“Il computer obbedisce ai tuoi ordini, non alle tue intenzioni” Anonimo 

Secondo uno studio realizzato dalle società di software e cyber sicurezza Kaspersky Lab e B2B International, 86% degli over 55 hanno accesso a internet a casa. Ma quanti lo sanno utilizzare davvero correttamente?

Perché, allora, non seguire una formazione informatica, per perfezionarsi o per iniziare ad entrare nel mondo dell’informatica?

Perché imparare l’informatica in associazione?

Venti - trent’anni fa, internet era accessibile solo a chi, di informatica, se ne intendeva parecchio e i computer erano più grandi di un forno a microonde oggi

Oggi, i bambini nascono con tastiere e schermi tra le mani e trovano tutto questo normale, Sarebbe impossibile, per loro, immaginare la vita senza la tecnologia informatica.

In 20 - 30 tuttavia, il digitale ha sconvolto il nostro modo di vivere, di consumare, di riflettere, .... Anche le aziende hanno dovuto adattarsi a questi cambiamenti che continuano a cambiare, ad evolvere, …

Dai primi pc degli anni 80, a quelli di oggi, la differenza è notevole.
Negli ultimi anni, l'informatica è evoluta rapidamente!

Per questo motivo, negli ultimi anni, numerosi mestieri sono spuntati dal nulla, per fronteggiare questi mutamenti del nostro vivere quotidiano. Quasi tutte le professioni oggi richiedono una conoscenza buona o più che buona degli strumenti informatici, hardware e software, indistintamente.

Come è naturale pensare, sono sorte delle scuole di informatica, allo scopo di rispondere alle necessità delle nuove generazioni di informatici, per far sì che questi ultimi siano in grado di adattarsi alle nuove tecnologie, in generale.

Ingegnere, scrittore di codici, sviluppatore, web designer, infografico, gestione di database, progettazione di portali e-commerce … le professioni del digitale si sviluppano e appassionano tanti giovani che vogliono fare carriera nel settore. Imparare l’informatica, oggi, è una tappa indispensabile: i più giovani perfezionano le proprie competenze, mentre i meno giovani possono, spesso, imparare le basi dell’informatica.

L’informatica si basa su regole estremamente precise, su uno schema concettuale e relazionale tra gli attributi, il modello classico di programmazione di software e hardware, necessita della creazione di relazioni e di vincoli tra gli oggetti, … Per imparare tutto ciò è bene seguire un corso completo, tenuto da professori preparati.

Per passione o per necessità (come, ad esempio, ottenere la certificazione ECDL), è possibile seguire dei corsi anche presso un’associazione specializzata nell’insegnamento dell’informatica, senza bisogno, cioè, di iscriversi ad un liceo o presso una facoltà per ottenere la laurea magistrale nel settore ... Scegliere questo modo di apprendimento permette di non avere la pressione dell’insegnamento tradizionale e di poter proseguire a proprio ritmo e piacere. Molte associazioni consentono ai principianti, così come agli avanzati, di avvicinarsi al mondo dell’informatica, di progredire nelle proprie conoscenze e di perfezionarsi, a fini professionali o di semplice passione. Gli insegnanti stessi che lavorano in queste associazioni sono informatici a loro volta, con un grande amore per la materia, pronti a far innamorare anche i propri studenti.

Un vantaggio dei corsi di informatica presso le associazioni, rispetto ai licei e alle università, è che per lo studente è possibile concentrarsi su solo uno o due aspetti dell’informatica (un programma specifico di programmazione, ad esempio; oppure, il pacchetto Office, ....). Qui, in queste sedi, i corsi si tengono in maniera dolce e al ritmo di ciascuno degli studenti, i quali possono porre tutte le domande di approfondimento che desiderano.

Come iscriversi presso un’associazione di informatica?

Le associazioni specializzate nei corsi di informatica non si trovano ad ogni via delle città; come puoi fare, allora, per trovarle e contattarle?

Potresti iniziare con il parlare a chi sta attorno a te, ai tuoi familiari, ai tuoi amici o ai tuoi colleghi. Potresti parlare loro del fatto che desideri imparare ad utilizzare un pc, a programmare gli smartphone, a realizzare delle infografiche avvincenti o altro. Forse, tra i tuoi amici o nella tua famiglia, c’è qualcuno che ha già partecipato a questo tipo di corsi e che può quindi darti qualche consiglio o, addirittura, un contatto diretto.

Potresti, in alternativa, guardare gli annunci cartacei che trovi nelle bacheche dei negozi sotto casa, come il panettiere, il bar o il supermercato, per ottenere un nome e un numero di telefono.

Non devi fare altro che scorrere la lista dei programmi e scegliere quello che preferisci.
Esistono corsi di informatica per tutti i livelli di preparazione!

In generale, le associazioni sono iscritte o promosse in Comune. Potresti, allora, fare un giro al municipio del tuo paese o in quello dei paesi limitrofi: qui risponderanno alla tua richiesta di corsi di informatica, dicendoti se ve ne siano vicini a casa tua.

Internet, poi, è una delle fonti principali (sarebbe sospetto il contrario) per chi sia alla ricerca dell’associazione ideale. Una volta trovata, contatta l’associazione o recati presso la sede, in modo da raccogliere il maggior numero di informazioni possibile: quali corsi sono organizzati, quali sono i programmi, che livello di conoscenza è richiesto, …? Sarebbe un peccato perdere del tempo, ripartendo dalle basi, se hai già delle conoscenze.

Un dubbio si insinua nella tua mente: ci si può iscrivere ad anno iniziato?

Non c’è una risposta univoca a questa domanda, in quanto ogni associazione decide per se stessa. Se un corso iniziato è già ricco di iscritti, difficilmente si potrà inserire un ulteriore studente; al contrario, se un corso ha pochi studenti, un arrivo in corso d’anno potrebbe non costituire alcun problema; il nuovo arrivato dovrà comunque essere in grado di recuperare il ritardo accumulato rispetto ai suoi compagni di corso, per evitare loro di rallentare il ritmo.

In questo caso, potresti prendere lezioni intensive, in modo da recuperare il programma già svolto e metterti alla pari con gli altri frequentanti lo stesso corso.

Oltre ai corsi più tradizionali, presso alcune associazioni potresti trovare anche delle full immersion, delle sorte di stage: le lezioni solitamente sono concentrate in un breve periodo di tempo (poche settimane, ad esempio), in modo da approfondire un argomento specifico, un settore particolare dell’informatica, … il tutto senza dover impegnarti per tutto un anno scolastico.

Altre associazioni, poi, propongono anche dei corsi a domicilio, formula, questa, che potrebbe essere particolarmente apprezzata dai senior che presentino difficoltà a spostarsi da casa alla sede delle lezioni e viceversa.

Sei solo tu a poter decidere quale formula e quale frequenza meglio si addicano alle tue necessità.

Scopri come trovare un professore privato di informatica!

Il programma del corso di informatica

Cosa si impara in un corso di informatica? Domanda non semplice, la cui risposta dipenderà dal tuo profilo.

Linguaggio di programmazione, basi di informatica, sicurezza informatica, strumenti informatici, rete informatica, algoritmi, navigazione online, Openoffice e altri programmi di utilizzo gratuito, sistema informatico, … esistono veramente tanti moduli diversi, tali da soddisfare qualsiasi esigenza.

Alcune persone avranno bisogno di imparare ad utilizzare un computer, da zero. In questo caso, i corsi migliori per loro prevedono:

  • come accendere un computer
  • imparare a gestire i parametri
  • iniziazione ad Internet e alla posta elettronica
  • differenze tra Mac, Windows e Linux e cultura informatica generale
  • avviare un programma (trattamento testo, fogli di calcolo, …)
  • trasferire dei documenti da e verso una chiave USB

Queste nozioni di base sono indispensabili per utilizzare un computer, allo scopo di scrivere un testo e comunicare facilmente con amici, familiari, conoscenti. Spesso vengono organizzati dei laboratori simili per un pubblico di senior, ma possono essere estremamente utili anche per giovani o adulti, che non abbiano alcuna infarinatura di informatica.

Solitamente, noi usiamo le strumentazioni tecnologiche senza sapere come funzionino veramente.
Un corso di informatica può farti capire come funziona veramente un computer!

Vi sono poi dei corsi più avanzati e specifici, dedicati a giovani informatici o comunque a coloro che già da un po’ di tempo smanettano con pc e smartphone. In questo caso, possono essere approfonditi degli argomenti, utili per arricchire il proprio CV ai fini di una candidatura per un posto di lavoro o per una facoltà universitaria:

  • realizzare un montaggio audiovisivo
  • imparare a realizzare un sito internet o un blog
  • gestire i social network
  • imparare ad utilizzare software come Photoshop, Gimp, Illustrator, etc.

Altre persone possono avere ancora più esperienza nell’utilizzo di software e hardware: saranno, allora, alla ricerca di conoscere e impratichirsi con strumenti potenti:

  • programmazione in generale
  • linguaggio HTML, Javascrip, JQuery, PhP, MySQL, Python, Ruby,
  • sistemi e reti
  • analisi dei dati e dei Big Data
  • ...

Non devi preoccuparti, se questi nomi non ti dicono nulla: ognuno deve fissarsi i propri obiettivi e avanzare secondo le proprie competenze e le proprie necessità. Ad ogni modo, sin dall’inizio dell’anno o del corso, dovrai valutare assieme al professore di informatica quale possa essere il programma migliore per te.

E se, invece, volessi imparare l'informatica online?

Chi sono i professori di informatica?

Le associazioni assumono professori diversi, ognuno con una specializzazione diversa, in modo da assicurare la più ampia scelta di corsi o stage. Infografici, programmatori, ingegneri, web designer o semplicemente appassionati di informatica, i professori sapranno sempre trasmettere il meglio delle loro competenze con pedagogia.

Molti professori all’interno delle associazioni sono volontari. E chi dice volontario dice anche appassionato. È essenziale amare l’informatica, per dedicare il proprio tempo ad insegnarla agli altri.

Queste persone hanno spesso imparato le basi dell’informatica da autodidatti, leggendo libri, seguendo dei tutorial su Internet o semplicemente provando. Per il resto, c’è solo pratica ed esercizio. Non necessariamente svolgono un lavoro che sia in relazione con l'informatica.

Altri insegnanti possono essere professori o ex professori di una scuola di informatica. Questi prof hanno, allora, l’abitudine a spiegare questi temi ai principianti. Un buon approccio pedagogico è, senza dubbio, il loro punto di forza.

Alcuni insegnanti delle associazioni sono, allo stesso tempo, professori di informatica e freelance che operano nel settore: possono, allora, essere, informatici, infografici o altro e propongono dei corsi in seno all’associazione, durante il loro tempo libero.

Può anche succedere che i professori delle associazioni non siano né molto avanzati nelle conoscenze informatiche, né tantomeno nella programmazione. Ciò nonostante, utilizzano regolarmente il pc e possono, dunque, essere degli ottimi insegnanti per i principianti assoluti.

La passione per l'informatica colpisce tutti, indistintamente.
Non è necessario essere un nerd, per essere prof di informatica!

Anche gli studenti di informatica, a volte, danno lezioni, per aiutare le persone meno abili di loro. In alcune associazioni, i professori vengono pagati e questo, per uno studente di informatica, potrebbe essere un ottimo modo per finanziarsi parte delle spese universitarie.

Qualsiasi sia il profilo del tuo professore, forse non sarà in grado di rispondere a tutte le tue domande, a tutti i tuoi dubbi. Se così fosse, molti di loro potrebbero cercare la risposta tra colleghi e appassionati: questo è particolarmente vero se il professore in questione ha una vera passione per quello che insegna.

In alternativa, potresti seguire dei corsi di informatica privati e a domicilio.

Conosci le migliori università di informatica dove formarti?

Un po’ di vocabolario essenziale per iniziare con l’informatica

Di solito, le prime ore di ogni corso di informatica base sono dedicate alla scoperta del materiale e del suo utilizzo. Ecco, allora, che diventa interessante conoscere anche il vocabolario di base.

Sistema operativo: programma che gestisce un computer, indipendente dai programmi applicativi, ma indispensabile per il loro funzionamento.

Finestra: parte rettangolare dello schermo di un computer all’interno del quale sono mostrate le informazioni relative ad un’attività specifica. Diverse finestre possono essere aperte allo stesso tempo; possono essere sovrapposte completamente o parzialmente.

Bug: difetto di concezione o di realizzazione che si manifesta con delle anomalie di funzionamento.

Office automation: insieme delle tecniche e degli strumenti che tendono ad automatizzare le attività classiche dell’ufficio, in particolare il trattamento delle parole, dei testi, delle immagini e dei dati.

Qui puoi leggere tutto quello che c'è da sapere sui corsi di informatica!

Bisogno di un insegnante di Informatica?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura