Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corso cinese: il dizionario dei sinogrammi cinesi

Di Martina, pubblicato il 17/10/2018 Blog > Lingue straniere > Cinese > Lezioni di Cinese: Alfabeto Cinese con Traduzione Italiana

Con circa 2 miliardi di locutori, per i quali leggere, parlare e scrivere in cinese è l’ordine della lingua madre, questo idioma è effettivamente una lingua viva indispensabile quando si parla a livello internazionale.

La sua versione scritta, che risale a circa 4000 anni fa, è stata modificata nel corso del tempo e delle diverse dinastiche, che ha traversato nel corso della sua storia.

Creata per trascrivere il cinese orale, la scrittura cinese e il suo alfabeto, così particolare per gli stranieri, è ancora all’ordine del giorno che sia per il dialetto o la regione da cui si proviene in Cina.

Per molto tempo gli stranieri hanno voltato le spalle alla lingua cinese, considerata come troppo lontana dalle lingue occidentali, ma al giorno d’oggi è diverso.

Scopriamo come l’alfabeto, la scrittura dei caratteri cinesi e il pinyin fonetico possono essere appresi, sia per un semplice viaggio in Cina, un Erasmus universitario o prima di un colloquio determinante per l’inizio di una carriera.

L’alfabeto cinese

Il cinese risulta essere parlato da quasi 1.400.000.000 di individui. La forma dei tratti del carattere cinese guida il locutore nella sua pronuncia.

Conosciuti con il nome di sinogrammi, i caratteri cinesi – anche comunemente denominati 汉字 hanzi o “caratteri Han” – hanno la particolarità di essere totalmente diversi dall’alfabeto latino, greco o russo. Per coloro che desiderano imparare a scrivere in cinese, c’è molto lavoro da fare!

Per agevolare l’accesso alla loro lingua, il governo cinese ha creato negli anni 50 un sistema di “trascrizione fonetica della lingua cinese” – anche chiamata “pinyin” – che ha riprogettato l’apprendimento di questa lingua per i parlanti stranieri.

In effetti, priva di un alfabeto strettamente fonetico, il cinese è una lingua considerata come stilizzata, le cui parole sono illustrate da simboli individuali.

Non c’è una combinazione di diverse lettere di un alfabeto per creare una parola, ma un’associazione di simboli da imparare in un corso di cinese.

Rappresentando uno dei sistemi più antichi di scrittura conosciuta finora dagli storici – aspettando nuove scoperte – l’alfabeto cinese ha un posto di rilievo al di là dei suoi confini come ad esempio in Giappone.

Nonostante il suo sistema di scrittura possa demoralizzare uno studente con buone intenzioni, va ricordato che nell’alfabeto cinese le minuscole sono scritte come le maiuscole e viceversa.

Inoltre, mentre l’essenziale dizionario Kangxi (tanto tempo fa ordinato dall’Imperatore Kang Xi sotto la dinastia Qing) conta più di 47 000 caratteri cinesi, gli esperti linguistici invitano i loro studenti a riconoscere 3 000 caratteri “unicamente” per leggere i giornali.

La padronanza di questi simboli è di per sé una sfida linguistica che, con lo sviluppo economico della Cina, diventa sempre più diffusa e continua ad aumentare esponenzialmente.

Imparare la pronuncia di tutte le lettere in cinese

Il cinese mandarino è una lingua tonale, il che significa che il modo di pronunciare una parola ne cambia anche il significato È necessario immergersi nel modo di pensare cinese per assimilare il mandarino.

Per essere in grado di parlare la lingua cinese fluentemente in un corso di cinese o in Cina, è indispensabile padroneggiare la pronuncia delle parole.

In effetti, utilizzata quotidianamente in tutte le conversazioni, la pronuncia cinese è un elemento chiave della lingua di Confucio. Permetterà di essere compresi e di farsi capire in occasione del proprio viaggio in Cina, degli studi intensivi o di un trasferimento.

Quando si parla di pronuncia cinese pensiamo subito a una lingua con diverse melodie, ritmi e tonalità, il cui apprendimento è considerato complicato.

Composta da un suono iniziale e finale, ogni sillaba influenza la pronuncia da adottare. Questi stessi suoni sono formati da piccoli gruppi di sillabe collegate tra loro.

Queste sillabe, che non devono essere confuse con le parole, sono limitate nella lingua cinese. Allora se ne abbiamo migliaia in italiano, in francese o spagnolo, nel cinese moderno si contano solo 400 sillabe.

È ancora più evidente quando si scopre che nel cinese tradizionale, ogni idea corrisponde a una sola sillaba, un solo carattere.

In cinese la maggior parte delle parole sono monosillabiche o composte da una combinazione di due o più sillabe (ecco come rassicurare i linguisti più scettici all’idea di imparare questa lingua).

Le vocali in cinese

I segni tracciati sopra le vocali delle prole cinesi- questi segni ci informano riguardo il tono con cui una sillaba/parola, debba essere pronunciata. Per gli italiani il metodo “pinyin” è indispensabile per capire e interpretare i caratteri cinesi

Come in ebraico o in arabo, si utilizzato dei segni scritti al di sopra delle vocali nelle parole cinesi. Questi segni indicano al lettore il tono che deve essere usato per pronunciare una parola o una sillaba. Il tono è una caratteristica puramente cinese, che rende questa lingua originale.

Nelle lezioni di cinese, impariamo che esistono quattro toni diversi così come un tono neutro che ritroviamo in ogni sillaba, ad eccezione della prima.

Rappresentato da nessuna vocale o segno distintivo di lettura, il tono neutro si pronuncia – come il suo nome lo indica – in modo dolce e corto.

Gli altri quattro toni oscillano tra cinque tonalità della voce. Un po’ come in musica in cui si avranno i baritoni e i soprani, il cinese da un’attenzione particolare a questo elemento.

Il primo livello che rappresenta il livello più basso, salirà fino a 5 per i toni più elevati.

Ecco alcune regole di tono in cinese:

  • quando un terzo tono è inserito prima di un altro terzo tono, questo è pronunciato come un secondo tono.
  • Quando un terzo tono è inserito prima di un altro tono, allora scende ma non risale e diventa la metà del terzo tono.
  • Quando un quarto tono è inserito prima di un altro quarto tono questo è pronunciato come un secondo tono.

Come imparare a scrivere l’alfabeto cinese?

Un ideogramma, come dice la parola, è un simbolo grafico che non ha valore fonetico, ma che rappresenta un’ immagine o una idea. Il digitale con il e-learning ha agevolato l’apprendimento del cinese mandarino considerato molto difficile.

Molto intimidatorio per un principiante in un corso di cinese che cerca di imparare, l’apprendimento della scrittura dell’alfabeto cinese ne ha scoraggiato più di uno.

Con i suoi 5 000 caratteri ufficiali – persino 10 000 caratteri se includiamo i sinogrammi speciali o obsoleti – l’apprendimento dell’alfabeto cinese richiede molto lavoro personale.

Ciò implica che la conoscenza di un carattere cinese si compone di più punti.
É prima di tutto fondamentale associare un significato alla forma del carattere. Successivamente, è determinante saper pronunciare e applicare l’intonazione adeguata secondo il contesto in cui si trova il carattere.  Saper scrivere questo carattere, senza nessun aiuto e rispettando precisamente l’ordine dei tratti.

È necessario seguire un metodo di lavoro che aiuterà l’allievo a familiarizzare con i sinogrammi, senza che sia noioso o troppo scolastico con il rischio di farlo fuggire.

Generalmente, la modalità più classica che è insegnata nelle scuole di lingue, all’Istituto Confucio o nelle associazioni culturali, è di considerare ogni carattere cinese come un’entità indipendente.

Per impararli, è obbligatorio scriverli nell’ordine stabilito e in modo ripetitivo al fine di memorizzarli correttamente. Questo apprendimento a memoria, tradizionale o cinestetico si costruisce attorno a liste di caratteri classificati per difficoltà e permette al cervello di associare il movimento di ogni scrittura.

La maggior parte dei professori concordano sul fatto che un allievo deve concentrarsi sull’assimilazione della scrittura dei primi caratteri prima di impararne altri.

È confrontando i sinogrammi cinesi durante la lettura della scrittura cinese che l’allievo migliora. La vera sfida risiede nel fatto di poter decifrare leggendo e ricordarsi al momento della scrittura di questi caratteri.

Nuovi metodi sono in totale opposizione con l’approccio accademico. Si basano sul fatto che l’obiettivo principale dell’apprendimento del cinese è di sapere come utilizzare correttamente questa lingua come mezzo di comunicazione scritta e orale.

In un corso di mandarino o direttamente in Cina!

Le 26 lettere dell’alfabeto cinese

A          阿        ā

B          贝        bèi

C          色        sè

D         德        dé

E          饿        è

F          艾弗    ài fú

G          日        rì

H         阿什    ā shí

I           伊        yī

J           鸡        jī

K         卡        kǎ

L          艾勒    ài lè

M         艾马    ài mǎ

N         艾娜    ài nà

O         哦        ó

P          佩        pèi

Q         苦        kǔ

R          艾和    ài hé

S          艾丝    ài sī

T         特        tè

U         玉        yù

V         维        wéi

W        独布勒维        dú bù lè wéi

X         伊克斯            yī kè sī

Y         伊格黑克        yī gé hēi kè

Z          贼德    zéi dé

Come si usa una tastiera in cinese?

Tuttavia, poiché la lingua cinese utilizza un sistema di scrittura “stilizzato”, l’adeguamento di migliaia di caratteri cinesi sul dispositivo necessita un’ingegneria molto più complessa dei dispositivi da scrittura che utilizzano un semplice alfabeto latino o altri scripts non stilizzati.

 Pinyin, un sistema di trascrizione fonetica basato su lettere latine, e implementato dal governo cinese proprio per rendere lo studio della lingua un po`più semplice. Come funzionano le tastiere in lingua cinese?

Una stampa cinese ordinaria utilizza 6 000 caratteri cinesi. Le macchine da scrivere cinesi e giapponesi simili inventate da Kyota Sugimoto, che utilizzano i kanji adottati dal sistema di scrittura cinese, appaiono solo all’inizio del XX secolo.

Calligrafia cinese: l’arte della scrittura

I calligrafi cinesi utilizzano i pennelli a inchiostro, la carta e gli inchiostri per realizzare le loro opere d’arte a caratteri.

I loro materiali sono strumenti essenziali conosciuti con il nome di quattro tesori dello studio (文房四宝; Wénfáng Sìbǎo).

La forma, la taglia, la stiratura e il tipo di peli del pennello, il colore e la densità dell’inchiostro, la velocità di assorbimento e la texture della superfice della carta sono i principali fattori fisici che influenzano la loro arte.

Nella calligrafia cinese, tutto conta, ma ci sono 5 criteri che ogni calligrafo deve seguire affinché le sue creazioni siano considerate come “vera arte”.

I caratteri devono essere:

  • Scritti correttamente
  • Leggibili
  • Coincisi
  • Adatti al contesto
  • Ed esteticamente piacevoli

Imparare a scrivere l’alfabeto cinese con un professore privato

Lu, Wenzhu, Yi, questi nomi forse non ti dicono niente ma sono probabilmente la soluzione per il tuo desiderio di iniziazione alla scrittura cinese.

Le lezioni private hanno il vantaggio di adattarsi alla disponibilità e al livello dell’allievo, che sia principiante, intermedio o avanzato, al fine di farlo migliorare nella scrittura dei caratteri cinesi.

Inoltre, permettono di fare un bilancio pedagogico più personalizzato, per riprendere da buone basi per i sinogrammi compreso la scrittura dei caratteri che è stata dimenticata o trascurata.

Questi professori provengono da tutto il mondo e possiedono tutte le qualità pedagogiche.

I prezzi sono generalmente decrescenti in funzione del numero delle lezioni. Ciò può invogliare gli allievi a ricorrere al servizio linguistico del professore privato più volte.

A volte titolari di un master di letteratura cinese della prestigiosa università di Wuhan, a volte nativi di Pechino in Cina – il cui cinese mandarino è originario prima di essere la lingua ufficiale della Repubblica popolare cinese dal 1956 – questi professori hanno una vera legittimità di insegnamento.

Per rassicurare i genitori e gli allievi ancora titubanti, alcuni professori privati si specializzano nella formazione per superare esami come il HSK, o in corsi di calligrafia per consolidare la loro padronanza dei caratteri cinesi.

Ancora un dubbio sulla scelta del professore che verrà a causa tua o vedrai via Skype, nessun problema, dai un’occhiata ai commenti lasciati dai loro ex studenti e fai la tua scelta tra più di 2 000 professori di cinese e mandarino sulla piattaforma Superprof.

Scopri anche come imparare a scrivere cinese attraverso la calligrafia!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar