Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Tutto sullo yoga!

Di Francesca, pubblicato il 30/01/2018 Blog > Sport > Yoga > Approfondire la tua Conoscenza dello Yoga

Decidere di iniziare a fare yoga è il primo passo.

È facile rimanere bloccati qui, però.

Non farti intimidire!

Ecco le informazioni di cui avrai bisogno per iniziare a godere dei piaceri e dei benefici dello yoga.

Come vestirsi per le lezioni di yoga?

Per sapere qual è l’abbigliamento ideale per fare yoga, tieni a mente che i vestiti non dovrebbero essere troppo stretti, non dovrebbero darti fastidio durante lo stretching, e devono anche essere traspiranti, dal momento che durante una lezione si suda, molto più di quanto tu possa pensare!

Per quanto riguarda gli abiti, ecco alcune idee.

Per gli uomini:

  • Scegli un pantaloncino da corsa o dei pantaloni da jogging che non siano troppo pesanti. Durante una lezione di hot yoga o bikram yoga, si suda molto. Dimentica il jogging e prediligi i pantaloncini.
  • Nella parte superiore dipende dalla temperatura, ma una T-shirt a maniche corte è di solito sufficiente. Puoi optare per una maglietta a maniche lunghe se la stanza è fresca o nel periodo invernale.
  • Per le lezioni di yoga in inverno, porta sempre con te un maglione o una felpa per l’inizio della sessione e il rilassamento o la meditazione finale, durante le quali rimarrai immobile.

Per le donne, la scelta è decisamente più ampia rispetto a quella degli uomini per le lezioni di yoga dinamico: hatha, vinyasa o ashtanga!

Per l'abbigliamento per lo yoga, ce n'è per tutti i gusti! Le donne possono sbizzarrirsi nella scelta dell’abbigliamento da yoga. Molti marchi offrono infatti qualsiasi tipo di prodotto!

Abiti semplici, alla moda e colorati, avrai una vasta scelta di vestiti per la tua sessione di yoga! Ricorda questi punti per una lezione rilassante al 100%:

  • Non usare i leggings “da città” per la tua lezione di yoga. Spesso sono troppo sottili e trasparenti. Opta invece per un leggings più tecnico, ad esempio in elastam, che sposa bene il comfort grazie all’elevata elasticità.
  • Scegli una canotta con reggiseno incorporato. Come con la corsa, è importante portare il miglior sostegno al petto. Può anche salvarti da situazioni imbarazzanti!

Come spiegato in questo articolo pubblicato sul sito web di Cosmopolitan, sull’attrezzatura per lo yoga:

“Questa disciplina non si pratica ovviamente con i jeans o con una tuta in jersey! Richiede la possibilità di eseguire movimenti fluidi e posizioni impegnative. Quindi devi sentirti a tuo agio con l’abbigliamento.”

Per le donne incinte, che praticano yoga prenatale, questi suggerimenti sono ancora più importanti.

Scegli abiti larghi per sentirti a tuo agio in tutte le posizioni e non esitare a chiedere al tuo insegnante di yoga se hai qualche dubbio, specialmente se sei una principiante. Pensa al benessere del futuro bambino!

Il consiglio intelligente di Superprof: per una perfetta sessione di yoga, prova la lana merinos, un super materiale che si ricava dalle pecore della Nuova Zelanda.

Perché?

Poiché questo materiale ti scalda in inverno, risulterà molto traspirante in estate e non emetterà cattivi odori quando sudi, a differenza dei materiali sintetici (poliestere, poliammide) di cui sono fatti la maggior parte degli indumenti sportivi tecnici. Questo materiale è certamente più costoso di altri tessuti, che si trovano nella maggior parte dei negozi sportivi, ma grazie ad esso la tua sessione di yoga sarà al top!

Comfort, serenità e relax! Tutti i benefici dello yoga senza vincoli!

Qual è il materiale necessario per prendere lezioni di yoga?

Oggetto indispensabile, il tappetino da yoga è per il praticante ciò che la bicicletta è per il ciclista! Senza di esso, impossibile adottare le posizioni corrette!

Se ti trovi bene con il vinyasa yoga, l’asthanga yoga o qualsiasi altra variante dello yoga, ti consigliamo di acquistare un tappetino, per motivi di igiene, ma anche per motivi di comfort.

In effetti, se sei piuttosto magro, avrai bisogno di un tappeto relativamente ben imbottito per darti comfort e rilassarti correttamente. Se il tuo fisico è più robusto, non c’è bisogno di prendere un materassino da campeggio, il tuo carapace muscolare saprà darti la giusta protezione!

Per la manutenzione del tuo tappetino, puoi acquistare un detergente per tappeti, un prodotto disinfettante, solitamente uno spray da spruzzare dopo la sessione di yoga. Una buona abitudine da prendere se segui diverse lezioni di yoga alla settimana o se partecipi a un corso di formazione di yoga.

I materiali sono indispensabili per lo yoga! Meglio investire in un buon tappetino per rafforzare efficacemente i muscoli senza dolore!

Per alcune posizioni, pensa anche di aggiungere un cuscino o uno zafu che ti aiuterà a trattenere meglio alcuni asana, come la posizione del loto. Un accessorio utile per evitare un’eccessiva compressione del bacino e del sacro sul pavimento. Per gli esercizi di respirazione, ginocchia piegate e seduti sui talloni, un banco di meditazione può anche essere molto utile per sentirsi a proprio agio in questa posizione.

L’ultimo accessorio di cui potresti aver bisogno nello hatha yoga è il mala.

“Si tratta di una collana di 108 perle in legno, plastica, semi o qualsiasi altro materiale, utilizzata per la concentrazione e la recitazione dei mantra”. Come spiegato da Grazia, che ha pubblicato un articolo su come scegliere il materiale giusto per una lezione di yoga.

In breve, l’avrai capito, esistono molti accessori utili per fare yoga, anche se il più importante è il tappetino. A questo proposito, sul mercato ne esistono di tutti i prezzi.

Quale musica per le lezioni di yoga?

È così, pratichi regolarmente lo yoga e ti piace, tanto meglio! Che mi dici della musica? Può essere un vantaggio?

Le musiche rilassanti sono spesso presenti durante le lezioni nelle scuole di yoga, con un insegnante, durante il rilassamento finale. Può aiutarti a raggiungere la piena consapevolezza e a lasciarsi andare nella posizione del cadavere, nota come savasana. In breve, la musica attenua gli uomi e aumenta i benefici dello yoga, a condizione che la playlist per lo yoga sia scelta bene!

Ognuno ha le proprie preferenze in fatto di musica, quando si tratta di yoga! Ad alcune persone piace ascoltare musica durante le lezioni di yoga, altre ameranno ascoltare la natura, dipende da te!

In generale, evita il rap, l’electro o il pop e opta una musica morbida e rilassante, in grado di favorire il benessere e il relax. I suoni naturali (i suoni della foresta, le onde dell’oceano, le cascate…) possono benissimo accompagnare una sessione di yoga dinamico.

La musica è una buona opzione se non puoi disconnetterti dalla tua giornata di lavoro o pensare alle attività e agli impegni che ti aspettano una volta uscito da lezione. Togli la suoneria del telefono se sei abituato a meditare o a concentrarti.

La musica è davvero una questione personale. Man mano che le tue sessioni di yoga progrediscono, potresti non sentire il bisogno di ascoltare musica o, al contrario, di aggiungerne!

Le migliori app per lo yoga

Se preferisci organizzare le tue sessioni di yoga a casa, a causa della mancanza di tempo per andare a lezione con un insegnante, puoi farlo! Devi solo essere abbastanza motivato e cercare online siti che offrono lezioni e video online.

Dal momento che oggi lo smartphone è diventato indispensabile, è impossibile non trovare applicazioni specifiche per lo yoga.

Disponibili su Android o App Store, queste applicazioni sono spesso gratuite e fatte abbastanza bene. Se sei un esperto di esercizi di respirazione e di altre posizioni dello yoga potrai anche avere accesso a corsi con l’acquisto di un abbonamento premium, spesso a pagamento, usufruendo di ulteriore materiale dettagliato su questa pratica. yoga.

Gli influencer Yogi da seguire (Twitter / Instagram)

Se sei un influencer / follower e ti piacciono i social network, sappi che sono tanti gli esperti di yoga su Instagram e Twitter, che ogni giorno pubblicano foto delle loro migliori posizioni.

Kerri Verna è famosa per le sue lezioni in spiaggia! Kerri Verna ama dare lezioni di yoga in spiaggia!

Le insegnanti di yoga vengono spesso ritratte in costume da bagno in luoghi da sogno (spiagge paradisiache, mar dei Caraibi…), ma ci sono altrettanti affascinanti guru dello yoga su Instagram e Twitter, come Taylor Harkness o Patrick Beach, specialista in posture invertite di Vinyasa Yoga e seguito da oltre 330.000 persone!

I migliori siti web per la pratica dello yoga

Lo yoga, oltre a promuovere una migliore condizione fisica attraverso il rafforzamento muscolare, lo sviluppo dell’energia vitale, il miglioramento del funzionamento delle articolazioni, ha anche una virtù terapeutica in quanto riduce i fenomeni di ansia, così come fasi di depressione a livello mentale.

La tua vita psicofisica migliorerà con appena una lezione di yoga alla settimana!

Scopri i migliori siti che parlano di yoga! Quali sono i migliori blog sullo yoga?

Tieniti aggiornato sulle ultime tendenze dello yoga seguendo tutte le informazioni su hatha yoga, sutra yoga, yoga dinamico e su tutto lo “stile di vita yoga” attraverso la selezione di Superprof dei migliori siti di yoga.

Se conosci l’inglese, sei fortunato! Troverai molte risorse utili!

Come si individua un buon blog di yoga?

Il primo criterio di selezione deve essere l’attendibilità => Gli autori degli articoli sono credibili?

In secondo luogo, le risorse devono essere multiple e aggiornate frequentemente.

Esistono altri criteri, ma guardiamo alle cose semplici.

1 / Daily Cup of Yoga

Un grande blog con molti consigli e lezioni di yoga!

I blogger ospiti sono molto validi.

2 / J. Brown Yoga

Questo blog ben ideato è facile da leggere.

I commenti sono numerosi e molto istruttivi.

Portando avanti una rivoluzione tranquilla dello yoga, basata sulla guarigione, J. Brown cerca di mutare il dialogo e la direzione della pratica dello yoga in Occidente.

3 / Bonus

  • MindBodyGreen
  • Rachel Yoga
  • Yogadork

Il modo migliore per iniziare a fare yoga è prendere lezioni per principianti

Ma che tipo di corso dovresti seguire?

Sceglierne uno sul calendario della palestra o della scuola di yoga locale può essere fonte di confusione, in quanto vi sono così tanti diversi stili di yoga disponibili.
A volte il tuo corpo desidera qualcosa di diverso dalla tua mente, quindi sii aperto ai suggerimenti.

Hatha vs Vinyasa

Hatha e Vinyasa sono due categorie molto ampie di yoga.

Decidere quale di queste risulta più interessante per te è il primo passo verso la scoperta dello yoga.

L’Hatha tende ad essere morbido e lento, un ottimo modo per imparare le posizioni base.

Per una lezione di yoga più dinamica e vigorosa, prova il vinyasa.

Lì tutto va più veloce, quindi all’inizio potresti avere dei problemi, ma in un corso per principianti tutti saranno più o meno nella tua stessa situazione.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar