Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corsi di italiano: strumenti culturali per integrare lo studio

Di Igor, pubblicato il 13/06/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Italiano > Servirsi della Cultura per Completare un Corso di Italiano

È solo la lingua che rende uguali. Uguale è chi sa esprimersi e intendere l’espressione altrui.
Lorenzo Milani

La lingua è il mezzo di comunicazione usato in un dato momento da un determinato gruppo umano. Logicamente, le trasformazioni socio-culturali alimentano il dinamismo linguistico. Per questo motivo la lingua è un complesso dinamico, in continua variazione ed evoluzione.

Alcune parole o frasi appaiono; altre scompaiono. Questi cambiamenti a volte possono dare origine a una gamma ampia di idiomi o anche determinarne la fine, come dimostra la graduale scomparsa del dialetto o delle lingue antiche – chiamate spesso anche “lingue morte”.

Tutti i costumi, il galateo, le usanze, le preferenze e le tradizioni di una società possono essere riassunti sotto il nome di “cultura”. Il linguaggio appartiene anch’esso alla sfera culturale, da cui riceve la sua logica e la sua consacrazione.

Bisogna dunque anche comprendere che questi elementi culturali possono influenzare le abitudini linguistiche. L’influenza può essere avvenire verso l’alto (se andiamo a imitare i grandi, i geni, gli studiosi), o verso il basso (se poniamo l’accento sulla cultura popolare, la semplicità e la spontaneità).

In questo articolo vogliamo parlare di quattro discipline che hanno avuto e mantengono un impatto tutt’altro che banale sulla lingua di Manzoni: la letteratura, il cinema, la musica (opera e canzone pop) e la poesia.

 

La letteratura da Boccaccio a Pasolini

Petrarca, Boccaccio e Dante sono considerati i primi grandi autori di una delle più belle letterature del mondo: quella italiana. Imparare la letteratura italiana attraverso i suoi capolavori ci da la possibilità di approfondire una della culture più affascinanti della storia e di scoprire anche autori spesso poco conosciuti. Studiare la letteratura italiana significa anche coglierne l’importanza che questa nostra letteratura ha avuto nell’influenzare altre culture e altre letterature specialmente nel primo periodo con gli autori già citati e più avanti nell’Umanesimo e nel Rinascimento.

Arte e letteratura del rinascimento italiano hanno reso l'Italia il fulcro della cultura. L’arte italiana del Rinascimento ha influenzato l’arte di tutta l’Europa.

Come parlanti nativi dell’italiano o come suoi studiosi abbiamo la straordinaria opportunità di poter ogni giorno godere della fantastica opportunità di conoscere quella che da molti è considerata la lingua più bella del mondo! Perciò dobbiamo cogliere questa fantastica opportunità e approfondire i nostri studi o le nostre conoscenze andando a guardare alcuni dei grandi capolavori della letteratura.

 

Scopri come imparare italiano con la letteratura.

Ecco una lista dei 5 grandi capolavori della letteratura italiana per studiare l’italiano:

  1. In ordine temporale partiamo da Boccaccio e dal suo Decamerone. Sicuramente non si tratta di un lavoro facilmente comprensibile se mancano le basi, perciò è un lavoro da livello pro, però è sicuramente un documento molto interessante. Tanto più che si tratta di racconti brevi e molto divertenti, che getteranno una luce sul pregiudizio che abbiamo nei confronti del Medioevo come periodo buio e triste.
  2. I promessi sposi di Manzoni sono un altro must della scuola italiana e uno dei grandi monumenti letterari, ma è ricco di espressioni che ancora oggi utilizziamo e questo la dice lunga sull’importanza che ha avuto nella costruzione della lingua italiana.
  3. Il visconte dimezzato di Italo Calvino è una lettura sicuramente più alla portata di uno studente che si stia avvicinando alla lingua italiana. Calvino è uno scrittore fantasioso e molto interessante, tutti i suoi lavori sono da riscoprire, cosa facile da fare perché sono molto appassionanti.
  4. Il segreto del Bosco Vecchio di Dino Buzzati. Altro autore estremamente interessante, Dino Buzzati ha scritto questo romanzo breve su una storia un po’ fantastica, ma dalla grande modernità per la tematica trattata. Una storia sul rispetto dell’ambiente e della natura.
  5. La serie di Montalbano scritta da Andrea Camilleri la inserisco invece per gli appassionati del crimine: si tratta di una serie di grandissimo successo in Italia che Camilleri ha dedicato al suo personaggio, un commissario che risolve casi in una città siciliana. Un must per chi impara l’italiano.

La poesia italiana e l’evoluzione dalla metrica al verso libero

La poesia è un modo per sentire le parole, apprendere nuovi elementi lessicale e forme espressive, per diffondere il significato sull’essenza dell’uomo, del creato o della divinità.

 

Ecco qualche film per imparare italiano.

Botticelli ha dato visione grafica all'Inferno così come viene descritto da Dante Alighieri. La visione dell’Inferno così come viene descritto da Dante Alighieri.

La letteratura italiana, che si tratti della Divina Commedia di Dante, del teatro di Manzoni, dei sonetti di Petrarca o dei versi di Montale, mette a disposizione dell’amante della buona letteratura una vasta gamma di opportunità per mettersi alla prova. E soprattutto è un sistema di apprendimento praticamente a costo zero!

Il nostro suggerimento, oltre alla lettura, è di dedicarsi allo studio a memoria dei versi. Ecco i principali vantaggi dello studiare a memoria le poesie:

  1. ampliare il nostro bagaglio lessicale e dunque culturale
  2. far rivivere i testi e poterne assaporare la bellezza
  3. allenare la nostra memoria e la nostra capacità di concentrazione

A scuola uno dei testi più studiati è la Divina Commedia di Dante. Il linguaggio di Dante può sicuramente spaventare sia uno studente straniero che uno studente italiano: si tratta di un linguaggio indubbiamente antiquato e a tratti ancora oscuro persino agli studiosi esperti di dantismo.

La Divina Commedia, con la sua ritmica in endecasillabi, è veramente un biglietto da visita per stupire parenti e amici. E qui la scelta è davvero molto ampia: i passi da cui scegliere sono moltissimi, qualunque canto dell’Inferno (oggettivamente la cantica più interessante) vi permetterà di entrare in contatto con questo capolavoro e di interiorizzare le splendide parole di quello che è considerato il padre della nostra lingua.

Un allenamento ulteriore poi sarà rappresentato dalla composizione di versi nostri… tutti noi abbiamo provato a scrivere poesie almeno una volta nella vita. Può essere allora interessante cimentarsi con questo genere così forte e utile per esprimere la nostra interiorità.

Leggi come imparare italiano ascoltando canzoni.

Il cinema italiano da Cabiria a Roberto Benigni

La cinematografia italiana ha vissuto il suo primo periodo d’oro negli anni 10. In questo periodo Torino diventa la capitale italiana d’avanguardia per la produzione di film. È qui infatti che viene realizzato per esempio quello che è considerato il capolavoro del primo cinema italiano: Cabiria di Giovanni Pastore. Sono molti i capolavori del cinema internazionale (Intolerance (1916) di David W. Griffith o Metropolis (1927) di Fritz Lang tanto per citarne due) che sono debitori a questo film e alla sua potenza narrativa, assolutamente originale per l’epoca.

Alla realizzazione di Cabiria partecipò addirittura Gabriele d'Annunzio! .Un fotogramma di Cabiria, capolavoro del cinema italiano di inizio Novecento

Ma il cinema italiano ha avuto molte altre importanti evoluzioni. Soprattutto nel dopoguerra attraverso il neorealismo e la costruzione di Cinecittà a Roma, che ha reso la città una delle grandi capitali del cinema e del jet-set all’epoca della Dolce Vita.

I nomi che hanno reso celebre il cinema italiano nel mondo sono moltissimi e appartengono non solo a registi e registe, ma anche ad attori, attrici, produttori, scenografi, costumisti… Sono moltissimi gli Oscar che l’Italia ha ottenuto attraverso le sue abili maestranze.

Restano ovviamente indimenticabili nomi come Roberto Rossellini, che con il suo Roma città aperta descrive la realtà della città di Roma nel periodo di lotta antifascitsta, nelle ultime delicate fasi della guerra civile (pellicola resa ancora più celebre grazie alle interpretazioni di Anna Magnani e di Aldo Fabrizi). Oppure la grande Sofia Loren, che ha reso grande e famoso il cinema italiano all’estero in particolare con la sua indimenticabile interpretazione de La ciociara (1960), che le valse addirittura un Oscar.  Ecco come imparare italiano con la poesia.  

Il cinema italiano davvero non ha eguali e va conosciuto e usato come strumento durante qualsiasi corso di italiano.

La musica italiana, tra lirica e Sanremo

Amatissimo, odiatissimo Festival di Sanremo è una delle principali iniziative musicali di musica pop del nostro paese e nonostante sia ormai arrivato a compiere 60 anni fa ancora discutere ogni anno. Le sue canzoni sono cantate tutti i giorni da qualunque italiano appassionato di musica del nostro paese… praticamente non c’è cantante italiano che non sia andato almeno una volta al Festival. Da Patty Pravo a Mina, da Zucchero a Ramazzotti, dalla Pausini a Giorgia: anche le dive conosciute in tutto il mondo sono passate su quel palco.

Fra le celebrità che hanno cantato a Sanremo ricordiamo Madonna, Loius Armstrong e Annie Lennox. Al Festival di Sanremo hanno preso parte come ospiti tantissime celebrità.

Ma la musica italiana ha radici ben profonde nella nostra cultura. Intanto non possiamo dimenticare che la lingua italiana per moltissimo tempo è stata per eccellenza la lingua utilizzata dai compositori di musica classica. Quando parliamo di musica classica ovviamente pensiamo al genere che maggiormente utilizza la lingua come parte integrante della sua composizione, ossia l’opera. E non soltanto da musicisti italiani, fra cui ricordiamo per esempio Verdi, Puccini o Rossini, ma anche da stranieri (basti ricordare Mozart e Le nozze di Figaro).

Spostandoci all’oggi, possiamo dire che esistono numerosi esempi di cantanti contemporanei che possono aiutarci a migliorare il nostro italiano, in particolare grazie a quelli che a partire dagli anni 60 sono conosciuti come “cantautori”, ossia gli autori di canzoni che si trasformano anche in interpreti dei loro brani.+

Fra questi ricordiamo Ivano Fossati, Lucio Battisti, Lucio Dalla… Ma la lista è veramente lunghissima!

Fra i lavori che potremmo suggerire per chiunque volesse usare la canzone per imparare l’italiano suggerisco un qualunque album tratto dalla discografia di Fabrizio De Andrè. Un autore di capolavori unici, di poesie in musica che oggi per fortuna vengono anche studiati a scuola.

Perciò non ci sono occasioni da sprecare: grazie alla tecnologia oggi possiamo raggiungere i nostri obiettivi e imparare l’italiano usando tantissimi supporti diversi!

E allora… Buon divertimento!

 

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar