Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di batteria: come imparare a suonare questo strumento?

Di Alice, pubblicato il 23/09/2019 Blog > Musica > Batteria > Come Prendere Lezioni Batteria?

«Quando si è felici si apprezza la musica ma, quando si è tristi, si comprendono le parole.» Anonimo

La musica fa parte della nostra quotidianità, amatissima a tutte le età: rock, country, blues, jazz, ce n’è davvero per tutti i gusti!

Alcuni, oltre ad ascoltarla, decidono di dedicarsi alla pratica di uno strumento per sviluppare e dare libero sfogo alla propria creatività musicale.

Ma come seguire un corso batteria e imparare a suonare questo strumento?

Come trovare il professore giusto con cui affrontare la prima lezione di batteria?

Ecco le risposte ad alcune delle vostre domande!

Lezione batteria: seguire un corso con un insegnante privato

Cominciare a suonare uno strumento non è mai facile e molte persone hanno bisogno di essere accompagnate nel loro processo di apprendimento.

Questo vale per il pianoforte, ma anche il violino, il sassofono… insomma, per tutti i generi musicali!

I corsi di musica, quindi anche i corsi di batteria, non sono però accessibili per tutti e soprattutto coloro che vivono in campagna trovano solo raramente scuole in cui prendere lezione.

Perché non fondare un duo con il vostro insegnante di batteria?

Ecco perché numerosi musicisti in erba scelgono come soluzione quella di prendere lezioni di batteria con un insegnante privato. Che si tratti di un professore che si sposta a domicilio per tenere le sue lezioni di batteria o che avvenga il contrario, i corsi di batteria privati offrono numerosi vantaggi.

Innanzitutto, dovrete scegliere se seguire un corso di batteria trimestrale, uno stage intensivo o in un’altra modalità: questo dipenderà certamente dai vostri obiettivi e dalle vostre aspettative, e vi permetterà di uscire dai programmi prestabiliti di una scuola di musica.

Decidete se volete partire con l’hard rock o se preferite il jazz… potrete trovare un insegnante che condivide la passione per lo stesso genere musicale e che saprà adattare la sua lezione di batteria a voi!

Seguire un corso di batteria individuale permette anche di avanzare secondo i propri ritmi di apprendimento, accelerando quando possibile e fermandosi un attimo quando necessario.

L’unico aspetto negativo è che non potrete avere uno scambio con altri allievi musicisti che magari vivono le vostre stesse difficoltà. Ma potrete ovviare a questo inconveniente se avete amici che, come voi, stanno imparando a suonare questo strumento.

Non dimenticate di essere chiari relativamente a quello che vi aspettate dal vostro corso batteria, in modo che il vostro insegnante, una volta individuato il vostro livello di partenza, sappia esattamente come guidarvi e aiutarvi a fare progressi.

Il successo delle lezioni di batteria passa anche attraverso un’accurata riflessione su come scegliere un insegnante privato di batteria. Non vi affidate al primo che passa, valutate bene prima di cominciare!

Corsi batteria: seguire le lezioni in una scuola di musica

Se le lezioni di batteria private non fanno al caso vostro, sappiate che esistono molte altre soluzioni alternative per avvicinarsi a questo strumento e che, ad esempio, si possono prendere lezioni di batteria in una scuola di musica.

Le scuole di musica sono numerose perché questa attività ludica, creativa e rilassante è richiestissima tra gli adulti e anche tra i bambini.

Si tratta in molti casi di scuole private, mentre a livello statale potete trovare i conservatori.

Qualche mese di corso di batteria e sarete pronti a esibirvi in pubblico. Mission impossible? Provare per credere!

I corsi, anche i corsi di batteria, durano solitamente tutto l’anno e prevedono incontri di due o tre ore a settimana.

Solitamente vengono proposte diverse tipologie di corso come:

  • Risveglio musicale per i più piccoli
  • Corsi di solfeggio,
  • Formazione musicale in generale,
  • Orchestra,
  • Corsi di chitarra,
  • Corsi di pianoforte,
  • Lezioni di batteria…

Ritmo, metronomo, tablature… sono tutte tappe da affrontare per poter poi avere padronanza completa dello strumento e poter affrontare i diversi stili musicali.

Le scuole di musica hanno spesso una atmosfera più rilassata di quella dei conservatori.

Nelle scuole si incontrano infatti i musicisti coi profili più disparati: dai principianti a chi desidera mettere insieme una band solo per divertirsi, arrivando ai musicisti più seri che vogliono fare carriera in ambito musicale.

Alcune scuole mettono a disposizione aule in cui gli alunni possono esercitarsi anche al di fuori delle ore di lezione. Queste sale saranno certamente utili a chi segue un corso di batteria e non ha a disposizione lo strumento.

Anche perché a volte è difficile potersi esercitare a casa propria senza rischiare di disturbare i vicini o i propri stessi familiari!

Imparare a suonare la batteria in una scuola di musica permette anche a coloro che sono principianti e che non sanno bene cosa aspettarsi dal corso di approfittare di un programma solido con conoscenze di base precise, su cui andare a lavorare e progredire.

Gli allievi sono divisi in base al livello o allo strumento scelto. Informatevi nella scuola più vicina a voi!

Seguire un corso di batteria in conservatorio

Per i più motivati e per coloro che sognano una carriera da musicisti professionisti, è possibile seguire corsi di batteria direttamente in conservatorio.Ma attenzione: non si tratta certamente dello strumento più diffuso nel panorama!

Volete seguire corsi di batteria in conservatorio? Preparatevi all’esame di ammissione!

Grandi città come Milano, Roma o Torino, sapranno certamente accontentarvi, ma considerate che normalmente è più facile trovare corsi di piano, canto lirico o chitarra che corsi di batteria.

Se decidete di rivolgere la vostra attenzione al conservatorio, sappiate che il percorso di apprendimento è sicuramente ricco ma durissimo, a partire dalla selezione. Per riuscire ad accedere, è necessario essere davvero preparati.

Vietato presentarsi all’esame di ammissione senza essere davvero pronti: non sprecate l’occasione! Insomma: in questo caso, vietato improvvisare. Servono conoscenze solide, forte motivazione e anche un certo grado di talento per raggiungere questo ambizioso obiettivo.

Se invece desiderate prendere lezioni di batteria per semplice piacere, non siamo sicuri che il conservatorio sia il luogo ideale per il vostro percorso di apprendimento.

Ponetevi le domande giuste (e, soprattutto, datevi le giuste risposte!) prima di decidervi a entrare in conservatorio. Toglietevi tutti i dubbi e prendete una decisione consapevole.

Se sarete sicuri della vostra scelta, avrete certamente più possibilità di intraprendere questo percorso con successo!

Fare lezione di batteria da autodidatta

Seguire regolarmente un corso di batteria può essere percepito come una costrizione da molti. Questi musicisti in erba preferiscono allora cimentarsi nell’apprendimento da autodidatti, cioè senza un insegnante. E allora, come imparare a suonare la batteria da autodidatta?

Esistono diversi modi per approcciare lo studio della batteria individualmente e in completa autonomia.

Tenete comunque conto che essere autonomi non vuol dire essere senza regole e che serve una ferrea autodisciplina per approdare a risultati concreti e soddisfacenti, che non vi facciano perdere la motivazione necessaria.

Essere autodidatti vuol dire essere liberi e autonomi nell’apprendimento… ma serve molta autodisciplina!

Potete cominciare rivolgendo la vostra attenzione ai corsi online: ce ne sono moltissimi a disposizione. Internet è una fonte inesauribile di informazioni: approfittatene!

Cercate ad esempio tra i canali YouTube che vi permettono di apprendere le basi della batteria e a suonare alcuni pezzi semplicemente osservando altri musicisti. Vi basterà ascoltare e guardare come suona il protagonista del video e poi ripetere quello che avete visto.

Questa tecnica ha il vantaggio che può essere messa in campo ogni volta che volete a qualsiasi ora… a patto che nei dintorni non ci sia nessuno!

In più, potete scegliere quali pezzi eseguire e si sa che l’apprendimento è più semplice quando ci si diverte.

Ascoltate bene i consigli delle persone protagoniste dei video perché potrebbero essere illuminanti e aiutarvi a non commettere gli errori più comuni.

Potete anche provare a imparare a suonare la batteria andando a orecchio. Se avete il senso del ritmo nel sangue, non avrete certo problemi, almeno quando si tratta di pezzi semplici. Le cose potrebbero complicarsi con pezzi più complessi che potrebbero portarvi a stagnare senza riuscire realmente a progredire.

Anche perché, lo studio da autodidatta, esclude qualsiasi confronto… e questo è uno dei suoi limiti più grandi.

Affidatevi anche a manuali che presentano a grandi linee il solfeggio, ma anche ritmo e tempo.

Sappiamo che con l’avvento di internet i manuali hanno perso consenso, ma vi assicuriamo che a volte risultano ancora insostituibili e preziosi per un lavoro davvero accurato e di successo.

Adesso che siete convinti di voler cominciare il vostro corso di batteria, non vi resta che scegliere il metodo di apprendimento che più vi piace e mettervi subito al lavoro.

Chissà che non siate destinati a cambiare la storia del rock e a entrare in quei manuali che adesso state per studiare!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar