Se inizi ad avere un dubbio su un compito, puoi allora selezionare le parti del testo che ti sembrano più strane, copiarle in un motore di ricerca e poi lanciare l’analisi.

Se il plagio è comprovato, i siti copiati usciranno presto fra i primi risultati del motore di ricerca.

Ti rimarrà solo da verificare quali parti del sito sono state copiate

Quali sono i migliori software anti-plagio ?

Per rilevare i casi di plagio, gli insegnanti possono anche ricorrere a dei software anti plagio. Questi ultimi facilitano il lavoro di ricerca sui compiti degli allievi.

Esistono vari tipi di software anti-plagio. Alcuni di essi permettono ad esempio di confrontare due testi fra loro. Questo può essere utile ad esempio per confrontare i compiti di due allievi e scoprire l’imbroglio. Un allievo in questo modo avrà potuto riprendere e copiare parti del lavoro di un compagno. Il software aiuta quindi a scoprire le similitudini.

Alcuni software possono aiutare gli insegnanti a rilevare un caso di plagio attraverso le risorse online

Una grande maggioranza di software anti-plagio ti proporranno di confrontare il tuo testo con l’insieme delle risorse disponibili online. Questo permette allora di verificare che l’allievo non ha copiato da un sito Itenrnet come ad esempio Wikipedia.

I software anti-plagio possono essere utilizzati quotidianemente oppure in modo occasionale, nel caso avessi un dubbio.

Il software Compilatio ad esempio è un software anti-plagio utilizzato in vari istituti scolastici superiori. Permette di analizzare il lavoro di uno studente con la totalità delle risorse online, ma anche con i testi già esaminati dal software nel passato. Più il software viene utilizzato, più il suo database si ingrandisce, rendendolo sempre più efficace.

Per gli insegnanti privati che non avessero accesso a questo genere di software, altri sotware esistono online o offline. Potrai soprattutto ritrovare i seguenti :

  • Copyscape,
  • Plagiarisma,
  • Small SEO Tools,
  • Plagscan, software anti-plagio degli universitari,
  • PlagTracker,
  • Viper, il software anti-plagio off line. Alcuni software sono più adatti agli allievi che desiderano verificare che il loro lavoro non contenga dei plagi involontari, delle frasi rimaste nel compito senza essere state modificate. Infine, altri software sono più adatti agli insegnanti che desiderano verificare che il lavoro di un allievo non contenga dei passaggi copiati. I software sopra menzionati sono tutti accessibili gratuitamente, per lo meno nella loro versione di prova. Questi ultimi permettono così di rilevare il plagio facilmente, partendo da una copia digitalizzata.
  • Ognuno può dunque trovare il tipo di sofware più adatto alle proprie esigenze.
  • Altri sono adatti per gli stessi autori. Quest’ultimi possono infatti verificare partendo da una pagina web che nessun sito li ha plagiati. Un problema ricorrente per gli autori online, ma che indebolisce le loro referenze, poichè il motore di ricerca Google condanna i contenuti duplicati.

Come verificare se copia digitale è plagiata ?

Una copia digitalizzata è ben più facile da analizzare che una copia manoscritta, per la semplice ragione che non dovrai ricopiare tutto il testo in un software anti-plagio. Basterà infatti realizzare un « copia-incolla » allo scopo di inserire il testo nel software anti-plagio ed il gioco è fatto ! il software si incarica quindi dell’analisi.

L’utilizzo del computer si è largamente diffuso, l’accesso alle informazioni altrettanto

Tuttavia attenzione poichè alcuni compiti vengono consegnati in formato.pdf, che non sempre consente di copiarne il contenuto. Se questo non è possibile, troverete facilmente degli strumenti online che permettono di convertire un file in .pdf in un file in word ad esempio. E comuque, in quanto professore, potete chiedere ai vostri allievi di inviarvi i loro compiti in formato word

L’invio di file digitali è sempre più requente, soprattutto in questo periodo di lockdown che impone la didattica a distanza e quindi l’invio dei compiti via mail agli insegnanti.

Tuttavia, attenzione ai limiti imposti dai sofware anti-plagio. Questi ultimi possono a volte confondere il plagio con delle espressioni popolari ripetute molto spesso. I software possono anche considerare plagio una citazione di cui viene indicato il nome dell’autore, perlomeno la frase verrà rilevata. Il lavoro dell’insegnante consiste dunque nel verificare che le frasi indicate dal software siano proprio plagio e non qualcos’altro.

Inoltre, è impossibile rilevare il plagio da un libro o manuali scolastici con i software anti-plagio. Gli allievi possono dunque copiare un libro della biblioteca senza necessariamente essere scoperti.

E’ dunque fondamentale che gli insegnanti rimangano sempre in allerta e non si fermino solamente ai risultati dei software anti-plagio, anche se questi ultimi danno senz’altro un aiuto considerevole

Inoltre, ad ogni professore conviene sapere ciò che è considerato come plagio o meno, allo scopo di agevolarsi le ricerche

Cosa fare quando un allievo ha copiato i suoi compiti ?

L’educazione al plagio dev’essere fatta agli allievi nell’ambito dei corsi di italiano, unitamente ad un bibliotecario se possibile. Comprendere ciò che è plagio, le conseguenze e le relative sanzioni, è imperativo ed è il modo migliore per evitare qualsiasi tipo di imbroglio da parte dell’allievo. Questa educazione a monte, permette di evitare numerosi casi di plagio

E’ necessario far comprendere agli allievi ciò che è legale e ciò che è illegale in termini di risorse documentarie

Poichè in effetti, alcuni allievi ricorrono al plagio senza nemmeno rendersene conto, per leggerezza. Può succedere che un allievo ometta le virgolette, o dimentichi di citare un autore, senza tuttavia avere l’intenzione di imbrogliare. Questa leggerezza può risolversi semplicemente attraverso la sensibilizzazione, l’apprendimento dei metodi per la ricerca documentale e la citazione delle fonti.

Ad ogni modo, se ti trovi davanti ad un caso di plagio, la prima cosa da fare è discuterne con l’allievo allo scopo di capire qual’era il suo scopo e perchè ha copiato un testo. Se non è per leggerezza, può significare anche una mancanza di fiducia in sè stesso. Saper scrivere, analizzare ed esporre le proprie idee è a volte complicato e può far paura. Copiare è un modo rassicurante per essere certi che ciò che si è scritto non sono sciocchezze.

Altri allievi possono ancora scegliere di copiare per facilità, pigrizia, o ancora per mancanza di tempo. Sapersi organizzare non è da tutti ed alcuni bambini non riescono a prendersi il tempo per fare i propri compiti

Capire la causa del plagio consente di mettere in atto una soluzione con l’allievo.

Certamente, se questo comportamento si ripete, conviene mettere in atto delle sanzioni, come far rifare il compito all’allievo o dargli un tema su quello che significa plagio. L’ideale resta sempre dialogare e dare delle punizioni educative.

E quindi, bisogna dichiarare il plagio di un allievo ?

Nell’ambito della scuola media o del liceo, se occasionale, il plagio può restare confidenziale. Una riunione può invece essere organizzata con il Preside dell’istituto, gli altri insegnanti, l’allievo ed i suoi genitori se il plagio è recidivo.

Invece, se un allievo ricorre al plagio durante un esame quale la maturità o deli esami durante gli studi superiori, il professore è tenuto ad intervenire e chiedere la messa in atto di una commissione disciplinare allo scopo di ascoltare l’allievo e scegliere una sanzione che può andare dal semplice rimprovero, fino all’esclusione dall’istituto scolastico e l’interdizione di presentarsi ad un esame durante 5 anni.

E’ meglio non scherzare con questo

 

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue straniere