Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Coaching scolastico e ripetizioni online sono compatibili?

Di Igor, pubblicato il 27/11/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Gli Inconvenienti delle Ripetizioni sul Web!

Quando un alunno vede i suoi voti calare improvvisamente, il ricorso ad Internet può essere la prima reazione spontanea.

Di fatto, la rete è divenuta uno dei primi strumenti di informazione attuali. La consultiamo anche prima di andare da un medico. Spesso chiediamo a sconosciuti, sui forum, di fornirci opinioni e pareri, prima di rivolgerci a specialisti di vari campi!

Per quanto concerne la formazione e l’accompagnamento ai compiti avviene proprio lo stesso!

È piuttosto facile reperire online un gran numero di risorse per le classi della scuola elementare, della media, del liceo ed anche dell’università.

Bisogna diffidare?

Dove si collocano i limiti delle ripetizioni on line?

In questo articolo risponderemo a tali quesiti…

Le ripetizioni private on line non sostituiranno mai un vero e proprio insegnante!

Come ogni giorno, al rientro dalla scuola, poni la fatidica domanda a tuo figlio: “com’è andata a scuola?” “Malissimo”, ti risponde lui. Allora inizi ad incalzarlo con innumerevoli domande chiarificatrici sul perché e su le per come… Lui ti dice, semplicemente, ancora una volta, che non riesce a capire le lezioni spiegate in aula. E tu gli rispondi che non deve preoccuparsi e potrà sempre cercare su internet per vedere di capire meglio…

La cosa non è correttissima.

Perché?

Perché non bisogna sempre credere che il problema alla base delle nozioni non comprese risieda nella scuola o nell’insegnante.

Questo deve essere un lavoro di genitori, insegnanti ufficiali e insegnanti privati. E dello studente stesso. Internet da solo non puòfronteggiare le difficoltà scolastiche!

La prima cosa da fare, vedendo calare la media di tuo figlio, è quella di prendere appuntamento con l’insegnante di riferimento. Naturalmente, tu non dovrai scordare di vedere, parallelamente, se anche altri compagni di tuo figlio stiano passando lo stesso brutto periodo.

Se davvero risultasse che l’insegnante non eccelle, allora sì, certamente, ricorrere al dopo-scuola potrebbe essere la soluzione chiave.

Altrimenti, qualora tuo figlio fosse il solo a non trarre beneficio dalla spiegazioni in classe, interrogati circa le sue abilità di apprendimento.

Soprattutto: sappi che il suo apprendimento ed il recupero non potranno in nessun caso basarsi esclusivamente sulle risorse pescate qua e là su Internet.

Il problema concerne il metodo?

La motivazione?

La questione è psicologica?

In questi casi, comunque, le risorse digitali online non potranno risolvere il problema.

Solo davanti al proprio schermo, il ragazzino si isola e non può chiedere consiglio diretto a professionisti dell’educazione. Se continua a non capire, insomma, non avrà nessun essere umano ad aiutarlo.

Ed ecco spiegato perché certi esperti affermino che internet è scarsamente efficace per eliminare il problema dell’abbandono scolastico.

Solamente un alunno che abbia già acquisito sufficiente autonomia nello studio potrà utilizzare lo strumento informatico in modo efficace. Gli studenti che hanno difficoltà di concentrazione si distrarranno rapidamente a causa dell’eccessivo bombardamento di informazioni scatenato in pochi click.

Naturalmente occorre fare, poi, le dovute distinzioni, fra i diversi siti. Ad esempio, ve ne sono alcuni, a pagamento, che offrono la possibilità di ricorrere ad un tutor umano online.

Tieni però sempre conto del fatto che questa persona, per quanto brava, non sarà mai a conoscenza del vissuto di tuo figlio in classe.

Internet dev’essere solo un aiutino per consolidare conoscenze già in via di costituzione. Non sarà mai IL mezzo, per definizione, dell’apprendimento quotidiano.

Non abbandonare tuo figlio, da solo, davanti al PC

Se lavori per un’impresa, sei abituato al fatto che i tuoi capi ti chiedano sempre di più.

Risultato: la sera torni a casa sempre più tardi.

Per quanto tu intenda sostenere al meglio tuo figlio nella sua scolarità, sei troppo stanco per aiutarlo a ripetere storia, geografia, per rispiegare qualche nozione chiave di matematica mal compresa in classe.

Parlando con amici che si trovano nella stessa situazione, ti sei reso conto del fatto che molti genitori consentono ai propri figli di usare Internet per ripassare le lezioni e svolgere esercizi online.

Non cedere al richiamo delle sirene. Soprattutto se tuo figlio è ancora piccolo.

I pericoli e i contenuti inadatti ai minori non sono lontani; per non parlare delle distrazioni. I genitori devono dedicare del tempo a spiegare ai figli come usare internet!

Gli studenti delle medie iniziano a studiare in modo autonomo, finalmente. Per i liceali, in teoria, la cosa è ormai acquisita da tempo. Ma per quanto concerne i piccoli, è impensabile lasciarli da soli davanti a un PC.

Le regioni di questo sono molteplici:

  • Il fatto che le informazioni non siano sempre affidabili al 100% (soprattutto sui forum),
  • Il fatto di poter capitare su una pagina inadatta all’età,
  • La grandissima fonte di distrazione che Internet costituisce.

Raccomandiamo ai genitori di controllare sempre i bambini, installando il PC in una camera di uso collettivo come il soggiorno, ad esempio. La protezione parentale, poi, è la miglior garanzia.

I forum possono essere luoghi eccellenti di accompagnamento scolastico. Ma genitori e bambini dovranno, insieme, rimanere sempre piuttosto critici rispetto a tutto quanto reperitovi, verificando sempre l’attendibilità di fonti e contenuti.

Non omettere di controllare la veridicità di tutto quanto si legge. Parlane, eventualmente, anche con gli insegnanti della scuola. Costoro potranno fornirti link affidabili, a pagamento o gratuiti, per scovare risorse digitali adeguate al caso di tuo figlio.

Oltretutto, se il tuo ragazzo ti dice che lavora usando Internet, dovrai sempre controllare che sia vero.

Soprattutto consultando database educativi, spesso formidabili marchingegni pedagogici. Infatti, è facile poi scivolare verso la visione di altri video, magari più divertenti, ma meno attinenti allo studio….

Scopri anche i vantaggi del sostegno scolastico on line

Una scelta di risorse così ampia da paralizzare

Ogni sito propone migliaia di risorse, adatte a diversi livelli e diverse discipline:

  • Lezioni di matematica per maturandi,
  • Lezioni di fisica, chimica, biologia e scienze della terra,
  • Lezioni di Italiano e Lingue Straniere (ortografia, vocabolario, grammatica, etc.) ad ogni livello,

Attualmente, il catalogo delle risorse online è diventato argomento di marketing portante.

È più affidabile un sito dedito all’accompagnamento scolastico ricco di proposte specifiche e varie, che un altro meno fornito.

Quando un alunno, può usufruire di ripetizioni a domicilio a Milano, la cosa è utilissima.

Spesso (specialmente fra i più giovani) gli studenti si smarriscono di fronte ad un’immensità di risorse e proposte.

Capita allora che perdano tempo a reperire risorse pedagogiche.

Il tutto, spinti a volte da genitori che vogliono che i figli precorrano un po’ le tempistiche del programma ministeriale.

Gli esperti ammoniscono: avanzare da soli rispetto al programma non è consigliato. Avanzare troppo rapidamente potrebbe, paradossalmente, far perdere valore alla capacità di apprendimento. Proprio come quando, iscrivendo un bambino a scuola prima del tempo lo si destina ad un livello medio, anziché buono.

Gli insegnanti scolastici hanno le loro ragioni per insistere lungamente su certe nozioni e meno su altre.

È d’uopo scegliere la miglior formula per tuo figlio. Se egli ha difficoltà in matematica, scegli semplicemente delle ripetizioni di matematica (Ripetizioni matematica Palermo, ad esempio). Tutto qua.

Ricordati, con La Fontaine, che: “non serve correre, ma bisogna partire in orario!”

Vale anche per il dopo-scuola a casa e le ripetizioni a domicilio.

Si tratta dello stesso insegnamento che si trae dalla favola di Esopo e Fedro sulla lepre e la tartaruga. Meglio andare piano con le idee chiare, che di corsa e non riuscire a concretizzare!

Meglio fare poco per volta, ma regolarmente, che voler fare troppo e tutto in una volta!

Inoltre, valuta bene se tuo figlio necessiti di un piccolo aiuto costante in tutte le discipline o piuttosto di un aiuto intensivo e prolungato in una materia che gli risulti particolarmente ostica e nella quale non potresti proprio aiutarlo.

Prima di iniziare a spendere soldi inutilmente, valuta gli effettivi bisogni di tuo figlio e le tue reali possibilità di aiutarlo. Quali sono?

Bombardarlo di mezzi e strumenti per incrementare le sue chances di riuscita a scuola potrebbe avere risultati indesiderati, addirittura controproducenti.

È quello che raccomandano gli esperti pedagoghi

Annunci di lezioni private gratis: affidabili?

Tornando ai limiti della validità delle ripetizioni gratuite in rete, vediamo in cosa consistano i siti di doposcuola gratis.

Ve ne sono di molto interessanti, intendiamoci:

  • Docsity
  • bSmart tutor
  • Skuola Net
  • Abacus online

Si tratta di siti dove trovi annunci ripetizioni e risorse che puoi sfruttare per prepararti agli esami di terza media, a un esame universitario, a un’interrogazione.

Ma il dopo-scuola gratuito deve essere usato con cognizione di causa.

Significa che esso potrà far parte del quotidiano scolastico di tuo figlio solo a certe condizioni:

  • Il giovane studente deve già possedere un buon approccio metodologico e organizzativo,
  • Il ricorso all’accompagnamento gratuito deve restare un evento puntuale,
  • L’apprendimento e la concentrazione a scuola non potranno essere rimpiazzati da questo genere di supporto.

Prendiamo il caso di un maturando… Egli dovrà discernere, da solo, fra le mille risorse disponibili…

  • Da dove iniziare?
  • Come sfruttare le risorse?
  • Come allenarsi per superare l’esame senza l’accompagnamento di un professionista?

Le risorse digitali non sono personalizzate. Non vi è allora possibilità di declinazione ad personam, rispetto alle esigenze di un singolo studente.

Pertanto, i supporti gratuiti usati per ripassare le nozioni sono utili ed interessanti per quegli studenti che vogliono e sanno già integrarli al lavoro autonomo.

Delle volte è meglio fermarsi a riflettere e cercare un prof privato con cui confrontarsi. Non sempre, rimpiazzare un insegnante vero con delle risorse gratis può dare i risultati sperati.

Se sei sconvolto dall’insuccesso scolastico di tuo figlio, ma non puoi permetterti di chiamare un insegnante privato a domicilio, contatta almeno qualche associazione parrocchiale che propone accompagnamento ai compiti.

Per quanto il web possa essere ricco di proposte in termini di dopo-scuola non sottovalutare mai i suoi limiti.

Il fatto di isolarsi davanti a un PC è meno efficace di una lezione faccia a faccia con uno specialista del settore.

È davvero difficile far fronte ad un ritardo scolastico lavorando da soli di fronte a un PC.

Tuttavia, usato come aiuto puntuale e circoscritto nei compiti, il dopo-scuola on line può costituire un ottimo strumento.

Se ti interessano le ripetizioni on line, scopri anche i MOOC disponibili sul web!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar