Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Un insegnante cinese per sapere tutto sull’arte dei tatuatori: civiltà e moda

Di Igor, pubblicato il 13/11/2018 Blog > Lingue straniere > Cinese > Tatuaggi Cinesi e Lezioni Cinese: da Dove Iniziare?

Secondo uno studio dell’IFOP (Istituto di Opinione Pubblica francese) svolto nel mese di gennaio 2017 per il Sindacato nazionale degli artisti tatuatori, sette milioni di persone in Francia si sono già fatte tatuare il proprio corpo. E in Italia la cifra di “tatuati” non è molto diversa.

Oltre la metà di persone con un tatuaggio ha meno di 35 anni, il che ci rimanda ad una popolazione estremamente giovane. Il 67% dei tatuati intervistati dichiara di avere simboli, parole e disegni in posizione per lo più discrete del loro corpo.

Queste cifre mostrano quanto la passione per il tatuaggio sia in crescita e sempre indelebile, nel mondo occidentale, nonostante i rischi di infezione che l’iniezione di inchiostro sotto la pelle potrebbe dare.

Al bando i cliché sul tatuaggio come segno di distinzione sociale della malavita, del crimine organizzato.

Al giorno d’oggi, uomini e donne di tutte le classi sociali vanno a farsi “pungere” nei saloni di tatuaggio: l’84% dei giovani tra 18 e 24 anni lo considera una forma d’arte.

A questo si aggiunga che il tatuaggio sta diventando un commercio di massa, tanto quanto una marca di scarpe alla moda.

L’immagine del cattivo ragazzo stigmatizzato è venuta a cadere, proprio come lo è stato per il jazz a New Orleans o l’omosessualità all’inizio del XX secolo, che durante i decenni sono diventati una norma (nel senso di pratica sociale accettata).

Tra i tanti tatuaggi possibili – tatuaggi giapponesi, tribali, maori, polinesiani, ecc. – oggi ci interessa uno stile di tatuaggio in particolare: il tatuaggio cinese, per dimostrare il nostro amore per la cultura cinese.

Possiamo rischiare con il tatuaggio cinese o lo dobbiamo temere?

Sai scrivere il tuo tatuaggio in Cinese?

Lezione cinese sui tatuaggi: storia e simbologia

Oggi giorno, il tatuaggio cinese significa farsi tatuare sulla pelle un disegno con caratteri cinese (i sinogrammi) o dei kanji: è considerato un’arte.

Si tratta tuttavia di un ornamento indelebile, la cui operazione per farlo eliminare è sia costosa, sia dolorosa.

Prima di allora si trattava solo di torture corporali per i prigionieri. I tatuaggi assumono importanza sotto la dinastia Song!

Devi quindi essere assolutamente sicuro della tua decisione – dato che si tratta di un ornamento indelebile – e devi essere certo di avere la traduzione corretta dell’ideogramma cinese.

Oggi, il tatuaggio cinese è molto popolare nei paesi occidentali, ma non è sempre stato così. La storia del tatuaggio è iniziata 3.500 anni fa.

In origine, si trattava della punizione inflitta dai cinesi ai propri prigionieri.

Altre civilizzazioni, come potrai scoprire a corso cinese, lo praticavano già nel Neolitico, dato che gli uomini preistorici gli attribuivano una virtù terapeutica, come strumento di lotta contro l’artrosi: nel 1991, è stato rinvenuto un corpo mummificato di un uomo vissuto nel 5300 a.C. nelle Alpi italiane con numerosi tatuaggi a livello delle articolazioni.

Al contrario, secondo lo storico dell’arte e dottore in Filosofia e Lettere F. Borel, “in Cina, il tatuaggio figurava tra le cinque punizioni accanto alla morte, alla castrazione, all’amputazione del naso e dei piedi. Il tatuaggio aveva allora la funzione di segno di umiliazione e come un’indicazione pubblica e facilmente riconoscibile, strettamente codificata e variabile da regione a regione”.

Nell’immaginario collettivo cinese tradizionale, si guardava dunque al tatuaggio con sospetto, dato che questa pratica era associata alla delinquenza, ai prigionieri o ai membri delle bande del crimine organizzato.

Il tatuaggio evolve con il passare del tempo e diventa progressivamente un segno di ornamento corporale e personale.

Molto popolare sotto la dinastia Tang (618 – 907), Song (960 – 1279) – durante la quale visse il suo periodo d’oro – e Ming (1368 – 1644), le persone utilizzavano aghi e inchiostro di Cina, per simboleggiare la fortuna, dal X secolo al XIII secolo.

Lo stile di tatuaggio asiatico è fortemente ispirato alle figure della mitologia cinese, come:

  • Il drago: animale mitologico, ancorato dall’Antichità al simbolo dell’Imperatore, della saggezza, dell’energia e segno di buona fortuna;
  • I pesci: la carpa Koi, simbolo della forza, della perseveranza, dell’amore e della virilità;
  • Il Budda;
  • I fiori: fiori di loto (simbolo della vitalità, dell’amore e della felicità) e fiori di ciliegio;
  • I segni dello zodiaco cinese e una forte simbologia per ogni segno astrologico cinese (dodici animali);
  • I segni astrologici occidentali;
  • I kanji e i segni della scrittura cinese.

Per concretizzare la tua idea di tatuaggio, per farti tatuare un primo tatuaggio, è importante che tu conosca bene il simbolo cinese che afferisce al motivo cinese che vuoi. Effettivamente, numerosi errori irreversibili possono essere compiuti, se non conosci bene la lingua cinese…

Segui dei corsi di cinese per farti tatuare senza errori!

Nella lingua cinese, ogni ideogramma porta un simbolo importante legato a dei sentimenti, dei concetti diversi e delle filosofie diverse (soprattutto per i proverbi cinesi).

Evita errori di tatuaggio, seguendo un corso di Cinese prima. È importante riconoscere il significato del sinogramma!

I tatuatori con uno studio di tatuaggio in Italia, in genere non hanno molte competenze linguistiche nella lingua cinese, ricopiano così come sono i sinogrammi – potenzialmente scritti male, con errori – o riproducono i simboli portati da clienti, che, nemmeno loro, ne conoscono il significato.

Puoi rischiare così di ritrovarti con un hiragana giapponese sulla schiena, anziché con un sinogramma cinese o con un segno cinese che rappresenta la guerra, la violenza, la morte, quando pensi di portare con te l’immagine dell’amore o della longevità …

In oltre, noi pensiamo che sia particolarmente importante seguire dei corsi di Cinese mandarino, presso i nostri insegnanti, nella tua città di residenza: padroneggiando l’alfabeto cinese, il vocabolario o la mitologia cinese, potrai evitare questo problema, di cui potresti pentirti per tutta la vita!

Il primo consiglio da seguire, dunque, quando vuoi farti fare un bel tatuaggio: fai attenzione al suo significato.

Ti raccomandiamo di studiare attentamente ogni simbolo e la sua portata, prima di correre a cercare un tatuatore.

Secondo quanto circola sul web, celebrità come Coolio, N. Richie, Robbie Williams, B. Spears, Rihanna e David Beckham si sarebbero ritrovati tatuati delle parole ortografate non correttamente.

Imparare il Cinese mandarino, parlarlo correntemente o consultare una persona nata in Cina ti permetterebbe di evitare questo errore e di avere un testo cinese sprovvisto di senso sulla tua schiena, sul petto, nella nuca, sull’avanbraccio o sulla parte alta del braccio.

Potrai invece tatuarti la Festa di Primavera cinese per sempre sulla tua pelle!

Oltre al fatto che un tatuaggio ha un costo non trascurabile, di solito. Nota che più il tatuatore cui ti rivolgi ha esperienza, più sarà caro: ovviamente, è rischioso rivolgersi ad un principiante!

È importante riflettere bene prima e potersi fidare del professionista. E se una volta finito, il risultato non ti piacesse?

Farsi tatuare la pelle con un motivo di calligrafia cinese, con una rappresentazione buddista, con un drago tribale del nuovo anno cinese o ancora, ordinare un nuovo tatuaggio con il tuo nome cinese in inchiostro nero, questo rischia di costarti molto caro.

Prima di tutto, il prezzo varia da un tatuatore all’altro, dato che lo scopo è quello di remunerare l’esperienza, l’assunzione dei rischi e le grandi precauzioni in termini di igiene da prendere.

La posizione del corpo – spalle, petto, nuca, caviglia, bicipiti, collo – sulla quale tatuare il motivo deciderà del costo: alcune parti del corpo, le più lisce, saranno più facili di altre da tatuare e quindi al tatuatore servirà meno tempo per lavorare sulla tua pelle.

In media, le tariffe per un tatuaggio nello stile che preferisci vanno da 80€ a 150€ l’ora.

Scopri tutto sulla Cina nella nostra guida completa!

Rischi di salute per i tatuaggi

Oltre alla tariffa elevata del tatuatore, farsi tatuare comporta numerosi rischi per la pella e le autorità sanitarie hanno già allertato diverse volte il pubblico a questo riguardo.

Nel 2-3% dei casi possono insorgere delle complicazioni mediche. Una cifra bassa, ma che rappresenta comunque diversi milioni di persone nel mondo.

Preparati bene a questo aspetto, soprattutto per tatuaggi in posizioni delicate. I tatuaggi possono essere rischiosi o dolorosi!

Se si volesse dibattere circa il tatuaggio e la sua opportunità nell’epoca moderna, si potrebbe tirare in ballo un paradosso tra il fatto di preoccuparsi di allergeni, sostanze cancerogene, OGM, altre sostanze che influiscono negativamente sul nostro organismo, sostanze chimiche presenti negli alimenti di tutti i giorni (pesticidi, glifosati, …) o nei prodotti cosmetici che impattano negativamente sulla salute e sull’ambiente, da una parte, e il fatto di tatuarsi la pelle, con prodotti chimici.

I pigmenti utilizzati per tatuare sono sempre più originati dalla chimica organica e quei pochi coloranti iniettati contengono metalli tossici (alluminio, bario, cobalto, rame, mercurio, cromo, piombo, manganese, nickel, idrocarburi, …) per l’organismo.

Prima di farti tatuare per festeggiare il nuovo anno cinese prenditi un po’ di tempo per riflettere bene a questa questione!

Oltre a questi rischi, che dovrebbero, da soli, essere già sufficienti a frenare l’ardore di numerose persone, esiste un rischio di inoculare accidentalmente dei batteri (soprattutto lo stafilococco), dei virus o dei funghi patogeni nel tuo corpo.

Inoltre, anche se scarti il rischio infezioni, l’inchiostro iniettato sotto pelle contiene degli inchiostri di calligrafia, degli inchiostri per disegno e anche degli inchiostri per stampanti, che non sono sempre regolamentati dalla legge (è infatti possibile acquistarli online).

Gli inchiostri per tatuaggio chimici impiegati ai nostri giorni sono conosciuti per essere pericolosi per il derma e per l’epidermide e possono ingenerare delle reazioni allergiche. E questo, ovviamente, non viene insegnato durante un corso di cinese.

Quando un tatuaggio è stato fatto, eventuali problemi di pelle sono molto più difficili da depistare. Insomma, si conosce ben poco oggi sui rischi tossicologici dei nuovi pigmenti contenuti negli inchiostri per tatuaggi e non sappiamo ancora nulla su quali potrebbero essere gli effetti in caso di eventuale migrazione di questi inchiostri in direzione degli organi vitali.

Farti tatuare dei caratteri cinesi o il tuo nome in Cinese non è nel modo più assoluto un’azione da intraprendere alla leggera e, in caso cambiassi idea, l’operazione di “detatuaggio” rimane, per ora, piuttosto complessa.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar