Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Imparare ricette nuove con un corso di cucina

Di Igor, pubblicato il 30/11/2018 Blog > Arte e Svago > Cucina > Corsi di Cucina Italiana Regionale

Il territorio italiano è noto in tutto il mondo per la sua bellezza e per l’incredibile diversità dei suoi paesaggi! Accanto a dolci aree pianeggianti svettano catene montuose mozzafiato, e l’infinito litorale che disegna il profilo della nostra penisola incanta da sempre milioni di turisti ogni anno. Il territorio del Bel Paese presenta caratteristiche diversissime da regione a regione, da città a città: questa incredibile varietà paesaggistica e territoriale è accentuata da scelte edilizie diversissime, da dialetti disparati e in generale da atmosfere davvero uniche e irripetibili! Provare a raccontare in poche righe quell’incredibile mosaico culturale, paesaggistico, enogastronomico e linguistico rappresentato dall’Italia è davvero un’impresa impossibile!

Questa notevole varietà culturale non può ovviamente non riflettersi nell’incredibile proposta culinaria della nostra penisola: da nord a sud, da est a ovest, passando per le isole, sono incalcolabili i piatti tipici, i prodotti locali e i vini prestigiosi italiani che da secoli deliziano i palati degli appassionati di enogastronomia! Non è certo un segreto che la cucina italiana sia nella top 3 delle cucine più amate al mondo, e le ragioni son ben note a tutti: semplicità, qualità degli ingredienti, amore per i dettagli e sapori unici! A ciò dobbiamo aggiungere l’incredibile creatività che da sempre le cucine regionali italiane han saputo manifestare nel trattare e processare ingredienti relativamente semplici e poco costosi! Proprio in questo binomio magico, creatività e semplicità, risiede il segreto del successo della cucina italiana!

Se proviamo infatti a soffermarci sui piatti più celebri della nostra tradizione culinaria ci troviamo di fronte a pietanze basate su un numero piuttosto limitato di ingredienti e dalla preparazione relativamente semplice! Non pensiamo però che questa semplicità sia sinonimo di banalità o trascuratezza: preparare come si deve e secondo tutti i crismi una buona pizza non è certo un gioco da ragazzi … tutto il contrario! Saper accostarsi a una tradizione culinaria come quella italiana implica studio, passione, competenza e grande grande creatività! Quale piatto può rappresentare al meglio la tradizione culinaria nel mondo? Quale pietanza è assurta a icona globale della cucina? La risposta è molto semplice. La pizza!

La pizza: il piatto più celebre della tradizione italiana!

La pizza, regina incontrastata della cucina italiana nel mondo. La pizza, regina incontrastata della cucina italiana nel mondo!

Se c’è un piatto universalmente noto per la sua bontà e semplicità, capace di mettere d’accordo palati semplici e raffinati, grandi e piccoli, vegani, vegetariani e onnivori, quel piatto è sena dubbio la pizza! Regina incontrastata della gastronomia italiana, la pizza ha saputo conquistarsi uno spazio speciale nei cuori (e nelle pance!) di appassionati di cucina di tutto il mondo! Impossibile infatti non imbattersi in una pizzeria nelle strade più affollate delle metropoli più grandi del globo, che ci si trovi in Europa, in Sud Africa, In Australia, in America o in Asia!

L’incredibile diffusione di questo piatto appetitoso è dovuta da una miriade di fattori: esistono infinite varietà di pizza, i gusti possibili sono incalcolabili e le forme e consistenze davvero numerose e adatte a tutti i gusti o palati! La versatilità della pizza è davvero unica, e il suo successo è principalmemente dovuto a qwuesta caratteristica: la pizza che viene preparata in Italia è certamente molto diversa da quella che potremmo trovare in Asia, e lo stesso si potrebbe dire delle infinite varietà di pizza preparate nei quattro angoli del globo!

Varietà che si accompagna alla creatività: la pizza può essere condita pressoché con qualunque tipo di ingrediente, e infatti praticamente chiunque può ideare e poi creare una pizza che sia adatta ai propri gusti e alle proprie esigenze alimentari!

Quanti tipi di pizza conosci? Qual è la tua preferita? Quanti tipi di pizza conosci? Qual è la tua preferita?

Nel corso dei decenni questo piatto meraviglioso ha infatti raggiunto i palati di persone diversissime, appartenenti a culture e contesti geografici molto diversi da quelli nei quali questo piatto è stato originariamente ideato. La versatilità di cui abbiam parlato è infatti la ragione per cui la pizza è divenuta probabilmente il piatto più noto e diffuso al mondo!

Nel complesso contesto globalizzato nel quale viviamo sono davvero pochi i cibi capaci di adattarsi ai bisogni alimentari di tutte le culture: se prendiamo in considerazione -per esempio- le interdizioni alimentari dovute alle confessioni religiose, o quelle dovute a consuetudini culturali diverse, o a esigenze legate ad allergie e intolleranze, sicuramente la pizza è uno dei pochi piatti capaci di venire incontro a tutte queste istanze, senza scontentare nessuno! Esiste infatti una pizza per tutti: pizze con farine speciali, pizze senza glutine, pizze vegane, pizze senza latticini, pizze farcite

davvero chiunque può trovare la pizza adatta ai propri gusti! Soprattutto nel corso degli ultimi decenni, con l’incredibile diffusione del vegetarismo e dell’alimentazione vegana, e con l’incremento degli studi sull’alimentazione e sulle relative intolleranze e allergie, la necessità di tenere conto delle diverse esigenze dei clienti da parte dei ristoratori è diventata imprescindibile. Coloro che gestiscono una pizzeria sanno bene quanto sia diventato importante tenere conto di tutti questi fattori: quali ingredienti utilizzare? Come preparare impasti adatti alle necessità di tutti? Come scegliere ingredienti di qualità?

Ingredienti e preparazioni: difficoltà e possibilità

Ogni qualvolta ci si appresti a preparare una pizza bisogna innanzitutto occuparsi della questione basilare: come si prepara un buon impasto?

Sicuramente a seconda della regione, della tradizione, dei gusti e delle preferenze di ciascuno il tipo di impasto cambierà, così come per la questione della lievitazione. Sono infatti sempre più numerose le persone intolleranti ai lieviti, pertanto è fondamentale tenere bene a mente tutte le esigenze di salute dei propri clienti, eventualmente creando un menù caratterizzato da sistemi di preparazione, impasto e lievitazione differenti! Le pizzerie più all’avanguardia e concorrenziali stanno infatti da molto tempo aggiornando i propri menu e arricchendoli con farine pregiate, sistemi di lievitazione innovativi e ingredienti adatti a tutti i tipi di regimi alimentari!

Soprattutto in Italia, patria di questo magnifico piatto, il numero di vegani e vegetariani è balzato alle stelle, pertanto ogni pizzeria di livello che si rispetti non può esimersi dal proporre pizze adatte a questo tipo di alimentazione. Lo si dice spesso nei programmi di informazione e sulla carta stampata: il successo di un ristorante consiste nel sapere mantenere la propria identità e un forte legame con la tradizione coniugandolo con l’innovazione e con l’esigenza di rispondere alle esigenze sempre nuove provenienti dal mercato e della clientela, oggi più informata e competente che mai!

Sicuramente anche la pizza ha dovuto adattarsi a questi aspetti, pur mantenendo la propria forma, il proprio aspetto e le proprie caratteristiche di base!

La pizza è (o dovrebbe essere!) un piatto per tutti! Nessuno escluso! La pizza è (o dovrebbe essere!) un piatto per tutti! Nessuno escluso!

Ma di cosa è fatta una pizza? Qual è il suo segreto?

La  consiste in un semplice impasto a base di farina, acqua e lievito, il quale viene disteso sino ad assumere una forma generalmente ovale o circolare. La versione più semplice prevede l’utilizzo di  pomodoro, mozzarella e dell’olio di oliva, ma, come è ben noto, gli ingredienti che si possono utilizzare sono molteplici e tra quelli più comuni troviamo il prosciutto, le olive, i capperi, le acciughe e verdure varie.

Ma questi sono solo alcuni tra gli infiniti ingredienti che si possono utilizzare per guarnire una buona pizza! Tradizionalmente la pizza andrebbe cotta in un forno a legna, e infatti le pizzerie migliori sparse per il globo e in Italia utilizzano questo sistema. La pizza è notoriamente un piatto appartenente alla prestigiosa tradizione culinaria napoletana, che si fregia di aver dato i natali al piatto più rappresentativo della nostra cultura enogastronmica.

In origine la pizza non era un piatto salato, bensì faceva riferimento a tutta una ampia gamma di prodotti dolciari! Solo in un secondo momento ha iniziato a designare il tipico piatto unico che tutti abbiamo imparato ad apprezzare e gustare!

La base della pizza è rimasta pressoché invariata nel corso dei secoli, così come la sua peculiare forma circolare! A mutare sono stati alcuni aspetti che hanno reso questa pietanza un prodotto molto versatile e adattabile! Se pensiamo, per esempio, allo spessore della pizza,sono davvero innumerevoli le teorie secondo le quali una pizza dovrebbe essere più o meno alta, con la crosta alta o meno, e via discorrendo! I gusti e le preferenze in tal senso diventano protagonisti dei sistemi di preparazione, e a seconda della tradizione familiare o regionale potremmo imbatterci in pizze dalla forma e dalle caratteristiche diverse!

Al di là delle tipologie di impasto o del tipo di lievitazione impiegata, ciò che più stupisce e meraviglia di questo incredibile e iconico piatto italiano è dato dalla  varietà di ingredienti che ben si adattano a guarnirlo! Dalla carne ai latticini, dal pesce alle verdure, dalle uova alle olive, arrivando alla frutta: praticamente tutti gli ingredienti disponibili sul nostro territorio possono essere adatti a decorare e migliorare la superficie di questo piatto incredibile!

Tutti gli ingredienti disponibili sul nostro territorio possono essere adatti a decorare una pizza! Tutti gli ingredienti disponibili sul nostro territorio possono essere adatti a decorare una pizza!

Per rendere ancora più glorioso e intoccabile lo status della pizza nel mondo dell’enogastronomia è giunto, nel 2017, il riconoscimento da parte dell’UNESCO, che ha dichiarato l’arte della pizza napoletana parte del patrimonio immateriale dell’umanità! Un riconoscimento di altissima importanza, che testimonia la rilevanza e l’importanza di un piatto che ha trasformato il mondo della cucina e diffuso la cultura italiana  in tutti i continenti, divenendone un simbolo di creatività, ingegno, bontà e bellezza! Un’icona insostituibile di una tradizione culturale inimitabile!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar