Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quando il cibo diventa protagonista della fotografia: la storia di una pratica artistica

Di Francesca, pubblicato il 30/08/2018 Blog > Arte e Svago > Fotografia > Imparare Fotografia Culinaria: dalle Nature Morte a Instagram

Foto di avocado toast o di pasticcini con delle montagne sullo sfondo ti fanno venire l’acquolina in bocca?

Questo perché fotografi professionisti di talento o fotografi dilettanti conoscono tutte le tecniche necessarie per realizzare bellissime fotografie (sfondo, luce naturale, modalità manuale, post-produzione, messa a fuoco, tempo di posa, bokeh, lunga esposizione…).

Quindi, per imparare a scattare belle fotografie e a fotografare il cibo, puoi seguire un corso di fotografia.

I professionisti ti mostreranno la tecnica fotografica culinaria, come scattare fotografie e scegliere il materiale fotografico.

Ma fotografare come un fotografo professionista richiede tempo.

Nel frattempo, scopri tutti i segreti della fotografia culinaria che, dall’avvento della natura morta a Instagram, è cambiata moltissimo!

Fotografia culinaria: definizione e spiegazione

Tra tutti i generi che compongono l’Ottava arte (la fotografia contemporanea, per esempio), la fotografia culinaria è sicuramente uno dei generi più popolari con la fotografia di viaggio.

Il cibo fa parte della nostra vita quotidiana, quindi è normale che ci si interessi.

La fotografia culinaria è un tipo di fotografia professionale di illustrazione specializzata in nature morte e finalizzata alla creazione di immagini culinarie attraenti da utilizzare in pubblicità, imballaggi, menu o ricettari.

Realizzata per vari motivi, la fotografia culinaria è soprattutto una natura morta:

La natura morta è la rappresentazione visiva di un elemento inanimato. Nella fotografia, consiste nel mettere in evidenza il soggetto grazie alla decorazione, alla luce selezionata e alla messa in scena generale.

Il cibo è spesso il soggetto scelto per creare nature morte.

Si posizionano quindi frutta e verdura in modo da ottenere una bella composizione, un po’ come un mazzo di fiori.

Devi anche essere in grado di regolare la luce, la profondità di campo, l’inquadratura e tutte quelle piccole tecniche fotografiche che rendono la fotografia culinaria una vera attività artistica.

La storia della fotografia culinaria

La natura morta è venuta ben prima del "foodporn"! La natura morta è l’antenato della fotografia culinaria!

La fotografia culinaria è principalmente una natura morta che ha come focus il cibo.

Ma la natura morta esisteva molto prima dell’invenzione della fotografia.

In effetti la natura era già utilizzata in pittura. È alla fine del XVII secolo che compare il termine di natura morta.

La sua evoluzione tuttavia si è verificata in più fasi.

Molti pittori si prestano all’esercizio.

Un modo per imparare a gestire la prospettiva ma anche la luce e l’ombra. Si può quindi considerare la natura morta come una vera opera a se stante.

Nella fotografia, gli artisti riprendono i codici della natura morta. Proprio come la pittura, la luce è molto importante per ottenere una bella immagine.

I fotografi quindi prendono il cibo in low-angle shot. La fotocamera si posiziona sopra il cibo per immortalarlo completamente e senza artifici.

Una tecnica che si evolverà.

La fotografia culinaria tenta quindi di abbellire il cibo. I punti di vista cambiano. Diventa quindi abbastanza comune vedere le immagini del cibo riprese da davanti.

Anche i primi piani stanno diventando sempre più comuni.

Ma non è tutto.

Stiamo anche iniziando a comporre il cibo in modo da offrirne un’immagine più attraente e scattare fotografie migliori.

D’ora in poi, la fotografia culinaria si fa da tutti gli angoli e soprattutto dall’alto. Il soggetto delle fotografie non è più soltanto il cibo ma le ricette vere, ben elaborate e belle esteticamente.

Scopri di più sulla fotografia umanistica!

Come utilizzare la fotografia culinaria?

La natura morta veniva utilizzata in pittura per progredire nella tecnica artistica ma anche per realizzare bellissimi dipinti.

Oggi l’utilità delle foto culinarie è cambiata. L’arrivo della pubblicità ne ha stravolto i codici.

Quindi per quale scopo vengono realizzate le fotografie culinarie?

La pubblicità

L’immagine culinaria cominciò a cambiare con l’apparizione della pubblicità negli anni ’30.

Dopo la Prima Guerra Mondiale, il potere d’acquisto inizia gradualmente ad aumentare e di conseguenza l’incentivo all’acquisto. È in questo momento che i creatori di prodotti cercano di trasmetterne un’immagine migliore per poterli vendere.

Appaiono i primi grandi manifesti pubblicitari e la stampa inizia a trasmettere questi annunci.

Gli hamburger sono i grandi protagonisti della pubblicità! Gli hamburger sono onnipresenti nella pubblicità!

Occorre realizzare i migliori scatti delle ricette vendute. Lo vediamo ora soprattutto con gli annunci degli hamburger, preparati con cura per diverse ore per ottenere il migliore effetto visivo.

Ricettari

I ricettari utilizzano ovviamente le fotografie culinarie. Questi servono a dare ai lettori un’idea di come dovrebbe essere la ricetta.

Forniscono anche idee per decorare queste ricette.

Ogni anno vengono venduti molti libri di cucina.

I blog

Un numero sempre maggiore di fotografi e cuochi combinano le loro due passioni e le condividono quotidianamente con i lettori.

I blog di cucina sono aumentati notevolmente nel corso degli ultimi anni. È facile creare la tua pagina e scrivere articoli sulle migliori ricette che hai testato.

I cuochi dilettanti scattano molte fotografie. Un modo per diffondere l’arte della fotografia culinaria.

I social network

Intrinsecamente legati ai blog culinari, i social network sono anche uno dei media preferiti dagli amanti del cibo.

Instagram, Facebook, Snapchat, tutti i mezzi sono buoni per pubblicare le foto migliori.

Fotografo culinario, un vero lavoro?

La fotografia culinaria richiede molte abilità che sono rare da trovare in una sola persona.

Per fare una bella foto utilizzabile per la pubblicità o per le case editrici, è necessario riunire un vero team di professionisti.

Occorre naturalmente reclutare un fotografo, ma anche un direttore artistico per mettere tutto a posto, un food stylist per mettere la vernice sul cibo, e uno scenografo per mettere in scena il cibo.

La fotografia culinaria serve a rendere più bello il cibo! I fotografi culinari devono rendere interessante il cibo!

È quindi del tutto possibile diventare un fotografo culinario professionista e trovare lavoro.

Come libero professionista, in agenzia o per un’azienda, il fotografo culinario si prende cura di scattare le migliori foto possibili scegliendo l’inquadratura, la luce, il punto di vista…

I fotografi possono anche essere fotografi culinari indipendenti e blogger professionisti. Vengono quindi contattati da aziende e ristoranti per fare foto e fare pubblicità sui social network.

Il campo è diventato così professionale che vengono organizzati in tutto il mondo festival dedicati alla fotografia culinaria.

È anche possibile professionalizzarti sul campo. Puoi partecipare a un corso o uno stage fotografico organizzato da professionisti per darti tutti i consigli e i trucchi per rendere le tue foto un successo.

Esercitarti può anche offrirti una buona base per comprendere la tecnica fotografica necessaria (otturatore, inquadratura, sensibilità, tempo di esposizione, bilanciamento del bianco, lunghezza focale…).

Desideri scoprire di più anche sulla fotografia paesaggistica? Clicca qui!

Instagram: la nuova vetrina della fotografia culinaria

Chiamata volgarmente Food Porn, la condivisione del cibo sui social network è estremamente seguita su Instagram.

Diversi account sono interamente dedicati alla fotografia culinaria e condividono ogni giorno nuove foto di cibo.

A volte incentrati su un tema specifico come l’avocado, gli hamburger, la pasticceria o i piatti salati, questi racconti sono seguiti da migliaia di persone.

Oggi non è necessario possedere una fotocamera reflex per fare foto di qualità. Gli amanti del cibo sono felici con l’opzione fotografica dei loro smartphone.

Foto culinaria: gli account Instagram da seguire

Per trovare l’ispirazione, imparare nuove ricette o solo per divertimento, gli account fotografici culinari su Instagram sono molto efficaci!

Ecco quindi una breve selezione di account da seguire senza moderazione!

Tutti possono condividere immagini culinarie su Instagram! I social network consentono a dilettanti e professionisti di condividere le loro immagini!

Con oltre 125000 follower, l’account della coppia milanese formata da Stefano e Riccardo è sicuramente uno dei più seguiti in Italia. Dall’avocado toast alle zuppe, passando per gli spiedini e le bowl: su Gnambox puoi trovare le immagini dei cibi assaggiati durante i loro viaggi, ma anche le ricette realizzate da loro e dai loro ospiti.

  • Ecocucina

Lisa Casali è la mente dietro questo account seguito da più di 26000 persone. Naturalmente, il cibo è il grande protagonista delle sue foto, ma con un focus specifico sulla sostenibilità e sulla lotta agli sprechi in cucina. Nei suoi post puoi trovare anche preziosi consigli per cucinare senza sprechi.

  • Marco Bianchi Off

Divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi e food mentor, Marco Bianchi è il paladino della cucina salutare. Ricette semplici ma accattivanti per per nutrirsi in maniera equilibrata senza rinunciare al gusto.

Questo esempio di account Instagram consente ai fan di progredire prendendo spunto dagli angoli di ripresa e dalla luce utilizzata.

Infine, per continuare a imparare l’8a arte, scopri di più sulle fotografie più famose!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar