Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Insegnante cinese: l’esigenza del mandarino in occasione di un soggiorno in Cina

Di Martina, pubblicato il 26/10/2018 Blog > Lingue straniere > Cinese > Lezioni Cinese per Imparare il Cinese e Visitare la Cina

Cullati dai film di arti marziali, appassionati di gastronomia asiatica o amanti della spiritualità cinese, la Cina ti attrae e ti piacerebbe viverci.

4° paese più visitato al mondo, (sai già chi è il primo gruppo di sciovinisti!), la Cina vanta un’antica civiltà ricca di storia che risale a prima della nostra era.

Molto lontana dalla cultura italiana, europea o occidentale, la cultura cinese può intimidire in quanto le sue tradizioni e il suo stile di vita sembrano così lontani dai nostri.

Partendo alla cieca dopo la fine dei Giochi Olimpici di Pechino, sembra troppo rischioso e molti blogger potranno confermare il calvario di soggiornare in un ambiente in cui non si comprende la lingua, i segni e ancora meno il comportamento della popolazione!

Sarebbe un peccato lasciar svanire un sogno nelle premesse di un viaggio per così poco.

La barriera della lingua cinese è complicata da superare, ma con un buon allenamento attraverso lezioni di cinese, sarai in grado di riconoscere i caratteri cinesi, capire il principio dei toni e assimilare le basi per impostare un dialogo in cinese.

Se pensi di non aver bisogno di imparare il cinese prima di viaggiare in Cina, continua a leggere.

Se sogni un viaggio autentico e in immersione nella cultura cinese, prosegui la lettura…

Evitare i luoghi turistici cinesi

Il cinese mandarino è una famiglia di parlate locali originarie del nord-est della Cina, appartenenti al più ampio ceppo delle lingue cinesi. La Cina è uno dei paesi più turistici al mondo. È necessario imparare il mandarino prima di visitarla?

Quando si parte per la Cina – salvo per un viaggio di affari – si cerca di scoprire la storia della Cina, la cultura e le tradizioni cinesi, così come la lingua cinese mandarino.

Ingenuo è il turista che pensa di viaggiare in Cina con la conoscenza di alcune parole che farfuglia in cinese e l’indirizzo del suo hotel scritto in fonetica cinese (pinyin)!

Senza la nozione dei caratteri cinesi e focalizzandosi sulle applicazioni di tradizione su internet – essendo a conoscenza che la rete funziona con parsimonia – seguirai presto le orme di tutti quei turisti che tutti i giovani turisti cercano di non imitare.

Ecco per te la Cina stile Club Med, con visite organizzate – il cui prezzo si basa sul tuo stipendio italiano in euro – in cui tutto sarà in inglese e presentato al costo di  Pack 1/ Pack 2/ Pack 3/ e precedentemente testato affinché sia conforme ai gusti degli occidentali!

Non proprio un arricchimento culturale.

Offensivo per il tuo portafoglio che non domanda tanto.

E umiliante qualora incontri un compatriota espatriato in immersione, eccoti in un viaggio che non potrebbe essere più turistico, come un Safari organizzato in Africa o un tour completo per visitare le “Favelas di Rio” (Si, questo esiste…).

Per mancanza di conoscenza della lingua cinese, di perfezionamento nel vocabolario cinese o della pratica orale e scritta, ti limiterai alle città turistiche di Shanghai, Pechino… Con il rischio di lasciarti alle spalle le esperienze, i paesaggi e la scoperta di un popolo e la sua cultura.

È quindi durante un viaggio in loco o in uno scambio linguistico che si realizza quanto sia difficile comunicare con i cinesi e che ci si pente di non aver frequentato delle lezioni di cinese, o perlomeno un corso cinese online.

Il tuo dizionario italo-cinese, cinese-inglese o la tua guida di conversazione cinese non cambieranno nulla: quando ci si ritrova soli in una megalopoli in cui i segni sono incomprensibili come i geroglifici e si è incapaci di fare la differenza tra un nome di una strada e un piatto gastronomico.

Che gli dei linguistici ti perdonino…

Evitare le truffe nella terra di mezzo…

La lingua cinese è in realtà un vasto insieme di lingue, moltissime delle quali non sono mutuamente intelligibili Quali sono le parole fondamentali per debuttare nella lingua del dragone?

La truffa ai turisti è lontana dall’essere un fenomeno cinese, esiste nella vita di tutti giorni a Roma, New York, così come nelle province più sperdute del Vietnam…

Anche se è difficile passare per un locale per la maggior parte degli italiani in Cina, non accettiamo il fatto di essere “truffati”. Eppure, essere un turista significa essere presi di mira dai truffatori.

Prodotti che costano qualche yuan in più, una strada più lunga, il rifiuto di attivare il contatore dell’autista del taxi, o un proprietario che aggiunge le spese sul tuo affitto: tutto ciò sembra immaginario come lo scenario di un film di fantascienza.

Inoltre, la negoziazione fa parte della cultura cinese. Senza nozioni di cinese, i tuoi souvenir ti costeranno cari.

Così, per non passare per un turista (Laowai) ingenuo e ricco, è preferibile imparare per la negoziazione parole cinesi come “Tai gui le” (significa “troppo caro”)!

Pertanto, per rendere questo viaggio un’esperienza gratificante, in cui puoi domandare un altro biglietto, parlando in mandarino, è necessario capire e parlare cinese! Un po’ come ovunque!

Per questo, ti invitiamo a scoprire i professori di cinese di Superprof, circa 800 sul sito e a richiedere i loro servizi per le lezioni di lingua cinese a 21,20 € a ora in media!

Non dimenticare che i corsi cinese per bambini possono essere concepiti in maniera ludica.

La lingua dei segni non è la stessa

Il 4% circa dei caratteri cinesi deriva direttamente da singoli pittogrammi Per imparare il mandarino bisogna imparare a scrivere ogni tratto nel giusto ordine.

Quando si viaggia in un paese di cui non parliamo la lingua, ci si immagina di cavarsela attraverso le tecniche antiche della lingua degli uomini: la lingua dei segni!

O, per averlo vissuto in Grecia – dove il segno “no” della testa voleva dire “si”, e viceversa – possiamo a volte ritrovarci nelle situazioni più bizzarre come quelle delle Le furberie di Scapino di Moliere…

In Cina, la lingua dei segni italiana, confonde.

I tuoi segni “italiani” saranno interpretati in modo diverso dal loro significato originale, lasciandoti a volte nell’imbarazzo.

A meno che non si decida di mangiare in ristoranti che mostrano le foto dei suoi  piatti come in McDonalds o di fare un tour nelle cucine dei ristoranti cinesi per scegliere il proprio menu, ti ritroverai a ordinare dei piatti a caso!

Mi dirai che sarebbe l’ideale per scoprire realmente la gastronomia cinese, e ti risponderei che è anche pericoloso se sei allergico, intollerante ad alcune sostanze alimentari o a seconda delle credenze religiose.

Se l’arte di puntare il dito ha senso nel nostro paese, è il contrario in Cina!

Ad esempio, il numero 2 nella lingua dei segni italiana, significa 8 in cinese. Ti lascio immaginare tutti gli “inconvenienti” minori e maggiori che queste leggere differenze possono avere sul tuo soggiorno in Cina!

Ci si ritrova ancora una volta nella stessa situazione, senza parlare o capire la lingua: è quasi impossibile comunicare in Cina in questo modo.

Devi pensare che l’apprendimento del cinese è fondamentale per il tuo viaggio, al fine di immergerti completamente nella cultura cinese ed evitare ogni inconveniente.

La ragione umanistica di imparare il cinese

Ci sono cinquantasei gruppi etnici in Cina ufficialmente riconosciuti I costumi cinesi sono atipici per un europeo. Come possiamo imparare questa cultura?

Sebbene l’apprendimento del cinese sia, al giorno d’oggi, unicamente considerato per i suoi vantaggi commerciali a livello internazionale, può rivestire altri aspetti più umani di quanto sembri.

Raramente menzionata, questa ragione tuttavia ha perfettamente senso visto che l’apprendimento di una lingua avviene attraverso la comprensione dell’altro, della sua cultura e della sua storia.

Con 1,3 miliardi di abitanti nell’attuale Zhongguo (“il paese di Mezzo”), sappiamo già che il mandarino è una lingua non pronta a estinguersi.

Tuttavia, si può pensare che imparare il cinese per promuovere il dialogo con la popolazione dei “figli di Han”, la buona intesa, e la pace è una ottima ragione per optare per un corso di cinese.

Al momento in cui i conflitti sono all’ordine del giorno e sapendo che la cultura cinese considera il rispetto come uno dei suoi grandi valori, sarebbe giusto integrare questi elementi nella nostra formazione, piuttosto che per una semplice riga sul nostro CV.

Spesso fraintesa, ignorata e a volte umiliata dagli occidentali, la popolazione cinese è oggi una super potenza nella storia millenaria che possiamo guardare solo da un punto di vista professionale.

Non si tratta in questo caso di studiare una lingua della dinastia Song, Yuan, Ming per entrare nel mercato del lavoro, migliorare le proprie vendite o realizzare partnership economiche.

Le tradizioni antiche della Cina, dal confucianesimo in quanto ideologia ufficiale al monastero Shaolin, hanno influenzato le nostre tradizioni occidentali.

Cercando di acquisire la conoscenza della lingua cinese potrai scoprire te stesso, poco importa se il tuo percorso è puramente linguistico o animato da un fondo di spiritualità.

Perché imparare il cinese per lavorare in Cina? Corri a scegliere il corso di cinese roma più adatto alle tue esigenze! Se sei in trasferta al nord, non esitare a cercare un corso cinese milano, c’è sicuramente un insegnante vicino a te!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar