"La creatività è contagiosa. Trasmettila." — Albert Einstein

Suonare la batteria o qualsiasi altro strumento musicale (chitarra elettrica, basso, sassofono, contrabbasso, ecc…) è un ottimo modo per sviluppare la propria creatività. 

La musica permette infatti di sviluppare l'elasticità celebrale, rendendo la nostra mente più aperta a nuovi stimoli. Quando si suona uno strumento, si stimolano diverse aree del cervello, a seconda dello strumento suonato e degli esercizi svolti.

La musica è una facoltà cognitiva universale, fatta eccezione per il 4% della popolazione che vive una condizione chiamata amusia, ovvero l'incapacità biologica di comprendere, eseguire ed apprezzare la musica. Se è difficile o addirittura impossibile comunicare quando non si parla la stessa lingua, la musica offre invece la possibilità di trasmettere emozioni a chiunque.

Diventare batterista permette quindi di sviluppare la propria creatività ed esprimersi senza freni!

Matteo
Matteo
Insegnante di Batteria
5.00 5.00 (14) 30€/h
Prima lezione offerta!
Maxx
Maxx
Insegnante di Batteria
5.00 5.00 (5) 15€/h
Prima lezione offerta!
Antonio
Antonio
Insegnante di Batteria
5.00 5.00 (26) 15€/h
Prima lezione offerta!
Joshua
Joshua
Insegnante di Batteria
20€/h
Prima lezione offerta!
Federico
Federico
Insegnante di Batteria
5.00 5.00 (20) 25€/h
Prima lezione offerta!
Luca
Luca
Insegnante di Batteria
5.00 5.00 (5) 15€/h
Prima lezione offerta!
Fabio
Fabio
Insegnante di Batteria
5.00 5.00 (8) 20€/h
Prima lezione offerta!
Francesco
Francesco
Insegnante di Batteria
5.00 5.00 (3) 15€/h
Prima lezione offerta!

Come associare tecnica e creatività alla batteria? 

Scopri le basi della tecnica della batteria con i corsi di batteria di Superprof!
Per diventare batteristi di successo, l'immaginazione non bassa.

Per diventare bravi con uno strumento, bisogna esercitarsi parecchio! Non basta infatti la buona volontà per diventare maestri del rullante e della gran cassa. 

Quando si inizia a studiare uno strumento è importante acquisire le basi della tecnica prima di iniziare a fidarsi del proprio istinto e di lasciare libero sfogo alla propria creatività. 

Tuttavia, una volta che avrai imparato i rudimenti, potrai improvvisare ed esprimere la tua immaginazione.

Per esempio, quando inizi a studiare i paradiddle, la prima tappa consiste nel guadagnare resistenza, rapidità e destrezza. Dovrai prestare particolare attenzione alla sincronizzazione della mano destra e della mano sinistra. 

Quando avrai raggiunto un certo livello di sicurezza in questi esercizi, potrai iniziare a lavorare anche sull’inventività e la creatività. 

Mentre ti alleni con i paradiddle, ricorda anche di aggiungere i piedi e i pedali. In questo modo potrai anche sviluppare l'indipendenza tra mani e piedi, che non è scontata.

Quando sarai in grado di muovere gli arti in maniera indipendente gli uni dagli altri, potrai concentrarti sulla tua creatività. Puoi anche fare esercizi per perfezionare sempre più la tecnica, ma soprattutto per arricchire il suono della tua batteria con sfumature e tocchi personali.

Sapervi che suonare la batteria stimola entrambi gli emisferi del cervello?
Cosa aspetti? Siediti alla batteria e comincia a esercitarti!

Esistono tantissime possibilità per esercitarti: 

  • Il paradiddle binario basico fatto sul rullante: D S D D S D S S D S D D S D S S (dove D sta per la mano destra e S per la sinistra)
  • Ma è possibile aggiungere un colpo di grancassa sul primo tempo, dalla prima alla terza misura, e un colpo di charleston sulla seconda e la quarta, 
  • In seguito, potrai anche rimpiazzare la mano destra col piede destro, servendoti di un pedale,
  • Potrai così aggiungere colpi sul piatto crash o sul piatto ride con la mano destra...

Inizia a esercitarti con un tempo lento, poi accelera progressivamente il metronomo mano a mano che guadagni sicurezza.

Se è vero che non esiste limite alla tua immaginazione, è anche vero che imparare a suonare la batteria ti richiederà molto lavoro.

Cerca però di non perdere mai di vista l'aspetto ludico, e divertiti a inventare ritmi diversi con la tua batteria acustica o con la batteria elettronica!

Quali sono le caratteristiche delle persone creative? 

Scrittori, pittori, musicisti e artisti di ogni genere... le persone creative che ci circondano hanno spesso delle caratteristiche che li contraddistinguono:  

  • La perseveranza: anche se fallisce, l'artista non si lascia scoraggiare. I fallimenti fanno progredire ed è sbagliando che si impara. 
  • L’apertura mentale e la curiosità: questa facoltà favoriscono l’innovazione e l’originalità. Gli artisti hanno uno spirito curioso e una mente aperta per poter evolvere costantemente e creare nuove proposte. L’osservazione è fatta per nutrire la creatività, 
  • La fiducia in se stessi: prerogativa fondamentale per non lasciarsi abbattere quando una cosa non va come previsto (ed è inevitabile che accada). La fiducia in se stessi permette di tenere la testa alta anche quando le cose si vanno difficili, 
  • Delle idee originali: gli artisti hanno spesso visioni uniche, e non solo per quanto riguarda il loro campo di predilezioni. Chi lavora nel campo dell'immaginazione vede infatti spesso il mondo con uno sguardo non convenzionale, 
  • La capacità di sintesi: le menti creative sanno assimilare informazioni e sintetizzarle per creare qualcosa di nuovo.

"La creatività non è che la capacità di collegare le cose. Quando chiedi a una persona creativa come ha fatto qualcosa, si sente un po’ in colpa perché non l’ha fatto sul serio, l’ha solo visto. Gli è sembrato scontato in un istante. E questo perché ha saputo collegare le proprie esperienze e sintetizzarle in un oggetto nuovo." — Steve Jobs

Con esercizio e costanza, si può imparare a pensare fuori dagli schemi.
La creatività è una facoltà che va coltivata!

Cos’è il pensiero divergente? 

Il pensiero divergente è un metodo di pensiero utilizzato per produrre diverse idee creative immaginando una moltitudine di soluzioni possibili a un problema.

L’obiettivo è di generare diverse idee causali e spontanee che saranno in seguito raccolte e organizzate grazie al pensiero convergente. 

Per la maggior parte degli psicologi, un QI alto non è per forza sinonimo di creatività, dietro la quale si celerebbero in realtà dei lati della personalità specifici e una certa dimestichezza con il pensiero divergente. L’anticonformismo, la curiosità, la presa di rischi e la perseveranza sono tutte qualità essenziali per essere creativi.

Il pensiero divergente è in sé una tecnica di creatività, spesso utilizzata dai musicisti e dagli artisti in generale, talvolta addirittura in maniera inconscia. Violoncello, clarinetto, tamburino o flauto traverso, tutti gli strumenti possono essere suonati in maniera creativa.

Uno studio della Venderbilt University dimostra che i musicisti e in particolare i batteristi utilizzano entrambi gli emisferi del proprio cervello, il che li rende più propensi a ricorrere al pensiero divergente per riflettere e creare. 

La batteria permette, più di qualsiasi altro strumento, di sviluppare entrambi gli emisferi del cervello poiché l’indipendenza delle mani e dei piedi è essenziale per suonare questo strumento, e si sa che ogni lato del corpo è gestito da uno dei due emisferi del cervello.

E se sei mancino, èi benefici sono ancora di più! In effetti, i mancini hanno maggiori probabilità di sviluppare il pensiero divergente rispetto ai destri, sempre per una questione di emisferi del cervello coinvolti.  

Inoltre, uno studio del dott. Charles Limb, chirurgo, neuroscienziato e musicista presso l'Università della California, ha messo in evidenza il fatto che la creatività coinvolge il sistema emotivo. Alcune emozioni favorirebbero quindi la creatività. 

In effetti, la corteccia prefrontale dorso-laterale si mette in veglia quando si improvvisa. Questa zona del cervello gestisce la pianificazione e il controllo del comportamento. 

Suonare la batteria permette anche di migliorare il proprio senso del ritmo. 

Ma il pensiero divergente non è soltanto una caratteristica innata. esistono infatti diversi esercizi per allenare questa facoltà: 

  • Crea liste di domande di cui non conosci la risposta, e cerca di trovarla (non è importa se la risposta è sbagliata, quel che conta è il processo per arrivarci),
  • Ritagliati nella giornata istanti di riflessione e di meditazione, durante i quali lascerai vagabondare la tua mente,
  • Tieni un diario: la scrittura è un ottimo mezzo per sviluppare il pensiero divergente, anche se la tua ambizione è quella di diventare musicista e non romanziere,
  • Gioca a dei giochi di ruolo: ovviamente non intendiamo con l'Xbox o la Playstation, ma utilizzando giochi da tavola con le carte, ecc... che richiedano un certo livello di riflessione.
  • Praticare la scrittura automatica: scegli un soggetto e scrivi senza riflettere per 10 minuti o un quarto d’ora. Non fare attenzione agli errori o ai segni di punteggiatura, l’importante è lasciar andare il proprio pensiero. Ripetere regolarmente questo esercizio può aiutarti a liberare la tua creatività. 

E ovviamente non esitare a metterti alla batteria per improvvisare nuovi ritmi e nuove tecniche: la tua immaginazione non avrà più limiti!

I consigli per migliorare la tua creatività alla batteria 

Qualsiasi sia il tuo stile musicale preferito, per diventare un bravo batterista dovrai imparare a servirti della tua creatività per sviluppare ritmi originali e unici.

Ecco qualche consiglio per coltivare la tua fantasia musicale.

Scopri con noi i migliori esercizi per liberare la tua fantasia!
Se ti eserciti con costanza, potrai forse diventare un batterista professionista ed esibirti sui palchi più importanti del mondo.

Tutti possiedono un certo grado di creatività, che possono applicare a qualsiasi pratica artistica, dando il via a un circolo virtuoso che porterà ad essere sempre più creativi.

Ecco a te qualche consiglio per diventare sempre più creativo: 

  • Apri la mente: sii curioso e non smettere mai di esplorare nuovi territori,  
  • Non limitarti a un campo unico e rifletti a questioni eterogenee: partecipa a dibattiti e discussioni di ogni genere per sviluppare la tua capacità di riflessione,
  • Circondati di bambini: si sa, la fantasia dei bambini non ha frontiere, e la loro creatività è contagiosa!
  • Medita: lasciar andare i tuoi pensieri ti permetterà di affrontare la vita con più serenità. Bastano anche 5 minuti al giorno per ottenere ottimi risultati, 
  • Studiare e seguire l’arte in tutte le sue forme: perché l’ispirazione non viene soltanto dalla musica o dallo strumento che si suona, 
  • Fare esercizio fisico: così come la meditazione permette di calmare la mente, l'esercizio fisico consente di evacuare lo stress e guadagnare fiducia in se stessi.
  • Procrastinare: concederti il tempo di non fare nulla può aiutarti ad aumentare la tua creatività.

Abbiamo scoperto che anche le attività più banali possono portare a nuove intuizioni, a nuove conoscenze e a nuovi mezzi di esprimere idee di ogni tipo. Il potenziale è infinito". John Rink, professore di Musical Performance Studies all’università di Cambridge. 

Bisogno di un insegnante di Batteria?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 2 votes
Loading...

Nicolò

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.