Fate un bagno di musica una volta o due alla settimana per alcune stagioni, e scoprirete che fa all’anima quello che il bagno d’acqua fa al corpo. — Oliver Wendell Holmes Sr

La batteria rappresenta l’8% delle vendite mondiali di strumenti musicali. 

Imparare a suonare la batteria, non significa soltanto darsi delle arie con un vocabolario molto tecnico, eseguire degli assoli di 45 minuti o far girare le proprie bacchette in aria per poi riprendere un ritmo "un, due, un, due, tre, quattro". 

Come tutti gli strumenti musicali (basso, chitarra elettrica, sassofono, violoncello…), la batteria acustica o la batteria elettrica possiedono numerosi vantaggi unici.

Scopri quali sono in questo articolo.

La batteria per lo sviluppo della creatività 

Trova corsi di batteria nella tua città con Superprof!
Suonare la batteria permette di stimolare la propria creatività!

Cominciare a suonare la batteria richiede di passare da una fase di studio delle basi tecniche non sempre piacevole, ma comunque necessaria. 

Le caratteristiche delle persone creative

Gli artisti sono sempre molto creativi. Un brano musicale, una quadro, un balletto o un capolavoro letterario non sono principalmente fatti per essere analizzati razionalmente. 

Un batterista di talento condivide spesso molte delle qualità che contraddistinguono i grandi artisti. Sarà: 

  • Perseverante: non importa il fallimento, riproverà ancora e ancora, fino a quando non otterrà ciò che vuole, 
  • Aperto di spirito: la curiosità è sicuramente il tratto di carattere più importante per chi desidera imparare a suonare un nuovo strumento,
  • Capace di pensare diversamente: gli artisti sono spesso genii incompresi! Riescono a servirsi del pensiero divergente per inventare ritmi originali, 
  • Sicuro di sé: per non inibire la propria creatività, bisogna aver fiducia in sé. Non autocensurarti! 
  • Capace di sintetizzare le informazioni assimilate: nulla si inventa. Per creare un nuovo brano bisogna essere in grado di sintetizzare nella propria mente tutto ciò che si è imparato precedentemente e che può rivelarsi utile per la composizione del brano.

Personalizzare gli esercizi per sviluppare la propria creatività 

Prima di lasciare libero sfogo alla tua fantasia con uno strumento musicale, sarà meglio acquisire qualche base tecnica, in particolare quando si parla di batteria.

Tuttavia, già dallo studio dei rudimenti, è possibile aumentare la propria creatività senza tuttavia lanciarsi subito nell'improvvisazione totale.

Quando svolgi esercizi elementari per sviluppare coordinazione e sincronizzazione, prova a personalizzarli un po' per lasciare un po' di spazio alla fantasia.

Aggiungi un colpo di grancassa, un colpo di charleston o un colpo di piatto crash a un paradiddle.  

Non è un segreto: fare esercizi tecnici non è certo la parte più divertente dell’apprendimento della batteria. Inserendo qualche elemento personalizzato, riuscirai a rendere il lavoro meno noioso, progredirai più velocemente e sarai in grado di sviluppare la tua creatività. 

Non esitare prendere nota dei tuoi esercizi personalizzati. Puoi anche inventare il tuo personale metodo di notazione, in fondo questi esercizi devono servire a te per sviluppare la tua personale tecnica alla batteria.

Prima di dare libero sfogo alla tua creatività, dovrai imparare le basi tecniche della batteria.
La fantasia non è una qualità innata, ma può essere allenata e rinforzata con l'esercizio!

Altri consigli per migliorare la sua creatività

La creatività non si allena soltanto nei corsi di batteria e con gli esercizi ritmici! Ecco qualche buon consiglio per stimolare la propria immaginazione: 

  • Passare del tempo con bambini: i più piccoli non hanno limiti, lasciano scorrere la propria immaginazione come un fiume in piena. Trascorrere qualche ora con loro permette di riapprendere a lasciarsi un po' andare e a smettere di creare argini alla propria fantasia! 
  • Procrastinare: non fare niente permette di lasciar vagare la propria mente e di sentirsi leggeri, esplorando nuove idee e nuovi territori. Rallentare e smettere di pensare ai problemi o a qualcosa di specifico è primordiale per allentare la tensione e lasciare il tempo alla nostra mente di rigenerarsi.  
  • Fare esercizio: quando corri, fai un corso di Zumba o sollevi dei pesi, non rifletti a nulla, ti concentri su quello che stai facendo. Inoltre, il tuo corpo produce adrenalina (che aiuta a trovare il coraggio di lanciarsi in nuove esperienze) e dopamina (che ti rende più produttivo ed è il migliore antidoto contro la fatica). 
  • Ascoltare diversi stili musicali: la creatività si nutre di cibi molto diversi tra loro. Cerca di uscire dalla tua confort zone e ascolta brani di ogni genere. Esplora il jazz, il funk, il blues, ma anche la musica classica e la musica orientale. L’ispirazione può arrivare dai territori più inesplorati.
  • Prestare attenzione a ciò che ti circonda: le migliori idee nascono spesso nelle situazioni e nei momenti più insospettabili. Cerca di tenere sempre occhi e orecchie ben aperti, e di non farti scappare nulla che possa aiutarti a sviluppare nuovi progetti.

Migliorare il proprio senso ritmico alla batteria

Pensi di non avere un buon senso del ritmo?
Il ritmo è alla base della danza e della musica, ed è un elemento fondamentale per qualsiasi aspirante batterista.

Anche se in molti pensano che il senso ritmico sia innato, in realtà le cose non stanno proprio così.

In effetti, se alcuni di sono più inclini a cogliere, ricordare, e riproporre un determinato ritmo, è principalmente perché prestano più attenzione e riescono a identificare i vari elementi che lo compongono.

Tutti siamo capaci di cogliere la pulsazione di un brano, ovvero il beat, in genere suonato sulla grancassa, che ci fa battere il ritmo con le mani e coi piedi.

Per iniziare a esercitarti con il ritmo, prova a mantenere la pulsazione per tutto il brano, senza tener conto dei break, dei fill, degli assoli o delle variazioni di ritmo nel ritornello. 

Ascolta un brano rock e annota le pulsazioni. Una pulsazione corrisponde a un tempo. Una canzone rock generalmente è costruita su 4 tempi. 

Pensi di non avere un buon senso del ritmo?

Inizia dalle basi, ovvero provando a mantenere un ritmo per l'intera durata di un brano.

Nei corsi di batteria, il tuo insegnante di farà probabilmente lavorare con un metronomo, strumento fondamentale per imparare a mantenere un ritmo e un tempo, e alleato imprescindibile di ogni batterista.

Ecco qualche altro consiglio per diventare un esperto del ritmo: 

  • Guadagnare esperienza: non ci sono segreti, per diventare maestri del ritmo, bisogna esercitarsi moltissimo! 
  • La concentrazione: per mantenere un tempo dall'inizio alla fine, bisogna essere in grado di mantenere alta la concentrazione.
  • Rimanere calmo: lo stress rischia di farti accelerare il ritmo senza che tu te ne renda conto. Allenati anche a mantenere la calma! 
  • La respirazione: e per restare calmo, pensa a mantenere un respiro naturale. Se ti rendi conto che un determinato passaggio altera la tua respirazione, ripetilo fino a quando non riuscirai a eseguirlo mantenendo il respiro regolare.

Quali sono i benefici della batteria? 

Scopri tutti i vantaggi di diventare batterista!
Suonare la batteria è fonte di numerosi vantaggi psico-fisici!

Padroneggiare alla perfezione i ritmi sul rullante, le triplette in ritmo ternario, i paradiddle o i piatti crash è fonte di  numerosi benefici su corpo e mente. 

Suonare la batteria permette di: 

  • Migliore la propria coordinazione: la mano sinistra e la mano destra eseguono movimenti diversi, i piedi devono essere totalmente indipendenti dal resto del corpo… La batteria è uno strumento meraviglioso per migliorare la propria psicomotricità, 
  • Esprimere le proprie emozioni: dalle più dolci alle più violente, la musica è il mezzo perfetto per esteriorizzare le emozioni e comunicare i propri sentimenti, 
  • Diminuire lo stress: colpire le casse e i piatti con le bacchette permette di sfogarsi! Come durante un esercizio fisico, suonare la batteria spinge il cervello a rilasciare la dopamina, l’ormone del piacere che fa abbassare lo stress, 
  • Migliorare la memoria: imparare nuovi ritmi richiede uno sforzo mnemonico, e permette alla memoria di svilupparsi. Poco a poco, il batterista sarà in grado di ricordare sempre più elementi,
  • Rinforzare le capacità relazionali: suonare in un gruppo musicale facilita la comunicazione e aumenta il rispetto di sé e degli altri. Si deve imparare a trovare il proprio posto, stando attenti a non fare ombra agli altri membri del gruppo. Si impara anche ad argomentare per far valere le proprie idee, 
  • Superarsi: quando si inizia a suonare la batteria, si incontrano numerose difficoltà e si può essere portati a credere che non si sarà mai in grado di eseguire un determinato movimento. Diventa quindi gratificante scoprire che si possono superare i propri limiti e che tutto è possibile se ci si esercita regolarmente! 
  • Dormire meglio: la batteria permette di sfogare le proprie energie e di produrre endorfine, migliorando la qualità del sonno,
  • Vivere in buona salute: come lo sport, suonare uno strumento musicale permette di rinforzare il proprio sistema immunitario. Inoltre, suonare la batteria permette di padroneggiare meglio il proprio respiro e di guadagnare resistenza fisica.

Quando si suona la batteria, le braccia e le orecchie si sincronizzano sul ritmo. Questo permette di creare connessioni neuronali nel cervello, attivando la corteccia e portando a un miglioramento delle competenze intellettuali.

Il legame tra l’intelligenza, la coordinazione e il senso del ritmo, e la zona del cervello che gestisce la risoluzione dei problemi nei batteristi sono stati evidenziati da uno studio dell’Istituto Karolinska a Stoccolma. 

I batteristi capaci di mantenere un ritmo regolare hanno ottenuto i punteggi più alti nei test di intelligenza di questo studio. 

È quindi un errore pensare che i batteristi siano solo bravi a battere colpi su casse e piatti!  

I batteristi possiedono un cervello unico, dal potenziale enorme!

Definizione "imparare la batteria"

Imparare a suonare uno strumento, significa anche arricchire il proprio vocabolario musicale, in particolare per quanto riguarda la batteria.

Cos’è il backbeat? 

Si parla di backbeat quando l'accento del rullante si trova sul 2° e 4° quarto tempo. Questo genere di ritmo è tipico nella musica pop-rock.

Cos’è un pattern? 

È una figura ritmica che può ripetersi su una o più misure di tempo. 

Bisogno di un insegnante di Batteria?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 2 votes
Loading...

Nicolò

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.