Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Aiuto compiti: serve un livello base per sfruttare i MOOC?

Di Igor, pubblicato il 28/11/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Ripetizioni: dei Corsi Online Aperti a Tutti per Aiutare anche i Più Giovani?

Emblema dell’insegnamento e delle ripetizioni online, i MOOC invadono il mondo.

Tendenza in arrivo dal Canada e dagli USA, i corsi universitari e professionali online ormai sono all’ordine del giorno.

E per coloro non ancora iscritti all’università?

Si sa che per le lezioni di tipo accademico ed universitario, i MOOC sono ottimamente fruibili.

Ma si può utilizzarli anche per lezioni di livello elementare (annunci ripetizioni), per la scuola media e per il liceo? E nell’ambito dell’accompagnamento scolastico online? Superprof ti dirà tutto!

Cos’è un MOOC?

Un po’ di storia per iniziare…

Il 2008 è l’anno chiave per i MOOC. Il primo fu battezzato, pare, in Canada, presso l’Università di Athabasca. La tendenza si è poi diffusa presso numerose altre università canadesi ed americane.

Tuttavia, le date differiscono, in base alle fonti che si considerano…

Certi affermano che il primissimo MOOC è stato quello di Sebastian Thrun, nel 2011, nell’ambito di un esperimento pedagogico. Quest’insegnante dell’Università di Stanford avrebbe voluto diffondere il proprio corso sull’intelligenza artificiale in tutto il mondo.

Tuttavia, la prima diffusione di risorse pedagogiche on line risalirebbe al 2002, ad opera del MIT (Massachusetts Institute of Technology, negli USA).

E questo è quanto, relativamente alla storia dei MOOC!

I MOOC in pratica

I MOOC, cosa sono in realtà?

Ora alcuni sono rimasti gratuiti, altri sono a pagamento e in alcuni casi è previsto il rilascio di un certificato di partecipazione. I primi MOOC consentivano a tutti di assistere gratuitamente ai corsi universitari!

Si tratta di un termine inglese che indica il Massive Open Online Course (corso di massa e on line).

Il nome è proprio adeguato, dal momento che si tratta di pubblicare su una piattaforma internet qualcosa in forma digitalizzata.

In origine, i MOOC avevano luogo in diretta. Oggi, invece, vari siti propongono contenuti pedagogici video che tendono a definire come MOOC.

E quindi, oggi, generalmente, un MOOC comprende:

  • Un video dell’insegnante che espone concetti e nozioni;
  • Uno spazio di scambio (chat o forum);
  • Un PowerPoint per seguire l’avanzamento della lezione;
  • A volte, esercizi che accompagnino le lezioni redatte.

I MOOC presentano numerosi vantaggi per il sostegno scolastico online!

Innanzitutto, questo tipo di risorsa pedagogica è interamente ad accesso libero e gratuito. Tutti possono accedervi, a patto di accedere alla piattaforma ospitante. E questo è possibile a partire da qualsiasi terminale in qualsiasi posto e momento.

Ecco cosa rende i MOOC così interessanti! Puoi sfruttare il tuo tragitto in autobus per assistere ad una lezione on line, usando il tuo telefono cellulare. Puoi anche connetterti di sera, una volta tornato a casa, tramite il tuo PC o il tuo tablet.

Detto questo, è interessante il fatto che la maggior parte dei MOOC possiede una durata di vita. Al di là di questa non vengono più proposti.

In effetti, i MOOC responsabilizzano gli studenti rendendoli autonomi in termini di volontà di migliorare le proprie conoscenze su uno specifico tema

Per quanto i MOOC non si leghino ancora automaticamente a titoli di studio validati a livello statale, l’offerta tende a specificarsi da un anno all’altro.

Fra le piattaforme italiane più note consigliamo di dare un’occhiata a:

  • EMMA European Multiple Mooc Aggregator, progetto supportato dall’Unione Europea che eroga corsi in diverse lingue, tra cui l’italiano. Coordinato dalla Federico II di Napoli, prevede la partnership di 7 istituzioni universitarie e 4 fra Enti di ricerca e SME
  • Eduopen, il made in Italy: finanziato dal MIUR, riunisce ben 14 università del nostro paese; prevede il rilascio di certificazioni e di crediti universitari
  • Uni Nettuno (OpenupEd), che vede nuovamente la collaborazione dell’UE
  • Oilproject: video, testi ed esercizi per studenti dell’università e delle superiori
  • Iverstiy: prevede molti corsi in Italiano e in alcuni casi anche il rilascio di certificazioni.
  • Trio, piattaforma della Regione Toscana: corsi, podcast, ebook e AVR (aule virtuali registrate)

Vi sono poi quelli gestiti dalle singole Università:

  • Uniroma su Coursera (piattaforma internazionale, cui si è agganciata l’Università La Sapienza)
  • POK Polimi
  • MOOC Ca’ Foscari
  • eu, piattaforma di e-learning realizzata dall’Università di Napoli Federico II, con corsi quasi esclusivamente in lingua italiana.

E per gli anglofoni:

Si trovano MOOC per la scuola elementare, la scuola media, il liceo?

L’avrai capito: i MOOC rispondono ai bisogni e ai desideri degli insegnanti e degli studenti universitari.

  • E per quanto riguarda le classi di liceo?
  • Si trovano corsi per i preadolescenti?

MOOC per i livelli base dell’istruzione pubblica

Alle elementari è difficile per gli alunni essere del tutto autonomi nello studio. Quindi, i MOOC classici non si adattano benissimo a questo livello di classi. Un po’ come avviene per quanto concerne il doposcuola on line, d’altro canto.

Fino alla prima media, di certo, gli alunni hanno bisogno della presenza di un insegnante per imparare in modo efficace. È difficile pensare di interessare dei bambini ad un corso messo on line che dovranno visionare completamente da soli.

L'importante è controllare sempre i bambini quando utilizzano il web, dato che non tutti i contenuti sono adatti a loro. I video su internet sono un modo per arricchire le conoscenze anche dei più piccoli!

Esistono anche delle lezioni on line per gli insegnanti. Ad esempio:

  • SOFIA Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti (online dal 22 maggio 2017
  • Copernicus, piattaforma di Learning management System consente la produzione di contenuti didattici e l’organizzazione di percorsi formativi
  • Moodle, guidato da una community globale di insegnanti, amministratori e studenti
  • ATutor, che permette tra le altre cose le notifiche via mail e l’archiviazione di file
  • Eliademy
  • Forma LMS
  • Dokeos
  • ILIAS
  • Opigno
  • OLAT

I MOOC alle medie e al liceo

Alle medie e al liceo, numerose iniziative sono state messe in atto dagli insegnanti per diffondere l’uso dei MOOC.

Questi infatti non sono riservati ad un pubblico più adulto, ma si adattano perfettamente anche a studenti delle scuole secondarie inferiori. Fondamentale sarà il compito dell’insegnante di scuola o dell’insegnante privato nell’individuare la tipologia e il livello di approfondimento, che più i confanno al singolo studente o alla singola classe.

Dalla scuola media in poi, gli alunni non hanno più lo stesso interlocutore. Si destreggiano fra insegnanti e discipline vari e numerosi. La cosa può spesso disorientare i ragazzi.

Il doposcuola tramite video ha un ruolo tutto particolare, in questa circostanza. Si tratti di:

  • Recuperare ritardo, durante le vacanze scolastiche;
  • Acquisire metodo e nuove conoscenze in vista di un esame o interrogazione che si avvicinano (licenza media, ad esempio);
  • Per un’assistenza scolastica su temi precisi, durante tutto l’anno scolastico;
  • Per una migliore comprensione di una nozione studiata a lezione;

Ma non solo la maturità: anche le materie delle superiori o alcuni corsi universitari. Oggi è possibile preparare l’esame di maturità anche grazie a dei corsi online!

Le lezioni a domicilio tramite video diventano una nuova forma di apprendimento che sembra prendere sempre più spazio, da un anno all’altro.

In questo contesto, i MOOC che erano lezioni chiuse ed astratte, diventano corsi sempre più pratici ed aperti.  Cambiano natura. Lo provano i canali YouTube, che dispongono di uno spazio per i commenti in cui è possibile scambiare tra spettatori (utenti).

Scopri anche tutti gli inconvenienti delle ripetizioni online per poterli evitare fin da subito!

Ripetizioni on line: l’esempio americano di Khan Academy

Di proposito, avevamo omesso di parlare della Khan Academy, uno degli attori maggiori nell’ambito dei MOOC.

Creata negli USA nel 2006, venne poi tradotta in Spagnolo e Portoghese; ne esiste anche una versione italiana, che ha aperto le proprie porte al proprio pubblico pochi anni dopo.

La Khan Academy è stata fondata da Salman Khan, un ingegnere statunitense originario del Bangladesh. Egli creò un’organizzazione educativa senza scopo di lucro, allo scopo di mettere a disposizione di tutti gratuitamente servizi e materiali e tutorial per l’istruzione. L’idea alla base è sempre quella dell’apprendimento a distanza, mediante l’utilizzo di tutte le tecnologie di e-learnig a disposizione.

Lo slogan «Solo una cosa dovete sapere: potete imparare di tutto» la dice lunga.

Tanto per cominciare, occorre iscriversi. Una volta questa tappa superata, si ha accesso ad un database enorme ricco di video nelle diverse discipline:

  • Corsi di matematica di vario livello;
  • Ripetizioni di scienze, fisica, chimica, biologia e doposcuola per le elementari.
  • Iniziazione all’informatica e video per rinforzare le proprie conoscenze col doposcuola online.

Grazie ad un interfaccia semplice e chiara, troverai facilmente le risorse che ti servono.

Per iniziare la tua formazione, il sito ti propone un riscaldamento per testare il tuo livello. Rispondi ad alcune domande che consentono di situarti.

Una volta superato questo primo passo, potrai cominciare a visionare i video, gli uni dopo gli altri, in funzione delle tue necessità.

Ciò che è interessante con Khan Academy è il connubio di esercizi on line e possibilità di registrare il proprio avanzamento.

Si svolge tutto come nei video-giochi, si ottengono dei bonus che danno proprio la carica per proseguire (un po’ come avviene tramite avatar).

Materie letterarie o materie scientifiche, materie artistiche, ma anche fisica e astronomia e sport: sul web si trova proprio tutto. Gli studenti di tutte le età trovano facilmente sul web dei video su argomenti che vogliano approfondire!

Del tutto gratis, la Khan Academy si sostenta grazie ai doni degli internauti.

Non contano età e livello scolastico, si può imparare davvero sempre qualcosa grazie alle lezioni sul sito.

Lo provano i commenti innumerevoli lasciati da utenti che hanno più di settant’anni.

I MOOC sono solo agli esordi della loro conquista dell’istruzione.

Per il momento, sono prevalentemente dedicati e collegati a corsi universitari. Per natura, questo genere di corsi vi si prestano con facilità.

Eppure, molte iniziative di cui parliamo qui mostrano che i MOOC stanno gradualmente conquistando anche le sfere dell’istruzione media e primaria.

Possiamo scommettere che da qui a pochi anni vedremo spuntare lezioni on line che consentano alle classi elementari di tutto il mondo di essere collegate tra loro, su progetti comuni.

Utopia o idea realista? Ai posteri l’ardua sentenza.

Comunque, le trasformazioni nell’ambito dell’istruzione sono già su questa via. I MOOC sono strumenti formidabili del doposcuola on line!

Preferisci invece le lezioni individuali? Cerca subito sul web scrivendo ad esempio “ripetizioni roma” per trovare l’insegnante che fa al caso tuo!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar