Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Perché dare o prendere lezioni di recupero scolastico a casa?

Scritto da Igor, pubblicato il 23/10/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Sostegno allo Studio a Domicilio: la Top 8 dei Vantaggi!

Il recupero scolastico con insegnanti privati va per la maggiore!

È finita l’epoca in cui gli insegnanti dovevano affiggere i propri annunci dal panettiere, mescolando il loro a quello di decine di altri sulla vendita di bici e motorini, ricerca di ore di lavoro come stiratrice e, soprattutto, a quello di tutti gli altri concorrenti.

Con all’avvento di Internet e del digitale, ormai, proporre la propria opera come insegnante di Matematica, di Francese, di Italiano, di Storia e Geografia o di Disegno Tecnico è diventato estremamente facile!

Vuoi saperne di più?

Superprof ti mette in relazione con migliaia di studenti ed insegnanti dal fare serio e pedagogico, desiderosi di trasmetterti le loro conoscenze. Eccoti allora una lista delle otto migliori ragioni per prendere ripetizioni a domicilio!

1. Un insegnamento sempre più efficace faccia a faccia

Anche se le lezioni impartite online possono avere notevoli vantaggi, come l’evitare di perdere tempo nel trasporto per recarti a casa dello studente o del professore; anche se la tecnologia ti consentirebbe un rapido trasferimento di documenti, compiti in classe, compiti a casa, correzioni di esercizi; nonostante tutto questo le lezioni in diretta offrono non pochi vantaggi rispetto a quelle tramite webcam e video conferenza:

  • Si stabilisce una relazione umana tra l’insegnante ed il suo alunno, grazie alla prossimità fisica,
  • Gli scambi sono più facili e spontanei nella relazione faccia a faccia,
  • Il coinvolgimento è maggiore, sia da parte del giovane, sia dal parte dell’insegnante,
  • La concentrazione e la motivazione sono facilitate per l’alunno quando l’insegnante si trovi al suo fianco.

Scopri le grandi differenze tra le ripetizioni via webcam e a domicilio …

2. La risposta ideale di fronte ad un rendimento generale via via decrescente degli allievi

Gli studenti che vanno male a scuola sono sempre più numerosi? Certi studi parrebbero affermarlo…

I risultati di ricerche condotte su alunni delle scuole elementari e sulle loro competenze di base sono sorprendenti:

“Dal punto di vista della lettura, moltissimi ragazzi hanno oggi competenze inferiori rispetto a quelle dei loro coetanei degli anni Ottanta. Nella scrittura e nell’ortografia, in particolare, i giovani appaiono peggiorati. In materie quali la matematica, poi, il rendimento parrebbe essere progressivamente sceso negli ultimi venti anni”.

Non sempre il fatto di essere eccellenti in una disciplina fa di noi dei soggetti portati all'insegnamento. Steven Seagal ha raggiunto un livello molto alto di aikido, prima di diventare attore: sarebbe stato un buon prof a domicilio?

Certo, questi risultati sono relativi a studi del 2007, ma è certo che il decennio in corso non sorprende per miglioramenti da segnalare.

Naturalmente, la situazione non è nera. Esistono infatti sempre i bravi studenti. Ma la proporzione degli alunni in difficoltà, soprattutto nei grandi centri urbani e nelle periferie, è andata davvero aumentando.

Altro problema da segnalare è quello secondo cui non sempre, nelle grandi città e nelle periferie, i genitori hanno la possibilità di venire in aiuto ai propri figli, sia intellettualmente, sia economicamente, pagando loro delle lezioni private

Delle strutture associative allora, intervengono spesso per proporre doposcuola gratuiti a bambini in difficoltà.

3. Un controllo specifico dei progressi dello studente

Secondo alcuni sondaggi di settore, dal 2005 uno studente su tre ricorre, prima o dopo, alle lezioni private!

Il 40% dei genitori intervistati indica di aver fatto ricorso ad insegnanti privati per aiutare i propri figli, generalmente tramite ripetizioni a domicilio.

Come si svolgono le ripetizioni a domicilio?

Una lezione privata non può essere concepita come una pratica una tantum, per superare un’interrogazione, per rimediare a un 4 in matematica o in filosofia. Al contrario, si tratta di qualcosa di regolare, almeno una volta alla settimana. E per almeno un mese, diciamo.

Per riuscire ad instaurare una relazione di fiducia tra insegnante ed alunno, occorre che degli esercizi vengano assegnati e svolti da una lezione all’altra. Ciò consente la messa in atto di un metodo specifico e l’adattamento di pedagogie dedicate che risultino particolarmente adatte a determinati allievi e situazioni, piuttosto che ad altri.

Le lezioni tramite webcam hanno anch’esse dei vantaggi, ma sottraggono l’“aspetto umano” ad una relazione che si allaccia tra insegnante ed alunno.

E poi, cosa vi è di più gratificante, per l’insegnante, del vedere i voti del proprio pupillo salire e migliorare mano a mano che si va avanti con il dopo-scuola?

4. Sostegno per i compiti a casa: l’occasione per lavorare con ogni tipo di insegnante

Durante una lezione privata non ci si annoia mai!

Nel caso ipotetico in cui il tuo insegnante privato non ti piaccia molto, niente paura! Vi è una grande abbondanza di insegnanti in giro:

  • Insegnanti delle medie,
  • Del Liceo,
  • Dell’Università,
  • Dottorandi,
  • Giovani ed anziani!

Insomma, qualcuno dovrà pur andar bene, prima o poi!

Ogni insegnante segue un suo metodo, mostrando doti pedagogiche che possono andare più o meno bene per il tuo singolo caso.

Il vantaggio di Superprof: col sistema collaborativo, gli insegnanti sono classificati grazie alla notazione fornita da altri allievi, il che ti consente di avere una idea anticipata di un eventuale insegnante privato che potresti decidere di ingaggiare!

5. Il dopo-scuola a domicilio: non è caro come si pensa!

Purtroppo in Italia circa l’80 % delle ore di lezioni private non viene dichiarata. È un vero peccato, tanto più che una lezione di Italiano o di Matematica tramite Superprof non è poi così cara!

E poi le spese sostenute per il sostegno scolastico sono scaricabili fino ad una soglia prestabilita (consulta il sito dell’Agenzia delle Entrate).

Qual è il vantaggio di Superprof? Indubbiamente si tratta della soppressione di intermediari. Ciò comporta una riduzione elevata del costo medio di una lezione privata (dopo-scuola, ripetizione, corso di recupero).

Un articolo già pubblicato su Superprof qualche tempo fa tratta esaustivamente il tema della tariffa delle lezioni private:

“A prescindere dalla disciplina, una lezione privata costa in media 20 euro. Le lezioni di lingua, seguite dalle lezioni serali per recuperare anni scolastici sono le più abbordabili, dal punto di vista del prezzo. Le ore di sport (pagare un personal trainer, per esempio) sono le più care in assoluto».

 

6. Aumentare la propria media rapidamente con le ripetizioni scolastiche a domicilio

Prendere dei voti migliori, ripassare, organizzarsi meglio per assimilare i contenuti delle lezioni, preparare un esame, tentare un concorso, cambiare di facoltà o di liceo in corso d’anno…: esistono davvero molte ragioni per andare a visitare il sito di Superprof!

Hai sempre sognato di riuscire a cantare?

Alen, trainer vocale a Roma è in grado di insegnarti a cantare in giapponese, se vuoi riprodurre i suoni cari a nipponici, o di farti appassionare all’Opera, se vuoi cantare come Pavarotti e Domingo.

Ci vorranno costanza e pazienza e un prof all'altezza, ma anche tu puoi farcela! La chimica è la tua bestia nera? Con delle lezioni private potresti diventare un asso del laboratorio!

Desideri, invece, prendere lezioni di pianoforte, perché sogni di suonare dei pezzi di Chopin?

Vai a dare un’occhiata sui profili dei nostri insegnanti privati che sono dei pianisti; circa 1000 insegnanti aspettano solo te in tutta Italia!

Giacomo, uno dei nostri Superprof, racconta ancora oggi il suo grande successo personale in qualità di insegnante privato:

“Una mia studentessa stava studiando un’opera davvero difficile, inarrivabile per lei. Ed invece si è buttata a capofitto, con gran motivazione, tenacia ed è riuscita a suonarla in modo davvero pregevole. È stata un’avventura arricchente per entrambi, una sfida che ha entusiasmato entrambi!”

7. Rivedere i propri obiettivi al rialzo, grazie al recupero scolastico a domicilio

Dalle elementari fino alla fine del liceo, ed anche dopo (molti, infatti, prendono lezioni private anche all’università), le lezioni private hanno per obiettivo di farti superare una data difficoltà (durata puntuale) oppure di accompagnarti sul medio e lungo termine, in caso tu abbia delle difficoltà in una delle discipline che stai studiando a scuola.

Elemento importante da considerare, per i futuri insegnanti privati a domicilio: per riuscire a dare lezioni private a domicilio, la regola d’oro è quella di restare in permanenza all’ascolto degli allievi. Domanda sempre loro di rispiegare un punto della lezione che hai appena ripreso; lascia loro decidere da soli come svolgere un compito a casa difficile per vedere se sanno organizzarsi efficacemente….

Per finire, ricorri al tuo istinto di insegnante e cerca di capire se il tuo alunno fa finta di capire, magari perché non ha il coraggio di chiederti di rispiegare tutto. Proprio come in una coppia felice, la chiave del successo scolastico è la comunicazione tra l’insegnante ed il suo studente.

Se hai degli scambi con lui, chiacchieri, condividi accordi e disaccordi col giovane alunno, i suoi voti saliranno per forza di cose: è matematico!

8. Cambiare visione dell’insegnamento negli alunni grazie al dopo-scuola

I sondaggi più recenti rivelano che oltre il trenta per cento degli studenti ritiene che la causa principale del proprio insuccesso a scuola risieda nella figura dell’insegnante.

Perché, allora, non orientarsi verso un insegnante privato con cui poter più facilmente entrare in una relazione positiva?

Non hai mai pensato di imparare a cucinare da qualcuno che faccia il cuoco di mestiere? Sul sito di Superprof ci sono decine di cuochi pronti a darti lezioni private!

Con Superprof “il Tripadvisor degli insegnanti privati” potrai sceglier il tuo insegnante seguendo più criteri:

  • Uomo oppure donna.
  • Tipo e durata dell’esperienza nell’insegnamento della disciplina (studente universitario, insegnante alla scuola pubblica, dottorando,…)
  • Tariffa oraria (criterio quanto mai rilevante, attualmente!)

E, cosa più importante in assoluto, le opinioni ed i commenti depositati dagli alunni finiranno col convincerti (si spera, almeno) oppure col farti cliccare sul pulsante ‘Next’, fino a trovare un profilo per te interessante.

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar