Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quali sono le migliori diete da associare ai corsi di yoga? 

Di Nicolò, pubblicato il 21/06/2019 Blog > Sport > Yoga > Cosa Mangiare Per Dare Il Meglio In Un Corso Di Yoga?

La salute non è tutto ma senza salute tutto è niente — Arthur Schopenhauer

Lo yoga è una disciplina conosciuta da tutti e praticata da molti. Attraverso esercizi di respirazione e di stretching, meditazione e rinforzo muscolare, quest’attività ci permette di sviluppare tutto un insieme di facoltà, indipendente dal nostro livello. Tramite una serie di esercizi mirati e facilmente eseguibili, lo yoga ci permette di migliorare la nostra forma fisica e mentale — per questo ha così tanto successo. 

Al giorno d’oggi si stima che in Italia lo yoga sia praticato da oltre un milione di persone, e questa cifra è in costante crescita, anno dopo anno. È stata addirittura indetta la giornata internazionale dello yoga, che ha luogo il 21 giugno di ogni anno, che permette di promuovere e celebrare questa attività sportiva completa che armonizza corpo, spirito e mente. Ecco perché adottare un’alimentazione “yogica” è primordiale per chi pratica quest’attività: il benessere fisico e mentale è strettamente legato a ciò che mangiamo.

Ma cos’è la dieta yogica? Ne esiste davvero una? E se sì, in cosa consiste? Non preoccupatevi, in questo articolo vi spieghiamo tutto!

E se vi interessate allo yoga ma non avete ancora iniziato a praticarlo, cercate un maestro yoga per delle lezioni di yoga a domicilio sulla nostra piattaforma!

L’importanza di associare yoga e alimentazione 

Un'alimentazione disequilibrata vi impedirà di accedere allo stato di piena coscienza. Lo yoga è uno sport a tutti gli effetti, e come ogni sport richiede di prestare particolare attenzione a cosa si mangia.

Chiedersi in continuazione cosa si deve mangiare per perdere peso, come sentirsi sazi ingerendo poche calorie, se un’alimentazione sana e responsabile sia possibile ai giorni nostri, come evitare i latticini e gli acidi grassi saturi nell’alimentazione quotidiana, ecc… si rischia di perdere poco a poco il piacere di nutrirsi. L’equilibrio alimentare non dipende unicamente da cosa e come si mangia, ma anche dal nostro stato mentale, e privarsi del piacere di mangiare non è mai una buona soluzione.

Cercate invece di ripensare l’atto nutritivo, e di vedere le cose da una nuova prospettiva. Tutti o quasi mangiamo più volte al giorno — si tratta infatti di una delle attività umane universali — ma è fondamentale imparare a mangiare “bene”, a seconda del proprio stile di vita. Se dopo aver finito il nostro piatto sentiamo un senso di benessere e di soddisfazione che coinvolge il corpo, la mente e lo spirito, siamo nella direzione giusta.

Lo yoga è la disciplina che ci permetterà di aprirci a un nuovo modo di nutrirci, aiutandoci con qualche semplice regola che che possiamo applicare anche in campo culinario. Molti di voi lo sanno già probabilmente, ma questa pratica, che associa esercizi fisici e meditativi, è particolarmente attenta al benessere complessivo dell’individuo, non ottenibile senza prestare un po’ di attenzione a cosa mettiamo nel piatto e in bocca.

Alcuni di noi mangiano per vivere, altri — i più golosi — vivono per mangiare, ma tutti possiamo imparare, grazie allo yoga, a vedere il cibo non solo da un punto di vista fisico, ma anche e soprattutto spirituale. Certo è importante interessarsi ai diversi nutrienti che ingeriamo, ma lo yoga insegna anche ad interessarsi all'”anima del cibo”. Ma quali sono le regole d’oro della dieta yogica? Vediamole insieme!

Scopri come trovare degli insegnanti di yoga torino!

La dieta yogica — o come arrivare allo stato di piena coscienza in cucina

Mangiare bene è la chiave del benessere! Conoscere la provenienza di quello che mettiamo nel piatto e scegliere solo prodotti di stagione sono i primi passi verso un’alimentazione più sana e responsabile.

Ecco un elemento molto importante della dieta yogica che, come l’avrete capito, promuove la volontà di essere in armonia con ciò che si mangia. Che si tratti di verdure, di legumi, di proteine vegetali, del pranzo, della cena o di una merenda, ogni atto alimentare è importante e possiede una visione dell’alimentazione molto più spirituale e elevata rispetto a quella che siamo abituati ad avere.

Prendere coscienza di ciò che abbiamo nel piatto, masticare bene per sentire la consistenza e i sapori, scegliere i propri alimenti con attenzione, in funzione di ciò che si vuole ingerire — ecco i principi che dovrebbero essere alla base di un regime yogico. Ovviamente in questo caso col termine dieta non intendiamo “perdita di peso” o di massa grassa coll’obiettivo di essere più tonici, ma di una processo che ha come obiettivo di rimettere in forma l’organismo nella sua globalità.

Ecco come trovare degli insegnanti di yoga trieste!  

Ecco quindi uno dei pilastri fondamentali dell’alimentazione yogica, che ovviamente richiede una riflessione sensata e profonda sul posto che occupa l’alimentazione nella nostra vita quotidiana. Poiché mangiare è un’arte, e non un atto casuale, esso richiede un minimo di coscienza. È risaputo: siamo quello che mangiamo! Sicuri di volervi quindi nutrire di alimenti pieni di tossine e di elementi negativi per il corpo? 

Vorreste provare una lezione yoga? Cercate i corsi yoga più vicini a casa vostra!

Scoprite anche quali sono i migliori alimenti da mangiare prima e dopo gli allenamenti di yoga!

Il vegetarismo: associare alimentazione e yoga

Se volete rinunciare ai prodotti animali, fate attenzione ad assumere abbastanza proteine vegetali! Una dieta vegetariana equilibrata fornisce tutti i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno!

Diciamolo chiaramente: non esiste un’unica dieta yogica. Ce ne sono infatti tante quante sono le persone che praticano questa disciplina: vegetarismo, crudivorismo, ecc… tutti gli stili di vita e le posizioni etiche possono trovare il proprio posto all’interno dell’alimentazione yogica. Tuttavia, alcuni grandi principi come il vegetarismo sono molto comuni tra le persone che praticano lo yoga. Inoltre se la dieta vegetariana è associata a un’attenta selezione di prodotti freschi e locali, il vostro organismo ne trarrà moltissimi benefici! 

Vuoi seguire lezioni di yoga vicenza?

L’idea principale è quella di promuovere la non violenza, e, più globalmente, il rifiuto della sofferenza di altri esseri viventi. Molti yogin infatti rifiutano di ingerire alimenti di origine animale, convinti che la sofferenza di altre creature abbia un impatto negativo sul loro organismo. Basterà quindi rimpiazzare alcuni alimenti con le proteine vegetali, di cui sono ricchi i legumi, di modo da evitare carenze a livello nutrizionale.

Questo principio ha anche un nome nel mondo dello yoga: viene infatti chiamato ahimsa. Per eliminare la carne e il pesce dalla propria alimentazione, bisogna evidentemente procedere per tappe, passo dopo passo, senza domandare al proprio corpo di adattarsi da un minuto all’altro. Si può anche in una prima fase ridurre più semplicemente la propria consumazione di prodotti animali, in modo di sentirsi meglio nel proprio corpo e nella propria testa, senza però rinunciare in maniera brusca alle nostre abitudini.

Perché sì, la dieta yogica prevede anche questo: non privarsi del piacere dei pasti, non alzarsi da tavola frustrati, e cercare sempre di sentirsi il meglio possibile nel proprio corpo, nella propria mente e nel proprio spirito. Armonizzare questi tre aspetti è fondamentale per essere in equilibrio con se stessi e tentare di raggiungere lo stato di piena coscienza.

Se volete saperne di più, chiedete informazioni al vostro maestro yoga durante la prossima lezione di yoga. E se ancora non praticate, cercate subito un corso yoga adatto a voi!

Il crudismo e lo yoga: un’accoppiata vincente!

Mens sana in corpore sano dovrebbe diventare il vostro motto! Se combinati, lo yoga e una sana alimentazione vi permetteranno di armonizzare corpo e mente e sentirvi in piena forma!

Quando si pensa al crudismo, si tende a immaginare uno stile di vita monotono e un’alimentazione insipida e monotona. Si tratta invece di una dieta piena di sapori e di colori, che permette di riscoprire il vero gusto degli alimenti e di conservarne tutti i nutrienti. La digestione sarà più semplice, più piacevole e sopratutto più efficace. Se associato allo yoga, il crudismo è eccellente metodo per migliorare la propria forma fisica e mentale!

Come per il vegetarismo, non è necessario cambiare il proprio stile di vita e la propria alimentazione da un giorno all’altro. Inoltre, la dieta crudista permette di continuare a mangiare carne e pesce: conoscete senza dubbio l’esistenza della tartare o del carpaccio di pesce! Qualsiasi stile alimentare scegliate — vegetariano, vegano, crudista, onnivoro, ecc… —,  ricordate comunque di privilegiare sempre i prodotti di stagione. 

Praticare yoga significa infatti anche saper ascoltare il pianeta e vivere in simbiosi con esso, sia a livello fisico che a livello mentale. I valori che promuove questa disciplina sportiva sono quelli di un legame — alcuni parlano addirittura di una fusione con il mondo in cui viviamo, e questo accade principalmente attraverso gli alimenti che ingeriamo.

Associare lo yoga e la dieta “paleo”

Anche la dieta “paleo” è estremamente adatta a chi pratica lo yoga. Ma che cos’è la dieta paleo? Si tratta di tornare ad alimentarsi come gli esseri umani dell’epoca paleolitica. E come fare? Chi segue questa dieta fornisce al suo corpo unicamente ciò di cui ha bisogno da un punto di vista nutrizionale, ed elimina prodotti come zuccheri raffinati, latticini, cibi elaborati, ecc….

Eh già, la dieta paleolitica rappresenta un vero e proprio ritorno alla fonte, e se associata alla pratica sportiva dello yoga vi permetterà di trovare un equilibrio perfetto tra il vostro corpo e la vostra mente. Più che di una dieta, si tratta di un vero e proprio stile di vita che coinvolge l’alimentazione. 

Attenzione però: esistono diverse scuole di pensiero riguardo alla dieta paleo, e, contrariamente all’alimentazione vegetariana o vegana, non tutti i nutrizionisti pensano che sia uno stile alimentare completo ed equilibrato.

Insomma, l’avrete capito: la pratica dello yoga si può associare a un gran numero di stili alimentari, e se da un lato non esiste una vera e propria “dieta yogica”, ognuno di noi ha la possibilità di elaborare la propria a seconda delle proprie voglie, delle proprie credenze, dei propri gusti, ecc… Non mangiare pesce, mangiare solo alimenti crudi, consumare solo cibi biologici, esistono numerose alternative per armonizzare il proprio corpo e la propria mente.

Ricordate: un’alimentazione sana ed equilibrata è uno dei migliori mezzi per trovare la perfetta forma fisica e mentale, e lo yoga può decisamente aiutarvi in questa ricerca.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar