Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come trovare gli stimoli giusti per seguire le lezioni di chitarra

Di Igor, pubblicato il 09/05/2019 Blog > Musica > Chitarra > Come Imparare a Suonare la Chitarra ed Essere Sempre Motivati!

Come molti altri prima di te, anche tu ti sei deciso ad iscriverti ad un corso di chitarra.

Sperando di riuscire a suonare come i tuoi idoli, desiderando più di ogni altra cosa riprodurre i brani che hanno fatto la storia della musica, ti sei lanciato nell’avventura dell’apprendimento della chitarra.

La tua motivazione, ora, è al suo massimo; fino a quando sarà così?

Parti in quarta a suonare la chitarra

All’inizio, tutto sembra funzionare alla perfezione.

Impari in fretta, prendi dei corsi di chitarra supplementari per sviluppare la tua tecnica di chitarra, inizi a seguire alcuni corsi di formazione musicale, incontri altri musicisti e condividi eccellenti momenti, durante i quali la chitarra ha il posto d’onore.

In breve, ti stai già vedendo come una sorta di dio della chitarra, che, nel giro di pochi mesi, riuscirà a compiere delle prodezze tecniche.

Forse lui non ha avuto tempo per perdere la motivazione a suonare la sua chitarra: è morto troppo presto. Indiscutibilmente uno dei più grandi chitarristi rock di tutti i tempi!

“San Jimi Hendrix, fai che una parte anche solo infinitesimale del tuo talento e del tuo genio ricada su di me!”

Sei a lezione di chitarra, ma, all’improvviso, arriva lo scoraggiamento!

Purtroppo, nemmeno la preghiera sarà sufficiente quando i primi segni di scoraggiamento faranno capolino, quando i primi ostacoli ti si pareranno di fronte.

All’improvviso, dal fondo della tua camera, nel tuo studio di registrazione o da solo davanti al tuo pc, ti rendi conto di non riuscire più a progredire.

Non ti è ancora successo di vivere almeno uno di questi momenti di scoraggiamento?

Stai lavorando su di un brano per chitarra e sulla sua ritmica, ma nessun suono sembra uscire come dovrebbe; oppure ti servirebbero delle tecniche, che, ancora, non conosci alla perfezione.

Peggio ancora, fai l’incontro con un chitarrista che ha iniziato a suonare dopo di te, ma che sembra averti già superato.

A questo punto, il desiderio che ti assale è quello di gettare la spugna, di abbandonare la tua chitarra, dicendoti “la chitarra non fa per me, non ci riuscirò mai!”.

Questo tipo di ragionamento è del tutto comprensibile e naturale: se vuoi imparare a suonare la chitarra, sappi che non si tratta di un apprendimento lineare, che non si realizza da solo. Conoscerai sicuramente degli alti e dei bassi, altrimenti saresti veramente un vero prodigio della chitarra a sei corde!

L’importante, in questi casi, e perché la pratica della chitarra resti un piacere, è imparare a sviluppare e a mantenere la propria motivazione.

Sviluppa la tua motivazione durante la lezione di chitarra

Corso di chitarra: cos’è la motivazione?

Mentre hai l’impressione di stagnare, di girare in torni, di suonare in modo casuale e di non essere più un buon chitarrista, la tua motivazione perde sempre più sostanza.

Prima di tutto, rassicurati: chiunque attraversa questi momenti di sconforto, anche i più grandi chitarristi.

La motivazione è questa dinamica che ti spingerà ad andare avanti e ad intraprendere delle azioni, che ti spingerà a fare delle cose nella maniera più efficace e più riuscita possibile.

Ci saranno dei momenti di difficoltà, ma dovrai superarli senza perdere la motivazione che ti ha spinto ad iniziare. Non scoraggiarti mentre impari!

L’importante, con la mancanza di motivazione, è di non lasciarti invadere a queste impressioni negative, perché altrimenti ti paralizzerebbero e ti scoraggerebbero a suonare la chitarra.

Suona chitarra e visualizza il tuo obiettivo

Per mantenere la tua motivazione, devi iniziare con il visualizzare quello che ti aspetti dalla pratica di questo strumento.

Perché hai iniziato a suonare la chitarra? Cosa ti ha spinto a comprare questo strumento? Vuoi suonare per un tuo piacere personale o per calcare un giorno le scene? Diventare un musicista professionale o restare un chitarrista amatoriale?

Cosa ti ha dato la voglia di sapere tutto sulla Chitarra (con la C maiuscola)?

Prenditi tutto il tempo necessario per rispondere a tutte queste domane e per capire in quale stato di spirito tu fossi durante il tuoi primo corso di chitarra per principianti.

Avevi sicuramente un obiettivo, un’immagine del tuo impegno nel mondo della chitarra: ritrova quest’immagine e questo obiettivo e utilizzali per ritrovare la tua motivazione.

Ricordati che Roma non è stata costruita in un giorno e che non potrai diventare un grande chitarrista in poche lezioni di chitarra.

Per quello che concerne il tuo obiettivo, scrivilo su un foglio di carta e affiggilo al muro di fronte a te: mantenendolo sotto i tuoi occhi, ti renderai conto del cammino percorso e delle diverse tappe che ancora ti restano da superare.

Visualizzando il tuo obiettivo iniziale, vivrai di nuovo l’entusiasmo che caratterizzava il tuo stato mentale, quando hai iniziato.

Come suonare la chitarra senza bruciare le tappe

Avere un obiettivo quando si decide di imparare la chitarra è un’ottima cosa, perché ti dà una direzione da seguire e può aiutarti a spingere la tua motivazione.

Ma se il tuo obiettivo è troppo elevato, se ti appare irrealizzabile, rischi di affaticarti nel non raggiungerlo e la tua motivazione cadrà in caduta libera, fino a disgustarti totalmente dalla pratica di questo strumento.

Imparare a suonare la chitarra richiede pazienza, dosaggio delle frustrazione e lavoro continuo, in modo regolare, per avanzare in modo progressivo.

È in questo spirito che si effettuano i corsi di chitarra con un professore privato o in una scuola di musica: con il sostegno e la partecipazione di un musicista professionista accanto a te, imparerai il miglior metodo per suonare la chitarra, sviluppare le base e aprirti a nuove esperienze in linea con il tuo livello.

Ad ogni tappa che supererai, amplierai la tua motivazione, perché potrai osservare tutti i progressi fatti.

Perché voler imparare subito il tapping e suonare come Eddie Van Halen, quando ancora riesci a mala pena a fare gli accordi base o il funzionamento degli arpeggi?

È una legge della natura: prima di correre, devi saper camminare. E per la chitarra vale lo stesso principio. Vi sono delle basi che devi conoscere, delle tappe indispensabili per poter avanzare.

Se all’improvviso ti senti demotivato, durante l’apprendimento, un trucco per fronteggiare lo sconforto potrebbe essere quello di fare un passo indietro e di rilavorare su qualcosa che già conosci bene.

Rimpiazzerai, così, un esercizio difficile con uno più facile e il tuo cervello interpreterà questo come “So fare questo, grandioso! Continuiamo, allora!”.

A volte, può essere utile fare marcia indietro, per ripartire su basi più solide e ritrovare tutta la propria motivazione.

Imparare a suonare la chitarra, facendosi aiutare da altri musicisti

La soluzione migliore può essere quella di farsi aiutare. Non esitare, quindi, a rivolgerti verso i tuoi colleghi chitarristi.

Imparare a suonare la chitarra in gruppo: un’ottima idea

Imparare a suonare la chitarra non è sempre facile, soprattutto quando si è soli di fronte allo schermo del proprio pc o del proprio tablet o, ancora, davanti alle proprie intavolature. Anche con delle buone tablature per chitarra …

La musica è qualcosa da condividere, che sia per veicolare delle emozioni, per misurare le proprie capacità e confrontarsi con altri musicisti o semplicemente per il piacere di suonare in gruppo.

Se desideri mantenere la tua motivazione, se desideri evitare lo scoraggiamento, suona con uno o più musicisti. Ma dove imparare a suonare la chitarra? E con chi?

Dei corsi di chitarra collettivi

Puoi benissimo decidere di seguire dei corsi di chitarra collettivi, che ti aiuteranno a misurare il tuo livello, che ti mostreranno come suonare con altri musicisti: in effetti, non tutti saranno allo stesso livello ed è molto probabile che tu abbia qualcosa da imparare dagli uni e dagli altri.

Delle lezioni di chitarra private

Puoi anche prendere delle lezioni con un professore privato: anziché lanciarti ad imparare tutte le tecniche di chitarra, anziché rischiare di prendere cattive abitudini e di anziché scoraggiarti perché non lavori con il sostegno di un professore che verrà a casa tua solo per aiutarti nella pratica della chitarra?

Non sarà possibile certo prendere lezioni dai grandi chitarristi dello spettacolo, ma potrai comunque trovare un insegnante che ti metta sulla buona strada. Impara a suonare la chitarra con un prof di livello!

Effettivamente, durante il tuo apprendimento, il professore privato valuterà il tuo livello, identificherà le tue lacune e adatterà le sue lezioni in funzione delle tue aspettative e della tua personalità.

Per te, sarà l’occasione di avere un professionista, oltre che un appassionato, della chitarra, solo per te, al quale potrai porre tutte le tue domande.

Il professore ti mostrerà delle nuove tecniche, delle astuzie per metterle in pratica e allargherà il tuo orizzonte musicale, proponendoti dei brani e degli stili di musica ai quali sicuramente non avresti pensato.

Lezioni di chitarra per suonare in gruppo

L’altro metodo per suonare con più persone è quello di iscriverti presso un’associazione o di rispondere a degli annunci dove si ricerchi un chitarrista o, ancora, di suonare con degli amici musicisti.

Suonando con altri, potrai mostrare le tue scoperte e le tue astuzie e, soprattutto, potrai impararne di nuove.

Potrai condividere le tue riflessioni e i tuoi dubbi ed ognuno fungerà da sprone alla motivazione degli altri.

Non esitare nemmeno a suonare con dei musicisti che suonino altri strumenti: sarà la tua occasione di mettere l’accento sulla dinamica di gruppo; questo potrebbe essere ampiamente sufficiente per ritrovare la motivazione che ti mancava.

Una chitarra crea sempre un ambiente favorevole per tutti: con o senza falò! Condividi con i tuoi amici la tua passione per la chitarra!

Cerca, se possibile, di suonare con delle persone abbiano un livello simile al tuo: questo ti consentirà di non percepire troppo (eventuale) scarto tra te e gli altri e ti eviterà di scoraggiarti.

La musica e la chitarra, in particolare, sono delle pratiche vive, che veicolano la passione e l’entusiasmo e sono un eccellente mezzo per condividere quello che si sente.

Come suonare la chitarra e divertirsi

Non devi dimenticare di suonare la chitarra per puro piacere; è la condizione primaria per conservare intatta la tua motivazione e per progredire.

Proprio per questo, di tanto in tanto, puoi:

  • Comprarti del nuovo materiale (un pedale nuovo, una nuova chitarra, un nuovo amplificatore, un nuovo microfono, dei nuovi plettri, …),
  • Andare ad un concerto per ritrovare l’energia della musica e la gioia di vedere dei chitarristi sul palco,
  • Allenarti a suonare correttamente degli accordi per chitarra,
  • Partecipare a delle masterclass di grandi nomi della chitarra: ideale per ricevere dei consigli da professionisti del settore,
  • Imparare dei brani con chitarra e condividerli sui Social come Youtube e Facebook: è un ottimo modo per ricevere delle critiche costruttive sul tuo lavoro,
  • Abbonarti ad una rivista specializzata per conoscere tutto sull’attualità musicale e trovare degli esercizi per migliorare una tecnica particolare.

Scopri qui come imparare a suonare una chitarra elettrica.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar