“La musica esprime ciò che non può esser espresso con le parole e che è impossibile tacere" Victor Hugo

Secondo alcuni studi recenti, suonare uno strumento (violoncello, chitarra elettrica, sassofono, batteria acustica…) rappresenta un esercizio completo per il cervello 

Imparare a suonare la batteria coinvolge infatti entrambi gli emisferi del nostro cervello. L'utilizzo di tutti gli arti, l'attenzione che richiedono la coordinazione e il senso ritmico, ecc... fanno sì che il nostro organo più importante sia sollecitato su tutti i fronti.

La pratica di uno strumento rende anche più acuto il senso critico, grazie all’ascolto dei brani suonati dagli altri e all'auto-correzione. La batteria permette quindi di sviluppare anche le facoltà di analisi e il senso artistico. 

Ma suonare la batteria presenta anche numerosi altri benefici. Scopriamoli assieme!

Suonare la batteria per migliorare la propria coordinazione mentale e corporale

Il ritmo è alla base della musica e della danza.
Suonare la batteria permette di migliorare la propria coordinazione e il proprio rapporto al movimento.

Colpire il rullante con la mano sinistra mantenendo un tempo con la mano destra al charleston, poi aggiungere colpi sulla grancassa con il piede destro e aprire o chiudere il charleston con il piede sinistro… Senza contare i break, i fill e tutte le altre varianti possibili....

Insomma, suonare la batteria richiede una coordinazione e un’indipendenza dei membri abbastanza impressionante, che altri strumenti non necessitano.

La batteria è lo strumento che dà il tempo a un brano, produce il suono che attribuirà il groove e l’energia a una canzone. 

La padronanza di questo strumento richiede gesti rapidi e precisi. 

I movimenti realizzati dietro alle casse permettono di migliorare i propri riflessi e di aumentare la propria comprensione dello spazio.

Puoi anche migliorare il tuo senso del ritmo alla batteria! 

La batteria permette di esprimere le proprie emozioni 

Ci si riferisce spesso alla musica come a un linguaggio universale, alla lingua dell’anima. Attraverso di essa si possono esprimere le proprie emozioni, dalle più dolci alle più violente, passando dalle più tristi e melanconiche. 

"La musica è la lingua delle emozioni" — Kant

Tutti i sensi sono coinvolti quando si suona la batteria. Maneggiando le bacchette, il suono prodotto dallo strumento è fortemente legato al contatto con le pelli delle casse e ai rimbalzi. 

L’udito è ovviamente il senso più coinvolto nella pratica di questo strumento. Senza udito, non c’è musica! Ma anche la vista entra in gioco. Bisogna essere precisi e sapere esattamente dove colpire.

Prestando attenzione a tutto ciò che lo circonda, il batterista impara a gestire numerosi fattori e a padroneggiarli a suo piacimento. Mettersi alla batteria, significa liberare le proprie emozioni e scaricare le tensioni accumulate durante la giornata.

Il batterista vive l’istante presente: mente e corpo sono sincronizzati e le emozioni possono fuoriuscire in maniera inaspettata. L’essenziale è lasciarsi andare. 

Suonare la batteria migliora l’umore e diminuisce lo stress

La particolarità della batteria è che suonarla richiede un enorme sforzo fisico.
La batteria è un ottimo mezzo per sfogare lo stress e ritrovare l'equilibrio.

La batteria è un eccellente mezzo per imparare a gestire il proprio stress. Davanti a un pubblico, dovrai essere in grado di suonare come nel tuo garage durante le prove. 

Ma se si deve imparare a lasciare andare le proprie emozioni, è anche importante imparare a controllarle per essere padrone delle proprie performance. 

Inoltre, suonare la batteria richiede molta energia e, proprio come durante un’attività fisica intensa, ci si svuota dalle emozioni negative. 

Suonare la batteria migliora così l’umore e permette di ridurre lo stress. 

La musica ha effettivamente un effetto rilassante a livello psicologico. Quando si suona, ci si concentra su ciò che si suona e non si pensa ai propri problemi quotidiani. 

Da questo punto di vista, la pratica della batteria può essere comparata a quella dello yoga o di altre attività meditative.

Diventare batterista per sviluppare la propria capacità di concentrazione e la propria memoria

Olivier Sacks, celebre neurologo, racconta nel suo libro Musicophilia, la storia di Clive Wearing, un musicista inglese colpito da un'encefalite causata dal virus dell'herpes simplex. Come conseguenza dell'infiammazione, la sua memoria risulta fortemente ridotta, e il suo cervello è ormai in grado di ricordare solo i 7 secondi che precedono un istante. 

Ma quando Wearing si mette al pianoforte, tutte le informazioni tornano a galla senza sforzo. Il musicista ha infatti mantenuto intatta la sua capacità di suonare il pianoforte e di cantare. 

Inoltre, gli studi condotti dall’Università dell’Oregon hanno dimostrato l’impatto della musica sulle capacità cognitive delle persone colpite dall'Alzheimer. Se non riesce a guarire la malattia, la musica rende comunque la loro vita più facile, e alcune persone riescono addirittura a ricordare luoghi, situazioni o persone a loro care grazie ad essa.

I batteristi hanno una memoria più sviluppata delle persone che non suonano alcuno strumento musicale. 

Suonare un brano a memoria permette di sviluppare le proprie capacità mnemoniche. 

Inoltre, per riuscire a riprodurre un brano musicale, bisogna concentrarsi per un certo lasso di tempo. La capacità di concentrazione aumenterà mano a mano che si avanza nell'apprendimento.

E a un certo punto, non ti accorgerai neanche più del tempo che passa quando ti troverai davanti al tuo strumento, tanto la tua concentrazione sarà al massimo e la passione avrà preso il sopravvento! 

Suonare la batteria per migliorare le proprie relazioni sociali 

Condividi le tue passioni con altri batteristi!
La musica è sempre stato un ottimo mezzo per socializzare.

Batteria percussione, chitarra acustica, djembé, clarinetto, trombone… 

Praticare uno strumento da solo va bene, ma prendere lezioni di batteria e discutere con altri musicisti e il proprio insegnante è ancora meglio! 

Seguire dei corsi piuttosto al posto di imparare da autodidatta presenta infatti numerosi vantaggi.

Far parte di un gruppo musicale in cui ognuno possiede un ruolo diverso permette di rinforzare l’empatia verso gli altri e facilità la comunicazione. 

Suonare la batteria, significa anche fare incontri umani, costruire legami, far nascere amicizie. È più facile comunicare con persone che condividono le nostre passioni.

Inoltre, suonare uno strumento in un gruppo musicale, significa diventare più responsabili. Bisogna sapere quando iniziare a suonare e quando smettere, lasciare spazio agli altri e trovare il proprio, evitare di strafare o di fare abbastanza, trovare il giusto equilibrio nello scambio, essere puntuale…

La pratica musicale è una buona palestra di tolleranza e di rispetto per gli altri, che si tratti degli altri componenti del gruppo o del pubblico.

Suonare la batteria per aumentare la propria creatività e il superamento di sé

Suonare uno strumento a percussione, significa sviluppare la propria creatività. È in effetti la prima competenza che si sviluppa quando si suona uno strumento! 

Poiché al di là della tecnica e dei rudimenti, per diventare grandi batteristi bisogna inventare i propri ritmi, improvvisare con altri musicisti, comporre brani originali ed esprimere così attraverso la musica le proprie emozioni.

Per la psicologo americano Howard Gardner, la creatività musicale è una delle funzioni fondamentali del cervello, allo stesso titolo del linguaggio e della logica matematica. 

Ecco perché è importante sviluppare la propria creatività sin dalla più tenera età. 

La batteria è uno strumento esigente, che richiede un’enorme coordinazione e un arduo lavoro per mantenere un ritmo costante e improvvisare. 

Quando inizierai a suonare, alcuni ritmi o movimenti ti sembreranno impossibili da eseguire. Poi, poco a poco, ci riuscirai. Scoprirai allora il piacere di suonare e progredire, e soprattutto di riuscire a fare qualcosa che pensavi impossibile. 

Il superamento di sé è essenziale per progredire nella padronanza di uno strumento. Imparerai poco a poco ad apprezzare questa voglia di migliorare. 

Ogni stile di musica ha il suo effetto sul corpo e sullo spirito 

Scopri la nostra offerta di insegnanti di batteria e inizia oggi stesso a suonare i tuoi brani preferiti!
A seconda dello strumento e dello stile, la musica ha diversi effetti sulla mente e sul corpo.

La batteria non permette di suonare qualsiasi stile musicale. D'altro canto però, esistono diversi stili per cui la batteria è uno strumento essenziale:

  • Il jazz e il blues: sono due stili musicali che permettono di evocare tutta la palette delle emozioni umane, dalle più tristi alle più allegre. Inoltre, il jazz e il blues hanno un impatto tonificante sull’organismo. 
  • Il pop rock: il rock classico è vettore di forti emozioni, e permette al contempo di sfogare lo stress e rilasciare le tensioni interiori, 
  • L’heavy metal, il punk, il grunge…: sono degli stili musicali che sollecitano direttamente il sistema nervoso e permettono di ridurre lo stress. L’attività fisica del batterista è ancor più importante rispetto ad altri stili musicali. 
  • La techno: la pulsazione e la frequenza dei bassi ricorda i battiti cardiaci. L’organismo è obbligato ad adattarsi a questo ritmo, tuffandosi poco a poco in uno stato di trance. La medicina cinese afferma che questa musica perturba il qi ancestrai (l’energia delle nostre vite passate e future). Ma al di là delle credenze individuali, è inopinabile che la techno abbia un grande effetto sul corpo e sullo spirito!
  • La musica orientale e la musica sacra: le musiche sacre hanno la capacità di trasmettere al cervello onde alfa, che stimolano l'anima e permettono di ridurre stress e dolore.

Definizione "benefici psicologici della batteria"

La batteria possiede numerosi benefici sul corpo e sullo spirito, ma imparare a suonare uno strumento, significa anche scoprire un nuovo vocabolario e un nuovo linguaggio, quello della musica. 

Cos’è un break 

È un termine inglese che designa una rottura in un pezzo, un’interruzione. Gli strumenti smetteranno di suonare al contempo, provocando un silenzio, una pausa. 

Cos’è una tripletta? 

È una figura composta da 3 note, che devono essere suonare in un solo tempo. 

Scopri tutti i vantaggi di suonare la batteria!

Bisogno di un insegnante di Batteria?

Ti è piaciuto l'articolo?

4,67/5 - 3 vote(s)
Loading...

Nicolò

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.