Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come dare lezioni private ai lavoratori di un’azienda?

Di Igor, pubblicato il 30/08/2019 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > I Nostri Consigli per Diventare Insegnante per Lavoratori!

In azienda la cosa più intelligente é essere umani– Francis Planque

Un’impresa è un universo piuttosto chiuso, in cui diverse personalità coabitano e funzionano insieme, in modo da rendere l’industria il più performante possibile. Diverse persone lavorano le une accanto alle altre, giorno per giorno, nello stesso ambito, perseguendo obiettivi comuni, attorno ai quali sviluppano una certa solidarietà, dall’inizio alla fine della loro esperienza lavorativa.

A volte, capita che si renda utile una conoscenza particolare, che determinate nozioni diventino indispensabili a tutti e debbano pertanto esser loro impartite, ai fini delle concorrenzialità e del progresso dell’impresa. Nelle aziende medie e grandi sono sempre più frequenti le formazioni periodiche e gli aggiornamenti degli impiegati e degli operai. Anche le piccole imprese, oggi, tendono a dedicare molto tempo al perfezionamento delle competenze.

L’universo imprenditoriale è quindi potenzialmente un terreno fertile per lo sviluppo di conoscenze e l’acquisizione di nozioni. L’insegnante che tiene corsi di formazione, chiunque diventi insegnante privato per conto di questo settore e tutti coloro che scelgano di impartire lezioni agli adulti lavoratori, sanno che il campo è vastissimo. Si va dalla necessità di migliorare le competenze matematiche ed informatiche, a quella di spiegare il funzionamento delle macchine agricole tramite disegni, grafici, statistiche, esempi pratici.

Inoltre, molte aziende agricole necessitano oggi di lavoratori in grado di padroneggiare la terminologia tecnica del settore in diverse lingue. E via con le lezioni private di lingue…

Perché impartire lezioni in impresa?

Meglio puntare su un argomento che conosci già a fondo: il lavoro che dovrai affrontare per prepararti sarà più semplice. Un professore privato per lavoratori d’impresa deve conoscere al meglio il soggetto che insegnerà!

Le ragioni per diventare professore e sapere come dare ripetizioni in azienda, possono essere numerosissime e varie. L’insegnante privato, il formatore specializzato rappresenterà la componente umana che collegherà le diverse caratteristiche umane e comportamentali dei diversi agenti: operai, impiegati, datori di lavoro, tecnici…

Ed ecco perché saper impartire lezioni in azienda può essere un’esperienza davvero utile. Inoltre, entrare in questo settore consente poi di creare delle relazioni di rilievo, di essere segnalati presso altre aziende, anche pubbliche, al limite. E così, col passa-parola, si avvia a volte una carriera inattesa, che dà luogo ad una agenda sovraccarica di appuntamenti.

I temi, quando si lavora come insegnante privato per conto di un piccolo gruppo, come un’azienda famigliare, saranno simili o diversi, rispetto a quelli trattati in grosse aziende. Queste ultime, in effetti, possono far ricorso a formatori interni che lavorano già nell’impresa, oppure rivolgersi a società che vendono formazione specializzata per aziende.

A volte, se si lavora in un settore specifico, l’azienda può richiedere di recarsi presso altre aziende a spiegare le caratteristiche del materiale venduto e l’uso specifico da farne.

In altri, casi, la formazione che un imprenditore richiede per i propri salariati potrà avere un più ampio respiro: cultura generale, lingue straniere, informatica di base per svecchiare l’impresa … e così via, con tutta la fantasia che può esercitare un capo d’impresa.

Vediamo ora cosa trova un insegnante privato che scelga di dare lezioni in azienda:

  • Degli allievi con cui interagire singolarmente,
  • Una coesione di gruppo molto particolare e tematicamente fondata,
  • Uno spirito di impresa,
  • La possibilità di osservare progressi concreti ed incoraggianti, dato il pubblico adulto,
  • Un grande impegno, da parte dei salariati, nel seguire le lezioni,
  • Delle competenze già specifiche ed ottimizzate cui eventualmente ispirarsi a sua volta,
  • Una situazione reale, che è quella dell’impresa stesa,
  • Etc.

Facile capire che le lezioni private in impresa sono un trampolino di lancio tanto per l’insegnante che scelga di darle, quanto per i fortunati salariati che potranno beneficiarne, gratuitamente. Infatti, tutto fa curriculum, sia per chi voglia diventare professore ed essere conosciuto tramite il passa-parola, sia per chi segua assiduamente un corso, sfoderando poi, all’occasione, le competenze recentemente acquisite.

Molte volte i corso interni all’impresa consentono poi ai salariati di avere un maggior margine di contrattazione, sull’assegnazione, sulle mansioni, sul salario…

E il formatore professionale che abbia soddisfatto una o due imprese, sarà poi chiamato nuovamente, nell’ambito dello stesso settore. Accrescendo la propria esperienza ed i propri introiti.

Perché non pensi a specializzarti in una ambito specifico? Potresti trovare molto facilmente degli allievi per il tuo corso.q Un corso di tecnica manageriale può rinforzare le competenze di tutti i dipendenti!

Qualunque sia il settore lavorativo e qualunque sia la natura del corso, un’impresa è l’ambiente in cui si potrà preparare ed impartire lezioni seguendo un filo logico piuttosto ben articolato, data l’età degli allievi. Si potrà spaziare con l’offerta formativa, col ricorso ad esempi senza limiti ed anche con gli esercizi da assegnare e risolvere insieme durante le ore di corso. Chi lavora in impresa conosce già bene il proprio ambito lavorativo. L’insegnante aggiungerà delle competenze relative ad un sotto settore specifico, giocando sulla preesistente conoscenza di un insieme comune di aspetti e fornendo, a sua volta, altri elementi che possano rendere coeso il gruppo, tramite nuovi elementi da condividere ad acquisire in gruppo.

Le particolarità di un’impresa, comunque, sono numerose: il corso impartito lì differisce dalla scolarità classica e frontale, come da una lezione individuale in face to face.

Dare ripetizioni in un’impresa: quali specificità?

Di fatto, insegnare in impresa sottopone l’insegnante stesso ad una situazione piuttosto particolare: dovrà dare lezioni ad un gruppo, e rispondere direttamente al capo d’impresa che lo ingaggia. La situazione didattica differisce dalle altre che potrà già aver esperito: lezioni individuali a domicilio, lezioni a scuola, lezioni a piccoli gruppi … Fai molta attenzione, se sei alla tua prima esperienza di insegnamento in azienda!

Mettiamo che tu debba insegnare inglese ad un gruppo di impiegati di banca: dovrai possedere una certa terminologia e, soprattutto, masticare un minimo di concetti rudimentali relativi al loro domino. Lo stesso varrà per l’ambito agricolo: non improvvisarti, cerca di prepararti in anticipo circa le caratteristiche di base di questo universo, se prima d’ora non ne hai mai sentito parlare.

Una lezione di gruppo in impresa, come ogni lezione privata di matematica, Inglese, informatica, resta sempre n’occasione per entrare in relazione con altri individui. L’età degli alunni, naturalmente, potrà esser particolare, in azienda, e varierà in base all’ambito. Il discorso, la terminologia, i toni dell’insegnante dovranno sempre essere adatti alla popolazione che ascolta: età, classe sociale, background scolastico e formativo, esperienze universitarie pregresse. Gli allievi non dovranno sentirsi frustrati da lezioni incomprensibili, né trattati come dei bambini, a causa di un linguaggio e una logica espositiva troppo elementare.

Ecco, in questo modo il tuo lavoro acquisirà un senso e un plusvalore maggiori. Le giornate in azienda possono essere molto stressanti, ma un corso può insegnare a sdrammatizzare!

Come sempre, tra l’uditorio e chi sceglie di impartire lezioni in azienda dovrà crearsi quel clima confidenziale, di rispetto e fiducia reciproci. Ecco il senso di qualsiasi esperienza di insegnamento.

L’insegnamento in impresa, in più, ha dalla sua un altro vantaggio. Dal momento che gli allievi non pagano direttamente l’insegnante, questi avrà con loro un sincero rapporto in cui potrà darsi a fondo, senza sentirsi legato da fattori quali i minuti e l’orario, poiché tutto è già stabilito a monte.

Gli allievi, dal canto loro, non vivranno queste ore di lezione come un controllo da parte dell’impresa, ma quasi come uno svago, un diversivo e saranno il più delle volte sinceramente incuriositi dal contenuto delle spiegazioni e delle sessioni di apprendimento.

I limiti del dare ripetizioni in impresa

Riuscire a farsi prendere in azienda, come formatore fisso, per impartire lezioni di aggiornamento ai salariati è davvero un’ottima opportunità. In genere, una volta entrati “nel giro” si viene chiamati da diverse aziende di un medesimo settore. Gli introiti sono sicuri e l’esperienza va ad arricchire il CV.

Tuttavia, diciamo che tutto ha un rovescio. Ad esempio:

  • Il lavoro per preparare il programma di un corso in azienda è davvero cospicuo,
  • Occorre prepararsi ad ogni tipo di domanda da parte degli allievi,
  • L’atmosfera durante le lezioni potrebbe rivelarsi difficile, dal momento che gli allievi sono tutti dipendenti dell’impresa, che si trovano nel loro ambiente, mentre l’insegnante rappresenta l’elemento esterno. Occorrerà saper farsi posto rapidamente,
  • Gli impiegati potrebbero anche sentirsi un po’ messi sotto esame, valutati ed opporre una certa resistenza, se interpretassero male la presenza dell’insegnante privato in azienda,
  • I dipendenti d’impresa non sempre amano sentirsi trattati come discenti e sentirsi relegati al rango di “persone che ne sanno meno”, specialmente se hanno dei ruoli di spicco di cui vanno fieri.
  • Varie ed eventuali.

Di fatto, il mestiere di insegnante per adulti in impresa, sebbene condotto in presenza di altri adulti, non è poi un’avventura così semplice, una cosiddetta passeggiata. Solo se ogni allievo prenderà a cuore l’esperienza formativa, l’insegnante sarà davvero riconosciuto come tale. Altrimenti tutto potrebbe anche finire male, trasformandosi in guazzabuglio di chiacchiere, chiasso irrispettoso e tanta frustrazione per l’insegnante. Ricorda sempre, se inizi a dare lezioni in azienda, che dovrai precisare rigidamente e da subito il ruolo di ognuno durante le lezioni: l’insegnante da un lato, gli allievi dall’altro. None entrare mai troppo in confidenza con gli allievi, se non a fini meramente contenutistici, legati al tema del corso.

Diventare professore è un’impresa lodevole. Occorre completare col massimo della disponibilità ad incontrare anche gruppi piuttosto consolidati, a mettersi al livello di questi gruppi per parlarne la stessa lingua e guadagnarsi un’attenzione meritata.

Non vi si pensa spesso, ma le lezioni in azienda, a volte, sono imposte dall’alto, ai salariati. E questo potrebbe anche pesare, ad alcuni di loro. Starà al buon insegnante riuscire a trasformare per tutti l’esperienza in un’occasione conviviale, di apprendimento anche inatteso.

In assenza di questa occasione, probabilmente, sarebbero rimasti dei semplici conoscenti, senza alcun rapporto tra loro. Grazie ad un corso, i colleghi possono fraternizzare gli uni con gli altri!

Di solito, il buon insegnante riesce a vincere ogni barriera durante le prima sei ore di corso. Dopo, tutto dovrebbe diventare una passeggiata ed anche i più restii inizieranno a prendere parte attiva allo svolgimento dei corsi.

Riuscire a scoprire i segreti per carpire l’attenzione dell’uditorio apparentemente più ostile o passivo è un buon apprendimento, per chi intenda migliorarsi nel mestiere di insegnante privato. Vedrai che sarà un’esperienza appagante, una volta andata in porto.

Avere un insegnante all’interno dell’impresa è in sé una bella esperienza: gli impiegati intelligenti capiscono che si tratta di un modo con cui l’azienda cerca di migliorare se stessa e la vita di ognuno. Quando è così, si creerà subito un’esperienza di mutua collaborazione e le lezioni fluiranno facilmente e molto, molto gradevolmente.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar