Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Challenge insegnante cinese: imparare la lingua cinese quando si è italiani!

Di Martina, pubblicato il 29/10/2018 Blog > Lingue straniere > Cinese > Lezioni di Cinese per Studiare una Lingua molto Diversa dalla Nostra

Anche se alcuni pensano che sia una tendenza sado-masochista, l’apprendimento del cinese mandarino per la sua difficoltà è una sfida per una parte della popolazione italiana…

Considerata come una delle lingue più difficili al mondo con l’arabo e il russo, l’apprendimento del cinese può anche aiutare ad aumentare la propria autostima, affrontare una sfida o rispondere a una scommessa lanciata!

Diverso dall’alfabeto latino, dalla coniugazione e dalla grammatica italiana, prendere lezioni di cinese non è un’impresa facile.

Ma a chi non piacerebbe capire e parlare questa lingua che sembra così diversa dalla nostra?

Oltre a chiedere una ginnastica particolare dell’emisfero sinistro e destro del cervello per il proprio apprendimento, lo studio del mandarino è anche considerato come una terapia per le persone dislessiche (Penso che ciò interesserà i logopedisti…).

Quindi, piuttosto che aspettare di sapere se si può realmente vedere la Muraglia cinese dalla luna, perché non concentrarsi da ora sulla lingua ufficiale della Repubblica Popolare cinese dal 1956?

Lasciamo il cantonese, lo shanghainese e i diversi dialetti cinesi per dopo e focalizziamoci sulla lingua dell’istruzione e dei media ricca di difficoltà di pronuncia e di alfabeto con i rispettivi toni e la scrittura cinese, ma bella e forte come un bambù.

La pronuncia del cinese

Il Tempio di Shàolín è legato anche alla figura di Bodhidharma (483-540), ritenuto il fondatore del Buddhismo Chán. Il tempio Shaolin è uno dei santuari più famosi del mondo. È stato distrutto più volte.

Se non sei intimorito all’idea di acquisire questa lingua straniera nelle tue competenze linguistiche, il tuo coraggio sarà messo direttamente alla prova con la difficoltà della prenuncia e della percezione dei toni…

Il cinese mandarino potrà anche non essere considerato, dal punto di vista orale, come una lingua ricca, ma resta complicato per uno studente la cui lingua madre è l’italiano, di capire l’accento delle sillabe cinesi.

I principianti possono allungare l’orecchio come Stanley Ipkiss in The Maskle sillabe che hanno 4 intonazioni diverse e quelle che non comportano nessuna intonazione saranno impercettibili nelle prime lezioni di cinese.

In gioco, la variazione tra il grave e l’acuto che non esiste in italiano, e il tuo orecchio che deve abituarsi per aiutare la tua bocca a riprodurre i suoni. (Si è sportivo!)

Alcuni professori di cinese sosterranno che memorizzare i toni è un plus. Che ciò non è necessario se si desidera parlare cinese senza accetto, “per mettersi in gioco”. Ti diranno che non è ostacolo per l’apprendimento del cinese per comunicare nella vita di tutti i giorni.

Penso che come studente coraggioso che sei la considererai come un’altra sfida poiché una sillaba può avere quattro significati diversi a seconda del tono che usi.

Ti lascio immaginare gli errori linguistici che puoi fare esprimendoti con un tono opposto a quello che desideri utilizzare.

Per mancanza di pratica, ci potremmo ritrovare a parlare di cose senza senso quando si cerca di parlare di cucina cinese. Per tale motivo teniamo il nostro dizionario di cinese italiano vicino e continuiamo la nostra sfida…

Scopri la nostra Top 10 delle ragioni per imparare il cinese!

Leggere correttamente il pinyin

Il cinese è parlato da circa 1,4 miliardi di persone. Il pinyin fonetico cinese è troppo diverso dall’italiano per essere imparato letteralmente.

Sul percorso già ricco di insidie tonali dell’apprendimento della lingua del Dragone, un altro ostalo si aggiunge per completare la tua sfida: i caratteri cinesi…

Per gli stranieri che imparano il mandarino, considerato che i caratteri cinesi non sottolineano la pronuncia, si utilizza una trascrizione fonetica denominata pinyin.

In passato, un secolo fa, ogni paese proponeva la propria trascrizione fonetica del cinese mandarino. Possiamo immaginare la complessità dell’apprendimento di questa lingua.

Fortunatamente per noi, questa trascrizione fonetica è stata uniformata nel 1979 dalla Cina e dall’ISO (Organizzazione internazionale per la normazione) per “facilitare” l’apprendimento del cinese mandarino. Ciò agevolerà la tua vita se desideri lavorare in Cina!

Ma… Perché c’è sempre un ma…Questa trascrizione in caratteri latini non si pronuncia come in italiano (Si hai letto bene…).

Non c’è bisogno di creare una tabella cinese, continuiamo così a rendere le cose più difficili.

Ad esempio la “r” è la combinazione della “r” di re e la “s” di sol, molto ravvicinate e la i” pinyin si pronuncia come la nostra “i” ma più lunga…

Non ci capisci niente? Neanche io ti assicuro…

L’idea generale da mantenere risiede nel fatto che anche la fonetica non può aiutare i principianti. (Si, non ha molto senso…)

È necessario, quindi, fin dall’inizio della tua formazione in cinese,imparare il pinyin! In effetti, non hai altra scelta poiché i caratteri cinesi, noti per la loro difficoltà, non lasciano nessun indizio sulla loro pronuncia.

In questo caso, sono ricchi di storia e belli come i geroglifici, ma molto difficili da distinguere quando si tratta di capirli…

Se cerchi una sfida, nell’apprendimento di una lingua viva molto diversa dalla nostra, eccoti servito!

La grammatica cinese

l cinese moderno presenta una grammatica semplice rispetto a quella delle lingue indoeuropee. Considerato difficile, il mandarino è tuttavia una lingua relativamente facile poiché non ha coniugazioni e nella sua grammatica non si non tiene conto del genere e del numero.

Per proseguire la nostra immersione nella lingua della terra di mezzo, lontano dalle nostre basi linguistiche italiane, continuiamo con la grammatica e la coniugazione cinese…

Una delle grandi particolarità del cinese è l’assenza della coniugazione.

Questa nozione incompresa dagli stranieri occidentali è un dono per tutti coloro che si sono persi nella loro lunga lista di verbi irregolari inglesi da imparare a memoria, le particolarità della coniugazione della lingua italiana o coloro che ancora esitano tra il condizionale e il congiuntivo.

Non c’è bisogno di tutto ciò nel mandarino: qui ignoreremo molte regole e forme non necessarie per conservare solo l’essenziale.

Avremo ad esempio:

  • “ieri io mangiare”; 
  • “oggi io mangiare”; 
  • “domani io mangiare”.

Non fidarti delle apparenze, il cinese è una lingua raffinata ed elegante (ad immagine della cultura cinese nel suo insieme), solo non c’è la coniugazione.

Per quanto riguarda la grammatica base cinese in un corso di cinese, questa è semplicissima. Troverai:

  • Nessun genere (maschile/femminile),
  • Nessun numero (singolare/plurale)
  • E le parole sono invariabili.

Una lingua che non assomiglia veramente alla nostra e ancora meno al russo o all’arabo. Molto semplice e logica a volte, il contesto gioca un ruolo importante per sapere, ad esempio, se si parla di una o più cose.

Così, il posto di ogni parola della frase deve seguire una logica opposta alla nostra.

Ecco come far allenare il nostro cervello in modo diverso in un corso di cinese.

Nota: la grammatica, più elaborata per gli studenti intermedi e avanzati, è molto complessa. Ma giusta, come afferma il proverbio cinese: “Per chi sa aspettare, il tempo apre le porte”.

La scrittura cinese

Il sistema di scrittura cinese viene rilevato per la prima volta nel XIV secolo a.C. o secondo altre fonti del XVII secolo a.C. durante la dinastia Shang. L’apprendimento dei caratteri cinesi può avvenire direttamente con un professore privato. Dove posso trovare un professore la cui lingua madre è il cinese?

Ci sei ancora? Sei ancora motivato ad imparare il cinese. Hai quindi frequentato la tua prima lezione di cinese senza accorgertene… solamente leggendo questo articolo!

Shao (giovane) dell’apprendimento del mandarino, eccoci di fronte alla porta delle insidie: la scrittura cinese!

Poiché hai già utilizzato gran parte della tua energia per l’orale, vediamo se hai ancora la forza per affrontare ciò che sta per arrivare.

La scrittura cinese, così diversa dalla scrittura latina, si compone di parole costituite da uno, due o tre caratteri (Alcune parole a volte possono essere costituite da più di tre caratteri, ma non siamo pretenziosi per il momento).

Questi caratteri sono numerosissimi e spesso è difficile memorizzarli tutti nei primi giorni di formazione. La metodologia più appropriata è di imparare ogni carattere separatamente. Come per una coreografia di Tai-Shi (un’arte marziale cinese interna), si tratterrà di imparare, per ogni carattere cinese:

  • il suo significato,
  • la sua pronuncia,
  • l’ordine della scrittura dei tratti,
  • e il senso di ogni tratto.

Per seguire l’ordine della scrittura e il significato di ognuno degli otto tratti (orizzontali e verticali) fondamentali del carattere cinese, dovrai fare riferimento alle 7 regole della scrittura cinese.

Questi 8 tratti semplici possono comportare fino a 29 varianti, il tutto per ottenere ciò che normalmente definiamo “tratti complessi”. Grazie a questi tratti, sarai in grado di scrivere fino a 214 caratteri cinesi fondamentali. Anche soprannominati “chiavi”, tali caratteri particolari possono creare un’infinità di caratteri una volta combinati.

Rassicurati per i più temerari, questo lavoro minuzioso, che richiederà tutta la tua concentrazione da principiante, diventerà naturale con la pratica.

Allora sempre entusiasta all’idea di imparare il cinese? Hai voglia di un viaggio in Cina per metterti alla prova? Fammelo sapere nei commenti!

 

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar