Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come seguire un corso di portoghese in Portogallo?

Di Igor, pubblicato il 31/10/2019 Blog > Lingue straniere > Portoghese > Guida alle Lezioni di Portoghese all’Estero

L’apprendimento è un tesoro che seguirà il suo proprietario ovunque. Proverbio cinese.

Pare che un terzo degli ex studenti Erasmus avrebbe un partner di un’altra nazionalità e che sia nato ben un milione di bambini “Erasmus”. Una coppia binazionale e un bambino, ti piace l’idea?

Imparare il portoghese è una scelta che puoi portare avanti in alcuni casi già dalle scuole superiori. A condizione che la lingua portoghese sia nel piano di offerta didattica del tuo college.

Ma per progredire rapidamente in una lingua straniera, niente è meglio dell’immersione totale.

Puoi guardare un canale TV portoghese o ascoltare musica brasiliana, ma la cosa migliore è avventurarti in un viaggio di studio linguistico o espatriare in Portogallo.

Segui la guida e trova tutti i consigli utili per andare all’estero per seguire i tuoi studi.

Seguire un Erasmus in Portogallo

Il Programma Erasmus+ è gestito dalla Commissione europea, DG Istruzione e Cultura, in cooperazione con gli Stati Membri, con l’assistenza dell’EACEA, Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura e delle Agenzie nazionali dei diversi paesi partecipanti.

La borsa di studio Erasmus viene assegnata a tutti gli studenti che desiderano andare all’estero. La borsa di studio Erasmus per essere ottenuta va richiesta in tempo!

Il programma europeo Erasmus consente di trascorrere un anno accademico in un altro paese senza “perdere” un anno di studi. I suoi principali vantaggi sono per esempio imparare o perfezionare la lingua portoghese, scoprire la cultura portoghese, creare una grande opportunità da mettere nel CV…

La borsa di studio Erasmus viene assegnata a tutti gli studenti che desiderano andare all’estero attraverso un’università italiana e per un periodo da 3 a 12 mesi.

La tua formazione all’estero deve essere integrata nel tuo curriculum poiché è incluso nel tuo diploma che sarà, alla fine, riconosciuto dall’Università italiana. Non c’è modo di passare l’anno senza fare nulla! Dovrai far convalidare i semestri da te frequentati nell’università ospitante, in modo che vengano poi conteggiati per conseguire la tua laurea.  È possibile richiedere una borsa di studio solo dal secondo anno di università e purché tu abbia concluso il tuo primo anno.

Se ti mancano degli esami avrai ovviamente meno probabilità di essere accettato nel programma, poiché l’approvazione del tuo curriculum universitario non è affatto scontata! Sono infatti numerosi gli studenti che tentano di accedere al programma, e vengono quindi premiati i più meritevoli.

Lo studente deve quindi andare all’ufficio relazioni internazionali della sua università di appartenenza per fissare un appuntamento con il direttore. Non esitate a inviargli un’e-mail per trovare l’elenco dei documenti da fornire. I passaggi devono essere eseguiti con un anno di anticipo, meglio prendersi tutto il tempo necessario!

Quanto può costare andare a studiare in Portogallo con Erasmus

Andare a studiare all’estero può darti diritto a una borsa di studio Erasmus, se fai domanda: attraverso il programma di scambio sono infatti coperte le tasse universitarie dell’università ospitante. Lo studente deve solo pagare le tasse di registrazione dell’università italiana, a meno che non abbia diritto a un’esenzione totale.

Puoi anche visitare musei e monumenti spendendo cifre che vanno da € 1,50 a € 8,50: piuttosto economico rispetto ai musei italiani! Visitare musei e monumenti costa cifre che vanno da € 1,50 a € 8,50.

Il costo della vita in Portogallo sicuramente rappresenta un aspetto molto interessante. Il salario minimo si aggira all’incirca intorno ai 680 €. Di conseguenza, il costo della vita è inferiore rispetto all’Italia. La differenza più evidente la troviamo nei costi relativi al cibo e alla ristorazione: puoi mangiare un piatto sostanzioso a meno di 10 € in un ristorante, e la scelta è ampia! Per quanto riguarda il cibo in generale, pagherai anche meno al supermercato: in media il 20/30% in meno rispetto all’Italia. Le birre sono anche più convenienti … quindi organizzare feste studentesche è particolarmente economico (partecipa con moderazione, però!).

La differenza riguarda anche il costo delle abitazioni. Si deve considerare una cifra tra i 200 e i 450 € al mese per una stanza condivisa, da calcolare ovviamente sulla base della posizione dell’appartamento e alle dimensioni delle stanze. Trovare un alloggio non è molto complicato, specialmente se accetti di avere un compagno di stanza. Rispetto alle grandi città italiane, le abitazioni sono molto più facili da trovare e convenienti!

Puoi anche visitare musei e monumenti spendendo cifre che vanno da € 1,50 a € 8,50: piuttosto economico rispetto ai musei italiani! Naturalmente le tariffe variano a seconda del luogo: Lisbona presenta prezzi leggermente più alti rispetto a Porto o ad altre città più piccole. I biglietti costano poco, ma se decidi di rimanere a lungo in Portogallo, non esitare a sottoscrivere un abbonamento mensile o annuale ai trasporti pubblici della tua città (circa 35 € al mese).

In città, la maggior parte dei negozi accetta la carta di credito e puoi trovare sportelli bancomat ovunque. Nei paesini e nei villaggi di mare, è meglio avere dei contanti con sé, invece. Per un lungo soggiorno come un anno di Erasmus, è possibile aprire un conto in banca per evitare costi di gestione. Tra le banche più grandi troviamo il Banco Comercial Portugês, il Banco Espirito Santo e la Caixa Geral de Depósitos.

La copertura della rete è buona ovunque e se rimani a lungo puoi comprare una scheda portoghese con uno degli operatori nazionali: MEO, Vodafone e Optimus. Infine, la mancia non è obbligatoria in Portogallo, ma non è neanche vista male. Funziona un po’ come in altri paesi europei: se la lasci fai bella figura!

Documenti necessari per studiare in Portogallo

Se desideri trascorrere alcuni mesi in Portogallo durante i tuoi studi universitari, è necessaria semplicemente una carta d’identità valida, che dura dieci anni. Prima di partire dovrai pertanto controllare la data in cui l’hai fatta ed eventualmente andare nel municipio della tua città per rinnovarla.

Gli studenti italiani infatti non devono avere un passaporto per poter viaggiare in Portogallo, anche se il soggiorno linguistico dovesse durare più di tre mesi. Il paese fa infatti parte dell’area Schengen, la quale garantisce la libera circolazione delle persone, proprio come avviene nel nostro paese.

Attenzione, la patente di guida non è considerata un documento di identità al di fuori dell’Italia, pertanto non partire per il Portogallo senza la tua carta d’identità!.

Se hai intenzione di studiare all’estero, puoi anche richiedere un passaporto. Il passaporto viene rilasciato ai cittadini italiani e per i maggiorenni ha durata decennale. Alla scadenza della validità, riportata all’interno del documento, non si rinnova ma si deve richiedere l’emissione di un nuovo passaporto. Dal 2010 viene rilasciato ai cittadini da tutte le Questure  un passaporto elettronico. Tale libretto cartaceo è dotato di un microchip in copertina e contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.

Se hai intenzione di studiare all’estero, puoi anche richiedere un passaporto. Se hai intenzione di studiare all’estero, puoi anche richiedere un passaporto. Alla scoperta del mondo!

Per un soggiorno all’estero in un paese dell’area Schengen, in quanto italiani non è necessario un visto. Tuttavia dovrai richiedere un permesso di soggiorno temporaneo (Autorização de Residência) al tuo arrivo se desideri rimanere più di tre mesi e meno di un anno. Sarà richiesto un costo di 7 €. Il permesso di soggiorno deve essere richiesto entro tre mesi al servizio Serviço de Estrangeiros e Fronteiras della tua città.

Se desideri rimanere più di un anno, dovrai richiedere una carta di soggiorno dallo stesso ufficio. Per fare uno stage o lavorare in Portogallo, i giovani europei non hanno bisogno di un visto, ma di un permesso di lavoro. Tutto quello che devi fare è presentare la tua carta d’identità o passaporto, contratto di lavoro o prova di risorse monetarie se non hai ancora un contratto.

I tempi di consegna sono lunghi ma è generalmente consentito iniziare i lavori prima di ottenere il permesso. Inoltre, sarà necessario disporre di un numero “Contribuinte” non residente per essere identificato dal fisco. Sarà richiesta una prova dell’indirizzo del tuo paese di origine.

Le migliori università del Portogallo

In Portogallo ci sono università pubbliche e università private. Sia che tu voglia studiare nella città di Lisbona, la capitale europea più economica, nel centro storico di Coimbra o vicino a bellissime spiagge, sarà soprattutto il tuo curriculum universitario a decidere la città del Portogallo in cui studierai.

Ecco una lista delle più conosciute:

  • L’Università di Porto è la seconda più grande del Portogallo, ma è soprattutto la migliore in termini di qualità dell’insegnamento e ricerca.
  • La nuova Università di Lisbona, nota anche come NOVA, ha la migliore facoltà di economia del paese. 20.000 studenti seguono i corsi ogni anno, tuttavia se vuoi vivere nella capitale del Portogallo, non progredirai molto in portoghese grazie ai tuoi corsi poiché questi sono in inglese!
  • L’Università di Coimbra è al terzo posto nella classifica delle migliori università del paese, ma è senza dubbio la più antica. È anche al 407 ° posto nella classifica delle università mondiali, ed è una delle più antiche università operative in Europa e del mondo.

L’Università di Lisbona accoglie invece quasi 50.000 studenti e riunisce 18 facoltà e istituti. L’Università di Lisbona è tra le maggiori d’Europa!

  • L’Università di Lisbona accoglie invece quasi 50.000 studenti e riunisce 18 facoltà e istituti. È la più grande in Portogallo ed è una delle più grandi in Europa.
  • L’Università cattolica portoghese è un’università privata presente a Lisbona, Porto, Braga e Viseu. È particolarmente famosa come scuola di affari ed è possibili seguire corsi in inglese.
  • All’Università del Minho puoi seguire corsi di architettura, scienze, ingegneria, design, istruzione, scienze umane e sociali, scienze sociali, economia e management, diritto, di scienze della salute, psicologia e infermeria.

Ma la scelta si compone anche di molte università private e di politecnici… perciò gambe in spalla e buona partenza!!!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar