Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Benefici delle diverse posture di rilassamento

Blog > Sport > Yoga > Perché Fare Yoga?

Milioni di persone praticano lo Yoga regolarmente, in Europa. E questa pratica dello Yoga può essere fatta di diverse pratiche: hatha Yoga, Yoga vinyasa, Yoga ashtanga, Yoga nidra, Yoga sutra, Yoga kundalini, Yoga iyengar, Yoga bikram, etc.

“Fine dello Yoga è ricreare armonia, forza e coscienza nello spirito e nel corpo”, spiega Natalie Nevins, istruttrice certificata di Yoga Kundalini a Hollywood.

Anche se esistono oltre 100 tipi diversi di Yoga, la maggior parte delle sessioni si compone, per buona parte, di esercizi di respirazione, di meditazione e di posture (asana) volte a distendere e tirare diversi gruppi muscolari.

Mentalmente e fisicamente, un’esperienza Yoga (stage di Yoga) offre tantissimo! La pratica dello Yoga può migliorare la condizione fisica, la conoscenza di sé e la fiducia in se stessi, assicurando serenità e vitalità!

  • Gestire lo stress? Lo Yoga serve a questo!
  • Voglia perdere qualche chilo di troppo? Lo Yoga funziona!
  • Problemi di insonnia? Lo Yoga permette di addormentarsi alla svelta!
  • Difficoltà nel concepire un bambino? Lo Yoga ormonale è fatto per te!

Di seguito, consigli e posture adatti ad ogni problema risolvibile tramite lo Yoga!

Per calmarti, per perdere peso, per rilassarti, ... per stare bene con te stesso. I motivi che ti spingeranno ad iniziare con lo Yoga!

Fare Yoga per calmarsi e cacciare lo stress

Lo stress professionale è diffusissimo nella nostra società.

A corto termine ci rende irritabili. A lungo termine ha effetti nefasti sulla salute: insonnia, mal di schiena, tensioni muscolari, aumento del ritmo cardiaco e finanche depressione.

“Il mio corpo è il mio tempio, le asana sono le mie preghiere” Iyengar.

Come lo Yoga aiuta a rilassarsi?

In Occidente lo Yoga è considerato uno svago. In India, dove nasce è come una filosofia di vita.

La base dello Yoga è l’armonia tra corpo e spirito. Lo Yoga permette di concentrarsi sull’istante presente, su se stessi, rilassandosi in un mondo troppo veloce.

Lo Yoga è perfetto per ridurre lo stress!

Per questo motivo, la respirazione è alla base della migliore pratica dello Yoga. Il respiro profondo ti consente di liberarti da tutte le fonti di stress!

La respirazione, o “prayanama” (“forza vitale” in sanscrito) è fondamentale nello Yoga. Il respiro tende ad accelerare nei momenti di stress. Concentrandosi unicamente sulla respirazione, sull’inspirazione e sull’espirazione, si fa calare il ritmo cardiaco, la calma torna ad abitare l’organismo e l’ansia si evapora.

I benefici dello Yoga per lo stress si fanno sentire a partire da un’ora settimanale di pratica. L’ideale è farne dieci minuti al giorno.

Due posture contro lo stress

Cacciare le tensioni nervose e distendere la schiena, che le accumula tutte.

La pinza in piedi (Padahasta Asana)

Si può fare in ufficio!

  • In piedi, gambe unite, alzare le braccia in alto,
  • Inspirare profondamente e, espirando, abbassare la testa ed il busto fino a toccare il pavimento con le dita delle mani (anche piegando le ginocchia),
  • Risalire lentamente durante l’inspirazione, srotolando la colonna vertebrale,
  • Per aumentare il rilassamento, dondolare impercettibilmente il corpo da destra a sinistra, rilassando ogni muscolo,
  • Ricominciare dalle tre alle sei volte, tenendo il ventre rientrato durante l’esercizio.

Gatto che si stiracchia (Marjarasana)

Per sviluppare un’agilità “respiratoria”!

  • Partire dalla posizione a “quattro piedi”, lasciare il corpo sistemarsi naturalmente, col capo nel prosieguo della colonna vertebrale ad addominali contratti,
  • Ispirando, curvare la schiena lentamente, vertebra dopo vertebra, alzando lo sguardo verso il cielo,
  • Espirando, arrotondare la schiena lentamente, vertebra dopo vertebra, abbassando lo sguardo verso terra,
  • Ripetere tra i cinque e i dieci respiri completi.

Fare Yoga per dimagrire e perdere peso

L’obesità è in crescita costante. Ed anche il sovrappeso diventa via via più grave in Europa.

Perdere peso è solo una questione di salute? Si lega ad un desiderio individuale?

L’IMC

Calcolando l’Indice di Massa Corporea si scopre se si è davvero in sovrappeso. Su Internet si trova la formula per effettuare il calcolo. L’IMC sarà poi interpretato :

  • <16: denutrizione, anoressia,
  • 16,5-18,5: magrezza,
  • 18,5-25: normalità
  • 25-30: sovrappeso
  • 30-35: obesità moderata (classe 1)
  • 35-40: obesità elevata (classe 2)
  • >40: obesità patologica e massiccia

Come può far dimagrire lo Yoga?

Le concatenazioni di posture («asana») toniche e dinamiche aiutano a mantenere o ritrovare la linea; a tonificarsi; a rinforzare i muscoli!

Per i chili di troppo mal distribuiti (pancia, gambe), per perdere peso lo Yoga è perfetto: scolpisce il corpo! Certe posture sono particolarmente consigliate per un addome gradevole.

Per il sovrappeso aggravato e cronico, lo Yoga potrà essere associato ad una ginnastica aerobica che acceleri la perdita di massa grassa. Un individuo che intenda dimagrire, poi, troverà giovamento nello Yoga, soprattutto a livello mentale.

Chili superflui e pancetta!

Per rinforzare gli addominali, far calare la pancia e rinforzare gli addominali, ecco due posture ad hoc!

Barca (Naukasana)

Lo Yoga e le sue posture ti aiuteranno a trovare il tuo equilibrio, mentale e fisico. Non devi essere particolarmente elastico per poter perdere peso!

Benefici enormi per lo stomaco, la schiena e le gambe, oltre che per gli addominali!

  • Sdraiarsi sulla schiena,
  • Inspirare ed alzare le gambe,
  • Sollevare il busto da terra ed afferrare le gambe con le mani all’altezza dei polpacci o delle ginocchia,
  • Mantenere la schiena dritta e gli addominali contratti,
  • Mantenere la posizione per due respirazioni complete,
  • Espirando, sdraiarsi sulla schiena,
  • Ripetere cinque volte, con una pausa di 15 secondi tra ogni serie.

La tavola o posizione dell’asse (Kumbhakasana)

La miglior postura per un addome da urlo! Tonifica tutto il corpo, dalle spalle ai polpacci, passando dai glutei, le braccia e i quadricipiti!

  • Sdraiarsi sul ventre,
  • Piazzare le mani all’altezza delle spalle e fare forza contro il pavimento per sollevarsi da terra,
  • Il corpo deve formare una linea dritta, con le mani che prolungano la linea delle spalle,
  • Attenzione a non incurvare la schiena,
  • Non bloccare la respirazione e mantenere la postura il più a lungo possibile,
  • Espirando, tornare alla posizione iniziale.

Come fare Yoga per dormire

Problemi di sonno? Ne va della concentrazione, del nervosismo, di effetti a breve e lungo termine sulla salute e qualità della vita.

Lo Yoga e la meditazione: soluzioni miracolose per dormire

Lo Yoga potrebbe aiutarti a dormire meglio e subito. Lo Yoga dinamico, il saluto al sole permettono addirittura di risvegliarsi di buon umore e pieni di energia. Parimenti, altre posture di Yoga favoriscono l’addormentamento.

Il vantaggio, con lo Yoga, è la possibilità di praticare da soli e a casa propria le posture. Il che è ottimo, se l’obiettivo è quello di addormentarsi!

Perché non si riesce a dormire?

Riflettiamo troppo! Lo Yoga ci riporta una pace interiore in grado di farci addormentare rapidamente tramite le asana ed altre pratiche yogiche.

Come fare?

Meditare per 5 minuti poco prima di dormire migliora la qualità del sonno e la capacità di prendere sonno al volo. Nella posizione del cadavere ci si svuota la mente. Allenandosi, sarà facile riuscire a non pensare a niente. Basterà concentrarsi sulle sensazioni, non sul pensiero. Ascoltando il proprio respiro e l’energia vitale che con esso entra in noi, inspirando.

Rituale pre-addormentamento

Concedersi un po’ di tempo prima di dormire, instaurare un rituale del sonno consente al corpo di prepararsi gradualmente a dormire. Ripetendo degli stessi gesti, si invieranno al corpo segnali riconoscibili e questi invierà risposte quali la produzione di melatonina, ormone del sonno.

Postura del bambino (Balasana)

  • Seduti sui talloni,
  • Piegare il busto in avanti e poggiare la fronte a terra,
  • Mantenere le braccia dai rispettivi lati, lungo il corpo,
  • Respirare lentamente per cinque o dieci respiri, creando il vuoto mentale.

Terminare con la posizione del cadavere, già nel letto, sotto al piumone!

Fare Yoga per restare incinta: una buona idea?

E da qui a rimanere incinta il passo è abbastanza breve, anche se non sufficiente. Il pensiero positivo ti consente di mantenere il controllo a livello emozionale!

Alcune coppie incontrano difficoltà nella procreazione.

Prima di tutto, non bisogna cedere al panico! Molti genitori sono impazienti, ma pochissimi, di fatto sono davvero sterili!

I fattori che giocano sulla fertilità sono: età, peso, stile di vita e ambiente. Lo stress gioca un ruolo chiave soprattutto a livello ovulatorio.

Ma quando si vuole troppo qualcosa, si rischia non ottenerla! Lo stress può impedire il perseguimento di un obiettivo.

Lo Yoga può aiutare a prepararsi alla condizione di genitore, prima ancora del concepimento.

Seguire un corso di Yoga può aiutare ad essere più fertili!

Ricordiamoci, intanto, che in un terzo dei casi soltanto, l’infertilità della coppia si deve alla donna. Spesso il problema è di tipo ovulatorio e legato allo stress eccessivo.

Se lo Yoga prenatale aiuta a prepararsi al ruolo di madre, lo Yoga ormonale prepara a restare incinta!

Creato da Dinah Rodrigues nel 1991, lo Yoga ormonale riposa su tecniche di Hatha Yoga che concatenano posture specifiche statiche e dinamiche ed esercizi di respirazione (pranayama), ai fini della circolazione dell’energia. Ipofisi, tiroide e ovaie vengono in tal modo riattivate.

Posture quotidiane

Lo Yoga ti insegna a respirare in piena coscienza. Fa calare il tuo livello di stress, allungare i tuoi muscoli, ti rende più elastico ed allevia il tuo mal di schiena.

Ecco due posture per il bacino e per il miglioramento della circolazione sanguigna, ottime in qualsiasi caso.

L’angolo aperto (Upavistha Konasana)

  • Seduto su un tappetino,
  • Allarga le gambe e forma un angolo retto,
  • Poni le mani fra le due gambe,
  • Striscia in avanti con le mani fino a sentire tirare dolcemente la schiena,
  • Mantieni questa posizione rilasciando i muscoli a livello delle anche e del bacino, per ben tre respiri completi.

Il ponte (Setu Bandha Sarvangasana)

  • Sdraiato sulla schiena,
  • Piega le ginocchia e avvicina i piedi ai glutei,
  • Inspira profondamente, solleva le natiche espirando, tenendo le braccia i lati come supporto,
  • Mantieni la postura per tre respiri completi, poi espirando torna in posizione iniziale.

Termina la tua sessione di Yoga con la posizione del cadavere (savasana), assicurandoti il rilassamento generale.

Bonus: rilassare i muscoli progressivamente!

In posizione del cadavere o Savasana, contrarre al massimo i muscoli dei piedi, poi rilassarli pian piano. Fare lo stesso con tutte le parti del corpo, dai piedi fino alla testa: polpacci, glutei, schiena, addominali, mani, collo, viso.

Contrarre i muscoli per rilassarsi può sembrare paradossale, ma funziona! Provare per credere!

Le posture di yoga hanno lo scopo di fortificare il corpo per consentirti di meditare a lungo. Assumi una posizione confortevole per iniziare il tuo rilassamento!

Sintesi

  • Non occorre essere un esperto yogi per sapersi rilassare, addormentarsi al volo, aumentare la fertilità! All’inizio basta svolgere due o tre posture di base!
  • Un insegnante di Yoga potrà ovviamente servire per evitare di infortunarsi. Cercati un superprof di Yoga sul sito di Superprof!

 

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar