La fotografia è nel corso degli ultimi anni un elemento chiave per molti social media.

Ogni influencer che si rispetti dovrà postare foto che attirino l'occhio e che riescano a conquistare i followers grazie alla loro qualità.

Oltre 350 milioni di foto vengono postate quotidianamente su Facebook ed più di 100 milioni su Instagram!

Vuoi migliorare le tua capacità fotografiche? Segui un corso di fotografia con Superprof!

Obiettivi intercambiabili, filtri, sensibilità ISO, puoi fare le foto che desideri!
Oggi, puoi avere macchine potenti e avanzate, ma allo stesso tempo leggere!

Filtri, ritagli, programmi ed app per il ritocco… Gli strumenti per migliorare facilmente le tue foto sono innumerevoli. La tecnologia fornisce talmente tanti aiuti che oggi è possibile dare l’illusione di padroneggiare l’arte della fotografia.

Come emergere in mezzo a alle migliaia di persone che sanno fotografare e ritoccare con successo? Impara a scattare fotografie uniche e originali!

“La passione è l’essenza dei social media” Jay Baer

Metti da parte lo smartphone e inizia a pubblicare foto scattate con una vera macchina fotografica! Oggi molti modelli, oltre ad essere utilizzabili in modalità automatica (quindi, più semplice per tutti), sono dotati di un sistema Wi-Fi o Bluetooth: trasferire le tue foto sul pc e condividerle con chi vuoi è un gioco da ragazzi.

La cosa più importante, però, è che tu riesca ad emergere dalla massa e che ti assicuri like e follower!

Superprof ti dà i migliori consigli per incrementare la tua notorietà sui social tramite belle foto. Ma prima dovrai seguire dei corsi di fotografia.

Fare il fotografo è una professione sempre alla moda!

I/Le migliori insegnanti di Fotografia disponibili
Manuela
5
5 (7 Commenti)
Manuela
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (120 Commenti)
Nath
50€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Leonardo
5
5 (23 Commenti)
Leonardo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (7 Commenti)
Riccardo
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (24 Commenti)
Giulia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (4 Commenti)
Lorenzo
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (16 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (11 Commenti)
Alessandra
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Manuela
5
5 (7 Commenti)
Manuela
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (120 Commenti)
Nath
50€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Leonardo
5
5 (23 Commenti)
Leonardo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (7 Commenti)
Riccardo
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (24 Commenti)
Giulia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (4 Commenti)
Lorenzo
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (16 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (11 Commenti)
Alessandra
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Un cappello introduttivo: come siamo arrivati qui?

Se agli inizi dei social, i contenuti scritti potevano avere un'importanza maggiore delle immagini e dei video, con il passare del tempo, le cose sono mutate e ora le foto sono l'elemento comunicativo per eccellenza.

Com'è successo? Non vogliamo spingerci qui in tanto approfondite, quanto interessanti, discussioni da esperti della comunicazione (sociologi, psicologi, mass mediologi, ...), ma ci teniamo ad attirare l'attenzione su un elemento in particolare che, a nostro giudizio, ha influito in modo notevole nel determinare la situazione contingente: gli smartphone.

Potrebbe sembrare banale, ma a ben guardare non lo è; e alla fine dell'articolo arriveremo tutti a porci marzulliane questioni del tipo: le fotocamere degli smartphone si sono evolute per manie di partecipazione nei social o i social si sono adattati all'evoluzione dei sensori degli smartphone? Per la serie, è nato prima l'uovo o la gallina?

Questioni di questo tipo sono all'altezza del giornalista e uomo di spettacolo noto per le sue domande sibilline.
Lo smartphone ha determinato la passione per le foto o i social si sono imposti sulla determinazione del pacchetto tecnologico dei telefoni?

Insomma, gli smartphone che portiamo sempre con noi hanno iniziato a fare foto sempre migliori, dotati come sono di filtri, doppi, tripli o quadrupli sensori, programmi di fotoritocco che neanche nel pc del mio ufficio, ... Scattare foto agli amici, ai panorami, ai tramonti, a noi stessi, a quello che mangiamo, ... è un fenomeno che nel giro di pochi, pochissimi anni ha coinvolto praticamente tutti. Se ieri le foto venivano scattate solo alle feste di compleanno dei nipotini, oggi i nonni si fanno i selfie quando acquistano una nuova t-shirt e poi postano la foto (non necessariamente su Facebook, magari solo sul gruppo WhatsApp della famiglia).

Potevano i social non adattarsi a questo fenomeno galoppante? Certo che no: e sono nati e cresciuti così i vari Instagram, Pinterest, ... e gli altri social (FB, Twitter, ...) si sono adattati. Con il risultato che oggi non si capisce chi insegua chi: i fotografi postano le loro foto per piacere di diffusione e condivisione o lo fanno perché è l'unico modo per continuare ad apparire nei social?

 

Un ultimo appunto, prima di continuare: nonostante gli smartphone consentano di fare foto eccezionali anche ai più incompetenti in materia, non tutti si adattano a questo strumento e fotografano solo (o prevalentemente) con macchine fotografiche digitali: reflex, bridge, mirrorless. Oggi, la tecnologia mette a disposizione di chi lo desidera strumenti potenti, da utilizzare sia in modalità automatica, sia in modalità manuale: ottimi quindi per tutti!

Regola dei terzi, linee di forza e tutto quello che devi sapere per comporre la tua foto!

Eccoci, finalmente, ai trucchi per realizzare foto riuscite da postare, da mostrare o semplicemente da conservare.

Una foto armoniosa è spesso sinonimo di una composizione ben pensata. La struttura dev’essere certamene ben studiata.

Cosa si intende, nella fotografia, col termine “comporre”?

Si tratta del modo in cui l’insieme degli elementi dell’inquadratura vengono organizzati: colori, linee, forme e piani. Questa tecnica è stata presa in prestito da arti più antiche come la pittura e il disegno.

Ci sono diverse regole da seguire per ottenere una composizione soddisfacente. Eccone alcune:

  • La suddivisione dell’inquadratura secondo la regola dei terzi è la regola di base che riguarda la composizione fotografica. Consiste nell’immaginare la foto come composta da due linee verticali e due linee orizzontali, che separano l’immagine in nove zone uguali. Dovrai poi posizionare il soggetto che vuoi far risaltare all’intersezione tra una linea verticale ed una linea orizzontale, mai all’interno di una delle zone, per posizionarlo su un punto forte dell’immagine. Per coloro che non riuscissero ad immaginarsi questa quadrettatura della foto, esistono apparecchi che propongono una funzione specifica che permette di visualizzare la griglia sullo schermo.
  • Le linee di forza: questa regola deriva dalla precedente, dato che le linee di forza designano le famose linee orizzontali e verticali che suddividono la tua immagine in quadrati. La foto ha sempre un elemento orizzontale (consideriamolo una barriera), dovrai posizionare questo elemento su due linee orizzontali. Ugualmente, se essa comporta un elemento lineare verticale (come un palazzo), posizionerai questo elemento su una delle linee verticali della griglia.

“Se le tue foto non sono abbastanza buone, vuol dire che non ti sei ispirato a questa regola”  Robert Capa

Il tuo sogno è seguire un corso fotografia online?

E non a caso, dato che la ragion d'essere di questo social è proprio la fotografia.
Instagram è indubbiamente il primo social cui si pensi quando si parla di foto!
  • Riempi l’inquadratura col tuo soggetto: se fotografi un soggetto in particolare, come una persona o un animale, non esitare ad avvicinarti per assicurare la giusta importanza al soggetto e rinforzare l’impatto della tua foto. Non è sempre possibile avvicinarsi al massimo al proprio soggetto. Pensa a quando scatti foto a sconosciuti in strada. Ed è il momento di ricorrere all’obiettivo per zoomare, oppure di ritagliare la foto in post-produzione, ossia con il tuo PC (attenzione però alla perdita di qualità).
  • Isola l’elemento principale della tua foto: lo scopo è che il tuo soggetto assuma tutta la sua importanza e non venga “schiacciato” da altri elementi, come un veicolo o un passante. Puoi ottenere questo effetto con un metodo particolare. Innanzitutto, puoi avvicinarti al tuo soggetto, perché esso catturi tutta l’attenzione del tuo scatto e dell’inquadratura. Puoi anche ridurre la profondità di campo per ridurre lo sfondo. Metti a fuoco il tuo soggetto, in modo da sfocare completamente lo sfondo.
  • Divertiti con le ripetizioni: le ripetizioni di motivi sono molto gradevoli da guardare; non trascurarle! Puoi farlo tramite una griglia attraverso la quale fotograferai un paesaggio o una scena. Può trattarsi di un campo di fiori tutti uguali o di un raggruppamento di palazzi simili. Per migliorare ancora di più il tuo scatto, cerca di far emergere un elemento diverso in mezzo a questa ripetizione, interrompendola. Potrà trattarsi, per esempio, di una margherita in mezzo ad un campo di papaveri!
  • La composizione simmetrica. Attenzione, questa regola richiede gran rigore nella scelta del soggetto e al momento dell’inquadratura. Il tuo soggetto potrà essere un elemento unico, posizionato esattamente al centro dell’immagine, come ad esempio un monumento ripreso frontalmente all’inizio di una strada. Ma potrai anche avere due soggetti in perfetta simmetria uno rispetto all’altro.

Perché non cerchi un corso di fotografia?

Esistono diverse altre tecniche per migliorare la composizione fotografica. Inizia con l’imparare le basi e otterrai già dei progressi enormi, e vedrai la differenza al momento di postare il tuo prodotto in rete!

Eccoti 15 buone ragioni per scoprire la fotografia e seguire la strada dei maestri di quest'arte, come Robert Capa, Cartier Bresson e Oliviero Toscani.

Il Flat Lay: una tendenza consolidata

Anche se la dicitura “Flat Lay” non ti dice nulla, conoscerai tuttavia la tecnica che impazza sui social.

Il principio? Si tratta di fotografare un insieme di elementi relativi allo stesso tema, su uno sfondo appositamente scelto.

Traducendo l'espressione dall'inglese otteniamo all'incirca posa piatta, il che non significa un gran che. Il fenomeno, comunque, sta ad indicare lo scatto che possiamo ottenere se posizioniamo lo smartphone o la macchina fotografica in una posizione che sia parallela alla composizione che vogliamo riprendere: insomma, si tratta di fotografare dall'alto.

Queste foto fanno furore, specialmente negli ambiti relativi alle rubriche lifestyle, cucina o viaggi:

  • Relativamente alla sfera globe-trotter, il Flat Lay è un modo per presentare, ad esempio, tutti gli oggetti indispensabili per un viaggio: la guida cartacea, uno zaino, gli occhiali da sole, la crema solare, il costume da bagno, il diario di viaggio… e ovviamente , la macchina fotografica. Ma solo se prima avrai seguito scrupolosamente delle lezioni di fotografia!
  • Per i profili legati alla cucina, il Flat Lay consente di presentare ogni ingrediente necessario ad una ricetta
  • Per i profili di tipo DIY (do it yourself) , si tratterà di presentare oggetti e strumenti necessari ad una realizzazione.

Il Flat Lay ha rilanciato la foto in immersione in modo generale sui social, proprio tramite la materia culinaria. Si usa molto fotografare il proprio piatto visto dall’alto, quando si è al ristorante, per esempio. Si centra l’immagine o si fa una foto zenitale dell’insieme del tavolo al quale si è seduti.

Ed ecco qualche consiglio per aver successo nelle proprie foto Flat Lay (anche se il miglior consiglio rimane quello di seguire un corso fotografia prima):

La scelta degli elementi e il loro posizionamento è alla base di un flat lay riuscito.
Un flat lay suggestivo, non c'è che dire!
  • Scegli correttamente quello che vuoi fotografare, preparandoti per tempo e facendo magari un po' di ricerca prima: curiosa sui social stessi (Pinterest, Instagram, Google, ...) utilizzando un hashtag come #flatlaylovers #foodflatlay #glamourousflatlay #flatlay #flatlaytoday #flatlaystyle, ...;
  • Non utilizzare più di due materiali come sfondo per le tue foto: l'effetto sarebbe drammatico;
  • Posizionati ben al di sopra del tuo soggetto: a costo di salire su uno sgabello o una sedia, la tua macchina fotografica deve trovarsi esattamente al centro degli elementi che intendi fotografare;
  • Usa la luce del giorno: questo genere di foto richiede una luce di qualità. La luce naturale avrà un migliore effetto delle luce artificiale. Cerca però di prediligere una luce indiretta, servendoti, ad esempio, dell’ausilio di una tenda;
  • Non lasciare al caso l’inquadratura e la composizione della tua foto: il successo di una foto Flat Lay passa innanzitutto da una disposizione minuziosa di ogni elemento, se si mira ad un risultato preciso e ordinato. Stai attento anche all’equilibrio generale della tua immagine, alternando oggetti di grande taglia ad elementi più discreti;
  • Fai attenzione alla scelta dello sfondo: perché una foto abbia successo occorre che presenti una certa armonia. Scegli bene lo sfondo, poiché è primordiale. Lo sfondo partecipa all’atmosfera generale, mette in valore gli elementi fotografati. Per quanto riguarda la tonalità, usa l’effetto del contrasto, rispetto ai soggetti: se fotografi oggetti chiari privilegia uno sfondo scuro, e viceversa.

È possibile usare le reti sociali per svolgere il mestiere di fotografo? Hai mai pensato di prendere anche solo una lezione di fotografia per riuscire a migliorare i tuoi scatti?

Quali sono i social in cui postare le tue foto?

Nella moltitudine di reti sociali oggi esistenti, alcune sono davvero ottime per esaltare la fotografia:

  • Instagram: il re dei social, se si parla di fotografia. Il suo principio riposa interamente sull’immagine. Permette di condividere immagini con l’insieme della comunità, dopo averle modificate tramite filtri. È un precursore rispetto a tutti gli altri. Oggi la tendenza è comunque quelle di non filtrare: #nofilter.
  • Pinterest: propone di creare tavole tematiche virtuali, su cui settare le proprie foto, consentendo, a chi lo desideri, di abbonarvisi. È ancora oggi un ottimo canale di diffusione di foto.
Un social non vale l’altro, anzi. Commettere un errore di posizionamento potrebbe comportare un perdita notevole in termini di like.
Devi scegliere il social giusto, secondo lo stile e il soggetto delle tue foto!
  • Flickr: è una social network per la condivisione delle foto a carattere professionistico, tramite motore di ricerca integrato. Tuttavia, se pensi di farne un grande uso, ti consigliamo di servirti di una versione a pagamento.
  • DeviantArt: è una comunità di artisti online, che ti permetterà di esporre le tue creazioni.
  • 500px: si tratta di una piattaforma di condivisione di foto tra professionisti. Vi si trovano foto di buona qualità, cosa che, appunto, ne conferma la credibilità agli occhi dei professionisti.

Ecco a te tutte le chiavi per riuscire ad emergere sui social network, grazie alle tue opere fotografiche.

Non aspettare ancora: prendi qualche lezione di fotografia. Prepara bene e cura ogni tua composizione, posizionati correttamente e posta la tua immagine su una rete specializzata!

Avrai like, condivisione e follower!

Se desideri diventare un fotografo professionista, serviti sei social network per diffondere la tua arte!

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura