Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Imparare giapponese viaggiando: quali sono le metropoli più importanti dell’arcipelago nipponico? 

Di Nicolò, pubblicato il 31/12/2018 Blog > Lingue straniere > Giapponese > In Quali Città Nipponiche Si Possono Fare Corsi Di Giapponese?

Un proverbio giapponese recita: “Si inizia a invecchiare quando si smette di imparare”.

Fare un viaggio in Giappone per imparare giapponese o per scoprire la cultura è il sogno di molti occidentali. In effetti, il Sol levante è conosciuto in tutto il mondo come un paese da visitare almeno una volta nella vita.

Secondo un’inchiesta diretta dalla Fondazione del Giappone, sono circa 3,65 milioni le persone nel mondo che studiano la lingua giapponese, accompagnate da 49.000 professori di giapponese. 

Nel paese del Sol levante, più dell’80% della popolazione vive nelle grandi città, le cui dimensioni sono spesso enormi: molte sono le città giapponesi che superano il milione di abitanti.

Ecco la nostra presentazione delle grandi agglomerazioni giapponesi per aiutarvi a scegliere le tappe del vostro viaggio.

  1. Tokyo-Kawasaki-Yokohama

La prefettura metropolitana di Tokyo, città tentacolare, è la capitale del Giappone e costituisce una delle più grandi città del mondo. È situata al centro della costa orientale dell’isola di Honshu e ospita 13,6 milioni di abitanti. 

Nelle moderne città nipponiche potrete imparare facilmente la lingua giapponese. Yokohama, seconda città del Giappone. Dove si troveranno le scuole di lingua?

Le città di Yokohoma — seconda città del Giappone — e di Kawasaki, contigue alla capitale, formano un cordone urbano popolato da 5,2 milioni di abitanti. 

Se contiamo anche Tokyo, queste tre città costituiscono l’area urbana più popolata del mondo, con 42.794.714 abitanti (2016). 

Principale centro economico e finanziario del Giappone, Tokyo è anche la sede delle istituzioni che si occupano di relazioni internazionali e di relazioni diplomatiche, tra cui l’ambasciata italiana in Giappone. 

Tokyo è una delle porte d’ingresso dell’arcipelago giapponese per tutti i viaggiatori che vengono a fare un soggiorno in Giappone. 

Questa sconfinata megalopoli giapponese affascina per il suo singolare mix di tradizione, religione shintoista e modernità: il suo sviluppo titanico e folgorante ne fa anche une delle città più care al mondo. 

Un consiglio per gli italiani che si recano a Tokyo? I Giapponesi parlano poco inglese, sarà quindi meglio imparare qualche kanji e qualche parola semplice prima di partire. 

A questo titolo, il sito italiajapan permette di familiarizzarsi con la lingua giapponese e offre gratuitamente buone risorse pedagogiche per non ritrovarsi letteralmente persi nella massa una volta arrivati in Giappone.

In questa regione, trovare una scuola di giapponese sarà facile: 

  • A Tokyo: l’Intercultural institute of Japan.
  • A Yokohama: la Yokohama Design College. 

Inoltre se desiderate ammirare il monte Fuji dai suoi piedi, questo si trova a una decina di chilometri dalla città di Yokohama. Ci si può arrivare in treno, a bordo del celebre Shinkansen. 

Sicuri di non avere bisogno del visto per viaggiare in Giappone?  

2. Osaka-Kyoto-Kobé

L’agglomerazione Osaka-Kyoto-Kobé ospita circa 20 milioni di abitanti distribuiti su una superficie di 13.033 km2. Si tratta della seconda area urbana del paese. 

Osaka, Kyoto e Kobé sono inoltre le tre città più popolate della regione del Kansai, all’interno di una gigantesca agglomerazione soprannominata il “Kehanshin”. 

Immaginate la popolazione romana moltiplicata per 6 in un’area pressoché uguale!

Con un prodotto interno lordo (PIL) di 341 miliardi di dollari — ovvero più dell’Irlanda, la Danimarca, Hong-Kong o Singapore, e quasi uguale a quello di Israele — è una delle regioni più ricche al mondo (è anche una delle più care per quanto riguarda il costo della vita). 

Tra le numerose città giapponesi troverete di certo quella che fa al caso vostro. Osaka, capitale culturale del Giappone. In molti la preferiscono a Tokyo in quanto più giovane e meno soffocante.

Osaka è considerata la capitale culturale e gastronomica del Giappone mentre Kyoto, spesso descritta come la più bella città del Giappone, è l’antica capitale imperiale del paese (dal 794 al 1868, ovvero dall’epoca degli shogun alla restaurazione di Meiji). 

Nel 1994, l’UNESCO ha inserito 17 templi, santuari shinto e castelli tra i patrimoni dell’umanità. 

Per imparare la lingua giapponese a Kyoto, Osaka o Kobé, ecco le scuole di lingua: 

  • Kyoto: la scuola Dokodemo, la più antica scuola di lingua giapponese per stranieri, 
  • Osaka: la scuola Kansai College, 
  • Kobé: Boa Lingua, per fare un soggiorno linguistico. 

Inoltre, fare un primo viaggio a Osaka e Kyoto permette di esplorare davvero lo stile giapponese. 

Conoscete la storia del Giappone e delle diverse dinastie che l’hanno governato?

3. Nagoya

Situata nel centro di Honshu sulla costa Pacifica, tra Kyoto e Tokyo, Nagoya conta 2,3 milioni di abitanti, ma la sua area urbana include circa 10 milioni di abitanti, ovvero la popolazione della regione Lombardia. 

Nagoya è la città più grande della regione di Chubu e anche la città portuaria più importante della regione. È la quarta città più popolosa del Giappone e la sua superficie è immensa: 326,45 km2!

Nagoya è una tappa imperdibile per chi vuole visitare il Giappone fuori dai sentieri battuti.

Tra marzo e aprile, approfittavate della fioritura dei ciliegi per scattare foto da cartolina.

Per imparare a parlare giapponese a Nagoya, si possono fare corsi di giapponese al centro di lingua “Nagoya SKY Giappone Linguaggio”. 

Potrete così imparare l’alfabeto giapponese, la grammatica giapponese e il vocabolario per iniziare, perfezionarvi o per preparare gli esami di JLPT. 

4. Fukuoka-Kitakyushu

Città situata sulla punta nord dell’isola di Kyushu, Fukoka (1,5 milioni di abitanti) e Kitakyushu (950.525 abitanti) formano la metropoli di Fukuoka-Kitakyūshū. 

Fukuoka è una delle città dal patrimonio culturale più ricco, ed è frequentemente riconosciuta dalla stampa come una delle città faro nel mondo per dinamicità. 

Il concetto di città media in Giappone è diverso da quello europeo! Sull’isola di Kyushu, un’altra città gigantesca: Fukoka!

Da notare che a Hakata, antica città che è stata fusa con Fukuoka, si parla un dialetto particolare, molto differente dal giapponese standard: l’hakata-ben. 

Una scuola di giapponese a Fukuoka? La Genki ACS, una scuola di giapponese di diritto privato, situata a Tenjin, vicino al porto di Fukuoka. 

A Kitakyūshū, l’altra grande città della regione, potrete visitare il museo del manga tra le attrazioni turistiche, emblema di una moda giapponese celebre in tutto il mondo.

Volete sapere quali sono i principali monumenti da visitare in Giappone? Leggete il nostro articolo a riguardo!

5. Sapporo

Situata sull’isola di Hokkaido, la più settentrionale dell’arcipelago giapponese, Sapporo è considerata come la quinta città giapponese più popolosa e la terza più estesa in termini di superficie. 

Ha una popolazione di 1,95 milioni di abitanti nel 2015 ed è una città molto fredda in inverno (-4° in media in gennaio e febbraio, solo 20° a luglio) e piuttosto fresca in estate. 

Le isole del Giappone sono fantastiche poiché permettono, nello stesso periodo dell’anno, di fare sub a Okinawa, col clima subtropicale al largo di Taiwan, o di sciare a Hokkaido e Sapporo. 

Inoltre, i giapponesi sono conosciuti per essere ancora più accoglienti a Sapporo rispetto alle altre isole di Shikoku, Kyushu e Honshu. 

A Sapporo, due scuole di lingua permettono di imparare il giapponese: la Japanese Language Institute di Sapporo e l’Hokkaido Japanese Language Academy. 

6. Hiroshima

Chi al giorno d’oggi non ha mai sentito nominare Hiroshima, soggetto ricorrente in tutte le lezioni di giapponese e in ogni corso giapponese?

Hiroshima e Nagasaki sono diventati luoghi simbolo delle ore più buie del Giappone Hiroshima, agosto 1945, la metà della popolazione è uccisa in pochi secondi. Le ferite di quella giornata sono visibili ancora oggi…

Questa città è tristemente celebre per essere stata vittima —assieme a Nagasaki — dei bombardamenti atomici dell’esercito americano il 6 agosto 1945, che uccisero tra le 100.000 e le 230.000 persone a seconda delle fonti (nessuno ha mai pagato il prezzo di queste atrocità…)!

Hiroshima simboleggia il trauma giapponese all’uscita dalla seconda guerra mondiale e la dominazione senza rivali degli Stati-Uniti. Fa parte della storia del Giappone. `

Interamente rasa al suolo e ricostruita dopo il conflitto mondiale, la città conta oggi più di 1,2 milioni di abitanti e fa parte delle più grandi del Giappone. 

È anche un centro industriale e portuario prospero, studiato nelle lezioni giapponese.

Sull’isola di Miyajima, a qualche decina di kilometri di distanza da Hiroshima, si trova il tempio d’Itsukushima, conosciuto per i suoi torii — i portici tradizionali e emblematici del santuario shinto —, che sembrano fluttuare pacificamente sull’acqua con l’alta marea. 

Dove trovare un maestro giapponese a Hiroshima? Alla Hiroshima YMCA. 

Preparati per il viaggio con un corso di lingua giapponese!

7. Sendai

Con una popolazione di 1,06 milioni di abitanti Sendai è la più grande città della regione del Tohoku, situata a nord dell’isola Honshu. È, secondo le classifiche, la 12a città del Giappone. 

Sendai è tristemente conosciuta per essere stata colpita violentemente dal sisma dell’11 marzo 2011, lo tsunami provocato dal sisma e l’incidente nucleare a Fukushima, conseguenza dello tsunami.

È stato il terremoto più violento nella storia del Giappone e uno dei più micidiali mai registrati sul pianeta, e ha dato origine a una catastrofe ecologica difficilmente dimenticabile.

8. Shizuoka

Situata tra Nagoya e Tokyo, la città di Shizuoka conta 716.000 abitanti e si trova non lontana dal monte Fuji. Shizuoka significa letteralmente collina calma in giapponese. 

Le infrastrutture giapponesi sono care ma estremamente efficienti. Ecco l’emblema moderno del Giappone: il Shinkansen, treno a grande velocità, ideale per viaggiare.

Tuttavia, l’agglomerazione è costruita su una zona in cui la sismicità è molto elevata, e vive con una spada di Damocle sopra la testa: il rischio potenziale di tsunami è infatti molto elevato. 

La città accoglie moltissimi edochiani sulle spiagge o nelle fonti termali nelle montagne circostanti. Lo scrittore giapponese Yasunari Kawabata — come tanti altri — amava soggiornarci per scrivere. 

9. Saitama

Situata a nord di Tokyo, Saitama contava nel 2010 circa 1.218.431 persone in 217.49 km2. 

Perché recarsi a Saitama, considerata come una periferia di Tokyo? 

Perché lì si trova la Sono Gakuin Japanese Language School, una scuola di lingua giapponese attiva da più di 20 anni, che offre di insegnare la lingua ai suoi studenti  ma anche di far loro imparare la cultura giapponese e i costumi della società nipponica. 

10. Niigata

Niigata appare nella top 15 delle più grandi città del Giappone, con 808.268 abitanti. È la più grande città sulla costa del Mar del Giappone, a nord dell’arcipelago. 

L’università di Niigata è molto apprezzata dagli studenti giapponesi che vengono a formarsi in diritto, economia, medicina e agricoltura. 

Che sia per trasferirsi in Giappone o per studiare la lingua giapponese, il paese del Sol levante ha molte carte da offrire ai suoi studenti.  Ma le dimensioni delle sue città sono stravaganti. 

In Giappone, le città “medio-piccole” hanno la taglia di Lione o di Marsiglia, anche se l’entroterra permette di sfuggire alle metropoli per vedere le risaie, i ciliegi, il templi buddisti nei villaggi o le minka, le case tradizionali giapponesi. 

Il tutto prendendo corsi di giapponese: cosa c’è di meglio?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar