Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Studiare l’alfabeto cirillico per imparare il russo

Di Igor, pubblicato il 28/09/2018 Blog > Lingue straniere > Russo > Corso di Russo Online: la Scrittura

La lingua russa, che è, per quanto posso giudicare, la più ricca delle lingue d’Europa, sembra fatta per esprimere le sfumature più delicate. Prosper Mérimée

Anche nel quadro di un apprendimento accelerato del russo per incontrare la tua anima gemella su un lato o l’altro degli Urali, assimilare i caratteri specifici della lingua russa è un vero e proprio must.

In una prospettiva linguistica professionale, al di là del fatto che si abbia il desiderio culturale o intellettuale di scoprire capolavori russi nella loro lingua originale, l’uso dell’alfabeto cirillico russo è ancora di più importante.

La scoperta del suo spirito e delle sue basi precede logicamente un uso più attivo: la comunicazione scritta, sia informatizzata o tradizionale su carta.

Vediamo le diverse sfaccettature di questo sistema di scrittura nell’immagine del linguaggio che si mira a tradurre e che è estremamente ricco.

La composizione dell’alfabeto russo moderno

Visto dall’Italia, il sistema cirillico sembra tutto uguale. Eppure, tra i paesi slavi orientali, gli alfabeti variano leggermente in base peculiarità lessicali di ogni nazione.

L’alfabeto russo, contrariamente alle idee ricevute troppo saldamente radicate, quindi, è un alfabeto di per sé stesso.

Deve il suo formato corrente ad una storia lunga diversi secoli, secondo un’evoluzione che riguarda tutti i ​​linguaggi umani: una lingua straniera, così come la nostra, di per sè non può che evolvere con il tempo, non è mai realmente fissa – per quanto le accademie di grammatici e filologi cerchino continuamente di fissarlo e fermarne l’evoluzione!

Al giorno d’oggi, il moderno alfabeto russo ha 33 lettere dalla A alla Я – l’alfabeto latino ne conta invece da parte sua 26.

Si noti anche che da un punto di vista informatico, questa differenza di circa otto caratteri tuttavia non si traduce con l’aggiunta di tasti extra alla tastiera standard del computer.

Un sistema  mnemonico per memorizzare gli elementi essenziali della linguistica russa La forma delle lettere ha una propria logica alla pari di sintassi, di vocabolario e di grammatica.

Come la maggior parte linguaggi contemporanei, quello russo contiene una maggioranza di consonanti e diverse vocali. Ecco quali sono le principali difficoltà della scrittura russa.

Di queste ultime, 5 – е, ё, и, ю e я – sono utilizzate per palatalizzare la consonante che li precede. A differenza di altre lingue slave, la lingua russa contemporanea ha mantenuto la vocale centrale ы.

Quest’ultima vocale è talvolta indicata nel repertorio di vocali “dure” di cui fanno parte a, э, o, e у.

È attraverso questo sistema grafico che i lettori e gli autori possono distinguere tra consonanti palatalizzate e quelle non palatalizzare, dunque non dure. Si tratta di un sistema di scrittura in gran parte sillabica, un po’ a immagine dell’ungherese, che appartiene comunque ad un’altra famiglia di lingue.

Alcune consonanti sono già determinate da sole: vedi consonanti dure š, ж, ц; così come le consonanti molli in щ, ч.

A differenza di una lingua come l’inglese, il russo ha il vantaggio di non nascondere nel suo alfabeto alcuna sorpresa è ciò che vediamo scritto di solito è quello che leggiamo. Le parole sono scritte così come sono pronunciate e viceversa.

Quindi vale la pena sporcarsi le mani per progredire rapidamente in un colpo solo!

Fanno eccezione le consonanti finali sorde o alcune combinazioni di consonanti, ma con un po’ di esercizio nulla sarà eccessivamente difficile da assimilare. Il russo a volte può tuttavia sembrare difficile per un italiano.

Un po’ complicate possono risultare le vocali non accentate, che possono  avere un suono “ambiguo”. Nel  russo l’accento non è scritto e per parole che hanno più di una sillaba è difficile capire dove si trovi esattamente l’accento.

Altre lingue slave, come per esempio il polacco, hanno invece un sistema di accentazione più stabile. Nel polacco, appunto, l’accento cade sempre sulla penultima sillaba.

In russo taxi di pronuncia taksì, con l'accento sulla i. In russo taxi di pronuncia taksì, con l’accento sulla i! Lo sapevi?

La storia del sistema cirillico

Avere 33 lettere da imparare, per un italiano può sembrare un po’ difficile quando si decide di iniziare il corso di russo!

Ecco quali strumenti usare per imparare a scrivere in cirillico.

Pronuncia delle lettere dell’alfabeto

А A
Б B
В V
Г G di “gola“, V nelle desinenze “-егo” e “-огo
Д D
Е IE di “iena
Ё IO di “iota
Ж J simile al francese “jour
З S sonora di “rosa
И I
Й I breve, come in “ieri“. Si usa solo in associazione ad altre vocali.
К C dura di “casa
Л L, ma con una pronuncia più gutturale rispetto all’italiano
М M
Н N
О O
П P
P R
С S sorda di “silenzio
Т T
У U
Ф F
Х CH del tedesco “achtung” o il toscano “casa”
Ц Z sorda di “spazio”
Ч C dolce di “ciao
Ш Suono che ricorda SH di “show”
Щ Assomilgia al suono di Ш ma più prolungato e palatalizzato
Ъ Si chiama “segno forte” e non è pronunciato. Però indica che la consonante che lo precede non viene palatalizzata
Ы si tratta  della cosiddetta i dura. La sua pronuncia avviene mettendo la bocca come se si stesse pronunciando una “i” ma emettendo il suono “u”.
Ь Si chiama “segno debole“, e indica la palatalizzazione della consonante che la precede. Un po’ come succede in italiano nella n di nano e nella gn di gnomo.
Э E di “esso
Ю IU di “aiuta
Я IA di “iato

Ma bisogna vedere il lato positivo delle cose: esisteva un alfabeto arcaico russo e prima di lui il suo antenato, l’antico slavo ecclesiastico, di cui 4 sono stati eliminati nel 1918 (І, Ѳ, e Ѣ Ѵ) dopo che altre 8 lettere erano lentamente caduti in disuso durante il XVIII secolo: Ѕ, Ѯ, Ѱ, Ѡ, Ѫ, Ѧ, Ѭ e Ѩ.

Lo scopo delle eliminazioni era di semplificare il linguaggio, confinandolo in un registro fonetico, anche se ha perso qualche rilievo etimologico, come si può imparare in un corso di russo avanzato.

Ecco la grande differenza tra la storia dei caratteri russi e quella degli alfabeti utilizzati nei paesi latini: meno dell’uso, sono le successive riforme di semplificazione che hanno prodotto la nascita del russo dallo slavone e dallo slavo antico.

La chiesa medievale dell'Ucraina e delle Russe riuniva un gran numero di studiosi, scribi, scrittori, pensatori, filosofi e traduttori. Affresco romano dell’XI secolo (Basilica di San Clemente): Santi Cirillo e Metodio dal Papa

Questo spiega anche la fioritura di diversi alfabeti cirillici (serbo per esempio) da una fonte comune medievale: l’alfabeto creato dal greco prende il nome da Cirillo, uno dei due evangelizzatori degli slavi insieme a suo fratello Metodio.

Avevano istituito nel Bulgaria alla fine del IX secolo, un sistema doppio per la scrittura a mano (cioè composto da lettere minuscole da una parte e di lettere maiuscole dall’altra) di una trentina di caratteri ideati per rendere graficamente i suoni delle lingue parlate in queste terre allora barbariche e pagane (almeno da un punto di vista bizantino) in cui la scrittura non era ancora stata veramente inventata.

In altre parole, il mondo slavo passò dalla preistoria alla storia, nello stesso momento in cui divenne cristianizzato e si aprì alle influenze della cultura orientale dell’Impero romano scomparso.

Questo primo alfabeto divenne così quello dello “slavo antico”, con cui i primi missionari cristiani tradussero opere religiose rivolte alle popolazioni indigene.

Quanti passi ha fatto questo alfabeto però per arrivare a creare i capolavori che oggi fanno parte del pantheon della letteratura russa! Le sue grandi penne sono conosciute in tutto il mondo: Dostoevskij, Gogol’, Puškin, Čechov, Tolstoj…  Ecco tutti i segreti della tastiera cirillica.

 

Imparare l’alfabeto cirillico: perché può esserci utile?

Oggi, i derivati ​​sono utilizzati del cirillico originale sono usati in bielorusso, macedone, montenegrino, ruteno, kazako, uzbeko, tataro, kirghizo, baschiro, ciuvascio, komi, mari, sami, mongoli, buriato, calmucco, curdo, osseto, tagico, transnistriano e dungano.

Basti dire che il sistema cirillico aveva il compito di ospitare non meno di 7 diverse famiglie linguistiche (dal gruppo slavo al gruppo sino-tibetano, passando attraverso le sottofamiglie di turchi, mongoli, iraniani e romeni)!

Conoscere uno di questi alfabeti cirillici è il modo migliore per leggere e comprendere facilmente gli altri. Oltre ad essere uno studioso ci sono molte ragioni per iniziare a conoscere l’alfabeto russo nel 21 ° secolo.

Gli accenti e le annotazioni lessicali consentono di leggere e comprendere meglio gli elementi di un testo russo nella sua versione originale. Impara il russo e il suo alfabeto: ti permetterà di districarti per esempio in Mongolia.

Se l’URSS, la cui ideologia politica aveva spinto molti attivisti italiani a fare un passo verso l’apprendimento della lingua russa, si sciolse nel 1991, la Russia emerse dalla sua stasi politica, diplomatica, demografica, culturale ed economico, per diventare di nuovo una potenza internazionale di primo piano.  Ecco tutti i consigli per imparare il cirillico.

 

Questa resurrezione dell’anima del popolo russo è particolarmente visibile nell’azione geopolitica guidata da Vladimir Putin da oltre un decennio e risulta evidente ogni giorno nelle notizie: tensioni con l’UE, relazioni con Cina e Corea del Nord, crisi georgiana, guerra in Siria …

Di conseguenza, avere un buon rapporto con l’alfabeto cirillico è un modo per creare un futuro più luminoso, poiché le relazioni con la Russia, sia pubbliche che private, sono in aumento. È quindi una lingua che conta!

I paesi dell’area di lingua slava sono potenziali regioni ospitanti per espatriati e, forse, presto, per gli studenti: la Bulgaria è entrata nell’UE, l’alfabeto cirillico è diventato logicamente il terzo alfabeto che apre le porte del programma Erasmus.

Allo stesso tempo, sempre più italiani scelgono di sposare una donna di origine slava, sia dalla Russia o dall’Ucraina, dalla Moldavia o altrove – tutti i paesi dove gli indigeni usano l’alfabeto cirillico dall’asilo.

 

Ecco come scrivere sul PC in cirillico.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar