Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come diventare insegnanti privati di informatica?

Blog > Arte e Svago > Informatica > Corso di Informatica: Guida per gli Insegnanti Privati

Secondo i risultati di recenti indagini sul settore digitale, sono sempre di più le persone che lavorano in questo campo e il conseguente volume d’affari.

Le cifre in crescita rivelano l’importanza del digitale e delle nuove tecnologie nell’economia.

Anche voi siete ingegneri informatici, tecnici, programmatori o studenti nel settore?

Desiderate condividere le vostre conoscenze e dare lezioni private di informatica?

Che sia per arrotondare le entrate del mese o la vostra attività principale, quando si cominciano a tenere lezioni private,  ci si pone numerose domande.

Per accompagnarvi nel vostro progetto, ecco qui gli elementi chiavi di cui tenere conto per dare il via alla vostra attività di professore di informatica a domicilio.

Lezioni di informatica: come trovare alunni?

Per dispensare lezioni a domicilio di informatica, la prima cosa da fare è trovare alunni. Per questo dovrete comunicare e farvi conoscere nella vostra nuova veste.

La domanda c’è! Essendo gli strumenti informatici ormai parte integrante della nostra vita professionale e non, potrete sicuramente trovare persone interessate in tempi brevi. Studenti, senior,privati o professionisti… Numerose persone aspirano a imparare l’informatica. I bisogni nella formazione informatica sono continui poiché le tecnologie e il digitale evolvono rapidamente.

Prima cosa per gli insegnanti privati di informatica: trovare allievi! Per questo, gli strumenti digitali che conoscono bene, saranno utilissimi! Da dove cominciare per trovare allievi? Internet vi offrirà larga visibilità!

Per cercare i vostri primi alunni per le lezioni di informatica, vi si aprono davanti diverse soluzioni:

  • Il passaparola: è una soluzione molto semplice e, tuttavia, molto efficace. Parlatene nella vostra cerchia (famiglia, amici, colleghi…). Potranno dare i vostri contatti a loro conoscenti che necessitano di una formazione informatica. Poi, saranno i vostri stessi alunni a parlare di voi. Sarà quindi importante proporre loro corsi di qualità e che siano soddisfatti.
  • La comunicazione negli esercizi commerciali: un’altra soluzione semplice da mettere in campo, farvi conoscere grazie ai commercianti locali e  appendere un annuncio nei loro negozi. Il vantaggio? Troverete allievi in una zona vicina al vostro domicilio. Per quello, preparate volantini ben leggibili con le informazioni essenziali e i vostri recapiti.
  • I siti di annunci online dedicati alle lezioni private: come Superprof, ovviamente. In pochi clic create il vostro profilo e entrate a far parte degli annunci di insegnanti privati di informatica. Approfitterete così, rapidamente, di una buona visibilità e potrete arrivare a toccare un gran numero di potenziali alunni. Altro punto importante: sarete liberi di definire la vostra tariffa e il contenuto delle vostre lezioni. Su Superprof, ad esempio, non avrete nessuna spesa per essere messi in contatto con i vostri futuri allievi.
  • Gli organismi specializzati nelle ripetizioni a domicilio: il vantaggio? Non dovrete cercare da soli i vostri alunni. Sarà la struttura che vi contatterà nel momento in cui avrà delle domande per il corso di informatica. Contropartita: la struttura trattiene una commissione su quello che percepite durante le lezioni.
  • Creare il proprio sito web: internet per voi non ha segreti, giusto? Potete quindi creare un sito dedicato alla vostra attività di insegnante privato. Un sito o un blog ben indicizzato vi porterà numerosi allievi!

Come vedete, si possono cercare clienti in molti modi diversi.

Per maggiore efficacia, potete utilizzare differenti tecniche in contemporanea.

Corso di informatica: quale tariffa fissare?

Secondo punto cruciale quando dovete tenere lezioni private: definire il prezzo giusto per il corso.

Si tratta di un criterio di scelta determinante per i vostri futuri allievi, anche se non è il solo. Quando si cerca di apprendere le basi o perfezionarsi in informatica, si analizza prima di tutto il profilo degli insegnanti privati prima di fare una scelta. A parità di competenze e prestazioni, sarà il prezzo a fare la differenza.

Prima di definire il prezzo da proporre ai vostri alunni, è importante studiare la concorrenza e posizionarsi in modo pertinente sul mercato delle lezioni private. Un buon prezzo non dev’essere né troppo alto né troppo basso. L’obiettivo è di restare credibili agli occhi dei vostri clienti.

Conoscere il mercato del proprio settore è importante per ogni insegnante privato: in base alla concorrenza, infatti, sarà possibile fissare un prezzo congruo per le proprie lezioni. Fatevi un giro su Superprof per studiare la concorrenza nel vostro settore!

Quali sono i criteri da considerare per fissare la tariffa di una lezione privata di informatica?

  • Il tipo di corso: corso basic, aggiornamento, navigazione Internet, perfezionamento, sviluppo delle app, corso di sicurezza informatica… A seconda della tipologia, le tariffe possono variare poiché non tutti i corsi dispensati richiedono le stesse competenze.
  • La concorrenza: è evidente che dovrete posizionarvi in base alla concorrenza, vale a dire gli altri insegnanti che propongono il vostro stesso tipo di corso e che si rivolgono allo stesso target.
  • La zona geografica: darete corsi a domicilio in un settore geografico preciso. Sarà quindi importante sapere quali sono i vostri concorrenti diretti nella zona e nella vostra città e sapere a che prezzo si propongono.
  • Il profilo degli alunni: non si fa lo stesso prezzo a un professionista che desidera essere formato in programmazione e a un adulto che vuole apprendere le basi (navigare su internt, gestire le tabelle, inviare e-mails…).
  • Il vostro profilo: a seconda dei vostri diplomi e delle vostre esperienze professionali nel settore informatico, potrete pretendere una remunerazione più o meno importante. Uno studente o un autodidatta non proporrà la stessa tariffa di un ingegnere informatico con più anni di esperienza alle spalle.

Nel concreto, prima di fissare il prezzo delle vostre lezioni, fate ricerche online, sul sito di Superprof ad esempio! Potrete rapidamente valutare il prezzo medio nel vostro settore, il tipo di corso, e il prezzo medio praticato dagli insegnanti privati.

Sarà essenziale considerare anche le spese cui andate incontro per tenere i corsi (materiale, spostamenti, responsabilità professionali…). Non perdete mai di vista il fatto che, per sviluppare un’attività continuativa, dovete fissare una tariffa che vi permetta di avere dei margini interessanti.

Serve il diploma per tenere lezioni di informatica?

In assoluto, non è necessario essere diplomati in informatica per dare lezioni private.  La legge non lo richiede.

Nella pratica, se non avete un diploma, dovrete legittimare il fatto che tenete un corso in questo campo. Esperienze professionali, competenze tecniche ma anche pedagogiche… l’obiettivo è quello di rassicurare i potenziali allievi e mostrare che siete adatti a impartire lezioni.

Ad oggi tutti, giovani e meno giovani, hanno bisogno di saper utilizzare gli strumenti informatici e digitali. Ecco perché la richiesta di formazione in questo campo è importante. L’informatica è oggi un bene democratico e c’è grande richiesta di informazione in questo campo!

Non bisogna dimenticare anche che la vostra formazione iniziale e le vostre esperienze professionali influenzeranno il vostro livello di remunerazione. Può quindi essere importante certificare le proprie competenze e seguire una formazione pedagogica per acquisire anche le competenze necessarie all’insegnamento.

Senza diploma avrete anche l’opportunità di diventare insegnanti in diverse strutture, al di fuori dell’Istruzione pubblica. Centri di formazione professionale e organismi di sostegno scolastico sono spesso alla ricerca di profili vari. Se avete conoscenze tecniche precise, potete prendere in considerazione questa soluzione. Potrete anche aprire un vostro centro di formazione informatica senza diploma.

In quel caso, sarà importante studiare nel dettaglio il proprio progetto e fare un’analisi di mercato per conoscere il potenziale della struttura.

Corso di informatica: come preparare le proprie lezioni?

Prima di tenere la vostra prima lezione individuale, ecco una nuova tappa imprescindibile: la preparazione delle lezioni.

Non solo dovrete conoscere perfettamente il livello dei vostri alunni, il loro obiettivo e i loro bisogni, ma anche assicurarvi che dispongano del materiale informatico necessario.

Aspetto non trascurabile per ogni insegnante che stia per dare avvio a lezioni private: assicurarsi che i suoi alunni dispongano del materiale necessario. Prima di iniziare le lezioni, è importante fare il punto sul materiale necessario con i vostri alunni!

Prima di tutto, ecco di cosa tenere conto per preparare le vostre lezioni di informatica:

  • Il materiale informatico: questo comprende sicuramente il pc ma anche gli strumenti necessari a seconda della tematica affrontatat durante il corso (tabelle, testi, programmazione…). Dovrete consigliare i vostri alunni e, quando necessario, assisterli per l’installazione dei programmi.
  • Il contenuto dei corsi: organizzate le vostre lezioni in modo da ritornare su argomenti già studiati e sommarne altri.
  • I supporti al corso: adattate il materiale al livello degli alunni; potrà così fare pratica anche autonomamente.
  • I lavori pratici: per progredire, bisogna metterci le mani! Questo è sicuramente il miglior metodo per imparare davvero qualcosa. Preparate alcuni esercizi per mettere in pratica quanto imparato nel corso dei vostri incontri.

Per preparare le vostre lezioni, potete trovare supporti pedagogici online da scaricare gratuitamente. Sarà poi possibile utilizzarli integralmente o adattarli per personalizzarle al massimo le vostre lezioni. Il lavoro di preparazione necessita di tempo perché, contrariamente ai corsi collettivi, la parola d’ordine delle lezioni private resta la personalizzazione.

Se volete tenere corsi online, via Skype, ad esempio, dovrete investire nel materiale utile (webcam, microfono…).

Le lezioni private online costituiscono una soluzione interessante per limitare i vostri spostamenti e trovare alunni in una zona geografica più estesa.

Seguendo questi consigli potrete rapidamente espandervi nel settore dell’insegnamento a domicilio:  non vi resta che definire il tipo di corso che terrete e trovare i vostri primi alunni!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar